Costituzione Esplicata E5 - Edizioni Simone

Costituzione Esplicata

abstract

Edizioni Simone

http://www.simone.it/catalogo/ve5.jpg

Spiegata Articolo per Articolo - Con il commento al testo definitivo del disegno di legge costituzionale (S. 1429) relativo al superamento del bicameralismo perfetto e alla modifica del Titolo V Parte II della Costituzione

A cura di Federico del Giudice

  • Anno Edizione: 2016
  • Formato: 15 x 21
  • Pagine: 432
  • Codice: E5
  • Isbn: 9788891409669
  • Prezzo: € 17,00
  •  

  • Acquista
  • cartaceo
 
 

    • Questa XV edizione viene data alle stampe dopo che il disegno di legge costituzionale, che segna un epocale cambiamento della nostra Costituzione, ha assunto la sua veste formale definitiva.

      Il sistema politico-istituzionale italiano, anche in ragione delle modifiche introdotte dall’ultima legge elettorale (cd. Italicum), si sta gradualmente trasformando da «parlamentare» in «premierale», ridimensionando la sovranità del Parlamento a favore della segreteria politica del Premier che si assume, così, in toto la responsabilità di governo.

      I parlamentari, per una buona parte ancora «nominati» dai partiti, saranno sempre più legati ai loro segretari e, pertanto, la loro indipendenza politica sarà fortemente attenuata.

      Di questo pacchetto di norme riformatrici, ne beneficerà soprattutto chi governa, cioè il Premier e il suo partito, che avranno nelle mani anche il potere legislativo di un Parlamento, ormai vedovo del Senato elettivo, condizionato dalle «infornate» dei capilista e dei fedelissimi delle segreterie.

      Preso atto di tale «deparlamentarizzazione», ci si dovrà abituare a una nuova forma di governo molto lontana da quella ideata dai Padri Costituenti. Di fatto, il principio democratico e il principio della separazione dei poteri, valori indefettibili della nostra storia costituzionale, saranno fortemente limitati dalla preminenza dell’esecutivo. Basti pensare alla pratica, invero già da tempo consolidata, di legiferare attraverso decreti legge e decreti legislativi in luogo della legge ordinaria.

      L’ultimo ostacolo che si frappone a tale mutamento costituzionale è solo il referendum sospensivo previsto dall’art. 138 della Costituzione, sebbene l’esito favorevole appaia prevedibile in quanto il coraggio del «no» verrà quasi certamente superato dalla voglia del «nuovo» e, in particolare, dalla indefettibile necessità del superamento del bicameralismo perfetto.

    • Nascita e vicende della Costituzione italiana: dalla Costituente ai nostri giorni

      La Costituzione repubblicana

      Principi fondamentali

      Parte I - Diritti e doveri dei cittadini

      Titolo I - Rapporti civili

      Titolo II - Rapporti etico-sociali

      Titolo III - Rapporti economici

      Titolo IV - Rapporti politici

      Parte II - Ordinamento della Repubblica

      Titolo I - Il Parlamento

      Sezione I - Le Camere

      Sezione II - La formazione delle leggi

      Titolo II - Il Presidente della Repubblica

      Titolo III - Il Governo

      Sezione I - Il Consiglio dei Ministri

      Sezione II - La Pubblica Amministrazione

      Sezione III - Gli organi ausiliari

      Titolo IV - La Magistratura

      Sezione I - Ordinamento giurisdizionale

      Sezione II - Norme sulla giurisdizione

      Titolo V - Le Regioni, le Province, i Comuni

      Titolo VI - Garanzie costituzionali

      Sezione I - La Corte costituzionale

      Sezione II - Revisione della Costituzione. Leggi costituzionali

      Disposizioni transitorie e finali

      Appendice Prima

      Statuto del Regno

      Il precedente della Costituzione: lo Statuto Albertino

      1. L’emanazione dello Statuto Albertino

      2. La forma di Governo introdotta dallo Statuto

      3. La Corona

      4. Camera dei deputati e Senato del Regno

      5. Disposizioni comuni alle due Camere

      6. Rapporti fra Governo e Parlamento

      7. La Magistratura

      8. Diritti e doveri dei cittadini

      Statuto del Regno - Promulgato da Carlo Alberto di Savoia il 4 marzo 1848

      Appendice Seconda

      La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea

      1. I diritti fondamentali nei trattati istitutivi delle Comunità europee

      2. La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea

      3. I contenuti della Carta dei diritti fondamentali

      Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea

      Preambolo

      Titolo I - Dignità

      Titolo II - Libertà

      Titolo III - Uguaglianza

      Titolo IV - Solidarietà

      Titolo V - Cittadinanza

      Titolo VI - Giustizia

      Titolo VII - Disposizioni generali che disciplinano l’interpretazione e l’applicazione della Carta

      Indice analitico

    • Federico del Giudice

      Già docente di “Diritto pubblico comparato” presso L’Università Orientale di Napoli e autore di numerose e fortunate pubblicazioni di diritto pubblico e amministrativo. Nel 2010 è stato insignito del Premio Pietro Rutelli, riconosciuto a personalità che hanno contribuito al progresso civile, sociale, culturale ed economico del nostro Paese.