Scienze Economico Aziendali per il Concorso a cattedra 2016 526/7 - Edizioni Simone

Scienze Economico Aziendali per il Concorso a cattedra 2016

abstract

Edizioni Simone

http://www.simone.it/catalogo/v526_7.jpg

Concorso docenti - Manuale completo per la prova scritta e orale - Classe di Concorso A45 (ex A017) • Sintesi delle discipline di insegnamento • Didattica generale, con approfondimenti su BES, CLIL, LIM e multimedia • Domande anche in lingua inglese • Come impostare la lezione simulata • Indicazioni nazionali e linee guida per tutte le tipologie di scuola - CON ESPANSIONI ON LINE

  • Anno Edizione: 2016
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 880
  • Codice: 526/7
  • Isbn: 9788891409089
  • Prezzo: € 42,00€
  • Prezzo Scontato: € 35,70
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 9788824425285
  • Prezzo PDF: € 29,49
  •  

  • Disponibile anche in libreria
  • ATTENZIONE
    Gli acquisti multipli,
    verranno evasi con
    un'UNICA SPEDIZIONE
 
 
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

    • Questo volume – indirizzato a quanti intendono partecipare al concorso a cattedre 2016 per la classe di concorso A45 - Scienze economico-aziendali (ex A017 - Discipline economico-aziendali) ha il pregio di racchiudere in un unico testo tutto ciò che occorre all’aspirante docente per raggiungere risultati di eccellenza sia nella prova scritta (8 quesiti di cui due in lingua straniera) sia nella prova orale (lezione simulata e colloquio).

      Il manuale, infatti, è così strutturato:

      Prima Parte: Fondamenti delle discipline di insegnamento, che ripercorre per punti e snodi essenziali l’intero programma d’esame così come specificato nel bando, ma in un numero contenuto di pagine in modo da permetterne lo studio nei ristretti tempi del concorso. Gli argomenti sono aggiornati al D.Lgs. 139/2015 (novità in materia di bilancio di esercizio);

      Seconda Parte: Competenze e strumenti pedagogico-didattici delle discipline di riferimento e dei fondamenti della psicologia dello sviluppo e dell’educazione, con particolare attenzione ai Bisogni educativi speciali;

      Terza Parte: Quesiti a risposta aperta, adeguatamente svolti, per consentire al candidato di cimentarsi con la prova scritta; alcuni esempi di quesiti in lingua inglese di contenuto disciplinare sono disponibili come espansione online;

      Quarta Parte: un ampio approfondimento su come impostare una lezione simulata in vista della prova orale con alcuni utili spunti operativi.

      Il lavoro si completa con numerose espansioni online accessibili tramite il QR Code in calce al volume, tra cui approfondimenti, quesiti in lingua e le Indicazioni nazionali e le Linee guida per tutte le tipologie di scuola sulle discipline oggetto d’insegnamento della classe A45 (ex A017).

    • Part e I

      Fonda menti delle discipline di insegnamento

      Libro I

      Il sistema economico

      Capitolo 1: L’attività economica e i sistemi economici

      1. I bisogni

      2. Beni, servizi e loro utilità

      3. L’attività economica

      4. I sistemi economici

      4.1 Il sistema collettivistico (o economia pianificata)

      4.2 L’economia di mercato (o economia capitalista)

      4.3 Il sistema economico misto

      4.4 Il sistema economico locale

      Capitolo 2: Il mercato

      1. Le famiglie e le imprese

      2. Il mercato

      3. La domanda dei consumatori

      4. L’offerta del produttore

      5. L’incontro tra domanda e offerta: lo scambio

      6. Lo Stato e il Resto del mondo

      7. I distretti industriali

      8. Le banche

      Capitolo 3: L’economia reale e la finanza

      1. Il mercato dei capitali

      2. I soggetti del sistema finanziario

      3. L’oggetto del mercato mobiliare

      4. I titoli di debito

      5. Caratteristiche comuni dei titoli di debito

      6. Il debito pubblico

      6.1 Il corso dei titoli di debito

      6.2 Negoziazione dei titoli di debito

      6.3 Acquisto e vendita di titoli dello Stato

      7. I titoli degli Enti locali

      8. Obbligazioni pubbliche private

      9. Acquisto e vendita di obbligazioni

      10. Acquisto di BOT all’emissione

      11. Il tasso effettivo d’impiego

      12. Le azioni

      13. La negoziazione di titoli azionari

      14. La Borsa

      14.1 Le negoziazioni di Borsa

      14.2 L’evoluzione normativa

      14.3 Le quotazioni di borsa

      14.4 Gli operatori di borsa

      14.5 Le operazioni di borsa

      15. L’operatività delle imprese sul mercato monetario e sul mercato finanziario

      Capitolo 4: L’intervento pubblico nel sistema economico

      1. Il ruolo dello Stato nel sistema economico

      2. L’intervento pubblico

      3. La produzione di beni da parte dello Stato

      4. Le spese pubbliche e la ridistribuzione del reddito

      4.1 Obiettivi della spesa pubblica

      4.2 Presupposti economici delle spese pubbliche

      4.3 La redistribuzione del reddito nazionale

      5. Le entrate pubbliche e la loro classificazione

      5.1 Classificazione delle entrate pubbliche

      5.2 Classificazione delle entrate originarie

      5.3 Classificazione delle entrate derivate

      6. Il sistema impositivo

      6.1 Le imposte

      6.2 Le tasse

      7. Regolamentazione e politiche per la concorrenza

      Capitolo 5: L’Unione europea

      1. La dichiarazione Schuman e la nascita della CECA

      2. La creazione della CEE e dell’Euratom

      3. L’unione doganale

      4. Le adesioni di nuovi Stati

      5. Un’Europa senza frontiere interne

      6. Nasce l’Unione europea: dal Trattato di Maastricht a quello di Lisbona

      7. Le novità apportate dal Trattato di Lisbona

      8. La struttura dell’Unione europea

      9. L’Unione Economica e Monetaria

      10. Il SEBC e la BCE

      Libro II

      Il sistema azienda

      Capitolo 1: Elementi costitutivi, soggetti e classificazioni

      1. L’attività economica

      2. Il concetto di azienda

      3. La classificazione delle aziende

      3.1 Aziende di produzione, di erogazione e composte

      3.2 Aziende divise e indivise

      3.3 Aziende private e pubbliche

      3.4 Aziende grandi, medie e piccole

      4. Il soggetto giuridico e il soggetto economico d’azienda

      5. Le relazioni tra l’ambiente e l’azienda

      6. L’azienda come sistema

      7. Gli stakeholders

      8. La corporate governance

      9. I modelli di governance

      9.1 L’impresa padronale

      9.2 La public company

      9.3 L’impresa consociativa

      10. I gruppi aziendali

      Capitolo 2: Le forme giuridiche

      1. La scelta della forma giuridica

      2. Imprenditore e azienda secondo il codice civile

      3. Le società secondo il codice civile

      4. La società semplice

      5. La società in nome collettivo

      6. La società in accomandita semplice

      7. La società per azioni

      7.1 La costituzione

      7.2 L’atto costitutivo

      7.3 L’iscrizione nel registro delle imprese

      7.4 La nullità della società

      7.5 La S.p.a. con unico azionista

      7.6 I contratti parasociali

      8. la società in accomandita per azioni

      9. la società a responsabilità limitata

      Capitolo 3: La gestione delle imprese industriali e di servizi

      1. La gestione per operazioni

      2. La gestione per funzioni

      2.1 Le funzioni operative primarie

      2.2 Le funzioni di supporto

      2.3 Le funzioni ausiliarie

      3. Le operazioni di gestione interna ed esterna

      4. Le operazioni aziendali. Il circuito della produzione

      5. I fattori produttivi a fecondità semplice e a fecondità ripetuta

      6. Le condizioni di economicità delle aziende di produzione

      7. La classificazione delle operazioni per aree gestionali

      Capitolo 4: Patrimoni o e reddito

      1. La nozione di capitale

      2. Il capitale nell’aspetto qualitativo

      3. Il capitale nell’aspetto quantitativo

      4. I processi di finanziamento con capitale proprio e con capitale di debito

      5. Il patrimonio netto

      6. Le quote ideali del patrimonio netto

      7. Le riserve del patrimonio netto

      8. Le riserve proprie, improprie e i fondi rischi

      9. Il reddito totale

      10. Periodo amministrativo ed esercizio

      11. Il reddito di esercizio

      12. Il principio di realizzazione economica dei ricavi

      13. Il principio di correlazione economica dei costi

      14. La maturazione economica dei costi e dei ricavi

      15. La classificazione dei costi e dei ricavi ai fini della determinazione del reddito di esercizio

      15.1 Costi e ricavi misurati nell’esercizio

      15.2 Costi e ricavi sospesi finali e pluriennali

      15.3 Costi e ricavi presunti finali

      16. La classificazione dei costi

      17. La classificazione dei ricavi

      18. Il reddito minimo o normale

      Capitolo 5: La responsabilità sociale delle aziende

      1. L’impresa etica e la responsabilità sociale delle aziende

      2. I principi dell’impresa socialmente responsabile: la riduzione dell’impatto ambientale e la tutela dei diritti dei lavoratori

      2.1 Il marchio etico

      3. Le iniziative dell’Unione europea e delle Nazioni Unite per favorire la diffusione della responsabilità sociale delle imprese

      3.1 Il Libro verde della Commissione europea

      3.2 Il Global Compact delle Nazioni Unite

      4. I documenti dell’impresa socialmente responsabile: il bilancio sociale, il bilancio ambientale e il codice etico

      4.1 Il bilancio sociale

      4.2 Il bilancio ambientale

      4.3 Il codice etico

      4.4 Gli standard di responsabilità sociale

      Capitolo 6: Le alleanze strategiche per fronteggiare i rischi aziendali [Espansione web]

      Libro III

      L’organizzazione

      Capitolo 1: Strutture organizzative

      1. Organizzazione aziendale

      2. I vari tipi di organizzazione

      3. L’organizzazione gerarchica

      4. L’organizzazione funzionale

      4.1 Lo scientific management

      4.2 Vantaggi e limiti dell’organizzazione tayloristica

      5. L’organizzazione per line e staff

      6. Gli inconvenienti delle strutture gerarchiche

      6.1 Inconvenienti strutturali

      6.2 Struttura gerarchica e comunicazione

      7. L’organizzazione divisionale

      7.1 Aspetti generali

      7.2 Le diverse forme divisionali

      8. Le organizzazioni evolutive

      8.1 L’organizzazione per comitati e direzioni multiple o per matrici

      8.2 L’organizzazione per progetti

      9. Strutture e organigrammi

      9.1 L’organigramma verticale

      9.2 L’organigramma orizzontale

      9.3 L’organigramma ripiegato

      9.4 Il livellogramma

      9.5 L’organigramma circolare

      9.6 Limiti dell’organigramma

      10. L’organizzazione migliore

      Libro IV

      Pianificazione e controllo di gestione

      Capitolo 1: La gestione strategica

      1. La strategia d’impresa

      1.1 Strategia di business e strategia di corporate

      2. La Vision e la Mission

      3. Le strategie concorrenziali

      4. La pianificazione

      5. Il sistema di pianificazione strategica

      6. La programmazione

      6.1 Caratteristiche

      6.2 I contenuti della programmazione

      6.3 Il piano d’azione

      6.4 Il controllo dei piani

      7. Le tecniche di programmazione

      7.1 Programmazione di breve e medio periodo

      7.2 Gli scostamenti

      8. I livelli di strategia

      8.1 Strategia a livello di corporate o d’impresa

      8.2 Strategia al livello di singola unità di business o area strategica di affari (ASA)

      8.3 Strategia funzionale

      9. Manager e strategia

      9.1 L’approccio razionalista

      9.2 La coerenza strategica

      10. Il management strategico e l’apprendimento organizzativo

      10.1 Il management strategico

      10.2 L’apprendimento organizzativo

      10.3 Strategia e apprendimento

      10.4 Gestione strategica e learning organization

      11. Il modello competitivo di Porter

      11.1 L’ambiente settoriale

      11.2 Le strategie di base di Porter

      12. Il sistema competitivo allargato di Porter

      13. Le critiche al modello di Porter

      13.1 L’evoluzione delle strategie e politiche aziendali

      13.2 Limiti del modello

      Capitolo 2: Controllo direzionale ed operativo: la contabilità direzionale

      1. La contabilità analitica

      2. Confronto fra contabilità generale e contabilità analitica

      3. Le tipologie di costo

      4. La break-even analysis

      4.1 Il procedimento matematico

      4.2 Il procedimento grafico

      5. Le principali modalità di tenuta della contabilità industriale

      5.1 La contabilità industriale a costi diretti

      5.2 La contabilità industriale a costi pieni

      5.3 L’Activity Based Costing (A.B.C.)

      6. Il controllo di gestione

      7. La pianificazione

      8. La programmazione ed il budget

      9. Le tipologie di budget

      10. La redazione del budget

      11. L’analisi degli scostamenti

      12. Il sistema di reporting

      Libro V

      Il sistema informativo aziendale di gestione

      Capitolo 1: Informazioni e sistema informativo

      1. Le informazioni e le decisioni

      1.1 I requisiti delle informazioni

      1.2 La gestione delle informazioni

      2. Il sistema informativo

      2.1 Il sistema informativo

      2.2 Risorse immateriali e informazione

      2.3 L’informazione nell’orientamento ai processi

      2.4 Trasmissione e gestione delle informazioni

      2.5 I Sistemi CIM

      2.6 Internet, intranet e l’impresa a rete

      3. La comunicazione

      3.1 Comunicazione e semiotica

      3.2 Comunicazione verbale e non verbale

      3.3 Il processo di comunicazione nell’impresa

      3.4 Comunicazione formale e informale

      3.5 La comunicazione nel marketing

      4. Informazione, conoscenza e teorie

      5. Il reporting informativo

      5.1 Aspetti generali

      5.2 I Decision Support System (DSS)

      5.3 I Sistemi ERP

      Libro VI

      Il sistema delle rilevazioni di gestione

      Capitolo 1: Il metodo della partita doppia

      1. Definizioni

      2. I libri della partita doppia

      3. Partita doppia e contabilità generale

      4. Il sistema del capitale e del risultato economico (o sistema delle operazioni)

      5. Lo strumento del conto

      6. Classificazione dei conti nel sistema del capitale e del risultato economico

      7. Le convenzioni di funzionamento dei conti

      8. Le correlazioni tra le variazioni finanziarie e le variazioni economiche

      9. Il metodo della partita doppia applicato al sistema del capitale e del risultato economico

      10. Gli strumenti per l’attuazione della contabilità in partita doppia

      11. Analisi e rilevazione di fatti amministrativi di esercizio

      Capitolo 2: Contabilità generale : le principali operazioni di gestione

      1. Il momento della rilevazione

      2. Le scritture contabili

      3. La costituzione

      3.1 Costituzione di impresa individuale

      3.2 Costituzione di una società di persone

      3.3 Costituzione di una società di capitali

      4. Acquisti di beni e servizi

      5. Acquisti di immobilizzazioni materiali e immateriali

      6. Acquisizioni mediante leasing

      7. Cessioni di beni e prestazioni di servizi a rapido ciclo di utilizzo

      8. Rettifiche agli acquisti e alle vendite

      8.1 Rettifiche agli acquisti

      8.2 Rettifiche alle vendite

      9. Gli anticipi a fornitori e da clienti

      9.1 Anticipo a fornitore di importo inferiore all’importo totale dei beni

      9.2 Anticipo a fornitore di importo superiore all’importo totale dei beni

      9.3 Anticipo da cliente di importo inferiore all’importo totale dei beni

      9.4 Anticipo da cliente di importo superiore all’importo totale dei beni

      9.5 Anticipi a fornitori e anticipi da clienti quando il regolamento finanziario dell’anticipo e la relativa fatturazione non sono contemporanei

      10. Interessi per ritardi o dilazioni di pagamento

      11. Regolamento finanziario dei crediti e dei debiti

      12. Sconto di cambiali attive commerciali

      13. Rinnovo degli effetti commerciali mantenuti in portafoglio dal creditore

      14. Ricevute bancarie al dopo incasso

      15. Ricevute bancarie all’incasso salvo buon fine (s.b.f.)

      16. Anticipi su fatture

      17. Finanziamenti attinti e concessi a titolo di capitale di debito

      18. E missione di prestiti obbligazionari

      19. Il conto titoli

      20. Costo del personale

      21. Dismissione delle immobilizzazioni

      22. Sopravvenienze e insussistenze

      23. Variazioni di patrimonio netto

      Capitolo 3: Contabilità generale : assestamento, chiusura e riapertura dei conti

      1. La determinazione analitica del reddito di esercizio

      2. La formazione del reddito di esercizio e del capitale di funzionamento

      3. Le scritture di completamento (o aggiornamento) preliminare dei valori di conto

      3.1 Rilevazione di differenze nei valori in cassa, di interessi maturati, di componenti di reddito che scadono a fine esercizio

      3.2 Stanziamento di crediti e debiti da liquidare

      4. Lo stanziamento per il TFR maturato nell’esercizio

      5. I procedimenti contabili del bilancio

      6. La valutazione del capitale di funzionamento

      7. L’inventario ordinario di esercizio

      8. Le nozioni di competenza secondo la dottrina economico-aziendale

      9. Il principio di competenza economica secondo i principi contabili nazionali (PCN)

      10. Confronto con i principi contabili internazionali

      11. Il reddito prodotto nell’esercizio

      12. L’aspetto originario e l’aspetto derivato di osservazione delle operazioni di assestamento

      13. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio della competenza economica in ragione di esercizio

      14. Le scritture di integrazione di fine esercizio

      14.1 Imputazione di ratei attivi e passivi

      14.2 Stanziamenti di debito o fondi per la copertura di oneri specifici di futura manifestazione

      14.3 Stanziamenti ai fondi per la copertura di rischi specifici di futura manifestazione

      15. Le scritture di rettifica (o di storno) di fine esercizio

      15.1 Rilevazione delle rimanenze di magazzino di fine esercizio

      15.2 Risconti attivi e passivi

      15.3 Costi e ricavi anticipati

      15.4 La rilevazione degli incrementi di valore di immobilizzazioni per lavori interni

      16. Le scritture di ammortamento dei costi pluriennali

      17. Le rettifiche di valore di elementi patrimoniali attivi

      18. La chiusura dei conti accesi alle variazioni economiche di reddito senza ripresa di saldo

      19. La chiusura generale del sottosistema dei conti di patrimonio

      20. Il bilancio di diretta derivazione scritturale

      21. I collegamenti contabili tra le due parti del bilancio

      22. La riapertura dei conti patrimoniali

      23. Lo storno dei costi e dei ricavi sospesi

      24. Lo storno dei ratei passivi e attivi

      25. I fondi di bilancio

      26. L’utilizzo contabile dei fondi per rischi ed oneri

      27. L’utilizzo contabile dei fondi rettificativi dell’attivo

      Libro VII

      Il sistema di bilanci o di gestione

      Capitolo 1: Il bilancio di esercizio

      1. Il bilancio di esercizio come strumento di informazione aziendale

      2. Il bilancio di esercizio

      3. I principi di redazione del bilancio di esercizio

      3.1 Principio della prudenza

      3.2 Principio della prospettiva di funzionamento dell’impresa

      3.3 Principio della prevalenza della sostanza sulla forma

      3.4 Principio dell’effettiva realizzazione degli utili

      3.5 Principio della competenza

      3.6 Principio della considerazione dei rischi e delle perdite

      3.7 Principio della valutazione separata delle voci di bilancio

      3.8 Principio della continuità di applicazione dei criteri di valutazione

      4. Lo Stato patrimoniale civilistico

      5. Il Conto economico civilistico

      6. Il rendiconto finanziario

      7. La Nota integrativa

      8. La relazione sulla gestione

      9. Il bilancio di esercizio in forma abbreviata

      10. Il bilancio per le microimprese

      Capitolo 2: I principi contabili nazionali ed internazionali

      Introduzione

      1. Le funzioni del bilancio

      2. I principi contabili internazionali

      3. I principi contabili nazionali

      4. Soggetti obbligati e soggetti esonerati dall’applicazione dei principi contabili internazionali

      5. Principi contabili

      5.1 Interpretazione dei principi contabili

      5.2 I principi dello IASB approvati dall’Unione Europea con Regolamento (CE) n. 1725/2003

      5.3 Approvazione successiva al Regolamento n. 1725/2003 o non ancora entrati in vigore

      5.4 Interpretazione dei principi contabili internazionali IAS emessi dallo Standing Interpretations Committee (SIC) e dall’International Reporting Interpretation Committee (IFRIC)

      6. Il principio della prevalenza della sostanza sulla forma

      7. La valutazione al Fair value

      8. Osservazioni sul criterio di valutazione al costo storico e al Fair value

      9. Gli sviluppi della normativa tributaria per i soggetti IAS

      10. Il processo di transizione: prima applicazione degli IFRS

      11. Postulati del bilancio d’esercizio secondo i principi contabili internazionali

      12. Struttura del bilancio di esercizio secondo lo IASB

      13. Strutture dello Stato patrimoniale a confronto: Codice Civile, OIC e IASB

      14. Strutture del Conto economico a confronto: Codice Civile, OIC e IASB

      15. La Nota integrativa secondo il Codice Civile, l’OIC e lo IASB

      16. Il rendiconto finanziario secondo il Codice Civile e lo IASB

      17. La Relazione sulla gestione secondo il Codice Civile e l’OIC

      Capitolo 3: I gruppi di imprese ed il bilanci o cons olidat o

      1. Il gruppo di imprese

      1.1 I gruppi di imprese secondo la dottrina aziendalistica e civilistica

      2. Fonti normative

      2.1 Normativa giuridica relativa alle società controllate e collegate: art. 2359

      2.2 Normative giuridiche di controllo: D.Lgs. 127/1991

      3. La nozione di bilancio consolidato ed i criteri generali di redazione

      3.1 Armonizzazione delle date di riferimento di tutti i bilanci

      3.2 Procedure di consolidamento

      4. Metodi di consolidamento

      4.1 Metodo integrale di consolidamento

      4.2 Metodo proporzionale di consolidamento

      4.3 Metodo del Patrimonio netto

      5. Osservazioni sulle «differenze di consolidamento»

      6. Tecniche di consolidamento

      7. Aspetti fiscali del consolidamento

      8. Principi contabili nazionali e internazionali

      Capitolo 4: Analisi di bilanci o

      1. Lo Stato patrimoniale riclassificato in forma finanziaria «a zone»

      2. I limiti informativi del Conto economico civilistico e sue riclassificazioni

      3. Conto economico a costi e ricavi della produzione tipica realizzata

      4. Conto economico a valore aggiunto caratteristico con evidenziazione del margine operativo lordo (MOL)

      5. Conto economico a valore aggiunto caratteristico e a valore aggiunto globale

      6. Conto economico a costo industriale del venduto e a costo pieno delle funzioni aziendali

      7. Conto economico a ricavi e costo complessivo del venduto

      8. Analisi della struttura patrimoniale

      9. Gli indici di bilancio

      10. Gli indici di liquidità

      11. Gli indici di struttura finanziaria

      12. Gli indici di solidità patrimoniale

      13. Gli indici di redditività

      14. La formula della leva finanziaria

      15. La rotazione del capitale investito

      16. L’incidenza degli oneri finanziari sui ricavi netti di vendita

      17. I flussi finanziari: cenni

      18. Il rendiconto finanziario

      18.1 Il rendiconto finanziario delle variazioni del capitale circolante netto

      18.2 Il rendiconto finanziario delle variazioni di liquidità

      19. La documentazione necessaria per il rendiconto finanziario

      20. Il flusso dei mezzi monetari prodotto dalla gestione (cash flow)

      Libro VIII

      La gestione delle risorse umane

      Capitolo 1: Caratteristiche delle diverse tipologie dei rapporti di lavoro

      1. Tipologie di lavoro (GENERI)

      2. Il rapporto di lavoro subordinato

      2.1 Il prestatore di lavoro ed il concetto di subordinazione

      2.2 Gli effetti della natura subordinata del rapporto di lavoro

      3. Il contratto individuale di lavoro subordinato e i rapporti di lavoro speciali

      4. Il contratto di lavoro a tempo determinato

      4.1 Requisiti che legittimano l’apposizione del termine

      4.2 L’illegittimità del termine

      4.3 Il rapporto di lavoro

      4.4 La proroga del contratto

      4.5 La prosecuzione temporanea del rapporto alla scadenza

      4.6 La riassunzione a termine del lavoratore. Gli intervalli temporali tra un contratto e un altro

      4.7 Il limite massimo di durata del lavoro a termine

      5. Il contratto di apprendistato

      5.1 Nozione

      5.2 Disciplina

      5.3 Limiti all’assunzione

      6. Il lavoro a tempo parziale

      6.1 Nozione e requisiti

      6.2 Il lavoro supplementare e straordinario

      6.3 Le clausole di elasticità

      7. Il lavoro intermittente e il lavoro ripartito

      7.1 Nozione e caratteristiche del lavoro intermittente

      7.2 Norme e caratteristiche del lavoro ripartito

      8. La somministrazione di lavoro e l’esternalizzazione

      9. Le collaborazioni coordinate e continuative

      10. Prestazione di lavoro e vincolo associativo. L’associazione in partecipazione

      11. Le trasformazioni del diritto del lavoro

      Capitolo 2: Amministrazione del personale

      1. La gestione delle risorse umane

      1.1 La Direzione Risorse Umane

      1.2 Il budget del personale

      1.3 La pianificazione delle risorse umane

      1.4 L’impiego delle risorse umane

      2. Il reclutamento del personale ed il sistema di assunzione

      2.1 Il reclutamento

      2.2 La selezione

      2.3 Il reclutamento esterno: il sistema del collocamento

      2.4 L’assunzione dei lavoratori

      2.5 L’obbligo d’informare il lavoratore sulle condizioni del rapporto di lavoro

      3. Formazione e addestramento

      3.1 Formazione: nozione e obiettivi

      3.2 Le fasi del processo di formazione

      3.3 L’analisi dei fabbisogni formativi

      3.4 La progettazione e gli interventi formativi

      3.5 L’addestramento

      3.6 Formazione sul lavoro

      4. L’organizzazione del lavoro e lo stile di direzione

      4.1 L’organizzazione del lavoro

      4.2 Lo stile di direzione

      5. «Human Resources Management» (HRM)

      6. Il consenso nella direzione

      7. La Direzione per obiettivi

      7.1 Caratteristiche generali

      7.2 L’applicazione

      7.3 Lo stile di leadership nella Direzione per Obiettivi

      7.4 Gli inconvenienti della Direzione per Obiettivi

      8. Le politiche del personale

      8.1 La pianificazione delle carriere

      8.2 La valutazione

      9. La motivazione e la cooperazione: le nuove tendenze organizzative

      Capitolo 3: Gestione previdenziale : contribuzione obbligatoria e fondi pensione

      1. Le assicurazioni sociali e gli enti previdenziali

      2. La contribuzione obbligatoria

      2.1 Soggetti obbligati

      2.2 L’obbligo contributivo

      2.3 La misura della contribuzione: l’aliquota contributiva

      3. La contribuzione INPS per i lavoratori dipendenti

      3.1 La misura delle aliquote contributive

      3.2 I contributi previdenziali

      4. La contribuzione INPS per i collaboratori coordinati e continuativi

      5. La retribuzione imponibile ai fini contributivi

      5.1 Gli elementi della retribuzione

      5.2 Armonizzazione delle basi imponibili derivanti dal lavoro dipendente

      5.3 Calcolo della retribuzione imponibile

      5.4 Assoggettabilità di determinate voci a contribuzione

      6. Il principio di competenza. Minimali e massimali di accredito contributivo

      6.1 Il principio di competenza

      6.2 Minimali e massimali di contribuzione

      7. Il pagamento della retribuzione: il prospetto-paga

      8. Gli adempimenti del datore di lavoro

      8.1 Il libro unico del lavoro (LUL)

      8.2 La determinazione e il pagamento dei contributi mediante la procedura UNIEME NS

      8.3 Il pagamento unificato mediante il modello F24

      8.4 La consegna della Certificazione Unica (modello CU) ai lavoratori

      8.5 I modelli 770

      9. La contribuzione INAIL ai fini dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro

      9.1 L’assicurazione e il rapporto assicurativo

      9.2 Gli adempimenti del datore di lavoro

      9.3 La contribuzione

      9.4 Determinazione del premio e autoliquidazione

      10. Il trattamento di fine rapporto (TFR)

      10.1 Il calcolo del TFR

      10.2 Il conferimento al Fondo di Tesoreria

      10.3 Il conferimento del TFR alla previdenza complementare

      11. I fondi pensione

      11.1 Funzione e tipologie

      11.2 La partecipazione alle forme pensionistiche complementari

      11.3 I requisiti di accesso alle prestazioni della previdenza complementare

      11.4 La tipologia delle prestazioni

      Libro IX

      La gestione del magazzino e dei beni strumentali

      Capitolo 1: La gestione dei beni strumentali

      1. L’acquisizione dei beni strumentali

      1.1 Classificazione

      1.2 Le modalità di acquisizione dei beni strumentali materiali

      2. La dismissione dei beni strumentali

      2.1 La cessione

      2.2 La radiazione

      2.3 La perdita

      Capitolo 2: La gestione del magazzino

      1. Il magazzino e le scorte

      1.1 La logistica

      1.2 Le scorte

      1.3 Gli indici di valutazione

      2. La contabilità del magazzino

      2.1 La contabilità sezionale

      2.2 La valorizzazione dei movimenti

      Libro X

      La gestione commerciale

      Capitolo 1: La funzione di marketing

      1. Definizioni

      2. Il direct marketing

      3. Il piano di marketing

      4. Che cos’è il marketing-mix

      Capitolo 2: Il sistema distributivo

      1. I canali distributivi

      2. Le tipologie di canale distributivo

      3. Il canale diretto

      4. Il canale corto

      5. Il canale lungo

      6. Gli elementi di scelta del canale di distribuzione

      7. I soggetti dell’apparato distributivo

      8. Il commercio all’ingrosso

      9. Il commercio al dettaglio

      10. I vari tipi di commercio al dettaglio

      11. La distribuzione associata

      12. Il Franchising

      13. Gli intermediari del commercio

      14. Gli agenti e i rappresentanti

      15. La tipologia dei costi

      16. Il costo sociale e il costo aziendale

      Capitolo 3: L’e-commerce

      1. Introduzione

      2. I vantaggi del commercio elettronico

      Capitolo 4: Commerci o internazionale

      1. Gli scambi internazionali e la globalizzazione

      2. La gestione degli scambi con l’estero

      3. Clausole internazionali relative alla consegna della merce

      Libro XI

      La gestione finanziaria

      Capitolo 1: Il fabbisogno finanziari o e la gestione delle risorse

      1. Il circuito dei finanziamenti attinti e concessi

      2. Debiti e crediti di funzionamento

      3. Il circuito dei finanziamenti e degli investimenti

      4. Il fabbisogno di finanziamento e le modalità di copertura

      5. L’autofinanziamento

      6. La scelta della struttura finanziaria

      7. I flussi finanziari

      8. Il rendiconto finanziario

      9. Cash flow

      Libro XII

      La gestione fiscale

      Capitolo 1: Le imposte dirette

      1. Generalità

      2. Reddito imponibile

      3. Il reddito d’impresa

      3.1 I crediti

      3.2 Le rimanenze

      3.3 L’ammortamento

      3.4 Le spese di manutenzione, riparazione, ammodernamento e trasformazione

      3.5 Gli interessi passivi

      3.6 Le plusvalenze

      3.7 I dividendi

      4. La dichiarazione delle imposte sui redditi

      5. I versamenti e la liquidazione dell’imposta

      6. La fiscalità anticipata e differita

      Capitolo 2: L’IVA

      1. L’imposta sul valore aggiunto (IVA)

      1.1 Le condizioni per l’applicazione dell’IVA

      1.2 La classificazione delle operazioni ai fini IVA

      1.3 Il meccanismo applicativo dell’IVA

      2. I documenti della compravendita

      2.1 La fatturazione degli imballaggi

      2.2 Fattura con sconti incondizionati

      2.3 La fattura con spese documentate e non documentate

      2.4 La fattura con applicazione degli interessi

      3. I registri, le liquidazioni e le dichiarazioni

      3.1 I registri

      3.2 Liquidazioni e versamenti

      3.3 La dichiarazione annuale

      3.4 La comunicazione dei dati IVA

      3.5 Libri obbligatori per i commercianti al dettaglio

      Capitolo 3: L’IRAP

      1. Presupposto e soggetti passivi

      2. La base imponibile

      2.1 La determinazione della base imponibile per le società di capitali e gli enti commerciali

      2.2 La determinazione della base imponibile per le società di persone e le imprese individuali

      Libro XIII

      I servizi all’impresa

      Capitolo 1: Il credito

      1. Concetto di credito

      2. L’interesse

      2.1 Problemi inversi dell’interesse

      3. Montante

      4. Casi particolari di calcolo dell’interesse

      5. Lo sconto

      5.1 Lo sconto mercantile

      5.2 Lo sconto commerciale

      6. Il valore attuale commerciale

      6.1 Le formule inverse del valore attuale commerciale

      7. Lo sconto razionale e il valore attuale razionale

      8. La scadenza adeguata

      9. Adeguato di tasso

      10. Compenso di anticipazione e dilazione del residuo

      11. La scadenza comune stabilita

      11.1 Scadenza comune stabilita anteriore alle scadenze di tutti i capitali

      11.2 Scadenza comune stabilita posteriore alle scadenze di tutti i capitali

      11.3 Scadenza comune stabilita intermedia alle scadenze dei capitali

      12. Il rapporto di c/c: un caso particolare di scadenza comune

      Capitolo 2: Il trasporto

      1. Il contratto di trasporto

      2. Trasporto di persone

      3. Trasporto di cose

      4. Obbligazioni e responsabilità del vettore nel trasporto di cose

      5. Trasporti cumulativi

      Capitolo 3: L’assicurazione

      1. Il contratto di assicurazione

      2. Natura giuridica e soggetti del contratto

      3. Il rischio

      4. Il premio

      5. L’assicurazione contro i danni

      6. L’assicurazione della responsabilità civile

      7. L’assicurazione sulla vita

      Libro XIV

      Amministrazioni pubbliche : caratteristiche peculiari , finanziamento e produzione del valore pubblico, management, organizzazione, programmazione , rilevazioni e rendicontazione

      Capitolo 1: Le Amministrazioni Pubbliche

      1. Il management

      1.1 Manager pubblici e privati

      2. L’ente pubblico come sistema aziendale

      2.1 L’azienda pubblica composta

      3. Nozione di processo decisionale

      4. La gestione per obiettivi

      5. La cultura della strategia

      6. Pianificazione e programmazione

      7. La pianificazione strategica

      8. Le fasi del processo di pianificazione

      8.1 L’analisi della situazione di partenza

      8.2 L’individuazione e l’analisi dei punti di forza e di debolezza dell’ente rispetto

      ai suoi principali competitor

      8.3 La definizione degli obiettivi, intermedi e finali, che si intende raggiungere

      8.4 La formulazione delle strategie

      8.5 La redazione, l’approvazione e l’esecuzione operativa del piano

      9. La programmazione

      10. La programmazione strategica nelle Amministrazioni dello Stato

      11. Il controllo strategico

      11.1 Il controllo strategico come guida nell’implementazione della strategia

      11.2 Gli strumenti per la comunicazione dei risultati del controllo strategico

      12. L’analisi costi-benefici

      13. La Swot analysis

      Part e II

      Competenze e strumenti pedagogico-didattici

      Capitolo 1: Sviluppo cognitivo, affettivo e sociale

      1. Concetto e storia della psicologia dello sviluppo

      1.1 Definizioni di base

      1.2 Modelli teorici e clinici

      2. Piaget e lo sviluppo mentale del bambino

      3. Istruzione e cultura dell’educazione per Bruner

      4. Maturazione biologica e apprendimento

      5. Lo sviluppo psicologico in età scolare

      6. Ambiente e sviluppo secondo Vygotskij

      7. Le teorie psicoanalitiche dello sviluppo

      7.1 L’approccio psicoanalitico di Freud

      7.2 Anna Freud

      7.3 Lo sviluppo psico-sociale di Erikson

      7.4 M elanie Klein

      7.5 Winnicott: dalla psicoanalisi infantile al concetto di Sé

      7.6 Heinz Kohut

      8. La teoria dell’attaccamento di Bowlby

      9. E tà evolutiva e apprendimento

      10. Pedagogia della preadolescenza e dell’adolescenza

      Capitolo 2: Agenzie educative e formazione

      1. Insegnamento e società

      1.1 Il ruolo della famiglia

      1.2 Il ruolo della scuola

      1.3 Il ruolo della città e del territorio

      1.4 Le ricadute sulla formazione

      2. Il contesto ambientale

      3. Le professioni educative

      4. La professionalità docente

      5. La comunicazione intersoggettiva (docente-allievo)

      Capitolo 3: Bis ogni Educativi Speciali e scuola dell’inclusione

      1. I Bisogni Educativi Speciali

      1.1 Strategie di intervento

      1.2 Il Piano Didattico Personalizzato

      1.3 Gruppi di lavoro e inclusività

      2. I disturbi specifici di apprendimento (DSA)

      2.1 La dislessia

      2.2 La disgrafia e la disortografia

      2.3 La discalculia

      2.4 La normativa per il diritto allo studio degli alunni con DSA

      2.5 Strumenti compensativi e misure dispensative

      2.6 Le competenze del referente d’istituto e del docente

      2.7 Approcci didattici e metodologici

      3. Lo svantaggio socio-economico, linguistico e culturale

      4. Il disturbo da deficit dell’attenzione/iperattività (DDAI o ADHD)

      4.1 Strategie didattiche e metodologiche

      4.2 M isure dispensative, strumenti compensativi

      5. Strumenti operativi

      5.1 Come compilare un PDP

      Capitolo 4: Progettazione e strategie per la didattica

      1. La cultura della programmazione

      2. La pianificazione di un curricolo

      3. Programmazione d’istituto

      4. Programmazione educativa

      5. Programmazione didattica

      6. La didattica disciplinare

      7. La programmazione curricolare

      8. Conoscenza e accoglienza

      8.1 Introduzione

      8.2 Strategie didattiche

      9. Modalità di apprendimento

      9.1 Profili generali

      9.2 Cosa ci si aspetta dal docente?

      10. Mappe mentali e mappe concettuali

      10.1 Brain-storming

      10.2 Mappe mentali

      10.3 Mappe concettuali

      11. Il “pensiero laterale” e il “pensiero verticale”

      11.1 Introduzione

      11.2 Tecniche metacognitive

      12. Lavori di gruppo

      12.1 Concetto

      12.2 Cooperative learning

      12.3 Discussione a piramide

      13. Lettura e decodificazione di testi

      13.1 Tecniche

      13.2 Feedback

      14. Didattica laboratoriale, problem solving e lavoro per progetti

      14.1 Didattica laboratoriale

      14.2 Il docente nella didattica laboratoriale

      14.3 La didattica per problemi

      14.4 Lavoro per progetti (project work)

      15. La pedagogia differenziata

      16. Apprendimento personalizzato e apprendimento individualizzato

      17. La teoria delle intelligenze multiple e l’educazione

      17.1 Introduzione

      17.2 Spunti operativi per insegnare “intelligentemente”

      17.3 Attività didattiche per sollecitare le intelligenze multiple

      18. Imparare ad imparare

      18.1 La programmazione neuro-linguistica

      18.2 Approccio multisensoriale e pedagogia differenziata

      Capitolo 5: gruppi e apprendimento cooperativo

      1. Insegnare e apprendere in team

      2. La scuola come organizzazione

      2.1 Il leader e il team

      2.2 Dal gruppo di individui al team

      3. Problem solving e Problem setting

      4. Le codocenze

      Capitolo 6: La valutazione

      1. Concetto

      2. Valutazione di sistema e valutazione delle scuole

      3. La valutazione dei docenti

      4. Perché valutare nella scuola?

      5. Le fasi della valutazione dello studente

      5.1 La valutazione formativa

      5.2 La valutazione sommativa

      5.3 Dalla valutazione alla misurazione

      5.4 Verifiche

      6. L’era delle competenze

      6.1 Le competenze chiave e le competenze di cittadinanza

      6.2 La certificazione delle competenze

      6.3 Quando deve essere fatta la certificazione

      6.4 Come deve essere fatta la certificazione

      Capitolo 7: Il CLIL: una lingua veicolare per l’apprendimento

      1. Cittadinanza europea e conoscenza delle lingue

      2. Il Content and Language Integrated Learning (CLIL)

      2.1 Modalità operative dell’insegnamento della DNL in lingua straniera

      Capitolo 8: La Scuola digitale

      1. Comunicazione e società

      2. La diffusione delle tecnologie informatiche nella scuola

      3. La didattica multimediale

      4. Lo sviluppo professionale del personale scolastico

      5. Le strategie di documentazione

      6. La reticolarità della comunicazione multimediale

      7. I servizi per gli utenti

      8. La diffusione della LIM in Italia

      9. La comunicazione efficace con gli strumenti digitali e le ICT

      10. In classe con la LIM: proposte di attività didattiche

      10.1 LIM e quiz interattivi

      10.2 LIM e mappe concettuali

      10.3 LIM e Learning object

      10.4 LIM e video digitali

      10.5 LIM e WEB 2.0

      10.6 Il blog con la LIM

      10.7 Il podcast in classe con la LIM

      10.8 La wiki-didattica

      10.9 LIM e webquest

      11. una lezione in classe con la LIM

      11.1 Premessa

      11.2 Operazioni preliminari a una lezione con la LIM

      11.3 Una semplice lezione con la LIM

      11.4 Una lezione con la LIM con l’uso di strumenti avanzati

      Part e III

      La prova scritta

      Quesiti a risposta aperta

      Esempi di quesiti disciplinari in lingua straniera (inglese) [Espansione Web]

      Prova scritta del concorso a cattedra 2012

      Part e IV

      La lezione simulata

      Capitolo 1: La lezione simulata come prova di concorso

      1. La prova orale nel concorso a cattedre 2012

      2. Che cosa è una lezione simulata

      3. I criteri di Valutazione della lezione simulata

      Capitolo 2: La lezione in classe

      1. Come si imposta una lezione

      2. Le competenze relazionali del docente

      3. La comunicazione didattica

      4. I vari tipi di lezione: frontale, dialogata, partecipata

      Capitolo 3: Come organizzare una lezione simulata

      1. La prova orale del nuovo concorso

      2. Come impostare una lezione simulata

      3. Gli obiettivi educativi e didattici

      4. I momenti fondamentali della programmazione didattica

      5. La verifica degli apprendimenti

      6. Un modello di lezione simulata

      Capitolo 4: Modello di lezione simulata