Prima Prova scritta Consulente del Lavoro - Diritto del Lavoro e Legislazione Sociale 62/1 - Edizioni Simone

Prima Prova scritta Consulente del Lavoro - Diritto del Lavoro e Legislazione Sociale

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v62_1.jpg

  • Anno Edizione: 2016
  • Edizione: XIV
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 496
  • Codice: 62/1
  • Isbn: 9788891410788
  • Prezzo: € 40,00
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
     
     

      • Il volume è finalizzato alla preparazione alla prima prova scritta dell’esame di abilitazione per Consulente del Lavoro. Il testo raccoglie un’ampia selezione di prove svolte di Diritto del lavoro e Legislazione sociale, che tengono conto degli argomenti più ricorrenti in base alle tracce assegnate nelle precedenti sessioni d’esame.

        Gli elaborati sono aggiornati alle numerose e rilevanti novità intervenute con l’attuazione del Jobs Act, relativamente al contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti (CATUC) (D.Lgs. 23/2015), al riordino delle tipologie contrattuali (D.Lgs. 81/2015), alla conciliazione vita-lavoro (D.Lgs. 80/2015), alla NASPI (D.Lgs. 22/2015), alle integrazioni salariali e ai contratti di solidarietà (D.Lgs. 148/2015), alle politiche attive e ai servizi per l’impiego (D.Lgs. 150/2015), alla vigilanza (D.Lgs. 149/2015) e al rapporto di lavoro (D.Lgs. 151/2015).

        I riferimenti normativi e lo schema di svolgimento, che precedono ciascun elaborato, forniscono un valido ausilio per esercitarsi alla prova e costituiscono un utile promemoria, per ogni singolo argomento, dei diversi istituti e contenuti da trattare.

        In Appendice le tracce assegnate agli Esami di Stato dal 2010 ad oggi e la normativa che regola la professione. Attraverso il QR code è poi possibile scaricare ulteriori fonti normative relative all’attività professionale e le tracce assegnate negli anni precedenti.

      • Introduzione: Brevi consigli per la redazione della prova scritta

        1. Svantaggi e vantaggi della prova scritta

        2. Cosa è un tema di diritto

        3. Come prepararsi alla prova scritta

        4. La consultazione dei codici

        5. Organizzazione del lavoro in sede di esame e predisposizione dell’elaborato

        Tema n. 1: Dopo aver tracciato un quadro generale del diritto del lavoro, dalle sue origini alle più recenti tendenze evolutive, il candidato si soffermi in particolare sulle fonti del diritto stesso

        Tema n. 2: Tratti il candidato del significato e delle forme di previdenza e assistenza sociale alla luce dei principi contenuti nell’art. 38 della Costituzione

        Tema n. 3: Il candidato illustri il lavoro subordinato, parasubordinato ed autonomo, descrivendone i tratti distintivi, tenuto conto anche delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act. Accenni, poi, agli adempimenti nei confronti degli enti previdenziali ed assistenziali ai fini delle assicurazioni sociali obbligatorie

        Tema n. 4: Prestazione di lavoro subordinata e autonoma: tratti comuni ed elementi differenziali

        Il candidato illustri poi la disciplina ancora applicabile ai contratti di lavoro a progetto già stipulati alla data di entrata in vigore del D.Lgs. 81/2015 che ne ha decretato l’abrogazione, con particolare riguardo anche alla procedura di stabilizzazione prevista a decorrere dal 1°-1-2016

        Tema n. 5: Il candidato dopo aver indicato gli elementi qualificatori essenziali del rapporto di collaborazione coordinata e continuativa ex art. 409 c.p.c., evidenzi le differenze che si rilevano con il lavoro autonomo occasionale. Illustri, infine, il regime sanzionatorio per le false co.co co. e partite IVA, applicabile ai rapporti in corso alla data del 25-6-2015 e le modifiche operate dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 6: I rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. Il candidato, dopo averne illustrato le caratteristiche essenziali, accennando anche al regime contributivo, esponga la riforma operata dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 7: Premessi brevi cenni sul sistema di garanzie del rapporto di lavoro subordinato, il candidato tratti della disciplina dello ius variandi del datore di lavoro e del demansionamento del lavoratore alla luce delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 81/2015

        Tema n. 8: Il candidato, premessi alcuni cenni sulla previdenza sociale in favore dei lavoratori autonomi, si soffermi sulla tutela previdenziale prevista per i lavoratori autonomi occasionali

        Tema n. 9: Tratti il candidato della tutela previdenziale prevista per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’INPS, accennando alle modalità di determinazione della contribuzione e ai trattamenti spettanti

        Tema n. 10: La prestazione di lavoro occasionale accessorio a seguito del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act: definizione, campo di applicazione, modalità operative, trattamento economico, previdenziale e fiscale.

        Tema n. 11: Il collocamento della manodopera tra pubblico e privato. Premessi brevi cenni sulla evoluzione dell’istituto, il candidato ne illustri l’attuale assetto, evidenziando la riforma in materia di politiche attive disposta dal D.Lgs. 150/2015, in attuazione del Jobs Act

        Tema n. 12: Il candidato illustri le norme di carattere generale vigenti in materia di assunzione dei lavoratori, soffermandosi sulla comunicazione obbligatoria pluriefficace. Tratti, poi, degli obblighi di natura previdenziale e assistenziale che conseguono alla assunzione di un lavoratore dipendente, illustrandone caratteristiche e modalità di assolvimento, con particolare riferimento agli adempimenti nei confronti dell’INAIL e dell’INPS

        Tema n. 13: Il candidato, alla luce delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 151/2015, di attuazione del Jobs Act, illustri compiutamente l’attuale situazione normativa in materia di collocamento dei soggetti disabili

        Tema n. 14: Il candidato descriva le procedure per l’assunzione dei lavoratori non appartenenti all’Unione Europea, illustrando inoltre i principali aspetti relativi alla gestione del rapporto di lavoro

        Tema n. 15: Il candidato, dopo aver trattato degli adempimenti necessari per la costituzione di un rapporto di lavoro subordinato, si soffermi sugli strumenti di agevolazione contributiva vigenti, con particolare riguardo all’esonero contributivo previsto dalle leggi di stabilità 2016. Accenni, infine, ai limiti ed ai criteri di corretta applicazione la normativa interna, alla luce del D.Lgs. 150/2015 di attuazione del Jobs Act, e la legislazione europea

        Tema n. 16: Il documento unico di regolarità contributiva (DURC), con particolare riguardo alla fruizione dei benefici normativi e contributivi. Il candidato esponga la relativa disciplina, accennando alle nuove modalità del DURC on line, operativo da luglio 2015

        Tema n. 17: Il candidato illustri la disciplina del libro unico del lavoro, soffermandosi sulle modalità di tenuta di maggior rilievo per i consulenti del lavoro

        Tema n. 18: Il libro unico del Lavoro (LUL): il candidato tratti dell’istituzione, tenuta, obblighi ed esclusioni, compilazione, conservazione e del nuovo sistema sanzionatorio introdotto dal D.Lgs.151/2015, di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 19: Le assicurazioni obbligatorie. Il candidato, dopo avere analizzato i tratti essenziali del rapporto assicurativo e previdenziale, si soffermi sugli adempimenti del datore di lavoro nei confronti degli istituti previdenziali e assicurativi (INPS e INAIL)

        Tema n. 20: Il candidato tratti del contratto individuale di lavoro, con particolare riguardo al regime dell’invalidità ed alla tutela fornita dall’art. 2126 c.c

        Tema n. 21: La certificazione dei contratti di lavoro: finalità, procedure ed effetti. Ruoli e competenze delle Commissioni e in particolare dei Consigli provinciali dei consulenti del lavoro

        Tema n. 22: Dopo aver delineato l’evoluzione dell’apprendistato, il candidato ne illustri disciplina, caratteristiche e tipologie alla luce delle modifiche operate dal D.Lgs. 81/2015 in attuazione del Jobs Act

        Tema n. 23: Il candidato, dopo aver sinteticamente illustrato il contratto d’apprendistato alla luce del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act e relativamente alla natura, scopo, modalità d’instaurazione, obblighi, tipologie previste, limiti e profilo previdenziale/assicurativo, si soffermi in particolare sull’apprendistato professionalizzante

        Tema n. 24: L’apprendistato è la forma privilegiata per facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Il candidato ne illustri le caratteristiche principali, tenuto conto delle modifiche operate con il D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, soffermandosi anche sugli aspetti previdenziali e assicurativi

        Tema n. 25: Il candidato, dopo un breve cenno sull’evoluzione storica del contratto a tempo determinato, illustri i requisiti di forma, presupposti e limiti di legge, secondo la disciplina dettata dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 26: Esaminati, alla luce del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, i principi generali del contratto di lavoro a termine con particolare riguardo ai limiti quantitativi e ai casi di proroga del termine iniziale e di prosecuzione temporanea del rapporto alla scadenza, il candidato si soffermi sugli adempimenti del datore di lavoro anche sotto il profilo previdenziale e assicurativo

        Tema n. 27: Il candidato, tenuto conto del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, illustri compiutamente la disciplina del lavoro a tempo determinato, con particolare riguardo al trattamento normativo, economico e previdenziale, soffermandosi anche sui relativi aspetti contributivi

        Tema n. 28: Il candidato analizzi la disciplina del lavoro a tempo parziale alla luce del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, evidenziando anche gli aspetti previdenziali e assicurativi

        Si soffermi, poi, sulle ipotesi introdotte dal legislatore relative alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno in part-time

        Tema n. 29: Il candidato, tenendo conto del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, illustri la disciplina del lavoro intermittente, soffermandosi anche sugli aspetti previdenziali ed assicurativi

        Tema n. 30: Il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato (CATUC) introdotto dal D.Lgs. 23/2015, di attuazione del Jobs Act, e il nuovo assetto delle tutele accordate al lavoratore

        Il candidato ne delinei la disciplina nei suoi aspetti essenziali, concludendo con l’esposizione dei requisiti e dei limiti per la fruizione dell’esonero contributivo previsto per le assunzioni a tempo indeterminato dalle leggi di stabilità 2015 e 2016

        Tema n. 31: Il candidato esponga la disciplina dell’appalto con particolare riferimento alle misure a tutela dei lavoratori dipendenti dall’appaltatore, anche dal punto di vista della loro salute e sicurezza. Tratti infine del regime contributivo applicato ai lavoratori interessati

        Tema n. 32: Il candidato descriva disciplina e finalità dell’istituto del distacco comparando lo stesso con il trasferimento e la trasferta del lavoratore. Tratti degli adempimenti del distaccante e del distaccatario e delle loro rispettive responsabilità

        Tema n. 33: Definisca il candidato la nozione di trasferimento di azienda, illustrando poi le tutele per i lavoratori coinvolti nel trasferimento e la procedura prevista per le aziende che superino i 15 dipendenti

        Tema n. 34: Il contratto di somministrazione a seguito del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act: il candidato ne illustri le caratteristiche anche sotto gli aspetti retributivi, assicurativi, contributivi e quelli legati alla sicurezza, indicando la ripartizione degli oneri da esso nascenti tra somministratore e utilizzatore

        Tema n. 35: Il candidato tratti degli obblighi del prestatore derivanti dal rapporto di lavoro subordinato, soffermandosi sull’obbligo di fedeltà e sulle conseguenze della sua violazione

        Tema n. 36: Il candidato tratti dei poteri e degli obblighi del datore di lavoro ed in particolare del potere di sorveglianza a distanza del lavoratore come innovato dal D.Lgs. 151/2015

        Tema n. 37: Premessi brevi cenni sulla natura del potere disciplinare in capo al datore di lavoro, il candidato illustri la procedura di irrogazione delle sanzioni disciplinari, con particolare riferimento alla fattispecie del licenziamento disciplinare, tenendo conto delle importanti modifiche introdotte dal D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 38: Tratti il candidato del potere di controllo e verifica riconosciuto ai lavoratori in materia di igiene e sicurezza del lavoro, con particolare riferimento ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza alla luce del Testo Unico della sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008)

        Tema n. 39: La prevenzione degli infortuni e l’igiene del lavoro: disciplina legislativa, obblighi e doveri delle parti, attività di vigilanza. Il candidato ne illustri gli aspetti fondamentali alla luce del Testo Unico della sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008)

        Tema n. 40: Il candidato illustri la normativa a tutela dei minori per l’accesso al mercato del lavoro, accennando anche alle disposizioni previste in loro favore in materia previdenziale

        Tema n. 41: Si descrivano gli aspetti salienti della legislazione in materia di parità uomo-donna nel rapporto di lavoro

        Tema n. 42: Il candidato illustri le forme di tutela previste dall’ordinamento giuridico in favore delle lavoratrici madri, tenendo conto delle recenti innovazioni apportate dal D.Lgs. 80/2015 di attuazione del Jobs Act.

        Tema n. 43: Sostegno alla maternità e paternità dei lavoratori. Il candidato illustri l’istituto in oggetto e declini i diritti e relativi benefici genitoriali, tenendo conto delle misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro introdotte dal D.Lgs. 80/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 44: Il candidato, richiamandosi alle norme costituzionali, esponga i principi fondamentali relativi alla retribuzione del lavoratore subordinato ed evidenzi i caratteri della stessa, nonché gli elementi di cui è composta, le forme di retribuzione e la modalità di corresponsione

        Tema n. 45: Il candidato illustri il concetto di retribuzione imponibile ai fini previdenziali ed evidenzi i principali elementi e voci che la compongono e se sono assoggettati od esclusi dalla contribuzione, illustrando anche il regime di sgravio contributivo per le erogazioni previste dalla contrattazione di secondo livello

        Tema n. 46: Il candidato illustri i principi costituzionali in materia di retribuzione e previdenza

        Evidenzi ed illustri poi, con riferimento al lavoro dipendente, i concetti di minimale giornaliero di retribuzione, aliquota contributiva, tasso di premio, base imponibile contributiva, contribuzione previdenziale e assicurativa

        Tema n. 47: Dopo aver accennato brevemente alla natura giuridica ed ai caratteri dei contributi previdenziali, nonché alle varie aliquote esistenti nell’ambito della tutela previdenziale del lavoro subordinato e ai principali esoneri contributivi vigenti, il candidato illustri le regole fondamentali in materia di retribuzione imponibile e le modalità di determinazione e di versamento dei contributi dovuti all’INPS da parte dei datori di lavoro

        Tema n. 48: Dal rapporto assicurativo nascono obblighi nei confronti degli istituti previdenziali

        Il candidato illustri la responsabilità del datore di lavoro per l’omesso o ritardato versamento di contributi e premi, con particolare riguardo all’ipotesi di evasione contributiva e alle sanzioni applicabili

        Tema n. 49: Il candidato si soffermi sull’obbligo contributivo a carico del datore di lavoro, illustrando le modalità di determinazione e versamento dei contributi ed il relativo sistema di riscossione

        Tema n. 50: Il candidato illustri gli aspetti salienti della disciplina dell’assegno per il nucleo familiare

        Tema n. 51: Il candidato delinei la vigente normativa sull’orario di lavoro, tratti in particolare del lavoro straordinario e si soffermi sulla disciplina dei riposi giornalieri, settimanali ed annuali

        Tema n. 52: Il candidato, dopo aver accennato al regime delle festività attualmente vigente, tratti delle ferie annuali tenendo conto dei principi contenuti nelle norme di riferimento

        Tema n. 53: Il candidato illustri la disciplina del lavoro notturno, accennando anche alle disposizioni a tutela delle lavoratrici madri e dei lavoratori minori di età

        Tema n. 54: Il candidato tratti delle principali cause di sospensione e modificazione del rapporto di lavoro, soffermandosi sul regime di tutela nonché su quello previdenziale, assistenziale e assicurativo

        Tema n. 55: Il candidato, dopo aver delineato la normativa generale sulle assenze dal lavoro, si soffermi sulle disposizioni in materia di permessi e congedi per eventi particolari, accennando al relativo regime economico e contributivo

        Tema n. 56: Il candidato esponga la disciplina dei congedi previsti dall’ordinamento per i lavoratori portatori di handicap e per i familiari che prestano loro assistenza

        Tema n. 57: Illustri il candidato la disciplina dei permessi e dei congedi per motivi di studio e di formazione

        Tema n. 58: Il candidato, dopo aver passato in rassegna le cause di sospensione del rapporto di lavoro, si soffermi sulla malattia del lavoratore evidenziando gli adempimenti prescritti a carico del lavoratore e del datore e fornendo uno schema esemplificativo di calcolo del trattamento economico spettante

        Tema n. 59: Il candidato tratti della risoluzione del rapporto di lavoro: le procedure previste in caso di dimissioni e di licenziamento, per motivi soggettivi ed oggettivi e la tutela in caso di licenziamento illegittimo a seguito del D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act. Descriva, poi, le obbligazioni delle parti successive alla risoluzione del contratto

        Tema n. 60: Dopo aver accennato alle limitazioni poste dalla legge alla estinzione del rapporto di lavoro, si soffermi il candidato sul licenziamento per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo e sulle conseguenze del licenziamento illegittimo, tenendo conto delle importanti modifiche introdotte dal D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act.

        Tema n. 61: Il candidato tratti del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, soffermandosi sui regimi sanzionatori alla luce anche delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 23/2015 di attuazione.del Jobs Act.

        Tema n. 62: Tratti il candidato del licenziamento collettivo: condizioni, procedure e regimi sanzionatori nei casi di illegittimità, anche considerando le innovazioni introdotte dal D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act. Accenni infine agli incentivi per i datori di lavoro che assumono i lavoratori licenziati

        Tema n. 63: Il candidato descriva i principali adempimenti ed obblighi del datore di lavoro alla cessazione del rapporto di lavoro, con particolare riguardo al cd. contributo di licenziamento

        Tema n. 64: Il candidato tratti della disciplina del trattamento di fine rapporto di lavoro (TFR), tenendo conto anche della modalità di corresponsione diretta in busta paga

        Tema n. 65: Finalità della previdenza complementare e destinazione del TFR

        Tema n. 66: Il sistema degli ammortizzatori sociali alla luce del Jobs Act e dei decreti di attuazione (D.Lgs. 22/2015 e D.Lgs. 148/2015). Il candidato illustri gli strumenti a sostegno del reddito attivabili sia in costanza di rapporto di lavoro sia quelli utilizzabili post cessazione

        Tema n. 67: La gestione del personale in situazioni di crisi può comportare l’esigenza di adeguamento dell’organico aziendale e l’intervento degli ammortizzatori sociali. Il candidato si soffermi sull’istituto della cassa integrazione guadagni, tenendo conto delle novità introdotte dal D.Lgs. 148/2015 di attuazione del Jobs Act, evidenziandone le tipologie, i settori inclusi, i lavoratori beneficiari, le cause integrabili, l’indennità e la sua durata e gli aspetti relativi alla contribuzione a carico del datore di lavoro e del lavoratore

        Tema n. 68: Tracciato un quadro sintetico degli interventi pubblici di sostegno al reddito, il candidato approfondisca la trattazione della cassa integrazione guadagni e della mobilità, specificandone presupposti, soggetti, procedure, durata e aspetti economici e contributivi

        Tema n. 69: Dopo aver accennato al sistema di tutela sociale in caso di perdita del posto di lavoro, il candidato si soffermi sulle misure in atto che agevolano il reinserimento dei disoccupati e dei lavoratori in mobilità, con particolare riguardo alle agevolazioni in favore di datori di lavoro e all’assegno di ricollocazione previsto dal D.Lgs. 150/2015 di attuazione del Jobs Act.

        Tema n. 70: Il candidato illustri la disciplina della Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego (NASPI), con particolare riguardo al campo di applicazione, ai requisiti necessari, all’importo e alla durata del trattamento, descrivendo anche gli aspetti relativi agli oneri contributivi in capo al datore di lavoro

        Tema n. 71: Tratti il candidato della speciale indennità (DIS-COLL) a tutela del reddito per i collaboratori coordinati e continuativi, prevista dal D.Lgs. 22/2015 di attuazione del Jobs Act.

        Tema n. 72: Dopo aver descritto in generale l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, il candidato illustri in particolare tali eventi, gli effetti che essi hanno sul rapporto di lavoro e gli adempimenti a carico del lavoratore e del datore di lavoro al verificarsi degli stessi

        Tema n. 73: Dopo aver accennato brevemente all’evoluzione dell’assicurazione, il candidato illustri le disposizioni del D.P.R. 1124/1965 relativamente alla responsabilità civile del datore di lavoro per l’infortunio o la malattia professionale e alle conseguenti azioni del lavoratore o dell’Istituto assicuratore

        Tema n. 74: Il candidato, dopo aver brevemente accennato alla disciplina degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, si soffermi sulle principali prestazioni assicurative erogate dall’INAIL, con particolare riferimento alla tutela del danno biologico

        Tema n. 75: Infortunio sul lavoro e connesso trattamento assicurativo. Il candidato, dopo aver inquadrato l’infortunio sul lavoro tra le cause di sospensione del rapporto di lavoro subordinato, indichi i presupposti costitutivi dell’infortunio sul lavoro e gli adempimenti a carico del datore di lavoro e del lavoratore, nonché la misura dell’indennità sostitutiva dovuta al lavoratore in caso di inabilità temporanea, sia per la parte a carico del datore di lavoro, che dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro

        Tema n. 76: Descriva il candidato gli adempimenti facenti capo al datore di lavoro ai fini dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, soffermandosi, in particolare, sulle modalità di inquadramento tariffario e di determinazione del premio

        Tema n. 77: Tratti il candidato degli adempimenti del datore di lavoro dalla costituzione alla cessazione del rapporto assicurativo, ed in particolare della procedura di autoliquidazione dei premi, accennando anche al sistema sanzionatorio in caso di violazione

        Tema n. 78: Il candidato illustri l’applicazione dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ai lavoratori parasubordinati

        Tema n. 79: Il candidato tratti del sistema di garanzie dei diritti del lavoratore, con particolare riferimento ai crediti retributivi

        Tema n. 80: Illustri il candidato le misure previste dall’ordinamento per contrastare il grave fenomeno del lavoro sommerso e irregolare, con particolare riguardo alla cd. maxisanzione amministrativa

        Tema n. 81: Il candidato, dopo aver brevemente illustrato l’attuale assetto dell’attività di vigilanza D.Lgs. 149/2015, si soffermi sulle modalità di svolgimento dell’ispezione in azienda accennando anche alla redazione del verbale

        Tema n. 82: Diffida accertativa per i crediti patrimoniali e conciliazione monocratica: il candidato, dopo aver analizzato i due istituti, descriva il regime contributivo cui vanno assoggettati gli importi corrisposti a seguito di conciliazione monocratica

        Tema n. 83: Il candidato tratti dei mezzi di estinzione dell’illecito previsti dal D.Lgs. 124/2004 ovvero la prescrizione obbligatoria e la diffida

        Tema n. 84: Il candidato analizzi l’istituto dell’interpello, nell’ambito della funzione di prevenzione e promozione svolta dagli organi di vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale

        Tema n. 85: Il candidato tratti del processo del lavoro e del rito specifico in tema di licenziamento (cd. rito Fornero), accennando anche agli strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie e alla nuova conciliazione agevolata introdotta dal D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act.

        Tema n. 86: Il candidato tratti della differenza tra i contratti collettivi erga omnes e i contratti collettivi di diritto comune, dei rapporti intercorrenti tra i contratti collettivi di lavoro, la legge ed i contratti individuali di lavoro

        Tema n. 87: Il candidato illustri le regole della contrattazione collettiva alla luce degli accordi interconfederali e del Testo Unico della rappresentanza (accordo interconfederale 2014), con particolare riguardo ai livelli di contrattazione e al rapporto tra essi, alla durata del contratto collettivo, al meccanismo di adeguamento delle retribuzioni e all’efficacia del contratto collettivo, sia di livello nazionale che aziendale

        Tema n. 88: Tratti il candidato del comportamento antisindacale del datore di lavoro e del procedimento ex articolo 28 L. 20-5-1970, n. 300

        Tema n. 89: Il candidato illustri il diritto di sciopero, trattando in particolare degli effetti sul contratto di lavoro

        Tema n. 90: Esamini il candidato la normativa che regola il cumulo tra le diverse forme di pensione ed i redditi di lavoro dipendente, accennando anche agli adempimenti cui sono tenuti il lavoratore pensionato ed il datore di lavoro

        APPENDICE I

        Ordinamento dei consulenti del lav oro

        L. 11 gennaio 1979, n. 12. — Norme per l’ordinamento della professione di consulente del lavoro

        Codice deontologico dei consulenti del lavoro del 3 ottobre 2008. — Codice comportamentale approvato dal Consiglio Nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro

        Regolamento sul tirocinio obbligatorio per l’accesso alla professione di consulente del lavoro approvato dal Consiglio Nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro il 23 ottobre 2014

        Appendice II

        Prove scritte di diritto del lavoro assegnate nelle precedenti sessioni di esame (2010-2014)