Codice Tributario (Editio minor) 519/1 - Edizioni Simone

Codice Tributario (Editio minor)

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v519_1.jpg

A cura di Maria Vittoria Ballestra - Sergio Gallo

  • Anno Edizione: 2017
  • Edizione: XVI
  • Formato: 12 x 17
  • Pagine: 992
  • Codice: 519/1
  • Isbn: 9788891412225
  • Prezzo: € 18,00
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
     
     

      • La crisi recessiva che ha colpito l’economia mondiale continua ad incidere negativamente in Italia ed i segni di ripresa, spesso variamente enfatizzati, appaiono timidi e poco significativi.

        In questo contesto, molto complesso e preoccupante, il Governo ancora una volta ha utilizzato — tra i tanti strumenti messi in campo — la leva fiscale, con finalità ed obiettivi diversificati.

        Numerose sono state le norme agevolative per sostenere le imprese in affanno (riduzione del carico fiscale, concessione di crediti d’imposta etc.) e supportare le famiglie più deboli attraverso l’erogazione di bonus fiscali o la concessione di particolari detrazioni.

        Al tempo stesso è proseguito lo sforzo di creare un rapporto di maggior fiducia e minore conflittualità tra cittadini e Fisco (cd. cambia verso), ridisegnando la procedura di interpello e fornendo ai contribuenti informazioni e notizie che permettono ad ognuno di conoscere la propria posizione fiscale e rivedere le scelte operate.

        Ancora più significative appaiono poi le norme tese a ridisegnare il sistema della riscossione coattiva: è stata istituita una nuova Agenzia cui saranno affidate — a far data dal 1° luglio 2017 — le attività di riscossione fino ad ora curate da Equitalia.

        In questa fase di transizione sono state introdotte disposizioni per la rottamazione delle vecchie cartelle esattoriali. Ed infine, per assicurare ulteriori entrate alle asfittiche casse erariali, sono stati riaperti i termini per il rientro dei capitali dall’estero.

        Tra le norme più significative segnaliamo su tutte: il D.L. 22-10-2016, n. 193, conv. in L. 225/2016 (cd. Decreto fiscale) e la L. 11-12-2016, n. 232 (Legge di Bilancio 2017).

        Il Decreto fiscale contiene un corposo pacchetto di semplificazioni tra le quali rimarchiamo:

        — la soppressione di Equitalia con la contemporanea istituzione dell’ Agenzia delle Entrate-Riscossione;

        — la definizione agevolata (rottamazione delle cartelle) dei carichi affidati agli agenti della riscossione negli anni compresi tra il 2000 e il 2016;

        — l’abolizione dello “spesometro” e l’introduzione di due nuovi adempimenti con periodicità trimestrale: la comunicazione analitica dei dati delle fatture emesse e ricevute e la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA;

        l’emissione elettronica delle fatture per il tax free shopping;

        — la riapertura dei termini della procedura di collaborazione volontaria;

        — l’abolizione degli studi di settore e la loro sostituzione con gli indici sintetici di affidabilità fiscale.

        La Legge di Bilancio 2017 si caratterizza per una serie di norme tese al rilancio dell’economia quali ad es.:

        — la proroga delle agevolazioni edilizie;

        — la proroga e l’estensione degli ammortamenti per gli investimenti in tecnologie avanzate;

        — la sterilizzazione della clausola di salvaguardia sugli aumenti delle aliquote IVA;

        — il taglio dell’aliquota IRES di tre punti percentuali;

        — l’inserimento a regime del Gruppo Iva, attraverso il quale — a partire dal 2018

        — le imprese collegate da legami finanziari, economici e organizzativi potranno agire come unico soggetto passivo ai fini del pagamento dell’imposta;

        — l’istituzione di un regime di cassa per le ditte in contabilità semplificata;

        l’istituzione dell’imposta sul reddito delle imprese, con aliquota fissa al 24 per cento;

        — l’introduzione — in chiave antielusiva — di una lotteria nazionale legata agli scontrini fiscali.

        Le numerose e spesso complesse disposizioni introdotte hanno reso del tutto superate ed obsolete le raccolte normative attualmente presenti sul mercato. Di qui la scelta editoriale di dare alle stampe la XVI edizione del Codice Tributario Minor, che tanto successo ha riscosso presso i nostri qualificati lettori.

        Il volume si fa appezzare per completezza ed accuratezza, per l’aggiornamento puntuale e la facilità di consultazione. A ciò si aggiungono manegevolezza e dimensioni ridotte, che fanno del Codice uno strumento di lavoro essenziale e utilizzabile ovunque.

        Il Codice contiene, oltre alle leggi che disciplinano i singoli tributi erariali, regionali e locali, anche le disposizioni più significative in materia di accertamento, riscossione, violazioni tributarie e contenzioso. Rappresenta in tal modo un compendio organico e sistematico del vasto sistema fiscale italiano, raccolto nel Codice Maior (Vol. 519) pubblicato da questa Casa editrice. Un indice analitico alfabetico ed un indice cronologico facilitano la navigazione e la consultazione delle disposizioni di interesse.

      • Schema dell’opera

         

        Costituzione della Repubblica italiana (Articoli estratti)

         

        Imposte dirette

        §1. D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917. — Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi

         

        IVA

        §2. D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633. — Istituzione e disciplina dell’imposta sul valore aggiunto

        §3. D.L. 30 agosto 1993, n. 331, conv. in L. 29 ottobre 1993, n. 427. — Armonizzazione delle disposizioni in materia di imposte sugli oli minerali, sull’alcole, sulle bevande alcoliche, sui tabacchi lavorati e in materia di IVA con quelle recate da direttive CEE e modificazioni conseguenti a detta armonizzazione, nonché disposizioni concernenti la disciplina dei centri autorizzati di assistenza fiscale, le procedure dei rimborsi di imposta, l’esclusione dall’ILOR dei redditi di impresa fino all’ammontare corrispondente al contributo diretto lavorativo, l’istituzione per il 1993 di un’imposta erariale straordinaria su taluni beni ed altre disposizioni tributarie

         

        Registro

        §4. D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131. — Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro

        Imposte ipotecaria e catastale

        §5. D.Lgs. 31 ottobre 1990, n. 347. — Approvazione del Testo Unico delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale

         

        Bollo

        §6. D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642. — Disciplina dell’imposta di bollo

        Concessioni governative

        §7. D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 641. — Disciplina delle tasse sulle concessioni governative

         

        Successioni e donazioni

        §8. D.Lgs. 31 ottobre 1990, n. 346. — Approvazione del Testo Unico delle disposizioni concernenti l’imposta sulle successioni e donazioni

        §9. D.L. 3 ottobre 2006, n. 262, conv. in L. 24 novembre 2006, n. 286. — Disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria

         

        IRAP

        §10. D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446. — Istituzione dell’imposta regionale sulle attività produttive, revisione degli scaglioni, delle aliquote e delle detrazioni dell’Irpef e istituzione di una addizionale regionale a tale imposta, nonché riordino della disciplina dei tributi locali

         

        Tributi comunali

        §11. D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504. — Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell’articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421

        §12. D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507. — Revisione ed armonizzazione dell’imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province nonché della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani a norma dell’articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421, concernente il riordino della finanza territoriale

        §13. D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23. Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale

        §14. D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, conv. in L. 22 dicembre 2011, n. 214. — Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici

        §15. L. 27 dicembre 2013, n. 147. — Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2014)

         

        Accertamento

        §16. D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600. — Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi

        §17. D.P.R. 29 settembre 1973, n. 605. — Disposizioni relative all’anagrafe tributaria e al codice fiscale dei contribuenti

        §17bis. D.L. 28 giugno 1990, n. 167, conv. in L. 4 agosto 1990, n. 227. — Rilevazione a fini fiscali di taluni trasferimenti da e per l’estero di denaro, titoli e valori

        §18. D.Lgs. 19 giugno 1997, n. 218. — Disposizioni in materia di accertamento con adesione e di conciliazione giudiziale

        §19. D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322. — Regolamento recante modalità per la presentazione delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all’imposta regionale sulle attività produttive e all’imposta sul valore aggiunto, ai sensi dell’articolo 3, comma 136, della legge 23 dicembre 1996, n. 662

        §20. D.L. 6 luglio 2011, n. 98, conv. in L. 15 luglio 2011, n. 111. — Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria

        §21. D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, conv. in L. 22 dicembre 2011, n. 214. — Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici

        §22. D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175. — Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata

        §23. L. 23 dicembre 2014, n. 190. — Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015)

         

        Sanzioni

        §24. D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471. — Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei tributi, a norma dell’articolo 3, comma 133, lettera q), della legge 23 dicembre 1996, n. 662

        §25. D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472. — Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dell’articolo 3, comma 133, della legge 23 dicembre 1996, n. 662

        §26. D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74. — Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell’articolo 9 della legge 25 giugno 1999, n. 205

         

        Contenzioso tributario

        §27. D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546. — Disposizioni sul processo tributario in attuazione della delega al Governo contenuta nell’articolo 30 della legge 30 dicembre 1991, n. 413

         

        Riscossione

        §28. D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602. — Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito

        §29. D.Lgs. 9 luglio 1997, n. 241. — Norme di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti in sede di dichiarazione dei redditi e dell’imposta sul valore aggiunto, nonché di modernizzazione del sistema di gestione delle dichiarazioni

        §30. D.Lgs. 26 febbraio 1999, n. 46. — Riordino della disciplina della riscossione mediante ruolo, a norma dell’articolo 1 della legge 28 settembre 1998, n. 337

        §30bis. D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, conv. in L. 1° dicembre 2016, n. 225. — Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili

         

        Statuto del contribuente

        §31. L. 27 luglio 2000, n. 212. — Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente

         

        Appendice

        D.L. 4 giugno 2013, n. 63, conv. in L. 3 agosto 2013, n. 90. — Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 sulla prestazione energetica nell’edilizia e per la definizione delle procedure di infrazione avviate dalla Commissione europea, nonché altre disposizioni in materia di coesione sociale

        D.Lgs. 5 agosto 2015, n. 128. — Disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente, in attuazione degli articoli 5, 6 e 8, comma 2, della legge 11 marzo 2014, n. 23

        D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 147. — Disposizioni recanti misure per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese

        D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 156. — Misure per la revisione della disciplina degli interpelli e del contenzioso tributario, in attuazione degli articoli 6, comma 6, e 10, comma 1, lettere a) e b), della legge 11 marzo 2014, n. 23.... 922

        D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, conv. in L. 1° dicembre 2016, n. 225. — Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili

        L. 11 dicembre 2016, n. 232. — Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019

      • Aggiornato al:

        L. 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di bilancio 2017)

        D.L. 30 dicembre 2016, n. 244 (Decreto Milleproroghe 2017)