Temi per le prove scritte di Consulente del Lavoro - 52 Temi 62/3A - Edizioni Simone

Temi per le prove scritte di Consulente del Lavoro - 52 Temi

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v62_3a.jpg

52 Temi per le prove scritte - Prima prova scritta DIRITTO DEL LAVORO E LEGISLAZIONE SOCIALE Seconda prova scritta DIRITTO TRIBUTARIO - Con schemi di svolgimento e riferimenti normativi - Con tutti i decreti attuativi del JOBS ACT e della DELEGA FISCALE

  • Anno Edizione: 2016
  • Edizione: VII
  • Formato: 10,5 x 15
  • Pagine: 320
  • Codice: 62/3A
  • Isbn: 9788891411402
  • Prezzo: € 19,00
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
    • FORMATO
      TASCABILE
      10,5cm x 15cm
     
     

      • Questo testo di preparazione all’esame di abilitazione alla professione di consulente del lavoro contiene 52 temi svolti di Diritto del lavoro e Legislazione sociale e Diritto tributario.

        Le tracce sono impostate sulla falsariga di quelle concretamente assegnate nelle precedenti sessioni d’esame.

        Lo svolgimento e caratterizzato da esemplificazioni e casi pratici, inerenti agli adempimenti più ricorrenti nell’attività professionale del consulente del lavoro.

        Le tracce proposte nel volume riguardano gli argomenti di maggiore importanza e attualità, tenuto conto delle numerose novità legislative relative all’emanazione di tutti i decreti di attuazione del Jobs Act e della delega fiscale.

      • PRIMA PROVA

        DIRITTO DEL LAVORO E LEGISLAZIONE SOCIALE

        Tema n. 1: Il candidato illustri il lavoro subordinato, parasubordinato ed autonomo, descrivendone i tratti distintivi, tenuto conto anche delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act. Accenni, poi, agli adempimenti nei confronti degli enti previdenziali ed assistenziali ai fini delle assicurazioni sociali obbligatorie

        Tema n. 2: Prestazione di lavoro subordinata e autonoma: tratti comuni ed elementi differenziali. Il candidato illustri poi la disciplina ancora applicabile ai contratti di lavoro a progetto già stipulati alla data di entrata in vigore del D.Lgs. 81/2015 che ne ha decretato l’abrogazione, con particolare riguardo anche alla procedura di stabilizzazione prevista a decorrere dal 1°-1-2016

        Tema n. 3: Il candidato dopo aver indicato gli elementi qualificatori essenziali del rapporto di collaborazione coordinata e continuativa ex art. 409 c.p.c., evidenzi le differenze che si rilevano con il lavoro autonomo occasionale. Illustri, infine, il regime sanzionatorio per le false co.co.co. e partite IVA, applicabile ai rapporti in corso alla data del 25-6-2015 e le modifiche operate dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 4: Premessi brevi cenni sul sistema di garanzie del rapporto di lavoro subordinato, il candidato tratti della disciplina dello ius variandi del datore di lavoro e del demansionamento del lavoratore alla luce delle modifiche introdotte dal D.Lgs. 81/2015

        Tema n. 5: La prestazione di lavoro occasionale accessorio a seguito del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act: definizione, campo di applicazione, modalità operative, trattamento economico, previdenziale e fiscale.

        Tema n. 6: Il collocamento della manodopera tra pubblico e privato. Premessi brevi cenni sulla evoluzione dell’istituto, il candidato ne illustri l’attuale assetto, evidenziando la riforma in materia di politiche attive disposta dal D.Lgs. 150/2015, in attuazione del Jobs Act

        Tema n. 7: Il candidato illustri le norme di carattere generale vigenti in materia di assunzione dei lavoratori, soffermandosi sulla comunicazione obbligatoria pluriefficace. Tratti, poi, degli obblighi di natura previdenziale e assistenziale che conseguono alla assunzione di un lavoratore dipendente, illustrandone caratteristiche e modalità di assolvimento, con particolare riferimento agli adempimenti nei confronti dell’INAIL e dell’INPS

        Tema n. 8: Il candidato, dopo aver trattato degli adempimenti necessari per la costituzione di un rapporto di lavoro subordinato, si soffermi sugli strumenti di agevolazione contributiva vigenti, con particolare riguardo all’esonero contributivo previsto dalle leggi di stabilita 2016. Accenni, infine, ai limiti ed ai criteri di corretta applicazione la normativa interna, alla luce del D.Lgs. 150/2015 di attuazione del Jobs Act, e la legislazione europea

        Tema n. 9: Il documento unico di regolarità contributiva (DURC), con particolare riguardo alla fruizione dei benefici normativi e contributivi. Il candidato esponga la relativa disciplina, accennando alle nuove modalità del DURC on line, operativo da luglio 2015

        Tema n. 10: Il libro unico del Lavoro (LUL): il candidato tratti dell’istituzione, tenuta, obblighi ed esclusioni, compilazione, conservazione e del nuovo sistema sanzionatorio introdotto dal D.Lgs. 151/2015, di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 11: Le assicurazioni obbligatorie. Il candidato, dopo avere analizzato i tratti essenziali del rapporto assicurativo e previdenziale, si soffermi sugli adempimenti del datore di lavoro nei confronti degli istituti previdenziali e assicurativi (INPS e INAIL)

        Tema n. 12: Dopo aver delineato l’evoluzione dell’apprendistato, il candidato ne illustri disciplina, caratteristiche e tipologie alla luce delle modifiche operate dal D.Lgs. 81/2015 in attuazione del Jobs Act

        Tema n. 13: Il candidato, dopo un breve cenno sull’evoluzione storica del contratto a tempo determinato, illustri i requisiti di forma, presupposti e limiti di legge, secondo la disciplina dettata dal D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 14: Il candidato analizzi la disciplina del lavoro a tempo parziale alla luce del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, evidenziando anche gli aspetti previdenziali e assicurativi. Si soffermi, poi, sulle ipotesi introdotte dal legislatore relative alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno in part-time

        Tema n. 15: Il candidato, tenendo conto del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act, illustri la disciplina del lavoro intermittente, soffermandosi anche sugli aspetti previdenziali ed assicurativi

        Tema n. 16: Il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato (CATUC) introdotto dal D.Lgs. 23/2015, di attuazione del Jobs Act, e il nuovo assetto delle tutele accordate al lavoratore. Il candidato ne delinei la disciplina nei suoi aspetti essenziali, concludendo con l’esposizione dei requisiti e dei limiti per la fruizione dell’esonero contributivo previsto per le assunzioni a tempo indeterminato dalle leggi di stabilita 2015 e 2016

        Tema n. 17: Il contratto di somministrazione a seguito del D.Lgs. 81/2015 di attuazione del Jobs Act: il candidato ne illustri le caratteristiche anche sotto gli aspetti retributivi, assicurativi, contributivi e quelli legati alla sicurezza, indicando la ripartizione degli oneri da esso nascenti tra somministratore e utilizzatore

        Tema n. 18: Il candidato illustri il concetto di retribuzione imponibile ai fini previdenziali ed evidenzi i principali elementi e voci che la compongono e se sono assoggettati od esclusi dalla contribuzione, illustrando anche il regime di sgravio contributivo per le erogazioni previste dalla contrattazione di secondo livello

        Tema n. 19: Il candidato tratti della risoluzione del rapporto di lavoro: le procedure previste in caso di dimissioni e di licenziamento, per motivi soggettivi ed oggettivi e la tutela in caso di licenziamento illegittimo a seguito del D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act. Descriva, poi, le obbligazioni delle parti successive alla risoluzione del contratto

        Tema n. 20: Tratti il candidato del licenziamento collettivo: condizioni, procedure e regimi sanzionatori nei casi di illegittimita, anche considerando le innovazioni introdotte dal D.Lgs. 23/2015 di attuazione del Jobs Act. Accenni infine agli incentivi per i datori di lavoro che assumono i lavoratori licenziati

        Tema n. 21: Il sistema degli ammortizzatori sociali alla luce del Jobs Act e dei decreti di attuazione (D.Lgs. 22/2015 e D.Lgs. 148/2015). Il candidato illustri gli strumenti a sostegno del reddito attivabili sia in costanza di rapporto di lavoro sia quelli utilizzabili post cessazione

        Tema n. 22: La gestione del personale in situazioni di crisi può comportare l’esigenza di adeguamento dell’organico aziendale e l’intervento degli ammortizzatori sociali. Il candidato si soffermi sull’istituto della cassa integrazione guadagni, tenendo conto delle novità introdotte dal D.Lgs. 148/2015 di attuazione del Jobs Act, evidenziandone le tipologie, i settori inclusi, i lavoratori beneficiari, le cause integrabili, l’indennità e la sua durata e gli aspetti relativi alla contribuzione a carico del datore di lavoro e del lavoratore

        Tema n. 23: Dopo aver accennato al sistema di tutela sociale in caso di perdita del posto di lavoro, il candidato si soffermi sulle misure in atto che agevolano il reinserimento dei disoccupati e dei lavoratori in mobilita, con particolare riguardo alle agevolazioni in favore di datori di lavoro e all’assegno di ricollocazione previsto dal D.Lgs. 150/2015 di attuazione del Jobs Act

        Tema n. 24: Il candidato illustri la disciplina della Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego (NASPI), con particolare riguardo al campo di applicazione, ai requisiti necessari, all’importo e alla durata del trattamento, descrivendo anche gli aspetti relativi agli oneri contributivi in capo al datore di lavoro

        Tema n. 25: Dopo aver descritto in generale l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, il candidato illustri in particolare tali eventi, gli effetti che essi hanno sul rapporto di lavoro e gli adempimenti a carico del lavoratore e del datore di lavoro al verificarsi degli stessi

        SECONDA PROVA

        DIRITTO TRIBUTARIO

        Tema n. 26: Il candidato, esaminate le caratteristiche essenziali dell’accertamento delle imposte sui redditi, illustri le tipologie di accertamento esperibili nei confronti delle persone fisiche soffermandosi in particolare sulle caratteristiche del redditometro

        Tema n. 27: Premessi brevi cenni ai tipi di accertamento che l’amministrazione finanziaria può esperire nei confronti dei contribuenti titolari di redditi d’impresa e di lavoro autonomo, il candidato tratti dell’accertamento induttivo con particolare riferimento agli studi di settore

        Tema n. 28: Il candidato esamini le caratteristiche salienti del sistema di riscossione operando i necessari distinguo tra versamento spontaneo e riscossione coattiva

        Tema n. 29: Il candidato illustri la disciplina del contenzioso tributario soffermandosi in particolare sulle novità apportate del decreto di riforma del processo tributario (D.Lgs. 156/2015)

        Tema n. 30: Il candidato illustri le disposizioni relative ai Centri di assistenza fiscale (CAF), con particolare riguardo agli adempimenti relativi al rapporto tra CAF e lavoratore dipendente, e si soffermi brevemente sulla certificazione tributaria

        Tema n. 31: Dopo averne illustrato la figura e le differenze con il responsabile d’imposta, il candidato si soffermi sugli obblighi gravanti sul sostituto d’imposta

        Tema n. 32: Il candidato, dopo una disamina dei caratteri essenziali dell’IRPEF, illustri le modalità di determinazione e di versamento dell’imposta

        Tema n. 33: Il candidato descriva i principali oneri deducibili ed oneri detraibili previsti dalla normativa in tema di IRPEF

        Tema n. 34: Il candidato, dopo aver trattato in modo sintetico delle modalità di tassazione dei redditi di lavoro dipendente, determini, sulla base di dati a scelta, la ritenuta fiscale su una busta paga. Inoltre, premessi brevi cenni al conguaglio fiscale di fine anno sui redditi di lavoro dipendente, ne effettui un esempio di calcolo

        Tema n. 35: Il candidato tratti dell’operazione di accantonamento di fine anno al Fondo TFR esaminandone anche gli aspetti contabili. Predisponga, inoltre, un esempio di calcolo dell’imposta sul TFR

        Tema n. 36: Il candidato, dopo aver brevemente definito i redditi di lavoro autonomo e di impresa, si soffermi sulle diverse modalità di determinazione delle due categorie reddituali fornendo un esempio pratico che evidenzi la differenza tra il criterio di cassa e quello di competenza

        Tema n. 37: Il candidato, dopo aver illustrato i caratteri fondamentali del reddito d’impresa, si soffermi sui principi di determinazione dettati dal TUIR e tratti dei regimi contabili previsti per le imprese

        Tema n. 38: Il candidato esamini la disciplina fiscale dei costi relativi ai veicoli utilizzati nell’esercizio di imprese, arti e professioni

        Tema n. 39: Il candidato, dopo aver brevemente esposto il meccanismo applicativo dell’IVA, illustri il sistema delle detrazioni ed i principi sui quali esso e fondato

        Tema n. 40: Dopo aver illustrato gli adempimenti iniziali cui sono obbligati i contribuenti IVA, il candidato si soffermi sugli adempimenti connessi alla fatturazione delle operazioni attive e sui registri IVA

        Tema n. 41: Il candidato esamini la disciplina dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) e accenni ai dubbi di incostituzionalità e di incompatibilità dell’imposta con la normativa comunitaria

        Tema n. 42: Il candidato illustri le caratteristiche del modello di certificazione unica (CU) e i connessi adempimenti. Inoltre, rediga un esempio di compilazione con dati a scelta sulla base della normativa fiscale vigente

        Tema n. 43: Il candidato proceda, commentandoli brevemente, ai calcoli necessari alla compilazione del prospetto di liquidazione di un modello 730/2016

        Tema n. 44: Dopo aver esaminato le differenze tra la determinazione del reddito d’impresa civilistico e quello fiscale, il candidato determini, con dati a scelta, il reddito fiscale di una società di capitali

        Tema n. 45: Il candidato calcoli il reddito imponibile di un professionista per l’anno 2015

        Tema n. 46: Il candidato, dopo aver illustrato sinteticamente gli adempimenti IVA relativi alle liquidazioni e ai versamenti periodici e all’obbligo di presentazione della dichiarazione annuale, proceda al calcolo dell’IVA dovuta da un imprenditore in riferimento ad una liquidazione periodica trimestrale

        Tema n. 47: Il candidato, dopo aver accennato alle disposizioni dettate dal D.Lgs. 241/97 in materia di versamento unitario e compensazione e al modello F24, dica degli effetti della sua introduzione sugli adempimenti periodici dei datori di lavoro e rediga un F24 con dati a scelta, prevedendo un esempio di compensazione e uno di rateazione

        Tema n. 48: Il candidato, dopo aver esposto la disciplina relativa all’imposta municipale propria (IMU) proceda al calcolo della stessa e alla compilazione del modello F24 relativo al versamento d’acconto per l’anno 2016.

        Tema n. 49: Il candidato illustri in modo sintetico quali sono gli elementi che caratterizzano il prospetto di busta paga e predisponga un cedolino

        Tema n. 50: Il candidato tratti brevemente delle mensilità aggiuntive e predisponga il cedolino paga relativo alla tredicesima mensilità per un dipendente assunto nel corso dell’anno

        Tema n. 51: Il candidato illustri in modo sintetico il trattamento economico del congedo di maternità e del congedo parentale e predisponga il cedolino paga di una lavoratrice dipendente all’ottavo mese di gravidanza in congedo di maternità per l’intero mese

        Tema n. 52: Il candidato, dopo aver brevemente esaminato le modalità di fatturazione di un professionista e i regimi contabili adottabili, rediga, con dati a scelta, un esempio di parcella