Le domande d'esame di Diritto Pubblico e Costituzionale 2/C - Edizioni Simone

Le domande d'esame di Diritto Pubblico e Costituzionale

abstract

Edizioni Simone

http://www.simone.it/catalogo/v2_c.jpg

Quesiti a risposta aperta per prepararsi alla prova orale
Oltre 380 risposte complete

  • Anno Edizione: 2009
  • Formato: 15 x 21
  • Pagine: 352
  • Codice: 2/C
  • Isbn: 978 88 244 6478 9
  • Prezzo: € 12,00
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 978 88 244 4229 9
  • Prezzo PDF: € 5,90
  •  

 
 
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

    • Hai letto il manuale?
      Lo hai ripassato?
      Hai appreso i concetti fondamentali?
      Bene … adesso comincia la fase più difficile: quella di attrezzarti al meglio per rispondere alle domande d'esame.
      Sappi che il docente, che ha una visione completa della disciplina, in sede d'esame si aspetta che il candidato, più che esporre pedissequamente il singolo istituto, ne individui la ratio, i principi di base, i collegamenti con altri istituti, operazione non semplice da compiere da parte dell'esaminando, ma di grande effetto.
      Ma c'è chi lo fa per te!
      Chi utilizza Count Down ha l'opportunità di «meditare», scorrendo le domande sui concetti appresi nella dimensione statica del testo istituzionale e di rielaborarli sotto l'aspetto dinamico del ragionamento, della riflessione e del giudizio personale.
      Count Down, in sostanza, costituisce un valore aggiunto al manuale, per trasformare la conoscenza istituzionale in un apprendimento consapevole.
      Ecco lo scopo del volume!
      Count Down, dunque, non si limita a proporre le domande più «gettonate», ma aiuta a ragionare sui singoli concetti ed istituti offrendo soluzioni che consentono una preparazione che, oltre sulla memoria, si fondi anche sul ragionamento.
      La struttura del volume è la seguente: ad una prima domanda generale, corredata di un percorso guidato in cui sono indicati i riferimenti normativi e i passaggi salienti per articolare la risposta, seguono domande di approfondimento e/o collegamento che consentono al candidato di ampliare il discorso e, soprattutto, con la padronanza acquisita della materia e con un po' di machiavellica astuzia, indirizzare l'esame sugli argomenti sui quali si sente sicuramente preparato.
      In bocca al lupo con CountDown!
    • PARTE PRIMA (*)
      NOZIONI DI TEORIA GENERALE
      Sezione Prima: Ordinamento giuridico, forme di Stato e di governo, storia costituzionale italiana
      1. Che cosa si intende per ordinamento giuridico?
      1 bis. Quali sono le principali teorie sull’ordinamento giuridico?
      2. Quali sono le caratteristiche delle norme giuridiche?
      2 bis. Qual è la differenza tra le norme giuridiche e le norme morali e religiose? 2 ter. Quali sono gli altri caratteri delle norme giuridiche?
      3. Quali sono gli elementi costitutivi della norma giuridica?
      3 bis. Rispetto alle sanzioni come si possono classificare le norme? 3 ter. Esistono norme prive di precetto, ma dotate solo di sanzione? 3 quater. Tutte le norme sono cogenti, cioè sono imperative e contengono un comando?
      4. Cosa si intende oggi con il termine «Stato»?
      4 bis. Quali sono le caratteristiche dello Stato odierno? 4 ter. La «spersonalizzazione» del potere dei governanti è ancora un obiettivo perseguito al giorno d’oggi? 4 quater. Il termine «Stato» nell’uso comune conserva sempre lo stesso significato?
      5. Quali sono gli elementi costitutivi dello Stato?
      5 bis. I concetti di popolazione e di Nazione. 5 ter. Differenza tra patria e nazione. 5 quater. Differenza tra etnia e razza. 5 quinquies. Chi sono gli italiani non appartenenti alla Repubblica? 5 sexies. Può esercitarsi la sovranità al di fuori del territorio nazionale?
      6. Concetto ed applicazioni della cittadinanza
      6bis. Cosa è la cittadinanza europea?
      7. Quali sono gli effetti della globalizzazione sulla sovranità dello Stato?
      8. Cos’ è lo Stato laico? Può dirsi che oggi il nostro Paese presenti tali caratteristiche?
      8bis. Cosa sono i Patti lateranensi?
      9. Quali sono le modalità attraverso le quali assumono rilevanza nel nostro ordinamento le norme di origine confessionale?
      10. Quali sono i rapporti fra norme di provenienza bilaterale e norme costituzionali?
      10 bis. Gli accordi di Villa Madama del 1984 hanno copertura costituzionale?
      11. Che cosa si intende per «forme di Stato» e quali sono le principali?
      11 bis. Cosa si intende per Stato sociale?
      12. Quali sono le differenze fra Stato federale, Stato regionale e Stato accentrato?
      13. Descrivere le principali differenze fra governo parlamentare e governo presidenziale.
      13 bis. In cosa consiste la forma di governo semi-presidenziale?
      14. Quali sono i caratteri fondamentali dello Stato democratico e sociale sorto dalle ceneri del fascismo?
      14 bis. Concetti di Stato sociale e Stato socialista. 14 ter. Come si caratterizza oggi la forma di governo in Italia?
      15. Descrivere sinteticamente le principali caratteristiche e differenze dello Statuto albertino rispetto alla Costituzione repubblicana.
      15 bis. Perché la Costituzione repubblicana è definita «rigida»? 15 ter. Esistono articoli della Costituzione che nemmeno una legge costituzionale può abrogare? 15 quater. Quali tipologie di norme sono contenute nella nostra Costituzione? 15 quinquies. Le norme contenute nella Costituzione hanno tutte identico valore? 15 sexies. Che differenza c’è tra Costituzione formale e Costituzione materiale?
      16. La tregua istituzionale e le vicende che portarono alla nascita della Repubblica italiana e all’emanazione della Costituzione.
      16 bis. Come ebbe luogo dopo la caduta del fascismo la scelta della forma repubblicana? 16 ter. Cosa si intese nel 1948 con l’espressione conventio ad excludendum? 17. Descrivere il ruolo dei partiti nel passaggio dallo Stato liberale a quello democratico.
      17 bis. Cosa si intende per partito di massa?
      18. Lo Stato democratico e sociale oggi
      18 bis. Oggi si parla insistentemente di Terza Repubblica nella quale il sistema essenzialmente bipartitico farebbe lentamente traslare la forma di governo da «parlamentare» a «presidenziale». 18 ter. Cos’è il Governo ombra (shadow cabinet)?
      Sezione Seconda: Le fonti del Diritto
      19. Cosa si intende per teoria generale delle fonti?
      20. In che modo vengono risolti i conflitti fra norme poste da fonti collocate sullo stesso piano?
      20 bis. Cos’è il criterio della competenza?
      21. Le norme poste dai regolamenti parlamentari possono essere abrogate da una legge di rango costituzionale?
      22. Cosa si intende per fonti rinforzate?
      22 bis. Le modifiche ai Patti lateranensi sono un esempio di fonti rinforzate?
      23. Esistono limiti alla revisione costituzionale?
      23 bis. Cosa si intende per limiti impliciti?
      24. La decretazione del Governo: decreto legislativo e decreto legge.
      24 bis. Cos’è il decreto legislativo? 24 ter. Quali sono i presupposti della decretazione d’urgenza? 24 quater. È possibile legittimamente reiterare i decreti legge? 24 quinquies. Qual è la differenza fra legge formale e legge sostanziale?
      25. Quali sono i rapporti fra fronti comunitarie e fonti interne? Le modalità di attuazione degli obblighi comunitari. La legge comunitaria.
      25 bis. Qual è stato l’atteggiamento della Corte costituzionale dinnanzi a tale problema? 25 ter. Oltre all’applicazione diretta delle norme comunitarie esistono altre modalità per eseguire o rendere operativi gli obblighi comunitari nel nostro Paese?
      26. Che cosa si intende per «sussidiarietà» legislativa?
      27. Come opera il meccanismo della delegificazione?
      27 bis. Cos’è la deregulation?
      28. Chiarire i rapporti fra norme internazionali pattizie e legislazione statale e regionale. Le norme interposte.
      28 bis. Cosa sono le norme interposte?
      29. Individuare i diversi tipi di regolamenti governativi, il loro fondamento e i loro contenuti.
      29 bis. Con il termine «regolamento» si definiscono anche altri tipi di fonti?
      30. Qual è la posizione degli Statuti degli enti locali nel sistema delle fonti?
      31. Statuti delle Regioni speciali e Statuti delle Regioni ordinarie: differenze.
      31 bis. Qual è la veste formale dello Statuto? 31 ter. Perché gli Statuti speciali hanno rango costituzionale?
      32. Che cosa sono i testi unici e che rango hanno nel sistema delle fonti?
      32 bis. Cosa sono i testi unici misti?
      33. Che differenza c’è fra principio di legalità e riserva di legge?
      33 bis. Quanti tipi di riserve di legge esistono?
      34. Cos’è l’interpretazione giuridica?
      35. Cosa si intende per interpretazione analogica?
      35 bis. È possibile individuare altri metodi per coprire eventuali lacune del diritto?

      (*) Ciascuna questione è organizzata sotto forma di «breve tesina» che va subito al «cuore» del problema per far sì che il candidato si confronti con una risposta completa caratterizzata da una scelta essenziale dei principali concetti per ottenere una valutazione d’eccellenza. Per ulteriori approfondimenti o precisazioni concettuali, si consulti il Dizionario Giuridico Simone (cod. 581/1) che offre le definizioni fondamentali del diritto o il Lexikon di diritto pubblico e costituzionale (cod. LX2) che, in ordine alfabetico, espone più approfonditamente il lessico giuspubblicistico.