Temi per le prove scritte di Commercialista ed Esperto Contabile 61/3A - Edizioni Simone

Temi per le prove scritte di Commercialista ed Esperto Contabile

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v61_3a.jpg

40 Temi per la prima e la seconda prova scritta - 18 Casi pratici per la terza prova • Tracce assegnate agli esami di Stato svolte • Schemi di svolgimento e riferimenti normativi

  • Anno Edizione: 2015
  • Edizione: V
  • Formato: 10,5 x 15
  • Pagine: 416
  • Codice: 61/3A
  • Isbn: 9788891407733
  • Prezzo: € 19,00€
  • Prezzo Scontato: € 16,15
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 9788824424431
  • Prezzo PDF: € 13,49
  •  

 
 
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

    • Questo testo di preparazione all’esame di abilitazione alla professione di dottore commercialista ed esperto contabile contiene 58 elaborati scelti tra le varie discipline delle tre prove scritte (materie economico-aziendali, diritto privato, diritto commerciale, diritto fallimentare, diritto tributario, diritto del lavoro, diritto processuale civile, contenzioso).
      Il volume presenta caratteristiche che lo rendono un indispensabile sussidio di studio per superare con successo la prova di abilitazione, ed in specie:
      — la completezza, coprendo tutti gli istituti fondamentali delle discipline d’esame;
      — le tracce alcune delle quali assegnate presso le Università sedi d’esame nel corso delle sessioni dal 2008 al 2014;
      — l’aggiornamento legislativo.
    • PROVA I
      MATERIE AZIENDALI
      Tema n. 1: Il candidato illustri i principi di redazione del bilancio, soffermandosi sul contenuto e la valenza della Nota integrativa (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli «Parthenope» - I sessione 2012)
      Tema n. 2: Il candidato esponga gli schemi di bilancio previsti dai principi contabili internazionali e ne illustri i principi di redazione
      Tema n. 3: Il candidato illustri l’istituto del bilancio in forma abbreviata individuando l’ambito applicativo e le principali caratteristiche di forma e contenuto alla luce delle recenti modifiche introdotte in attuazione della direttiva comunitaria sui conti consolidati (Traccia assegnata all’Università degli Studi dell’Aquila - I sessione 2009)
      Tema n. 4: Il candidato esponga il tema delle immobilizzazioni, anche con riferimento al concetto contabile di ammortamento (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2010)
      Tema n. 5: I costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità nell’economia e nei bilanci delle imprese, anche con riferimento ai principi contabili internazionali (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Roma «Luiss» - I sessione 2008)
      Tema n. 6: Il candidato tratti dell’operazione di accantonamento di fine anno al Fondo TFR e ne esamini gli aspetti contabili. Accenni, inoltre, al trattamento fiscale dell’indennità di fine rapporto e alla riforma della previdenza complementare
      Tema n. 7: Il budget d’esercizio: funzione, caratteristiche e processo di elaborazione
      Tema n. 8: Il candidato illustri il concetto di equilibrio finanziario, evidenziando in particolare i più significativi margini che vengono determinati per la sua valutazione
      Tema n. 9: Il rendiconto finanziario: il candidato ne illustri il significato e, anche con l’ausilio di dati scelti a piacere, ne predisponga un’esemplificazione commentata (Traccia estratta all’Università degli Studi di Udine - I sessione 2014)
      Tema n. 10: Il candidato esamini le diverse configurazioni di Conto economico specificando per ciascuna di esse i criteri di riclassificazione e le finalità perseguite
      Tema n. 11: Il candidato, dopo aver descritto il processo e le problematiche economiche della cessione aziendale, si soffermi sui possibili metodi di stima del capitale da indicare nella perizia. Concluda, infine, evidenziando il trattamento contabile e fiscale dell’eventuale plusvalenza generata (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli «Parthenope» - I sessione 2013)
      Tema n. 12: Il candidato, dopo aver illustrato le motivazioni che sottintendono ad una scissione societaria, si soffermi sui lineamenti civilistici, contabili e fiscali dell’operazione Successivamente, rediga con dati opportunamente scelti, la situazione patrimoniale ante e post scissione della società scissa e delle società beneficiarie (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Teramo - I sessione 2013)
      Tema n. 13: Il candidato illustri il bilancio consolidato e le principali tecniche di consolidamento alla luce delle norme civili e della prassi genericamente accettata (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Cassino - I sessione 2014)
      Tema n. 14: La valutazione degli investimenti: il metodo delle opzioni reali
      Tema n. 15: L’istituto della revisione legale dei conti (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Verona - I sessione 2010)
      PROVA II
      MATERIE GIURIDICHE
      Tema n. 16: Il candidato illustri le categorie di azioni, in particolare dettagliando le azioni dotate di «diritti diversi» di natura patrimoniale o amministrativa. Descriva, inoltre, la legge di circolazione dei titoli azionari, nonché i vincoli e i limiti alla circolazione delle azioni (Traccia estratta all’Università degli Studi di Roma «La Sapienza» - II Sessione 2013)
      Tema n. 17: Dopo aver ricostruito la nozione di azienda attraverso l’illustrazione dei suoi elementi costitutivi, il candidato affronti la disciplina della cessione di azienda, approfondendo le questioni relative alla successione nei rapporti contrattuali in corso di esecuzione, alla cessione dei crediti e alla successione nei debiti (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Genova - I sessione 2011)
      Tema n. 18: Patti parasociali: natura, forme, tipologie, azioni esperibili in caso di inadempimento (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Roma «Luiss» - I sessione 2008)
      Tema n. 19: Premessa la distinzione tra patrimonio sociale e capitale nelle società per azioni, si soffermi il candidato sulle discipline delle variazioni in aumento o riduzione di quest’ultimo, con particolare riguardo al caso della perdita integrale del capitale sociale (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Napoli «Parthenope» - I sessione 2012)
      Tema n. 20: Il candidato illustri gli aspetti civilistici e fiscali del trasferimento di quote di società a responsabilità limitata. Illustri altresì la disciplina dei limiti al trasferimento delle quote anche alla luce della recente soppressione del libro dei soci (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Foggia - I sessione 2010)
      Tema n. 21: Il candidato illustri la responsabilità degli amministratori e dei sindaci di una società a responsabilità limitata in caso di riduzione di capitale per perdite (Traccia estratta all’Università degli Studi dell’Aquila - II sessione 2014)
      Tema n. 22: Dopo aver esaminato gli effetti della dichiarazione di fallimento nei confronti del fallito, illustri il candidato le principali differenze ed i punti di contatto tra le diverse discipline dell’azione revocatoria fallimentare e azione revocatoria ordinaria nell’ambito del fallimento
      Tema n. 23: Il candidato illustri e descriva: 1) le cause di chiusura del fallimento; 2) il procedimento di chiusura del fallimento; 3) gli effetti della chiusura del fallimento in capo al fallito società e imprenditore individuale; 4) la disciplina dell’esdebitazione (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Modena - I sessione 2014)
      Tema n. 24: La candidata/il candidato illustri la disciplina delle modifiche statutarie nelle società per azioni e nelle società a responsabilità limitata, con particolare riferimento a: 1) procedimento per la modificazione; 2) casi in cui il socio può esercitare il diritto di recesso; 3) criteri di liquidazione delle azioni o quote del socio recedente (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Trento - I sessione 2013)
      Tema n. 25: Il candidato tratti delle finalità del concordato preventivo illustrando altresì quale debba essere il contenuto della relazione prevista all’art. 161, 3° comma, L.F. (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - II sessione 2008)
      Tema n. 26: Il candidato illustri la disciplina della nuova procedura di composizione delle crisi da sovraindebitamento introdotta dalla Legge 27 gennaio 2012, n. 3
      Tema n. 27: Premessi brevi cenni sullo Statuto dei diritti del contribuente, il candidato si soffermi sul principio della tutela del legittimo affidamento del cittadino in materia tributaria (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Varese - I sessione 2013)
      Tema n. 28: Illustri il candidato la disciplina dell’accertamento ai fini delle imposte dirette nei confronti delle persone fisiche. Si soffermi, poi, sull’istituto del redditometro sottolineando gli aspetti più significativi delle recenti modifiche legislative (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Pisa - I sessione 2013)
      Tema n. 29: Il candidato illustri le modalità di riscossione dei tributi, soffermandosi in particolare sulla riscossione da ruolo e sulla riscossione a seguito di accertamento esecutivo evidenziando le caratteristiche di ciascuno e le differenze più rilevanti
      Si soffermi poi sugli istituti della sospensione e della rateazione dei carichi erariali iscritti a ruolo (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Teramo - I sessione 2014)
      Tema n. 30: Il candidato illustri le principali caratteristiche del sistema sanzionatorio tributario soffermandosi in particolare sulla procedura di irrogazione delle sanzioni
      Tema n. 31: Il candidato illustri le problematiche connesse in generale alle differenze fra reddito d’esercizio e imponibile fiscale. Quindi tratti, in particolare, delle differenze temporanee fra le due entità, definendo imposte anticipate (o differite attive) e differite passive. Proceda quindi nell’illustrazione dei principi civilistici e fiscali che ne consentono l’iscrizione e le modalità di valorizzazione (Traccia estratta all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2014)
      Tema n. 32: Gli istituti deflattivi del contenzioso tributario: il candidato ne illustri la disciplina soffermandosi, in particolare, sulla conciliazione giudiziale (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Brescia - I sessione 2010)
      Tema n. 33: Il candidato, con riferimento alle società non operative e in perdita sistematica (o di comodo) ne illustri sinteticamente il contesto applicativo e le finalità perseguite dal legislatore. Precisi le modalità tecniche al fine dell’accertamento della non operatività. Esponga le ragioni ed indichi le modalità con cui e possibile escludere o disapplicare la relativa normativa. Rediga inoltre con dati a scelta un esempio di interpello preventivo (Traccia estratta all’Università degli Studi di Verona - II sessione 2013)
      Tema n. 34: Il candidato, dopo aver definito l’imposta regionale sulle attività produttive, ne individui il presupposto impositivo e la soggettività passiva (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Macerata - I sessione 2013)
      Tema n. 35: La disciplina dei redditi da fabbricato, con particolare riferimento all’IMU (Traccia assegnata all’Università degli Studi di Salerno - II sessione 2012)
      Tema n. 36: Il candidato tratti del contratto individuale di lavoro, con particolare riguardo alle cause di invalidità e alle disposizioni che tutelano il soggetto parte di un contratto di lavoro nullo
      Tema n. 37: Gli obblighi assicurativi e previdenziali nei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa a progetto. In particolare, il candidato illustri gli aspetti connessi alla contribuzione gravante sul collaboratore e sul committente e approfondisca la nuova prestazione a sostegno del reddito disciplinata dal D.Lgs. 22/2015 in attuazione del cd. Jobs Act
      Tema n. 38: Il candidato tratti il nuovo regime sanzionatorio nei casi di illegittimità del licenziamento, applicabile nei confronti dei lavoratori assunti a tempo indeterminato con il contratto a tutele crescenti (D.Lgs. 23/2015), accennando agli aspetti fondamentali dell’offerta di conciliazione del datore di lavoro
      Tema n. 39: Illustri il candidato gli istituti della vendita forzata di immobili e di mobili, trattando in particolare del divieto di partecipare all’incanto del debitore anche con riguardo alla societa. Analizzi poi la stabilita della vendita forzata
      Tema n. 40: Illustri il candidato l’istituto della espropriazione delegata ai professionisti, con speciale riferimento alla vendita con incanto di bene immobile
      PROVA III
      PROVA PRATICA
      Prova pratica n. 1 - Scritture di fine esercizio e calcolo imposte
      (PROVA ESTRATTA ALL’UNIVERSITÀ DI BRESCIA - I SESSIONE 2010)
      Prova pratica n. 2 - Leasing e cessione di un bene alla luce degli IAS
      Prova pratica n. 3 - Il bilancio fiscale e il calcolo dell’IRES
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO - I SESSIONE 2013)
      Prova pratica n. 4 - Bilancio in forma abbreviata. calcolo IRES e IRAP
      (PROVA ESTRATTA ALL’UNIVERSITÀ DI TERAMO - I SESSIONE 2009)
      Prova pratica n. 5 - Costituzione di s.r.l.
      (PROVA ESTRATTA ALL’UNIVERSITÀ DI NAPOLI PARTHENOPE - I SESSIONE 2010)
      Prova pratica n. 6 - Affitto d’azienda: aspetti civilistici, fiscali e contabili
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI FIRENZE - I SESSIONE 2008)
      Prova pratica n. 7 - Business plan: struttura e contenuti
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI VERONA - I SESSIONE 2009)
      Prova pratica n. 8 - Trasformazione di una s.n.c. in una s.r.l.: aspetti contabili
      e fiscali
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI MILANO - LA BICOCCA - I SESSIONE 2011)
      Prova pratica n. 9 - Cessione d’azienda: metodi di valutazione, aspetti contabili e fiscali
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DELL’AQUILA - I SESSIONE 2012)
      Prova pratica n. 10 - Dichiarazione dei redditi
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI SALERNO - I SESSIONE 2014)
      Prova pratica n. 11 - Contabilità industriale
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI CAGLIARI - I SESSIONE 2011)
      Prova pratica n. 12 - Analisi di bilancio per indici
      (PROVA ESTRATTA ALL’UNIVERSITÀ DI MACERATA - I SESSIONE 2008)
      Prova pratica n. 13 - Riclassificazione del bilancio. Analisi per indici
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI BERGAMO - I SESSIONE 2012)
      Prova pratica n. 14 - Cash Flow e ROI
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI VENEZIA - I SESSIONE 2008)
      Prova pratica n. 15 - Questionario tributario - fallimentare - civile
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DI VERONA - II SESSIONE 2013)
      Prova pratica n. 16 - Società non operative. Istanza di interpello
      (TRACCIA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI «CA FOSCARI» DI VENEZIA - II SESSIONE
      2013)
      Prova pratica n. 17 - Accertamento sintetico: istanza di accertamento con adesione
      (PROVA ASSEGNATA ALL’UNIVERSITÀ DELL’AQUILA - II SESSIONE 2010)
      Prova pratica n. 18 - Ricorso IRAP
      (PROVA ESTRATTA ALL’UNIVERSITÀ DI GENOVA - I SESSIONE 2011)