L'Insegnante di Scuola dell'Infanzia 525 - Edizioni Simone

L'Insegnante di Scuola dell'Infanzia

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v525.jpg

Manuale completo • per la preparazione ai concorsi • per l'aggiornamento professionale - Teoria e quiz a risposta chiusa e aperta

  • Anno Edizione: 2013
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 672
  • Codice: 525
  • Isbn: 978 88 244 3805 6
  • Prezzo: € 32,00
  •  

  • Acquista
  • cartaceo
 
 

    • Proposto in un’edizione interamente rinnovata e perfettamente aggiornata, il volume costituisce un manuale completo per la preparazione ai concorsi e per l’aggiornamento professionale degli insegnanti di scuola dell’infanzia.
      Come ben sottolineano le Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione contenute nell’apposito regolamento emanato con D.M. n. 254 del 16 novembre 2012, la scuola dell’infanzia, statale e paritaria, «si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai tre ai sei anni di età» e costituisce «la risposta al loro diritto all’educazione e alla cura», coerentemente con i principi di pluralismo culturale ed istituzionale riscontrabili nella Costituzione della Repubblica italiana, nella Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, nonché nei documenti dell’Unione europea. In quanto tale, essa deve porsi la finalità di «promuovere nei bambini lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, della competenza», avviandoli, altresì, a vivere le prime esperienze di «cittadinanza».
      Nelle Indicazioni del 2012 si specifica chiaramente che la scuola dell’infanzia ha bisogno di «insegnanti motivati, preparati, attenti alle specificità dei bambini e dei gruppi di cui si prendono cura», come indispensabile presupposto di qualità per la costruzione di «un ambiente educativo accogliente, sicuro, ben organizzato, capace di suscitare la fiducia dei genitori e della comunità». Da qui l’esigenza di uno stile educativo ispirato a criteri di «ascolto, accompagnamento, interazione partecipata, mediazione comunicativa», animato da una concreta e continua «capacità di osservazione del bambino, di presa in carico del suo “mondo”, di lettura delle sue scoperte, di sostegno e incoraggiamento all’evoluzione dei suoi apprendimenti verso forme di conoscenza sempre più autonome e consapevoli».
      I contenuti delle suddette Indicazioni, uniti ad un’attenta analisi dei programmi d’esame riportati nei più recenti bandi di concorso, consentono, in definitiva, di determinare le conoscenze e le competenze richieste all’insegnante di scuola dell’infanzia. Anzitutto, la conoscenza critica dei vari documenti che negli anni hanno definito il progetto educativo di quella che fino a poco tempo fa era ancora definita «scuola materna», trasformando tale istituzione da servizio prevalentemente assistenziale in scuola per il bambino, nel quadro di un più ampio e complesso percorso di riforma della scuola. Al tempo stesso, per poter espletare le proprie funzioni educative e formative, gli insegnanti di scuola dell’infanzia sono chiamati ad esibire adeguate competenze in ambito pedagogico, psicologico, metodologico e didattico; senza dimenticare, infine, che per il superamento dei concorsi viene puntualmente richiesta anche la padronanza di nozioni concernenti il diritto amministrativo, l’ordinamento degli enti locali e il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, con relativa consapevolezza del codice di comportamento dei pubblici dipendenti.
      Pertanto, al fine di ottimizzare la preparazione dei candidati, il volume propone anzitutto due sezioni teoriche, aventi ad oggetto La scuola dell’infanzia (Bambini, bambine, famiglie e contesti di sviluppo; Identità, funzioni e compiti della scuola dell’infanzia; Il curricolo della scuola dell’infanzia) ed Elementi di diritto amministrativo, ordinamento degli enti locali e pubblico impiego, mentre una terza sezione è riservata ad appositi Test di verifica che permettono di valutare in maniera attenta e ragionata la preparazione effettivamente conseguita, con questionari riguardanti Aspetti pedagogici, Riferimenti normativi e Quesiti a risposta aperta (questi ultimi somministrati, ormai in diversi casi, nelle prove scritte dei concorsi, talvolta unitamente ai quesiti a risposta chiusa solitamente utilizzati in sede concorsuale).
      A disposizione dei candidati, quindi, uno strumento esaustivo, completo e realmente al passo coi tempi, per un’adeguata consapevolezza dell’intero quadro istituzionale, normativo e tecnico-professionale in cui i futuri insegnanti si troveranno ad operare nella delicata ma gioiosa e gratificante realtà delle scuole dell’infanzia.
    • Libro I
      La scuola dell’infanzia
      Parte I
      Bambini, bambine, famiglie e contesti di sviluppo
      Capitolo 1: La dimensione sociale nell’infanzia
      1. Quadro teorico e concettuale
      2. Lo sviluppo sociale e le sue tappe
      3. I l ruolo delle emozioni e dei sentimenti nella relazione interpersonale
      Capitolo 2: Sviluppo psico-fisico tipico e atipico
      1. S viluppo fisico e motorio
      2. I riflessi e le abilità
      3. L’egocentrismo infantile: la polemica tra Piaget e Vygotskij
      4. Vygotskij e lo sviluppo cognitivo
      5. Attività grafico-pittoriche e drammatizzazione
      6. Disturbi dell’età evolutiva
      Capitolo 3: Nozioni di educazione sanitaria e igiene scolastica nella scuola dell’infanzia
      1. La tutela della salute
      2. I l concetto di educazione sanitaria
      3. Nozioni di igiene
      4. Igiene della scuola
      5. Educazione sanitaria a scuola
      6. L’igiene dell’ambiente scolastico
      Capitolo 4: Lineamenti di psicologia dell’età evolutiva: sviluppo cognitivo, affettivo e sociale
      1. Concetto e storia della psicologia dello sviluppo
      2. La teoria dello sviluppo cognitivo di Piaget
      3. Ambiente e sviluppo secondo Vygotskij
      4. Le teorie psicoanalitiche dello sviluppo
      5. La teoria dell’attaccamento di Bowlby
      Capitolo 5: Contesti e processi formativi e sviluppo infantile
      1. Scuola come agenzia di socializzazione
      2. La famiglia e i suoi modelli educativi
      3. I rapporti tra genitori e insegnanti
      4. Nuove sfide educative in Italia: il partenariato
      5. Scuola e rapporti tra «pari»
      Capitolo 6: Il contesto familiare come primo ambiente di vita, di educazione e di apprendimento
      1. I legami familiari
      2. Le teorie dell’attaccamento
      3. L’importanza della famiglia per la formazione psicologica dell’individuo
      4. Le relazioni familiari e lo sviluppo del linguaggio
      5. La socialità
      Capitolo 7: La società interculturale e le sue sfide
      1. L’inserimento di alunni stranieri in classe
      2. I l dialogo interculturale
      3. L’intercultura nella scuola di base
      Capitolo 8: Scuola, famiglia e agenzie educative extrascolastiche formali e informali
      1. Scuola e trasmissione del sapere
      2. La scuola nella società complessa
      3. L’extrascuola e l’educazione
      4. L’influenza dei media
      Capitolo 9: Bambini e bambine in difficoltà
      1. Le situazioni di svantaggio socioculturale e di diversa abilità
      2. Lo svantaggio socio-culturale
      3. I diversamente abili
      4. Gli interventi metodologico-didattici
      Capitolo 10: Disabilità e integrazione scolastica e sociale
      1. Il quadro normativo prima della legge 104/92
      2. La legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con handicap
      (L. 5 febbraio 1992, n. 104)
      3. Il piano educativo individualizzato
      Capitolo 11: Cultura delle pari opportunità in campo formativo
      1. La costruzione dell’identità personale
      2. La costruzione dell’identità di genere
      3. Uguaglianza e diversità
      4. La didattica di genere
      Capitolo 12: Bambini e tecnologie in ambito didattico
      1. New media, tecnologie e svolte didattiche
      2. Una didattica multimediale
      Capitolo 13: La dimensione europea dell’educazione e la cura dell’infanzia
      1. L’educazione in Europa: la Strategia di Lisbona
      2. Europa e istruzione: una storia recente
      3. L’istruzione dopo il Trattato di Lisbona
      4. La cultura
      5. Dimensione europea dell’educazione: i percorsi possibili
      6. Educazione e cooperazione
      7. L’educazione permanente
      8. Il rapporto Eurydice
      Parte II
      Identità, funzioni e compiti della scuola dell’infanzia
      Capitolo 1: Il diritto all’istruzione nella Costituzione italiana e nelle Carte internazionali
      1. Scuola ed educazione nella Costituzione italiana
      2. Articoli della Costituzione che dettano norme sulla pubblica istruzione
      3. Diritti dei bambini e delle bambine nelle Carte internazionali
      Capitolo 2: Scuola dell’infanzia come luogo di convivenza democratica e incontro con la famiglia
      1. Scuola dell’infanzia e famiglia
      2. L’accoglienza
      Capitolo 3: Cenni di storia della scuola materna in Italia
      1. Impianto normativo della scuola materna
      2. Impianto pedagogico
      3. La scuola materna non statale
      4. Il sistema nazionale di istruzione costituito dalle scuole statali e dalle scuole paritarie, private e degli enti locali
      Capitolo 4: Dalla scuola materna alla scuola dell’infanzia negli Orientamenti del ̓69 e del ’91
      1. Gli Orientamenti
      2. Orientamenti del 1969 e del 1991: un confronto
      3. Considerazioni conclusive
      Capitolo 5: La cultura della scuola dell’infanzia nei diversi metodi e approcci
      1. Cattolicesimo e scuola popolare
      2. L’attivismo pedagogico e le «scuole nuove»
      3. La svolta di Maria Montessori
      4. I l metodo delle sorelle Agazzi
      Capitolo 6: Continuità verticale e orizzontale e istituti comprensivi
      1. La continuità nei documenti programmatici
      2. Anni ponte e istituti comprensivi
      Capitolo 7: L’autonomia organizzativa, il PO F e la progettazione curricolare
      1. Le tappe dell’autonomia
      2. L’autonomia organizzativa e il POF
      3. La progettazione curricolare
      4. L’autonomia educativa della scuola dell’infanzia
      Capitolo 8: La scuola dell’infanzia nel mondo. I rapporti OCSE
      1. L’OCSE
      2. Gli obiettivi
      3. I l rapporto 2012
      Capitolo 9: La funzione docente e il profilo professionale dell’insegnante
      1. Abilitazione e reclutamento
      2. La formazione
      Capitolo 10: Edilizia scolastica e scuola dell’infanzia
      1. La normativa di riferimento
      2. Igiene e sicurezza degli edifici
      Parte III
      Il curricolo della scuola dell’infanzia
      Capitolo 1: Evoluzione e analisi critica delle Indicazioni nazionali (2004, 2007, 2012)
      1. L’avvio della riforma del sistema scolastico: la L. 28 marzo 2003, n. 53
      2. Le norme generali relative alla scuola dell’infanzia e al primo ciclo dell’istruzione: il D.Lgs. 19 febbraio 2004, n. 59
      3. Indicazioni nazionali per i piani personalizzati delle attività educative nelle scuole dell’infanzia
      4. Dai piani personalizzati delle attività educative alle Indicazioni per il curricolo
      5. Commenti alle Indicazioni
      6. Una lettura comparativa
      7. La revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione: il D.P.R. n. 89 del 20 marzo 2009
      Capitolo 2: L’impianto curricolare: campi di esperienza e progetti
      1. I progetti e i campi di esperienza
      2. Lineamenti metodologici generali: valorizzazione del gioco, dell’esplorazione e della ricerca
      3. Progetto/Unità di apprendimento: Il sé e l’altro
      4. Progetto/Unità di apprendimento: Il corpo e il movimento
      5. Progetto: “I colori intorno a noi”
      6. Progetto/Unità di apprendimento: I discorsi e le parole
      7. Progetto/Unità di apprendimento: Esplorare, conoscere e progettare/La conoscenza del mondo
      Capitolo 3: Rapporto tra sviluppo e apprendimento
      1. Le dimensioni dello sviluppo infantile
      2. Lo sviluppo cognitivo
      3. I fattori dello sviluppo cognitivo
      Capitolo 4: Ricerca e sperimentazione nella scuola dell’infanzia
      1. I l lavoro individuale e collegiale dei docenti: la riflessività come fondamento per produrre cambiamenti migliorativi
      2. La ricerca-azione
      Capitolo 5: Strategie di progettazione educativa e didattica funzionali all’apprendimento
      1. La scuola dell’infanzia: un esempio di organizzazione
      2. Finalità della scuola dell’infanzia
      3. Osservazione, verifica e valutazione
      4. Documentazione
      5. Operare per progetti
      Capitolo 6: Relazione e cura educativa, osservazione, progettazione intenzionale e coerente
      1. Relazione e cura educativa nel pensiero di una pedagogista
      2. Gli insegnanti riflettono: la relazione e la cura educativa
      3. L’osservazione, la progettazione intenzionale e coerente, la documentazione e la verifica
      Capitolo 7: Accoglienza, riconoscimento e valorizzazione delle differenze culturali
      1. Accoglienza e diversità
      2. Scuola comune
      3. Centralità della persona in relazione con l’altro
      4. Le linee di azione
      5. Riferimenti normativi nazionali
      Capitolo 8: Organizzazione di tempi, spazi, gruppi e attività
      1. Gruppi omogenei ed eterogenei
      2. L’organizzazione della sezione
      3. Le attività ricorrenti di vita quotidiana
      4. La strutturazione degli spazi
      5. La scansione dei tempi
      Capitolo 9: Tecnologie informatiche della comunicazione e loro potenzialità in campo educativo
      1. Le tecnologie didattiche
      2. Scuola e media
      3. Computer e diversamente abili
      4. I l computer e la scuola dell’infanzia: un’esperienza
      Capitolo 10: Lingua materna, bilinguismo, apprendimento plurilingue nell’infanzia
      1. Lingua e comunicazione
      2. Una sperimentazione
      Capitolo 11: Nido, scuola dell’infanzia e «sezioni primavera»
      1. La questione dell’anticipo
      2. Le «sezioni primavera»
      Capitolo 12: Continuità tra nido, scuola dell’infanzia e primaria
      1. Continuità
      2. Conclusioni
      Libro II
      Elementi di diritto amministrativo, ordinamento degli enti locali e pubblico impiego
      Parte I
      Elementi di diritto amministrativo
      Capitolo 1: Il diritto amministrativo: nozioni e fonti
      1. I l diritto amministrativo
      2. Funzione politica e funzione amministrativa
      3. Gli atti politici
      4. Gli atti di alta amministrazione
      5. Concetto di fonte del diritto
      6. La Costituzione
      7. Altre fonti di rango costituzionale
      8. Le fonti del diritto dell’Unione europea
      9. Fonti primarie e subprimarie
      10. Le fonti secondarie
      11. I regolamenti
      12. Le ordinanze
      13. Gli statuti degli enti pubblici
      14. La consuetudine
      15. Le norme interne della P.A.
      16. La prassi amministrativa
      Capitolo 2: La pubblica amministrazione
      1. Pubblica amministrazione e funzione amministrativa
      2. Gli enti pubblici
      3. Gli enti pubblici autarchici
      4. Gli enti pubblici economici
      5. La struttura degli enti pubblici: organi e uffici, rapporto organico e di servizio
      Capitolo 3: L’amministrazione diretta statale
      1. L’organizzazione amministrativa dello Stato
      2. L’organizzazione «per Ministeri»
      3. Il Consiglio di Stato
      4. L’Avvocatura dello Stato
      5. Il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (C.N.E.L.)
      6. La Corte dei conti
      7. Le aziende autonome e le Agenzie
      8. Le Autorità amministrative indipendenti
      9. L’organizzazione periferica dello Stato
      Capitolo 4: L’amministrazione indiretta dello Stato. In particolare, le Regioni
      1. Decentramento autarchico
      2. Le Regioni: natura e caratteri
      3. L’autonomia delle Regioni
      4. Gli organi delle Regioni
      5. Il sistema dei controlli
      6. La Provincia (rinvio)
      7. Il Comune (rinvio)
      8. Le Città metropolitane (rinvio)
      9. Le Comunità montane e isolane (rinvio)
      Capitolo 5: Diritti soggettivi ed interessi legittimi
      1. Generalità
      2. Il diritto soggettivo
      3. L’interesse legittimo
      4. L’interesse semplice (o amministrativamente protetto)
      5. Gli interessi superindividuali: interessi collettivi e interessi diffusi
      6. Le azioni collettive (class actions)
      Capitolo 6: L’attività della pubblica amministrazione
      Sezione Prima
      L’attività amministrativa: atti e provvedimenti,
      procedimento e diritto di accesso
      1. L’attività della P.A. e la funzione degli atti amministrativi
      2. Elementi e requisiti degli atti amministrativi
      3. Principali atti e provvedimenti amministrativi
      4. I l procedimento amministrativo
      5. La semplificazione dell’azione amministrativa
      6. L’informatizzazione dell’azione amministrativa
      7. I l principio di trasparenza dell’azione amministrativa e il diritto di accesso ai documenti amministrativi
      Sezione Seconda
      La patologia dell’atto amministrativo
      1. Stati patologici dell’atto amministrativo
      2. L’invalidità dell’atto amministrativo
      3. La nullità
      4. L’illegittimità
      5. L’inopportunità dell’atto amministrativo: i vizi di merito
      6. I rimedi contro gli atti illegittimi e inopportuni: generalità
      7. L’annullamento d’ufficio
      8. La revoca
      9. L’abrogazione
      10. Altri atti di caducazione
      11. Convalescenza dell’atto amministrativo
      12. Conservazione dell’atto amministrativo
      Capitolo 7: I beni pubblici e il trasferimento coattivo della proprietà
      1. I beni pubblici: generalità
      2. I beni demaniali
      3. I l regime giuridico dei beni demaniali
      4. I beni patrimoniali indisponibili
      5. L’utilizzo dei beni pubblici
      6. I beni patrimoniali disponibili
      7. Gli atti ablativi
      8. La confisca
      9. L’espropriazione per pubblica utilità
      10. Gli atti necessitati che sacrificano diritti sui beni
      Capitolo 8: Responsabilità della P.A. e verso la P.A.
      1. Gli obblighi della P.A.
      2. La responsabilità: concetti e tipi
      3. La responsabilità civile della P.A. per fatti illeciti
      4. La responsabilità extracontrattuale della P.A.
      5. La risarcibilità degli interessi legittimi: dal riconoscimento giurisprudenziale all’affermazione legislativa
      6. La responsabilità contrattuale e precontrattuale della P.A.
      7. La responsabilità da atto lecito
      8. La responsabilità nei confronti della P.A.
      Capitolo 9: La giustizia amministrativa
      Sezione Prima
      La tutela contro gli atti amministrativi illegittimi
      1. I l sistema della giustizia amministrativa
      2. La normativa di riferimento
      Sezione Seconda
      La tutela in sede amministrativa
      1. I ricorsi amministrativi
      2. Il ricorso in opposizione
      3. Il ricorso gerarchico
      4. Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica
      Sezione Terza
      Tutela giurisdizionale ordinaria
      1. Attività amministrativa e giurisdizione del G.O.
      2. Le azioni ammissibili nei confronti della P.A.
      3. Esecuzione delle sentenze dell’A.G.O.
      Sezione Quarta
      Tutela giurisdizionale amministrativa
      1. Il giudice amministrativo
      2. L’oggetto della tutela giurisdizionale amministrativa
      3. Le azioni esperibili innanzi al G.A.
      4. I l processo amministrativo
      5. Le decisioni del G.A.
      6. L’esecuzione delle pronunce giurisdizionali: il giudizio di ottemperanza
      7. L’impugnazione delle sentenze del G.A.
      8. I riti speciali
      Sezione Quinta
      I giudici amministrativi speciali
      1. La giurisdizione della Corte dei conti
      2. Le altre giurisdizioni amministrative speciali
      Parte II
      Ordinamento degli enti locali
      Sezione Prima
      Struttura ed autonomia
      Capitolo 1: Il Comune: caratteri, elementi costitutivi e funzioni
      1. Caratteri fondamentali
      2. Elementi costitutivi
      3. Il territorio
      4. La popolazione
      5. Demanio e patrimonio comunale
      6. Il decentramento comunale
      7. Funzioni del Comune
      Capitolo 2: La Provincia: caratteri, elementi costitutivi e funzioni
      1. Natura e caratteri
      2. Elementi costitutivi
      3. Decentramento territoriale
      4. Funzioni della Provincia
      5. Compiti di programmazione
      Capitolo 3: Le Città metropolitane e il particolare status di «Roma capitale»
      1. Le Città metropolitane
      2. Lo status di «Roma capitale»
      Capitolo 4: Autonomia statutaria
      1. L’autonomia statutaria: fondamento e limiti
      2. Caratteri dello Statuto
      3. I l contenuto dello Statuto
      4. Procedimento di approvazione dello Statuto
      5. Controllo, pubblicazione ed esecutività dello Statuto
      6. Impugnazione degli Statuti
      Capitolo 5: Autonomia regolamentare
      1. La potestà regolamentare degli enti locali
      2. La violazione delle disposizioni regolamentari
      3. Tutela giurisdizionale nei confronti dei regolamenti illegittimi
      4. Tipologia dei regolamenti: art. 7 del T.U.
      5. Profili procedurali
      Sezione Seconda
      Organi
      Capitolo 1: Organi del Comune: struttura e competenze
      1. Gli organi del Comune
      2. Il Consiglio comunale
      3. I consiglieri
      4. Funzionamento del Consiglio
      5. Organismi interni al Consiglio
      6. Il Presidente del Consiglio comunale
      7. La Giunta
      8. Durata in carica della Giunta
      9. Competenze della Giunta
      10. Il Sindaco
      11. Le funzioni del Sindaco quale capo dell’amministrazione comunale
      12. Le funzioni del Sindaco quale ufficiale di Governo
      13. Il potere di ordinanza del Sindaco
      14. Il Vicesindaco
      Capitolo 2: Organi della Provincia: struttura e competenze
      1. Gli organi della Provincia
      2. Il Consiglio provinciale
      3. La Giunta: caratteri generali e attività
      4. Il Presidente della Provincia: natura e competenze
      Capitolo 3: Sistema elettorale degli organi comunali e provinciali
      1. Requisiti per l’elettorato
      2. Elezione del Sindaco e del Consiglio nei Comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti
      3. Elezione del Sindaco nei Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti
      4. Elezione del Consiglio nei Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti
      5. Elezione del Consiglio provinciale
      6. Elezione del Presidente della Provincia
      Capitolo 4: Incandidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità degli amministratori locali
      1. Requisiti della candidatura
      2. Incandidabilità
      3. Sospensione e decadenza di diritto
      4. Ineleggibilità
      5. Incompatibilità
      6. Impedimenti e cause di incompatibilità alla carica di assessore
      7. Particolari cause di incompatibilità e di ineleggibilità alla carica di Sindaco e di Presidente della Provincia
      8. Perdita delle condizioni di eleggibilità e incompatibilità verificatasi successivamente all’elezione
      Capitolo 5: Status degli amministratori locali
      1. Definizione di amministratore locale
      2. Doveri e condizione giuridica
      3. Permessi e licenze
      4. Emolumenti
      5. Oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi
      Capitolo 6: Organi burocratici di Comune e Provincia
      1. Il Segretario comunale e provinciale
      2. I dirigenti locali: competenze
      3. I Comuni privi di personale di qualifica dirigenziale
      4. Il Direttore generale
      Sezione Terza
      Il regime dei controlli e la gestione dei servizi pubblici
      Capitolo 1: Il sistema dei controlli negli enti locali
      Sezione Prima: L’attività di controllo e il quadro normativo di riferimento
      1. Nozione di controllo e tipologia
      2. Excursus normativo fino alla riforma del Titolo V della Costituzione
      3. La revisione del sistema dei controlli: il D.L. 174/2012
      Sezione Seconda: Il controllo sugli atti
      1. I l controllo di legittimità: artt. 126 e 127 T.U.
      2. I l controllo eventuale su richiesta del Prefetto: art. 135 T.U.
      3. I l controllo sostitutivo: artt. 136 e 137 T.U.
      4. L’annullamento straordinario: art. 138 T.U.
      Sezione Terza: Il controllo sugli organi
      1. Lo scioglimento dei Consigli comunali e provinciali
      2. La procedura di scioglimento
      3. Scioglimento dei Consigli per fenomeni di infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso
      4. La sospensione dei Consigli comunali e provinciali
      5. Rimozione e sospensione degli amministratori locali
      6. I l commissariamento dell’ente in caso di inosservanza degli obblighi relativi allo smaltimento rifiuti
      Capitolo 2: La gestione dei servizi pubblici locali
      1. Premessa
      2. Gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica
      3. Gestione dei servizi pubblici locali privi di rilevanza economica
      4. Società per la trasformazione urbanistica
      Sezione Quarta
      Forme associative e partecipative
      Capitolo 1: Forme associative
      1. Generalità
      2. Le convenzioni
      3. I consorzi
      4. Le Unioni di Comuni di cui all’art. 32 del TUE L
      5. Le Unioni di Comuni previste dall’art. 16 Del D.L. 138/2012
      6. Esercizio associato di funzioni e servizi da parte dei Comuni
      7. Le Comunità montane
      8. Le Comunità isolane o di arcipelago
      9. Gli accordi di programma
      Capitolo 2: Forme di partecipazione extraprocedimentale
      1. Premessa
      2. Le libere forme associative e gli organismi di partecipazione
      3. Il diritto di petizione, le istanze, le proposte
      4. Forme di consultazione popolare
      5. I referendum locali
      6. L’azione popolare
      7. Il difensore civico
      Sezione Quinta
      L’ordinamento contabile
      Capitolo 1: Le entrate degli enti locali
      1. L’autonomia finanziaria degli enti locali
      2. Il patto di stabilità interno
      3. La riforma del sistema impositivo dei Comuni: il D.Lgs. 23/2011
      Capitolo 2: L’ordinamento contabile
      1. Normativa di riferimento
      2. Principi, caratteristiche, struttura del bilancio
      3. I l piano esecutivo di gestione (PEG)
      4. Predisposizione e approvazione del bilancio
      5. I risultati della gestione
      6. I l dissesto e il riequilibrio
      Parte III
      Il rapporto di lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche
      Capitolo 1: Il rapporto di pubblico impiego: lineamenti generali
      1. I l pubblico impiego: definizione e caratteri
      2. Evoluzione storico-normativa della disciplina del lavoro pubblico e la privatizzazione
      3. La riforma Brunetta
      4. Le attuali prospettive di riforma
      5. I l sistema delle fonti del pubblico impiego e la contrattazione collettiva
      6. Le fonti del rapporto di lavoro dei dipendenti degli enti locali
      7. Accesso al pubblico impiego ed organizzazione degli uffici
      8. La dirigenza pubblica
      9. Lo svolgimento del rapporto di impiego
      10. L’estinzione del rapporto di impiego
      Capitolo 2: Diritti, doveri e responsabilità. Il codice di comportamento dei pubblici dipendenti
      1. I doveri del pubblico dipendente: profili introduttivi
      2. Il D.M. 28-11-2000: il primo codice di comportamento dei pubblici dipendenti e la disciplina pattizia
      3. Il nuovo codice di comportamento dopo la normativa anticorruzione
      4. Il dovere di esclusività: la disciplina in tema di incompatibilità, cumulo di impieghi e incarichi
      5. I diritti del lavoratore pubblico
      6. La responsabilità dell’impiegato. In particolare, la responsabilità disciplinare
      7. Il codice disciplinare nel comparto Regioni e autonomie locali
      Libro III
      Test di verifica
      Questionario n. 1: Aspetti pedagogici
      Questionario n. 2: Riferimenti normativi
      Questionario n. 3: Quesiti a risposta aperta