Camere di commercio 337 - Edizioni Simone

Camere di commercio

abstract

Edizioni Simone

http://www.simone.it/catalogo/v337.jpg

Manuale per concorsi (prove scritte e orali)

  • Anno Edizione: 2011
  • Edizione: III Ed.
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 576
  • Codice: 337
  • Isbn: 978 88 244 3082 1
  • Prezzo: € 32,00
  •  

  • Acquista
  • cartaceo
 
 

    • Il volume è concepito per venire incontro alle esigenze di coloro che intendono partecipare ai concorsi banditi dalle Camere di commercio. Le materie proposte, infatti, sono quelle generalmente richieste per l’accesso agli enti camerali, ovvero: Diritto amministrativo, Diritto commerciale e Legislazione delle Camere di commercio.
      Lo scrupoloso aggiornamento con il quale vengono illustrate tali materie, tra l’altro, rende il testo consigliabile anche a chi, operando in settori attinenti al mercato o all’impresa, necessiti di avere a portata di mano una trattazione delle normative di riferimento che sia al passo coi tempi.
      Questa III edizione, in particolare, è data alle stampe all’indomani dell’emanazione da parte del Ministero dello sviluppo economico dei regolamenti che segnano la completa ed effettiva entrata in vigore della riforma dell’ordinamento delle Camere di commercio varata nel 2010.
      I provvedimenti a cui ci riferiamo sono, per l’appunto, i decreti n. 155 e n. 156 del 4 agosto 2011, relativi rispettivamente alla composizione dei Consigli camerali ed alla designazione e nomina dei membri del Consiglio e della Giunta.
      Altri provvedimenti normativi che hanno inciso in modo interessante sulle materie trattate e di cui si è opportunamente tenuto conto, sono:
      — il D.L. 13 agosto 2011, n. 138, conv. con modif. in L. 14 settembre 2011, n. 148 (cd. manovra estiva bis) che ha affermato fondamentali principi in tema di liberalizzazione delle attività economiche ed ha impegnato il Governo a modificare e ad abrogare le disposizioni vigenti che contrastino con tali principi;
      — il D.L. 6 luglio 2011, n. 98, conv. con modif. in L. 15 luglio 2011, n. 111 (cd. manovra estiva), recante la nuova disciplina in materia di acquisizione sanante;
      — il D.L. 13 maggio 2011, n. 70 (cd. decreto sviluppo), conv. con modif. in L. 12 luglio 2011, n. 106, che ha dettato numerose norme volte a garantire l’istituzione e la funzionalità in forma telematica degli Sportelli unici per le attività produttive;
      — il D.M. 18 ottobre 2010, n. 180, in parte modificato ad opera del D.M. 6 luglio 2011, n. 145, relativo ai criteri e alle modalità di iscrizione e tenuta del Registro degli organismi di mediazione;
      — il D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160 recante Regolamento per la semplificazione e il riordino dello Sportello unico per le attività produttive;
      — il D.L. 31 maggio 2010, n. 78, conv. con modif. in L. 30 luglio 2010, n. 122 che ha segnato l’avvento della Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).
      Il libro si chiude con un’appendice legislativa essenziale di pronta consultazione.
    • Libro primo
      Diritto amministrativo
      Parte Pri ma
      Fonti e soggetti del di ritto amministrativo
      Capitolo Primo: Il diritto amministrativo: nozioni e fonti
      1. Il diritto amministrativo come disciplina della P.A.
      2. Funzione politica e funzione amministrativa
      3. Gli atti politici
      4. Gli atti di alta amministrazione
      5. Le fonti del diritto: classificazione
      6. La Costituzione e le altre fonti di rango costituzionale
      7. Le norme dell’unione europea
      8. Fonti primarie e subprimarie
      9. Le fonti secondarie: Profili generali
      10. I regolamenti
      11. Le ordinanze
      12. Gli statuti degli enti pubblici
      13. Le norme interne della P.A.
      14. La consuetudine
      15. La prassi amministrativa
      Capitolo Secondo: Le situazioni soggettive del diritto amministrativo
      1. Concetto e principali distinzioni
      2. Il diritto soggettivo
      3. gli interessi legittimi
      4. Gli interessi semplici e gli interessi di fatto
      5. Gli interessi superindividuali: in particolare gli interessi collettivi
      6. Le azioni collettive (class action)
      7. Le situazioni soggettive passive: l’obbligo e l’onere
      Capitolo Terzo: Gli enti pubblici quale modello organizzativo della pubblica amministrazione
      Sezione Prima: Gli enti pubblici: inquadramento e struttura
      1. Il pluralismo della pubblica amministrazione
      2. Lo Stato quale ente pubblico
      3. Gli enti pubblici diversi dallo Stato: concetto e caratteri
      4. Gli enti pubblici autarchici
      5. Le più importanti classificazioni degli enti pubblici
      6. Gli enti pubblici economici
      7. I soggetti pubblici di origine europea
      8. La struttura degli enti pubblici: organi e uffici
      9. Rapporto organico e rapporto di servizio
      10. Il problema della prorogatio degli organi (L. 15-7-1994, n. 444)
      11. Rapporti interorganici
      12. L’esercizio privato di pubbliche funzioni
      13. La competenza
      14. Il funzionario di fatto
      15. I controlli sugli organi e sull’attività degli enti
      Sezione Seconda: L’amministrazione statale
      1. Accentramento e decentramento
      2. L’organizzazione ministeriale
      3. Organi consultivi
      4. Organi di controllo: la corte dei conti
      5. Le Agenzie
      6. Le aziende autonome
      7. L’organizzazione periferica dello Stato
      8. Le autorità amministrative indipendenti
      Capitolo Quarto: Le Regioni
      Sezione Prima: L’organizzazione delle Regioni
      1. L’assetto territoriale della Repubblica
      2. Autonomia e natura giuridica delle Regioni
      3. Elementi costitutivi delle Regioni
      4. Le Regioni ad autonomia ordinaria e speciale
      5. Il sistema di governo regionale
      6. Il Consiglio regionale
      7. La Giunta regionale
      8. Il Presidente della Regione
      9. Il Difensore civico regionale
      10. I controlli nel sistema regionale
      Sezione Seconda: L’autonomia delle Regioni
      1. L’autonomia statutaria
      2. L’autonomia legislativa
      3. L’autonomia regolamentare
      4. L’esercizio delle funzioni amministrative
      5. L’autonomia finanziaria: l’art. 119 Cost.
      6. La legge sul federalismo fiscale
      7. I decreti attuativi della L. 42/2009 e il federalismo regionale
      Sezione Terza: I rapporti tra le Regioni e gli altri enti
      1. Le Regioni e lo Stato
      2. Le Regioni e gli enti locali
      3. Le Regioni e l’ordinamento internazionale
      4. Le Regioni e l’unione europea
      5. Il potere sostitutivo
      Capitolo Quinto: Gli enti locali
      1. Comuni, Province e Città metropolitane
      2. Autonomia statutaria e regolamentare degli enti locali
      3. Il Comune
      4. La Provincia
      5. Le Città metropolitane
      6. Lo status di Roma capitale
      7. Il controllo sugli organi degli enti locali
      8. Altri controlli sugli enti locali
      Parte Seconda
      L’attività della pubblica amministrazione
      Capitolo Primo: Gli atti ed i provvedimenti amministrativi. Il procedimento amministrativo
      Sezione Prima: L’attività della P.A.
      1. L’attività amministrativa: definizione, criteri direttivi e tipologie
      2. La discrezionalità della P.A.
      3. I principi costituzionali dell’attività amministrativa
      Sezione Seconda: Atti e provvedimenti amministrativi. Il procedimento amministrativo
      1. Gli atti amministrativi
      2. I provvedimenti amministrativi
      3. Il procedimento amministrativo
      4. Le fasi del procedimento amministrativo
      5. I principi dell’azione amministrativa contenuti nella L. 241/1990
      6. Il responsabile del procedimento
      7. La partecipazione al procedimento
      8. La semplificazione dell’azione amministrativa
      9. In particolare: la segnalazione certificata di inizio attività (scia )
      10. Il principio di trasparenza dell’azione amministrativa ed il «diritto di accesso» degli interessati ai documenti amministrativi
      11. L’informatizzazione dell’azione amministrativa
      Sezione Terza: Principali atti e provvedimenti amministrativi
      1. Gli elementi essenziali dell’atto amministrativo
      2. Le autorizzazioni
      3. Le concessioni
      4. La disciplina del rapporto di concessione
      5. Gli atti amministrativi diversi dai provvedimenti
      Capitolo Secondo: La patologia dell’atto amministrativo
      1. Gli stati patologici dell’atto amministrativo
      2. L’invalidità dell’atto amministrativo
      3. La nullità
      4. L’annullabilità
      5. L’inopportunità dell’atto amministrativo: i vizi di merito
      6. Gli atti di ritiro in generale
      7. La sanatoria dell’atto amministrativo viziato: la convalescenza e la conservazione
      Capitolo Terzo: L’attività negoziale e consensuale della P.A.
      1. L’attività contrattuale della P.A. in generale
      2. Classificazione dei contratti della P.A.
      3. La disciplina dei contratti pubblici tra diritto europeo e diritto nazionale
      4. Il procedimento di formazione del contratto: L’evidenza pubblica
      5. La tutela
      6. L’esercizio consensuale dell’azione amministrativa: Gli accordi integrativi e sostitutivi
      7. Gli accordi di programma
      Parte Terza
      I beni della Pubblica Amministrazione e l’espropriazione per pubblica utilità
      Capitolo Primo: I beni della P.A.
      1. I beni pubblici
      2. I beni demaniali
      3. I beni patrimoniali
      Capitolo Secondo: La proprietà privata e l’espropriazione per pubblica utilità
      Sezione Prima: Diritto di proprietà
      1. Il diritto di proprietà ed i suoi limiti di natura pubblicistica
      2. Gli atti di attribuzione coattiva di diritti d’uso
      3. I provvedimenti che privano parzialmente del godimento dei beni
      4. Gli atti necessitati che sacrificano diritti su beni
      Sezione Seconda: L’espropriazione per pubblica utilità
      1. Premessa: gli atti ablatori
      2. I provvedimenti ablatori reali: l’espropriazione per pubblica utilità
      3. Le competenze in materia di espropriazione
      4. La procedura unica introdotta dal t.u. espropriazioni
      5. Il riparto di giurisdizione in materia espropriativa
      6. L’acquisizione provvedimentale: acquisto della proprietà a seguito di utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico
      Parte Quarta
      Dalle responsabilità al contenzioso
      Capitolo Primo: Obblighi e responsabilità della P.A.
      1. Gli obblighi della P.A. In generale
      2. La responsabilità: concetto e tipi
      3. La responsabilità civile della P.A. per fatti illeciti
      4. La responsabilità extracontrattuale della P.A.
      5. La risarcibilità degli interessi legittimi: dal riconoscimento giurisprudenziale all’affermazione legislativa
      6. La responsabilità contrattuale e precontrattuale della P.A.
      7. La responsabilità da atto lecito
      8. La responsabilità nei confronti della P.A.
      9. L’illecito amministrativo
      Capitolo Secondo: La giustizia amministrativa
      Sezione Prima: Principi generali sulla tutela giurisdizionale
      1. Nozioni generali
      2. Il sistema della tutela giurisdizionale in Italia
      3. I mezzi di tutela del privato e la normativa di riferimento
      Sezione Seconda: La tutela in sede amministrativa
      1. Principi generali
      2. Il ricorso amministrativo
      3. Gli elementi essenziali dei ricorsi amministrativi
      4. Il ricorso gerarchico
      5. Il ricorso in opposizione
      6. Il ricorso straordinario al presidente della repubblica
      Sezione Terza: La tutela giurisdizionale ordinaria
      1. Il G.O. e l’ambito della giurisdizione ordinaria
      2. I limiti della potestà del giudice ordinario nei confronti della P.A.
      3. Le azioni ammissibili nei confronti della P.A.
      4. Esecuzione delle sentenze dell’A.G.O.
      5. La giurisdizione del G.O. in tema di pubblico impiego
      Sezione Quarta: La tutela giurisdizionale amministrativa
      1. Il G.A. e la giurisdizione amministrativa
      2. Tipologie di giudizio innanzi al G.A.
      3. Le azioni di cognizione esperibili innanzi all’autorità giurisdizionale amministrativa
      Sezione Quinta: Il giudizio dinanzi al G.A.: dall’instaurazione all’esecuzione della decisione. I riti speciali
      1. Il processo amministrativo
      2. Lo svolgimento del giudizio
      3. Le pronunce giurisdizionali
      4. Il giudizio di ottemperanza
      5. L’impugnativa delle sentenze del G.A.
      6. I riti speciali
      Sezione Sesta: Le giurisdizioni amministrative speciali
      1. La giurisdizione della Corte dei Conti
      2. I giudizi davanti alle altre giurisdizioni speciali amministrative
      Libro Secondo
      Diritto commerciale
      Parte prima
      L’impresa
      Capitolo Primo: L’imprenditore
      1. Nozione giuridica e status di imprenditore
      2. Concetto di impresa e significato di attività imprenditoriale
      3. Criteri di classificazione
      4. L’acquisto della qualità di imprenditore e la capacità di esercitare l’impresa
      5. L’imprenditore e i suoi ausiliari
      6. Le scritture contabili
      Capitolo Secondo: Il registro delle imprese
      1. Funzione
      2. Il repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA)
      3. Certificazioni e visure rilasciate dalla Camera di Commercio
      4. Comunicazione unica per l’avvio di impresa
      5. Impresa in un giorno
      6. La funzione della Scia nella liberalizzazione dell’esercizio delle attività di impresa
      7. Il deposito al registro delle imprese dell’atto di trasferimento di quote di S.R.L.
      Capitolo Terzo: L’azienda
      1. Nozione e titolarità
      2. L’avviamento
      3. La clientela
      4. Il trasferimento dell’azienda
      5. Successione nei contratti dell’azienda ceduta
      6. Crediti e debiti dell’azienda ceduta
      Capitolo Quarto: L’imprenditore e il mercato
      Sezione Prima: I segni distintivi
      1. Generalità
      2. La ditta
      3. L’insegna
      4. Il marchio
      Sezione Seconda: Le creazioni intellettuali
      1. Le creazioni intellettuali in generale
      2. Il diritto d’autore
      3. Il brevetto
      4. Le invenzioni del prestatore di lavoro
      Sezione Terza: La concorrenza
      1. Il principio di libertà di concorrenza e suoi limiti
      2. La concorrenza sleale: definizione, fonti normative e sanzioni
      3. La disciplina antitrust nel nostro paese
      4. Le intese
      5. Abuso di posizione dominante
      6. Concentrazione di imprese
      Capitolo Quarto: La cooperazione economica
      1. Il consorzio di imprese
      2. L’associazione in partecipazione
      3. Contratto di cointeressenza (art. 2554)
      4. Il contratto di rete
      5. Le associazioni temporanee di imprese
      6. I consorzi-fidi
      7. Il GEIE
      Parte seconda
      Le società
      Capitolo Primo: Le società in generale
      1. Nozione
      2. I requisiti essenziali del contratto di società
      3. Tipi di società
      4. Autonomia patrimoniale e personalità giuridica
      5. Le società di persone
      6. Le società di capitali
      7. Società lucrative e società mutualistiche
      8. Società commerciali e non commerciali
      9. Il problema delle società tra professionisti intellettuali
      10. La società tra avvocati
      11. Società interne o occulte
      12. Società apparenti
      13. Società di fatto e società irregolari
      Capitolo Secondo: Le società di persone
      Sezione Prima: La società semplice (artt. 2251-2290)
      1. Nozione, caratteri, contenuto
      2. Ragione e capitale sociale
      3. Status di socio
      4. Amministrazione, rappresentanza e responsabilità
      5. Volontà sociale e rapporti tra i soci
      6. Responsabilità dei soci
      7. Scioglimento della società
      Sezione Seconda: La società in nome collettivo (artt. 2291-2312)
      1. Definizione e caratteri
      2. L’atto costitutivo
      3. Il capitale sociale
      4. L’autonomia patrimoniale
      5. Amministrazione e rapporti tra soci
      6. Scioglimento e liquidazione
      7. La società in nome collettivo non registrata
      Sezione Terza: La società in accomandita semplice (artt. 2313-2324)
      1. Nozione e categorie di soci
      2. Particolare posizione dei soci accomandanti
      3. Trasferimento della quota (art. 2322)
      4. La società in accomandita semplice non registrata
      Capitolo Terzo: Le società di capitali
      Sezione Prima: La società per azioni (artt. 2325-2451)
      1. Nozione e costituzione
      2. L’elemento personale, i conferimenti e le azioni
      3. L’elemento patrimoniale nella S.p.A.
      4. Organi della S.p.A.
      5. Controlli esterni sulle S.p.A.
      6. Scioglimento della S.p.A.
      7. I patti parasociali
      Sezione Seconda: La società in accomandita per azioni (artt. 2452-2461)
      1. Nozione e caratteri
      2. Disciplina giuridica
      Sezione Terza: La società a responsabilità limitata (artt. 2462-2483)
      1. Nozione
      2. Le quote
      3. Organi sociali
      4. Scioglimento della società
      Capitolo Quarto: Le società mutualistiche
      1. Generalità: lo scopo mutualistico
      2. Le società cooperative
      3. Disciplina
      4. Vigilanza e controlli. Scioglimento autoritativo
      5. Le società di mutua assicurazione
      572 Indice generale
      Capitolo Quinto: Le vicende delle società
      1. Trasformazione
      2. Fusione
      3. Scissione
      4. I gruppi di società
      5. Liquidazione
      6. Cancellazione ed estinzione della società
      Parte Terza
      Le procedure concorsuali
      Capitolo Primo: Il fallimento
      1. La procedura esecutiva collettiva
      2. Il fallimento: nozione e presupposti
      3. Il fallimento delle società commerciali
      4. Il fallimento dell’imprenditore defunto e dell’imprenditore che ha già cessato l’attività
      Capitolo Secondo: La dichiarazione di fallimento
      1. Procedimento
      2. Effetti della dichiarazione di fallimento
      3. Revocatoria fallimentare
      4. Organi preposti al fallimento
      Capitolo Terzo: La procedura fallimentare ordinaria
      1. Generalità
      2. Conservazione e amministrazione del patrimonio
      3. Accertamento del passivo e dell’attivo
      4. La liquidazione dell’attivo
      5. Il riparto
      6. La chiusura del fallimento
      7. La riapertura del fallimento
      8. Il concordato fallimentare
      9. L’esdebitazione del fallito
      Capitolo Quarto: Le altre procedure concorsuali
      1. Il concordato preventivo
      2. Gli accordi di ristrutturazione
      3. La liquidazione coatta amministrativa
      4. L’amministrazione straordinaria delle grandi imprese
      5. La procedura d’urgenza per il risanamento aziendale
      Parte Quarta
      I titoli di credito
      Capitolo Primo: Lineamenti generali dei titoli di credito
      1. Generalità
      2. Titoli impropri, di legittimazione e atipici
      3. Eccezioni opponibili dal debitore (art. 1993)
      4. Ammortamento dei titoli di credito
      Capitolo Secondo: I singoli titoli di credito
      1. La cambiale (R.D. 14-12-1933, n. 1669)
      2. Categorie di obbligati
      3. La girata
      4. L’avallo. Le cambiali garantite
      5. Azioni cambiarie
      6. Assegno bancario (R.D. 21-12-1933 n. 1736)
      7. La circolazione dell’assegno
      8. L’assegno circolare
      Parte Quinta
      Le singole figure contrattuali
      Capitolo Unico: I principali contratti commerciali
      1. La compravendita (artt. 1470-1547)
      2. La tutela del consumatore: vendite concluse fuori dalle sedi commerciali, clausole vessatorie e vendite a distanza
      3. Il contratto estimatorio (artt. 1556-1558)
      4. La somministrazione (artt. 1559-1570)
      5. Factoring
      6. Franchising
      7. Il leasing
      8. L’appalto (artt. 1655-1677)
      9. Il contratto d’opera (artt. 2222-2228)
      10. Il trasporto (artt. 1678-1702)
      11. Il deposito (artt. 1766-1797)
      12. La subfornitura
      13. Il mandato (artt. 1703-1730)
      14. La Commissione (artt. 1731-1736)
      15. La spedizione (artt. 1737-1741)
      16. La mediazione (artt. 1754-1765)
      17. L’agenzia (artt. 1742-1753)
      18. Il comodato (artt. 1803-1812)
      19. Il mutuo (artt. 1813-1822)
      20. I contratti bancari: Generalità
      21. Il deposito bancario (artt. 1834-1838)
      22. Il conto corrente (artt. 1823-1833)
      23. L’apertura di credito bancario (artt. 1842-1845)
      24. L’anticipazione bancaria (artt. 1846-1851)
      25. Lo sconto (artt. 1858-1860)
      26. Contratti di borsa
      27. Il contratto di assicurazione (artt. 1882-1932)
      Libro Terzo
      Legislazione delle camere di commercio
      Parte prima
      Natura ed autonomia delle camere di commerci o
      Capitolo Primo: Evoluzione storico-normativa
      1. Dalle origini al periodo preunitario
      2. Dall’Unità d’Italia all’avvento del regime fascista
      3. Gli anni del corporativismo fascista
      4. Dal dopoguerra alla L. 580/1993
      5. Il decentramento amministrativo
      6. La riforma del titolo V, Parte II della Costituzione
      7. La delega al Governo per la riforma degli enti camerali
      8. La riforma delle Camere di commercio ad opera del D.Lgs. 23/2010
      Capitolo Secondo: Natura giuridica, compiti e funzioni
      1. Natura giuridica
      2. Il sistema camerale
      3. La sede
      4. L’istituzione di nuove camere di commercio
      5. Tutela della denominazione
      6. Legittimazione processuale delle Camere di commercio
      7. Compiti e funzioni
      Capitolo Terzo: Potestà statutaria e regolamentare
      1. L’autonomia normativa e il potere di autogoverno delle camere di commercio
      2. Il contenuto obbligatorio degli statuti
      3. Procedimento di formazione e pubblicazione degli statuti
      4. I regolamenti delle camere di commercio
      Parte seconda
      Gli organi
      Capitolo Primo: Il Consiglio
      1. Introduzione
      2. Composizione del Consiglio
      3. Durata in carica
      4. Funzioni
      5. Costituzione dei Consigli
      6. I consiglieri
      7. La sostituzione dei consiglieri
      8. Riunioni ordinarie e straordinarie
      9. Le deliberazioni del Consiglio della Giunta
      Capitolo Secondo: La Giunta e il Presidente
      1. La Giunta: Nozione, composizione e durata
      2. Elezione dei membri della giunta
      3. Compiti
      4. Il Presidente
      Capitolo Terzo: Il collegio dei revisori dei conti
      1. Nomina e composizione
      2. Durata
      3. Funzioni
      4. Prerogative e responsabilità
      Parte Terza
      Altri enti facenti parte del sistema camerale
      Capitolo Primo: Le unioni regionali
      1. Natura giuridica e finalità
      2. Compiti e funzioni
      3. La potestà statutaria dell’unione regionale
      4. Gli organi
      Capitolo Secondo:L’Unione italiana delle camere di commercio (Unioncamere)
      1. Natura giuridica
      2. Funzioni e competenze
      3. Potestà statutaria
      4. Scopi definiti dallo Statuto
      5. Gli organi
      6. L’assise dei consiglieri camerali
      7. La sezione delle camere miste
      8. Regole comuni di procedura per gli organi collegiali
      9. Organismi collegati con l’Unioncamere
      Capitolo Terzo: Altre strutture del sistema camerale nazionali e internazionali
      1. Le Camere di commercio italiane all’estero (CCIE)
      2. Assocamerestero (Associazione delle Camere di commercio italiane all’estero)
      3. Le Camere di commercio estere operanti in Italia
      4. L’Albo delle Camere di commercio italo-estere o estere in Italia
      5. La Camera di commercio internazionale (CCI)
      6. Eurochambres (Associazione europea delle camere di commercio)
      7. Le aziende speciali
      8. La partecipazione ad altre strutture e infrastrutture di interesse economico
      Parte Quarta
      Finanzia mento e attività contrattuale
      Capitolo Primo: Il finanziamento delle Camere di commercio
      1. Introduzione
      2. Il diritto annuale
      3. I diritti di segreteria
      4. Altre entrate
      5. I contributi a carico dello Stato
      6. Il finanziamento dell’Unioncamere
      Capitolo Secondo: I bilanci delle Camere di commercio
      1. Principi generali
      2. Programmazione e preventivo economico
      3. La gestione del bilancio
      4. Il bilancio di esercizio
      Capitolo Terzo: La gestione patrimoniale e contrattuale delle Camere di commercio
      1. La gestione patrimoniale
      2. La gestione contrattuale: Fonti normative
      3. Il Codice dei contratti pubblici
      4. Il procedimento di evidenza pubblica
      5. I contratti relativi ai lavori pubblici
      6. I contratti pubblici relativi a forniture
      7. I contratti pubblici relativi a servizi
      8. Le procedure in economia
      9. Gli acquisti di beni e servizi mediante convenzioni e procedure telematiche
      Indice generale 575
      Parte Quinta
      Il personale del sistema camerale
      Capitolo Primo: Pubblico impiego nelle Camere di commercio
      Sezione Prima: Inquadramento normativo
      1. Disciplina applicabile
      2. Il rapporto di pubblico impiego
      3. Evoluzione storico-normativa del pubblico impiego
      4. I profili applicativi del D.Lgs. 150/2009
      5. Il sistema della contrattazione collettiva
      6. Le Camere di commercio e il comparto regioni e autonomie locali
      Sezione Seconda: Regime giuridico del rapporto di lavoro
      1. Costituzione del rapporto di lavoro
      2. I diritti patrimoniali: la retribuzione
      3. Indennità di funzione per il Presidente e per i componenti del Consiglio delle camere di commercio
      4. I diritti non patrimoniali
      5. Ferie e festività
      6. Permessi
      7. Assenze
      8. Aspettativa
      9. La disciplina delle cause di estinzione del rapporto di lavoro
      10. Obblighi
      11. La responsabilità dei dipendenti camerali
      Capitolo Secondo: La dirigenza nelle Camere di commercio
      1. Introduzione
      2. la disciplina della dirigenza a seguito della Riforma Brunetta
      3. La delega delle competenze dirigenziali
      4. La vicedirigenza
      5. Funzioni dei dirigenti generali in base all’art. 16 del D.Lgs. 165/2001
      6. Il segretario generale
      7. La consulta dei segretari generali
      8. Il Conservatore dell’Ufficio del registro delle imprese
      Capitolo Terzo: I dipendenti dell’Unioncamere
      1. Inquadramento
      2. Il segretario generale dell’Unioncamere
      3. Struttura organizzativa dell’Unioncamere
      Parte Sesta
      I controlli
      Capitolo Primo: La vigilanza sul sistema camerale
      1. Generalità
      2. Il controllo sugli organi: lo scioglimento dei consigli
      3. Le relazioni sull’attività del sistema camerale
      4. La vigilanza sull’Unioncamere
      Capitolo Secondo: I controlli interni ed esterni sull’attività amministrativa e contabile
      1. Definizioni
      2. I controlli interni
      3. I controlli esterni
      4. I controlli sulla gestione finanziaria dell’Unioncamere
      Parte Setti ma
      Le funzioni
      Capitolo Primo: Funzioni di promozione e di supporto del mercato
      1. Introduzione
      2. Ausilio finanziario alle imprese
      3. Gli sportelli unici per le attività produttive
      4. Il servizio nuove imprese
      5. Supporto all’internazionalizzazione
      6. Alcune strutture di supporto del mercato
      7. La formazione per gli operatori dell’impresa
      Capitolo Secondo: Funzioni di regolamentazione e di controllo del mercato
      1. Introduzione
      2. La predisposizione dei contratti-tipo
      3. Il controllo sulle clausole inique dei contratti
      4. Vigilanza e controllo sui prodotti
      5. Le attività ispettive trasferite agli enti camerali dopo la soppressione degli UPICA
      6. Raccolta degli usi commerciali
      7. Accertamento dei prezzi all’ingrosso
      8. L’attività di conservazione e diffusione di dati
      9. Le principali banche dati operanti presso le camere di commercio
      10. Attività previste dal codice dei contratti pubblici
      Capitolo Terzo: Funzioni di conciliazione e arbitrato
      1. Introduzione
      2. Il ruolo delle camere di commercio
      3. Ipotesi in cui è obbligatorio esperire la mediazione
      4. Enti abilitati alla costituzione di organismi di mediazione
      5. Il Registro degli organismi di mediazione
      6. I regolamenti di procedura adottati dagli organismi
      7. L’elenco degli enti di formazione per la mediazione
      8. Divieti e obblighi dei mediatori
      9. Il procedimento di mediazione in base al D.Lgs. 28/2010
      10. Il regolamento di mediazione dell’Unioncamere
      11. La disciplina del codice di procedura civile: l’arbitrato
      12. La class action per l’attivazione della procedura di conciliazione dinanzi alle Camere di commercio
      Capitolo Quarto: Funzioni amministrative: la tenuta dei registri
      1. Introduzione
      2. Il processo di liberalizzazione delle attività economice
      3. Principi generali in tema di iscrizione presso albi, registri o elenchi
      4. Albo delle imprese artigiane
      5. Albo delle società cooperative
      6. Registro degli assegnatari dei marchi di identificazione dei metalli preziosi
      7. Albo degli oliveti
      8. L’esercizio di attività commerciali: la soppressione del REC
      9. Ruolo degli stimatori e pesatori pubblici
      10. Ruolo dei conducenti di veicoli e natanti adibiti ad autoservizi pubblici non di linea
      11. Elenco dei raccomandatari marittimi
      12. Albo Nazionale dei gestori ambientali
      13. Registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche
      14. Registro nazionale dei produttori di pile e accumulatori
      Capitolo Quinto: Competenze nella fase di avvio di attività economiche
      1. L’avvento della SCIA
      2. La verifica del possesso dei requisiti
      3. L’affermazione del principio di libertá di impresa nell’ambito dell’accesso e dell’esercizio delle attivitá economiche
      4. L’attività di agente e rappresentante di commercio
      5. L’attività di agente e di affari in mediazione
      6. L’attività di mediatore marittimo
      7. L’attività di spedizioniere
      8. L’attività di autoriparazione
      9. Le attività di pulizia, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione
      10. Le attività di installazione, trasformazione, ampliamento e manutenzione di impianti
      11. Fabbricazione o gestione di depositi all’ingrosso di margarina e di grassi alimentari idrogenati
      12. Attività il cui esercizio non è più soggetto ad autorizzazione da parte delle camere di commercio
      Appendice normativa
      L. 29 dicembre 1993, n. 580. — Riordinamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura
      D.Lgs. 15 febbraio 2010, n. 23. — Riforma dell’ordinamento relativo alle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, in attuazione dell’articolo 53 della legge 23 luglio 2009, n. 99 (Articoli estratti)
    • • ai decreti attuativi della riforma delle Camere di commercio (D.M. 155/2011 e D.M. 156/2011);
      • alla manovra finanziaria di fine estate (D.L. 138/2011, conv. con modif. in L. 148/2011);
      • al decreto sviluppo (D.L. 70/2011, conv. con modif. in L. 106/2011);
      • al regolamento di semplificazione dello Sportello unico per le attività produttive (D.P.R. 160/2010);
      • ai decreti relativi al Registro degli organismi di mediazione (D.M. 180/2010 e D.M. 145/2011);
      • alla disciplina della SCIA (D.L. 78/2010, conv. con modif. in L. 122/2010).