Legal English - Dizionario Inglese Italiano - Per la pratica legale, l'università e i concorsi 500/A - Edizioni Simone

Legal English - Dizionario Inglese Italiano - Per la pratica legale, l'università e i concorsi

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v500_a.jpg

Con voci dell'american english - Circa 4.000 lemmi e 21.000 sottovoci

A cura di Federico del Giudice - Giovanni Ciotola

  • Anno Edizione: 2012
  • Formato: 13 x 19
  • Pagine: 480
  • Codice: 500/A
  • Isbn: 978 88 244 3301 3
  • Prezzo: € 18,00
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 978 88 244 4958 8
  • Prezzo PDF: € 5,99
  •  

 
 
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

    • Questo lavoro nasce dall’esigenza derivante dalla crescente specializzazione nei diversi campi del sapere che ha reso necessario l’uso di dizionari di settore per comprendere il significato dei lemmi specialistici e delle locuzioni in uso, soprattutto nel linguaggio giuridico.

      L’inglese – inteso sia come British English sia come American English – costituisce, a seguito della globalizzazione, la lingua ufficiale della comunicazione giuridica internazionale, avendo acquisito, come una volta fu per il latino, il ruolo di idioma comune.

      Anche per un giurista, dunque, disporre di un dizionario legale linguistico risponde a un imprescindibile bisogno professionale, per acquisire una più attenta conoscenza di un lessico giuridico in notevole ascesa e che dominerà i futuri scenari globali.

      Gli autori hanno selezionato i lemmi specialistici fornendo, talvolta, accanto alla traduzione, anche sintetiche spiegazioni per chiarire la portata e il senso dell’American English.

      Per facilitare la consultazione sono anche riportati alcuni lemmi di utilizzo corrente che si presume possano interessare il lettore.

      Punto di forza del dizionario è la segnalazione sia del consolidato linguaggio gergale che caratterizza il lessico giuridico sia delle differenti accezioni dei lemmi nelle diverse culture di ispirazione britannico-statunitense.

      Importante è, infine, sottolineare come, malgrado l’assonanza di alcuni vocaboli anglo-sassoni con quelli italiani, il significato lessicale degli stessi a volte può indurre in errore: absent, ad esempio, corrisponde in italiano ad «assente» (art. 49 del c.c.), mentre in inglese designa anche il termine «contumace» (art. 487 e ss. del c.p.p.).
      Redigere un dizionario è operazione difficile, lunga, complessa e delicata; l’esperienza dimostra che, soprattutto nelle prime edizioni, imprecisioni ed errori possono essere limitati, ma non del tutto evitati: l’Editore e gli autori, pertanto, ringraziano i lettori che vorranno inviare suggerimenti per rendere le future edizioni più rispondenti alle aspettative degli utenti.