Il contratto a tutele crescenti (CATUC) Lex1 - Edizioni Simone

Il contratto a tutele crescenti (CATUC)

abstract

Edizioni Simone

http://www.simone.it/catalogo/vlex1.jpg

Il nuovo regime sanzionatorio in caso di licenziamento illegittimo ex D.Lgs 23/2015 di attuazione del Jobs Act • Il campo di applicazione • Esonero contributivo triennale • Nuovo e vecchio regime a confronto • Casistica, Giurisprudenza e Tavole esplicative

Autori

  • Anno Edizione: 2015
  • Formato: 21 x 29,5
  • Pagine: 144
  • Codice: Lex1
  • Isbn: 9788891406514
  • Prezzo: € 23,00
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 9788824424226
  • Prezzo PDF: € 15,99
  •  

 
 
  • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

    • La collana Le Orienta fornisce strumenti professionali completi e di facile consultazione sulle più importanti tematiche del complesso e variegato panorama legislativo.

      Gli argomenti sono selezionati in funzione della loro importanza, dell’esegesi giurisprudenziale o in quanto oggetto di riforma o modifica normativa.

      Questo numero offre un’analisi ad ampio spettro del contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti, cd. CATUC, introdotto dal D.Lgs. 4-3-2015, n. 23, e del nuovo regime sanzionatorio applicabile in caso di licenziamento illegittimo, approfondendone gli aspetti applicativi, in un quadro sistematico di confronto tra il «vecchio» e il «nuovo» regime.

      La trattazione, di taglio teorico-pratico, è supportata da casi pratici e esemplificativi, dal richiamo alla giurisprudenza più significativa e consolidata e da numerosi schemi esplicativi e tabelle di sintesi.
      Le disposizioni legislative di riferimento sono riportate in un’Appendice finale che, per il più agevole reperimento della norma d’interesse, è corredata di piste di lettura.

    • Introduzione - Il Jobs Act (L. 183/2014) e il D.Lgs. 4 marzo 2015, n. 23 in materia di contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti

      1 Il contratto a tutele crescenti

      1 Il contratto di lavoro subordinato e le disposizioni di tutela

      2 Il nuovo contratto a tempo indeterminato. Il contratto di lavoro a tutele crescenti (CATUC)

      3 I vantaggi per le imprese

      4 Il campo di applicazione del CATUC

      5 L’applicazione del nuovo regime ex D.Lgs. 23/2015 in caso di conversione a tempo indeterminato del contratto a termine e dell’apprendistato

      6 Ulteriori tipologie contrattuali a tempo indeterminato

      7 Applicazione del nuovo regime in caso di superamento del limite dimensionale dopo il 7-3-2015

      8 L’agevolazione contributiva per le assunzioni a tempo indeterminato stabilita dalla legge di stabilità 2015. Campo di applicazione

      9 Segue: Entità dell’agevolazione e condizioni per il diritto

      10 I criteri per la cumulabilità dell'esonero contributivo triennale con altre forme di agevolazione

      11 A confronto: il contratto di lavoro a tempo determinato

      12 A confronto: il contratto di apprendistato

      2 I licenziamenti individuali tra vecchio e nuovo regime sanzionatorio

      1 Il recesso di una delle parti del rapporto

      2 L’obbligo di preavviso

      3 L’evoluzione normativa della disciplina del licenziamento individuale

      4 Segue: L’intervento riformatore della legge Fornero (L. 92/2012) sulla disciplina dei licenziamenti

      5 Segue: La nuova disciplina dei licenziamenti nel Jobs Act (L. 183/2014) e nel D.Lgs. 23/2015

      6 L’attuale assetto normativo

      7 I presupposti di legittimità del licenziamento individuale

      8 Segue: I limiti temporali al licenziamento

      9 I requisiti dimensionali del datore di lavoro ai fini dell’applicazione dei regimi sanzionatori

      10 I vecchi regimi sanzionatori dei licenziamenti illegittimi (art. 18 L. 300/1970 e art. 8 L. 604/1966)

      11 I nuovi regimi sanzionatori dei licenziamenti illegittimi (D.Lgs. 23/2015)

      12 L’indennità risarcitoria e il nuovo criterio di computo

      13 Segue: L’indennità sostitutiva della reintegrazione (cd. opting out)

      14 Il licenziamento discriminatorio e i divieti di recesso

      15 Il licenziamento orale

      16 Il vecchio regime sanzionatorio dei licenziamenti discriminatori, nulli e orali

      17 Il nuovo regime sanzionatorio dei licenziamenti discriminatori, nulli e orali (D.Lgs. 23/2015)

      18 La giusta causa del licenziamento

      19 Il giustificato motivo soggettivo del licenziamento

      20 Il licenziamento disciplinare

      21 Il giustificato motivo oggettivo del licenziamento

      22 Il vecchio regime sanzionatorio dei licenziamenti ingiustificati nelle imprese con più di 15 dipendenti

      23 Il vecchio regime sanzionatorio dei licenziamenti ingiustificati nelle imprese fino a 15 dipendenti

      24 Il nuovo regime sanzionatorio dei licenziamento ingiustificati nelle imprese con più di 15 dipendenti

      25 Il nuovo regime sanzionatorio dei licenziamenti ingiustificati nelle imprese fino a 15 dipendenti

      26 La comunicazione dei motivi del licenziamento. La procedura per l'intimazione del licenziamento disciplinare e per giustificato motivo oggettivo

      27 Il vecchio regime sanzionatorio dei licenziamenti inefficaci nelle imprese con più di 15 dipendenti

      28 Il vecchio regime sanzionatorio dei licenziamenti inefficaci nelle imprese fino a 15 dipendenti

      29 Il nuovo regime sanzionatorio dei licenziamenti inefficaci nelle imprese con più di 15 dipendenti

      30 Il nuovo regime sanzionatorio dei licenziamenti inefficaci nelle imprese fino a 15 dipendenti

      31 Il licenziamento nelle organizzazioni di tendenza tra vecchio e nuovo regime sanzionatorio

      32 Il cd. contributo di licenziamento

      3 Gli eventi successivi al licenziamento: impugnazione, revoca, offerta conciliativa e giudizio

      Il contratto di ricollocazione

      1 L’impugnazione del licenziamento

      2 La revoca del licenziamento

      3 La risoluzione stragiudiziale delle liti di lavoro

      4 La nuova conciliazione: l'«offerta» del datore di lavoro (D.Lgs. 23/2015)

      5 Gli ulteriori strumenti per la risoluzione stragiudiziale delle controversie di lavoro

      6 Segue: La risoluzione arbitrale delle controversie di lavoro

      7 Il rito applicato ai licenziamenti soggetti al nuovo regime ex D.Lgs. 23/2015

      8 Segue: Il giudizio di primo grado

      9 Segue: L’onere della prova della causa giustificatrice del licenziamento

      10 Segue: L’onere della prova del requisito dimensionale

      11 Il controllo giudiziario sulle motivazioni del licenziamento e i nuovi limiti del D.Lgs. 23/2015

      12 Segue: I nuovi e vecchi criteri di determinazione giudiziale dell’indennità risarcitoria

      13 I giudizi di impugnazione

      14 Il rito specifico per le controversie in tema di licenziamento (cd. rito Fornero)

      15 Il contratto di ricollocazione

      4 Licenziamenti collettivi e altre discipline speciali

      1 I licenziamenti collettivi per riduzione di personale

      2 Segue: La tutela in caso di illegittimità del licenziamento collettivo. Il nuovo regime per gli assunti a tempo indeterminato con contratto a tutele crescenti (D.Lgs. 23/2015)

      3 Le altre cause di estinzione del rapporto di lavoro subordinato

      4 Segue: La disciplina delle dimissioni e delle risoluzioni consensuali

      5 Segue: L’obbligo di preavviso da parte del lavoratore dimissionario

      6 L’area residuale del recesso ad nutum

      Il punto
      Appendice normativa