Prima e seconda Prova scritta per Commercialista ed Esperto Contabile 61 - Edizioni Simone

Prima e seconda Prova scritta per Commercialista ed Esperto Contabile

abstract

Edizioni Simone

http://www.simone.it/catalogo/v61.jpg

Percorsi tematici (con tracce svolte degli esami di Stato) - Materie aziendali: • Ragioneria generale e applicata • Revisione aziendale • Tecnica commerciale e industriale • Tecnica bancaria • Tecnica professionale • Finanza aziendale - Materie giuridiche: • Diritto privato • Diritto commerciale • Diritto fallimentare • Diritto tributario • Diritto del lavoro e della previdenza sociale • Diritto processuale civile - Con schemi di svolgimento

  • Anno Edizione: 2015
  • Edizione: XV
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 816
  • Codice: 61
  • Isbn: 9788891406743
  • Prezzo: € 59,00
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 9788824423663
  • Prezzo PDF: € 41,99
  •  

 
 
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

    • Questa raccolta tematica, aggiornata alle più recenti disposizioni normative — tra le quali si segnalano la L. 190/2014 (legge di stabilita per il 2015), il D.Lgs. 175/2014 (decreto semplificazioni fiscali), il D.L. 192/2014, conv. in L. 11/2015 (decreto milleproroghe), il D.Lgs. 23/2015 (contratto di lavoro a tutele crescenti, cd. CATUC) e il D.L. 91/2014, conv. in L. 116/2014 (decreto competitività) — e rivolta ai candidati agli esami di abilitazione alle professioni di Dottore commercialista ed Esperto Contabile che si apprestano ad affrontare le prime due prove d’esame: in particolare, in questa quindicesima edizione sono state svolte alcune tracce assegnate presso le Università sedi di esame, nel corso delle sessioni dal 2008 al 2014.
      L’opera e articolata in due Tomi:
      — il primo, dedicato alle materie aziendali (Ragioneria generale e applicata, Revisione aziendale, Tecnica commerciale e industriale, Tecnica bancaria, Tecnica professionale, Finanza aziendale);
      — il secondo, relativo alle materie giuridiche (Diritto privato, commerciale, fallimentare, tributario, del lavoro e della previdenza sociale, processuale civile).
      I Tomi sono strutturati in una serie di percorsi tematici che privilegiano la trattazione di argomenti potenzialmente oggetto d’esame, sia per l’attualità dei contenuti sia perche si ispirano a tracce tradizionalmente assegnate.
      Ciascun elaborato e preceduto da uno schema di svolgimento, che guida il candidato nell’ordinata stesura della traccia.
      Per completare la propria preparazione al fine di affrontare anche la terza prova, l’offerta si completa con un volume appositamente studiato dedicato esclusivamente all’esercitazione pratica (vol. 61/4 - Commercialista ed Esperto Contabile. 3a Prova pratica).
    • Tomo I
      Materie aziendali
      Tema n. 1: Il candidato illustri i principi di redazione del bilancio, soffermandosi sul contenuto e la valenza della Nota integrativa (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli áParthenopeâ - I sessione 2012)
      Tema n. 2: Il candidato esponga gli schemi di bilancio previsti dai principi contabili internazionali e ne illustri i principi di redazione
      Tema n. 3: Esponga il candidato i principi e i contenuti della Nota integrativa relativa al bilancio di esercizio (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Brescia – II sessione 2008)
      Tema n. 4: Il candidato, dopo aver illustrato i criteri di valutazione delle poste di bilancio dettati dal codice civile e dai principi contabili internazionali, illustri gli aspetti generali del cambiamento dei criteri di valutazione e le informazioni da riportare nella Nota integrativa
      Tema n. 5: Il candidato illustri l’istituto del bilancio in forma abbreviata individuando l’ambito applicativo e le principali caratteristiche di forma e contenuto alla luce delle recenti modifiche introdotte in attuazione della direttiva comunitaria sui conti consolidati (Traccia assegnata all’Università degli Studi dell’Aquila - I sessione 2009)
      Tema n. 6: La disciplina internazionale e nazionale relativa all’ammortamento delle immobilizzazioni materiali e le problematiche connesse alla valutazione degli impianti costruiti in economia
      Tema n. 7: Il candidato esponga il tema delle immobilizzazioni, anche con riferimento al concetto contabile di ammortamento (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2010)
      Tema n. 8: Il candidato, con riferimento ai lavori in corso su ordinazione, ma non ancora ultimati alla fine dell’esercizio, illustri i principi generali di valutazione e rappresentazione contabile (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - II sessione 2009)
      Tema n. 9: I costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità nell’economia e nei bilanci delle imprese, anche con riferimento ai principi contabili internazionali (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Roma áLuissâ - I sessione 2008)
      Tema n. 10: Il candidato, dopo aver classificato le immobilizzazioni, illustri le problematiche relative alla loro valutazione alla luce dei principi contabili nazionali Approfondisca specificatamente le immobilizzazioni immateriali (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2008)
      Tema n. 11: Il candidato esponga i principi enunciati dal codice civile e dalla normativa contabile nazionale ed internazionale relativi alla valutazione dei crediti Successivamente, tratti dei riflessi tecnici, civilistici e fiscali inerenti tale valutazione (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - II sessione 2008)
      Tema n. 12: Si descrivano e commentino i principi di valutazione civilistici delle rimanenze di magazzino. Si elabori un’esemplificazione con dati a scelta (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Salerno - II sessione 2009)
      Tema n. 13: Il criterio del fair value: principali poste di bilancio interessate e i riflessi sul Conto economico derivanti dall’utilizzo di tale metodo di valutazione
      Tema n. 14: Il candidato, dopo aver illustrato le caratteristiche delle operazioni di leasing, descriva le possibili modalità di contabilizzazione con i relativi effetti sul bilancio (Traccia estratta all’Università degli Studi di Teramo - I sessione 2008)
      Tema n. 15: Classificazione e valutazione, iniziale e successiva, degli strumenti finanziari secondo i principi contabili internazionali
      Tema n. 16: Il candidato tratti dell’operazione di accantonamento di fine anno al Fondo TFR e ne esamini gli aspetti contabili. Accenni, inoltre, al trattamento fiscale dell’indennità di fine rapporto e alla riforma della previdenza complementare
      Tema n. 17: Il candidato tratti della gestione delle scorte di magazzino soffermandosi sulla determinazione del lotto economico d’acquisto e sulla tecnica del just in time
      Tema n. 18: Il candidato descriva le principali caratteristiche delle seguenti metodologie di calcolo dei costi di prodotto: direct costing, full costing e activity based costing. Per ciascuna metodologia illustri logiche di funzionamento, ambiti di utilizzo e criticità organizzative del sistema di contabilità analitica (Traccia estratta all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2009)
      Tema n. 19: Nella costruzione del business plan un aspetto di rilievo e rappresentato dal punto di equilibrio (break even point). Il candidato dica in che cosa consiste e ne illustri i contenuti e le finalità corredandolo di una rappresentazione grafica (Quesito 2 - Traccia assegnata all’Università degli Studi di Verona - I sessione 2013)
      Tema n. 20: Il budget d’esercizio: funzione, caratteristiche e processo di elaborazione
      Tema n. 21: Il candidato illustri le principali caratteristiche dei bilanci intermedi con riferimento ai principi nazionali e internazionali (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Venezia - I sessione 2009)
      Tema n. 22: Il candidato, dopo aver accennato alle diverse tipologie di fido bancario, tratti dell’istruttoria di fido
      Tema n. 23: Il candidato tratti dei finanziamenti bancari a breve termine quali l’apertura di credito in conto corrente, lo sconto di portafoglio commerciale, gli anticipi su fatture
      Tema n. 24: Il candidato fornisca un’approfondita spiegazione del concetto di solvibilità delle imprese sotto il profilo economico aziendale. Si analizzino, inoltre, le implicazioni derivanti dall’accordo Basilea 2, soffermandosi sul ruolo che esso assume nell’assegnazione del áratingâ di merito creditizio alle imprese, soprattutto alle PMI (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli áParthenopeâ – II sessione 2012)
      Tema n. 25: La cartolarizzazione dei crediti: aspetti normativi, vantaggi e modalità operative
      Tema n. 26: Il candidato affronti il tema della solidità aziendale con particolare riferimento al suo apprezzamento mediante l’analisi di bilancio per indici (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Udine - I sessione 2008)
      Tema n. 27: Il candidato illustri il concetto di equilibrio finanziario, evidenziando in particolare i più significativi margini che vengono determinati per la sua valutazione
      Tema n. 28: Il candidato esamini l’analisi dei flussi finanziari soffermandosi sulle tecniche impiegate e in particolare sull’analisi dei flussi di capitale circolante netto
      Tema n. 29: Il rendiconto finanziario: il candidato ne illustri il significato e, anche con l’ausilio di dati scelti a piacere, ne predisponga un’esemplificazione commentata (Traccia estratta all’Università degli Studi di Udine - I sessione 2014)
      Tema n. 30: Il candidato esamini le diverse configurazioni di Conto economico specificando per ciascuna di esse i criteri di riclassificazione e le finalità perseguite
      Tema n. 31: Il candidato illustri gli strumenti di finanziamento cui possono ricorrere le imprese, evidenziandone le relative peculiarità ed i relativi effetti sulla struttura finanziaria. Successivamente, descriva brevemente il ruolo informativo del rendiconto finanziario (Traccia estratta all’Università degli Studi di Parma - I sessione 2009)
      Tema n. 32: Il candidato, dopo aver descritto il processo e le problematiche economiche della cessione aziendale, si soffermi sui possibili metodi di stima del capitale da indicare nella perizia. Concluda, infine, evidenziando il trattamento contabile e fiscale dell’eventuale plusvalenza generata (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli áParthenopeâ - I sessione 2013)
      Tema n. 33: Il candidato, dopo aver illustrato le motivazioni che sottintendono ad una scissione societària, si soffermi sui lineamenti civilistici, contabili e fiscali dell’operazione Successivamente, rediga con dati opportunamente scelti, la situazione patrimoniale ante e post scissione della società scissa e delle società beneficiarie (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Teramo - I sessione 2013)
      Tema n. 34: Fusione per incorporazione. Il candidato illustri i profili giuridico-economici di un’operazione di fusione e, servendosi di dati a scelta, analizzi un caso pratico
      Tema n. 35: Il candidato, dopo aver illustrato le principali tematiche di natura civilistica e fiscale relative ad un’operazione di trasformazione di una s.n.c. in una s.r.l., esemplifichi un caso concreto di tale fattispecie con dati a piacere evidenziando le relative scritture contabili (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Parma – I sessione 2012)
      Tema n. 36: La liquidazione delle società: aspetti civilistici, contabili e fiscali (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Varese - I sessione 2008)
      Tema n. 37: Il candidato illustri i casi di necessita e/o di opportunità della ricostruzione e dell’aumento del capitale nelle società. Inoltre, descriva le modalità ed i mezzi utilizzati ai suddetti scopi (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Brescia - II sessione 2008)
      Tema n. 38: Il candidato esponga la normativa in materia di bilancio bancario. Inoltre, tratti dei principali indicatori utilizzati nell’analisi del bilancio bancario ed esponga la disciplina relativa alla svalutazione dei crediti delle banche
      Tema n. 39: Il candidato illustri il bilancio consolidato e le principali tecniche di consolidamento alla luce delle norme civili e della prassi genericamente accettata (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Cassino - I sessione 2014)
      Tema n. 40: Il candidato, dopo aver delineato il ruolo ed il contenuto della relazione sulla gestione, discuta le principali novità introdotte dal D.Lgs. 32/2007 (primi due commi dell’art. 2428 c.c.). Proponga, infine, un insieme d’indicatori (commentandoli) da tenere in considerazione ai fini di quanto richiesto dal secondo comma dell’art. 2428 c.c. (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2009)
      Tema n. 41: Il capital budgeting e il metodo del valore attuale netto (VAN). Il candidato verifichi, con dati a scelta, la validità del progetto d’investimento X della società Alfa s.p.a. che ha deciso di acquistare degli impianti e dei macchinari per intraprendere una nuova attività. Il progetto richiede un investimento iniziale di 100.000 euro e si ritiene che il valore di realizzo sia di 10.000 euro. Si ipotizzi, inoltre, che i flussi di cassa siano scontati ad un tasso di rendimento del 12%
      Tema n. 42: La valutazione degli investimenti: il metodo delle opzioni reali
      Tema n. 43: Il candidato illustri i sistemi di controllo interni ed esterni nelle società di capitali soffermandosi altresì sulle funzioni, gli adempimenti e le responsabilità del collegio sindacale (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2008)
      Tema n. 44: L’istituto della revisione legale dei conti (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Verona - I sessione 2010)
      Tomo II
      Materie giuridiche
      Tema n. 1: Il candidato illustri le categorie di azioni, in particolare dettagliando le azioni dotate di ádiritti diversiâ di natura patrimoniale o amministrativa. Descriva, inoltre, la legge di circolazione dei titoli azionari, nonché i vincoli e i limiti alla circolazione delle azioni (Traccia estratta all’Università degli Studi di Roma áLa Sapienzaâ - II Sessione 2013)
      Tema n. 2: Il candidato, dopo essersi soffermato brevemente sulla nozione di imprenditore, tratti, in particolare, dell’imprenditore occulto, del socio occulto, della società occulta, soffermandosi sulla problematica relativa al fallimento dell’imprenditore occulto
      Tema n. 3: Dopo aver ricostruito la nozione di azienda attraverso l’illustrazione dei suoi elementi costitutivi, il candidato affronti la disciplina della cessione di azienda, approfondendo le questioni relative alla successione nei rapporti contrattuali in corso di esecuzione, alla cessione dei crediti e alla successione nei debiti (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Genova - I sessione 2011)
      Tema n. 4: Tratti il candidato dei caratteri e della disciplina dell’amministrazione disgiuntiva e congiuntiva nelle società di persone, soffermandosi sulla problematica dell’amministratore non socio
      Tema n. 5: Il candidato illustri i profili giuridici relativi ai conferimenti nelle società di capitali (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2008)
      Tema n. 6: Premessi brevi cenni sulle società in generale, il candidato consideri in particolare la nozione, i caratteri e gli organi della s.p.a.
      Tema n. 7: Premessi cenni sui diritti e gli obblighi dei soci della s.p.a., il candidato tratti in particolare della società ad azionista unico
      Tema n. 8: Patti parasociali: natura, forme, tipologie, azioni esperibili in caso di inadempimento (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Roma áLuissâ – I sessione 2008)
      Tema n. 9: Premessa la distinzione tra patrimonio sociale e capitale nelle società per azioni, si soffermi il candidato sulle discipline delle variazioni in aumento o riduzione di quest’ultimo, con particolare riguardo al caso della perdita integrale del capitale sociale (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli áParthenopeâ - I sessione 2012)
      Tema n. 10: Si tratti della società tra professionisti, considerando le limitazioni normative e le modalità ammissibili per l’esercizio in forma associata di una tradizionale libera professione (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Milano áBicoccaâ - I sessione 2009)
      Tema n. 11: Il candidato illustri gli aspetti civilistici e fiscali del trasferimento di quote di società a responsabilità limitata. Illustri altresì la disciplina dei limiti al trasferimento delle quote anche alla luce della recente soppressione del libro dei soci (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Foggia - I sessione 2010)
      Tema n. 12: Tratti il candidato l’ipotesi di morte di un socio di s.n.c. alla luce della normativa di cui all’art. 2272 n. 4 c.c. e la possibilità per gli eredi del socio defunto di subentrare nella società o di ottenere la liquidazione della quota, e cio alla luce del comb. disp. della normativa di cui all’art. 2284 c.c. e dell’art. 2239 c.c. Ponga, pertanto, riferimento all’ammissibilità delle clausole di continuazione inserite nei patti sociali, con la consequenziale possibilità di derogare alla disciplina normativamente statuita. Chiarisca, infine, l’eventuale nesso sussistente tra la normativa di cui all’art. 2272 n. 4 c.c. e 2289 c.c. (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli áParthenopeâ - I sessione 2009)
      Tema n. 13: Il candidato, dopo aver esposto la disciplina del controllo e del collegamento societario, si soffermi sulla struttura e sulla funzione del bilancio consolidato
      Tema n. 14: Il candidato illustri la responsabilità degli amministratori e dei sindaci di una società a responsabilità limitata in caso di riduzione di capitale per perdite (Traccia estratta all’Università degli Studi dell’Aquila - II sessione 2014)
      Tema n. 15: Il candidato illustri i presupposti, gli adempimenti e le responsabilità di amministratori e sindaci nell’ipotesi in cui vengano accertate perdite di esercizio (Traccia estratta all’Università degli Studi di Roma áLa Sapienzaâ - I sessione 2009)
      Tema n. 16: Dopo aver illustrato i poteri e gli obblighi di amministratori e sindaci di società a responsabilità limitata, il candidato passi a trattare delle azioni di responsabilità contrattuale ed extracontrattuale che possono essere azionate contro gli stessi (Traccia estratta all’Università degli Studi di Bari - I sessione 2009)
      Tema n. 17: Tratti, il candidato, i contratti per la promozione o la conclusione di affari, soffermandosi in particolare sul contratto d’agenzia
      Tema n. 18: Premessi brevi cenni sull’attività del curatore relativa all’accertamento del passivo fallimentare, il candidato illustri i contenuti dell’avviso ai creditori e agli altri interessati ai sensi dell’art. 92 L.F. contenente tutte le informazioni utili per agevolare la presentazione della domanda, contenuto della stessa, documentazione da allegare in relazione alle varie tipologie di crediti e di creditori, ovvero di titolari di diritti sulle cose mobili o immobili del fallito, facoltà dei ricorrenti (Traccia estratta all’Università degli Studi di Bergamo - I sessione 2011)
      Tema n. 19: Dopo aver esaminato gli effetti della dichiarazione di fallimento nei confronti del fallito, illustri il candidato le principali differenze ed i punti di contatto tra le diverse discipline dell’azione revocatoria fallimentare e azione revocatoria ordinaria nell’ambito del fallimento
      Tema n. 20: Illustri, il candidato, gli effetti prodotti dalla dichiarazione di fallimento di una società nei riguardi dei soci illimitatamente responsabili
      Tema n. 21: Il candidato, dopo aver brevemente illustrato le differenze tra il concordato preventivo ante e post riforma di cui alla legge n. 80/2005, illustri le caratteristiche della procedura di concordato secondo le norme attualmente vigenti, anche alla luce del nuovo istituto della transazione fiscale (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Firenze - I sessione 2009)
      Tema n. 22: Il candidato, dopo aver presentato l’istituto dell’accordo di ristrutturazione ex art. 182bis L.F., evidenzi i punti essenziali della relazione predisposta dal professionista (Traccia estratta all’Università degli Studi di Messina - I sessione 2012)
      Tema n. 23: Il candidato illustri e descriva: 1) le cause di chiusura del fallimento; 2) il procedimento di chiusura del fallimento; 3) gli effetti della chiusura del fallimento in capo al fallito società e imprenditore individuale; 4) la disciplina dell’esdebitazione (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Modena - I sessione 2014)
      Tema n. 24: La candidata/il candidato illustri la disciplina delle modifiche statutarie nelle società per azioni e nelle società a responsabilità limitata, con particolare riferimento a: 1) procedimento per la modificazione; 2) casi in cui il socio può esercitare il diritto di recesso; 3) criteri di liquidazione delle azioni o quote del socio recedente (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Trento - I sessione 2013)
      Tema n. 25: Il candidato tratti delle finalità del concordato preventivo illustrando altresì quale debba essere il contenuto della relazione prevista all’art. 161, 3° comma, L.F. (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - II sessione 2008)
      Tema n. 26: Tratti, il candidato, le modalità di chiusura e di eventuale riapertura della procedura fallimentare
      Tema n. 27: Delinei, il candidato, la disciplina dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza
      Tema n. 28: Il candidato illustri la disciplina della nuova procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento introdotta dalla Legge 27 gennaio 2012, n. 3
      Tema n. 29: Premessi brevi cenni sullo Statuto dei diritti del contribuente, il candidato si soffermi sul principio della tutela del legittimo affidamento del cittadino in materia tributaria (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Varese - I sessione 2013)
      Tema n. 30: Il candidato illustri le principali caratteristiche dei regimi contabili e le relative opzioni secondo la normativa fiscale (Traccia estratta all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2012)
      Tema n. 31: Illustri il candidato la disciplina dell’accertamento ai fini delle imposte dirette nei confronti delle persone fisiche. Si soffermi, poi, sull’istituto del redditometro sottolineando gli aspetti più significativi delle recenti modifiche legislative (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Pisa - I sessione 2013)
      Tema n. 32: Gli studi di settore, elaborati mediante analisi economiche e tecniche statistico-matematiche, stimano i ricavi ed i compensi attribuibili al contribuente e gli consentono di verificare la congruità e la coerenza dei ricavi e dei compensi dichiarati rispetto a quelli elaborati dagli studi medesimi. Il candidato, dopo aver descritto l’evoluzione degli studi di settore, ne illustri le caratteristiche fondamentali con riguardo al loro utilizzo sia nella fase dichiarativa che nell’attività di controllo, di cui rappresentano un valido strumento di ausilio (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Macerata - II sessione 2013)
      Tema n. 33: Il candidato illustri le modalità di riscossione dei tributi, soffermandosi in particolare sulla riscossione da ruolo e sulla riscossione a seguito di accertamento esecutivo evidenziando le caratteristiche di ciascuno e le differenze più rilevanti
      Si soffermi poi sugli istituti della sospensione e della rateazione dei carichi erariali iscritti a ruolo (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Teramo - I sessione 2014)
      Tema n. 34: Il candidato illustri le principali caratteristiche del sistema sanzionatorio tributario soffermandosi in particolare sulla procedura di irrogazione delle sanzioni
      Tema n. 35: Il candidato illustri la disciplina del contenzioso tributario soffermandosi in particolare sugli istituti del reclamo e della mediazione
      Tema n. 36: Il candidato illustri le disposizioni relative ai Centri di assistenza fiscale (CAF) con particolare riguardo agli adempimenti relativi al rapporto tra CAF e lavoratore dipendente, e si soffermi brevemente sulla certificazione tributaria
      Tema n. 37: Dopo averne illustrato la figura e le differenze con il responsabile d’imposta, il candidato si soffermi sugli obblighi gravanti sul sostituto d’imposta
      Tema n. 38: Il candidato, dopo aver accennato alle diverse tipologie di interpello esistenti nell’ordinamento fiscale, illustri le differenze tra l’interpello ordinario ex art. 11 della legge 212/2000 e l’interpello antielusivo di cui all’art. 21 della legge 413/1991. Si soffermi sulla procedura dell’interpello ordinario, facendo specifico riferimento agli Uffici competenti a ricevere le istanze
      Tema n. 39: Il candidato illustri le problematiche connesse in generale alle differenze fra reddito d’esercizio e imponibile fiscale. Quindi tratti, in particolare, delle differenze temporanee fra le due entità, definendo imposte anticipate (o differite attive) e differite passive. Proceda quindi nell’illustrazione dei principi civilistici e fiscali che ne consentono l’iscrizione e le modalità di valorizazione (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2014)
      Tema n. 40: Il candidato, esamini i caratteri essenziali dell’IRPEF e illustri le modalità di determinazione e di versamento dell’imposta
      Tema n. 41: Gli istituti deflattivi del contenzioso tributario: il candidato ne illustri la disciplina soffermandosi, in particolare, sulla conciliazione giudiziale (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2010)
      Tema n. 42: Il trattamento fiscale degli interessi passivi nelle società di capitali (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2009)
      Tema n. 43: Il candidato dopo aver descritto le caratteristiche dell’istituto del consolidato nazionale, evidenziandone vantaggi e svantaggi, anche alla luce delle successive modifiche normative, ne illustri la relativa disciplina
      Tema n. 44: Il candidato illustri il regime della trasparenza fiscale delle società di capitali evidenziando le differenze rispetto al regime del consolidato nazionale
      Tema n. 45: Il candidato si soffermi sul concetto di utili in ambito fiscale e quello dei proventi ad essi equiparati distinguendo fra partecipazioni e strumenti finanziari partecipativi, e ne illustri il sistema di tassazione
      Tema n. 46: Il candidato illustri gli effetti del recepimento dei principi contabili internazionali sulla normativa fiscale relativa alla determinazione del reddito dei soggetti IRES
      Tema n. 47: Premesso il concetto, il candidato illustri il trattamento fiscale degli ammortamenti, evidenziando le principali differenze con la normativa civilistica (Traccia estratta all’Università degli Studi di Udine - I sessione 2008)
      Tema n. 48: Dopo aver illustrato la disciplina fiscale del riporto delle perdite, il candidato si soffermi sul trattamento fiscale delle stesse nelle operazioni di fusione e scissione
      Tema n. 49: Il candidato disamini la disciplina fiscale dei conferimenti di azienda evidenziando le differenze rispetto alla cessione, accenni al trattamento fiscale delle riserve che vengono a formarsi e, infine, parli delle operazioni di affrancamento dei maggiori valori emergenti a seguito del conferimento
      Tema n. 50: Il candidato, dopo aver brevemente esposto il meccanismo applicativo dell’IVA e il sistema delle detrazioni, si soffermi sugli adempimenti iniziali cui sono obbligati i contribuenti IVA nonché sulla fatturazione delle operazioni IVA e gli adempimenti ad essa connessi
      Tema n. 51: Il candidato tratti in linea generale dei presupposti di applicazione dell’imposta sul valore aggiunto. Si soffermi in particolare sulle operazioni di scambio di beni e servizi con l’estero e con i Paesi intracomunitari: ne descriva gli aspetti normativi e illustri gli adempimenti dichiarativi ordinariamente previsti nelle varie fattispecie (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Varese - I sessione 2012)
      Tema n. 52: Il candidato, con riferimento alle società non operative e in perdita sistematica (o di comodo) ne illustri sinteticamente il contesto applicativo e le finalità perseguite dal legislatore. Precisi le modalità tecniche al fine dell’accertamento della non operatività. Esponga le ragioni ed indichi le modalità con cui e possibile escludere o disapplicare la relativa normativa. Rediga inoltre con dati a scelta un esempio di interpello preventivo (Traccia estratta all’Università degli Studi di Verona - II sessione 2013)
      Tema n. 53: Il candidato, dopo aver definito l’imposta regionale sulle attività produttive, ne individui il presupposto impositivo e la soggettività passiva (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2013)
      Tema n. 54: La disciplina dei redditi da fabbricato, con particolare riferimento all’IMU (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Salerno - II sessione 2012)
      Tema n. 55: Il candidato tratti del contratto individuale di lavoro, con particolare riguardo alle cause di invalidità e alle disposizioni che tutelano il soggetto parte di un contratto di lavoro nullo
      Tema n. 56: Gli obblighi assicurativi e previdenziali nei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa a progetto. In particolare, il candidato illustri gli aspetti connessi alla contribuzione gravante sul collaboratore e sul committente e approfondisca la nuova prestazione a sostegno del reddito disciplinata dal D.Lgs. 22/2015 in attuazione del cd. Jobs Act.
      Tema n. 57: Il candidato illustri la finalità e gli effetti del procedimento di certificazione del contratto di lavoro
      Tema n. 58: Il collocamento della manodopera tra pubblico e privato. Premessi brevi cenni sulla evoluzione dell’istituto, il candidato tratti della legislazione vigente sulla materia
      Tema n. 59: Il candidato illustri le modalità di assunzione dei lavoratori, soffermandosi sugli obblighi di comunicazione agli uffici pubblici
      Tema n. 60: Il candidato illustri la disciplina del libro unico del lavoro Tema n. 61: Le assicurazioni previdenziali obbligatorie. Il candidato, dopo avere analizzato i tratti essenziali del rapporto assicurativo e previdenziale, si soffermi sugli adempimenti del datore di lavoro nei confronti degli istituti previdenziali e assicurativi (INPS e INAIL)
      Tema n. 62: Il candidato illustri la responsabilità del datore di lavoro per l’adempimento della contribuzione previdenziale e assicurativa e il sistema sanzionatorio nei casi di omissione ed evasione contributiva
      Tema n. 63: Il candidato illustri la disciplina delle assunzioni con contratto a tempo determinato
      Tema n. 64: Il candidato illustri la disciplina del lavoro a tempo parziale
      Tema n. 65: Premessi brevi cenni sui contratti di lavoro ad orario modulato o flessibile, il candidato si soffermi sul lavoro ripartito e, in particolare, sul lavoro intermittente
      Tema n. 66: Il candidato illustri le diverse tipologie di apprendistato, con particolare riguardo alle peculiarità dell’apprendistato professionalizzante
      Tema n. 67: Il candidato tratti del regime delle festività e delle ferie
      Tema n. 68: Dopo un breve esame delle limitazioni poste dalla legge all’estinzione del rapporto di lavoro, si soffermi il candidato sul licenziamento per giusta causa e per giustificato motivo e sul relativo regime sanzionatorio nei casi di illegittimità, accennando alla nuova disciplina applicabile ai lavoratori assunti con il contratto a tutele crescenti (D.Lgs. 23/2015)
      Tema n. 69: Il candidato tratti il nuovo regime sanzionatorio nei casi di illegittimità del licenziamento, applicabile nei confronti dei lavoratori assunti a tempo indeterminato con il contratto a tutele crescenti (D.Lgs. 23/2015), accennando agli aspetti fondamentali dell’offerta di conciliazione del datore di lavoro
      Tema n. 70: Il candidato tratti della prescrizione e della diffida obbligatorie, quali mezzi di estinzione dell’illecito in materia di lavoro e legislazione sociale
      Tema n. 71: Premessa la nozione di azione, si illustri l’azione costitutiva con particolare riguardo all’art. 2932 c.c. e alla possibilità di azionare tale rimedio in caso di non perfetta identità della cosa oggetto del trasferimento con quella prevista nel preliminare. Si soffermi ulteriormente il candidato sulla disciplina del secondo comma dell’art. 2932 c.c.
      Tema n. 72: Dopo avere analizzato la prova documentale nel processo di cognizione con particolare riguardo alla più recente giurisprudenza in tema di prova atipica documentale, si soffermi poi il candidato sul valore probatorio delle scritture contabili
      Tema n. 73: Dopo aver esaminato i tratti salienti della disciplina del procedimento sommario di cognizione, il candidato si soffermi sulla possibilità di una sua applicazione alle controversie in materia di lavoro
      Tema n. 74: Illustri il candidato gli istituti della vendita forzata di immobili e di mobili, trattando in particolare del divieto di partecipare all’incanto del debitore anche con riguardo alla società. Analizzi poi la stabilita della vendita forzata
      Tema n. 75: Analizzi il candidato profili e peculiarità della disciplina della mediazione finalizzata alla conciliazione introdotta con D.Lgs. 28/2010, accennando alla negoziazione assistita introdotta dal D.L. 132/2014 conv. in L. 162/2014. Si soffermi poi sulla conciliazione obbligatoria per le controversie in materia di telecomunicazioni
      Tema n. 76: Illustri il candidato l’istituto della espropriazione delegata ai professionisti, con speciale riferimento alla vendita con incanto di bene immobile