I poteri esecutivi del Fisco MP42 - Edizioni Simone

I poteri esecutivi del Fisco

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/vmp42.jpg

• La riscossione a mezzo ruolo • Le esecutività degli avvisi di accertamento • Le possibili scelte del contribuente • Gli effetti del mercato pagamento

Autori

  • Anno Edizione: 2012
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 192
  • Codice: MP42
  • Isbn: 9788851307073
  • Prezzo: € 20,00
  •  

  • Acquista
  • cartaceo
 
 

    • Il d.l. 78/2010, convertito con legge 30 luglio n. 122, prevede che gli avvisi di accertamento emanati dall’Agenzia delle Entrate, per il periodo di imposta in corso al 2007 e successivi, emessi e notificati posteriormente al 1° ottobre 2011 (termine così rinviato dal d.l. 98/2011) in materia di imposte sui redditi e relative addizionali, Irap e Iva sono immediatamente esecutivi.
      In linea generale, nel nuovo corpo normativo:
      — gli importi devono essere versati entro il termine di proposizione del ricorso per la totalità ovvero per un terzo delle maggiori imposte accertate (oltre gli interessi), a seconda del fatto che il contribuente abbia o meno proposto ricorso;
      — in caso di inadempienza, decorsi 30 giorni dal termine ultimo per il versamento, le somme vengono affidate “in carico” a Equitalia, che può procedere, con le misure esecutive/cautelari.
      A questo ed ad ogni altra ipotesi di riscossione coattiva da parte dell’amministrazione finanziaria è dedicato il presente volume che analizza nelle varie situazioni anche le possibili difese per il contribuente.
      Alla stesura della pubblicazione ho avuto la fortuna di poter delegare la dottoressa Rosanna Acierno. In relazione all’ampia esperienza vissuta all’interno dell’Amministrazione Finanziaria fino a qualche mese fa e in campo professionale successivamente, nonché alla sua rilevante attività convegnistica e pubblicistica, Rosanna Acierno può senz’altro essere annoverata fra i massimi esperti italiani sul tema.
      Lo stile tassonomico, la chiarezza e completezza espositiva del volume rappresentano la piena conferma delle mie valutazioni.
    • Presentazione
      1. Equitalia e la riscossione dei tributi
      1.1 Premessa
      1.2 Il gruppo Equitalia
      1.2.1 Equitalia Servizi
      1.2.2 Equitalia Giustizia
      1.2.3 Gli Agenti della Riscossione (AdR) e il nuovo riassetto organizzativo
      1.2.3.1 Equitalia Nord
      1.2.3.2 Equitalia Centro
      1.2.3.3 Equitalia Sud
      1.3 L’attività di riscossione svolta da Equitalia
      1.3.1 La riscossione non tramite ruolo
      1.3.2 La riscossione a mezzo ruolo
      1.4 I poteri dell’Agente della Riscossione a tutela del credito
      1.4.1 L’iscrizione di ipoteca
      1.4.2 Il fermo amministrativo
      1.4.3 Pignoramento immobiliare (o espropriazione)
      1.4.4 Pignoramento mobiliare
      1.4.5 Pignoramento presso terzi di crediti
      1.4.6 I provvedimenti di esecuzione forzata
      1.5 I poteri strumentali alla ricerca dei beni escutibili
      1.5.1 Accesso ai dati dell’Anagrafe tributaria
      1.5.2 Accesso ai dati rilevanti detenuti da pubblici Uffici
      1.5.3 E stensione dei poteri attribuiti agli Uffici finanziari
      1.5.4 Collaborazione tra Equitalia e Guardia di Finanza
      1.5.5 Accesso ai dati presenti nell’Archivio dei rapporti finanziari
      1.6 Gli avvisi e i solleciti preventivi
      1.7 La remunerazione dell’attività svolta da Equitalia
      1.8 Il discarico delle somme iscritte a ruolo
      2. La riscossione a mezzo ruolo
      2.1 Premessa
      2.2 La riscossione a mezzo ruolo
      2.3 L’iscrizione a ruolo del debito
      2.4 Le diverse tipologie dei ruoli
      2.4.1 Le iscrizioni a ruolo a titolo definitivo
      2.4.2 Le iscrizioni a ruolo a titolo provvisorio
      2.4.3 I ruoli ordinari e straordinari
      2.5 Il ruolo
      2.5.1 Modello di ruolo approvato con D.I. 11 novembre 99
      2.5.2 La sottoscrizione dei ruoli
      2.5.3 La consegna dei ruoli all’Agente della Riscossione
      3. La cartella di pagamento
      3.1 Premessa
      3.2 La cartella di pagamento e i suoi contenuti
      3.2.1 Le somme da versare in caso di pagamento entro i 60 giorni
      3.2.2 Le somme da versare in caso di pagamento oltre i 60 giorni
      3.3 La riscossione mediante la cartella di pagamento
      3.4 I vizi della cartella di pagamento e la conseguente nullità
      3.4.1 Il vizio di notifica
      3.4.2 Il mancato rispetto dei termini di decadenza
      3.4.3 L’omessa notifica dell’avviso di accertamento
      3.4.4 Il vizio di motivazione
      3.4.5 La mancata indicazione del responsabile del procedimento
      3.4.6 La mancata sottoscrizione
      3.4.7 L’illegittimità della pretesa avanzata tramite le attività di liquidazione delle dichiarazioni
      3.4.8 Il mancato rispetto della riscossione frazionata
      3.4.9 L’inesistenza del fondato pericolo per la riscossione e l’utilizzo illecito del ruolo straordinario
      3.4.10 L’illiceità della nuova notifica della cartella di pagamento a seguito di autotutela
      3.4.11 La mancata conformità al ruolo
      3.4.12 L’annullamento dell’avviso di accertamento
      3.4.13 Le omissioni o le inesattezze relative alle indicazioni contenute nella cartella di pagamento
      4. L’esecutività degli avvisi di accertamento
      4.1 Premessa
      4.2 Gli avvisi di accertamento esecutivi
      4.3 Ambito di applicazione
      4.4 L’entrata in vigore del nuovo sistema
      4.5 Le diverse discipline degli avvisi di accertamento
      4.5.1 Disciplina applicabile agli avvisi di accertamento notificati ante 1° ottobre 2011
      4.5.2 Disciplina applicabile agli avvisi di accertamento notificati post 1° ottobre 2011
      4.6 Il contenuto dei nuovi avvisi di accertamento esecutivi
      4.7 Gli atti successivi all’avviso di accertamento esecutivo
      4.8 Sospensione dell’efficacia dell’atto
      4.8.1 L’istanza di sospensiva in caso di accertamento esecutivo
      4.8.2 La sospensiva urgente per evitare le eventuali azioni cautelari
      4.8.3 La sospensione da parte di Equitalia
      4.8.4 La sospensione della riscossione per situazioni eccezionali
      4.8.5 Il diniego di sospensione
      4.9 Il fondato pericolo per la riscossione
      4.10 Le possibili azioni dell’Agente della riscossione in caso di mancato pagamento
      5. Le possibili scelte del contribuente dopo la notifica della cartella di pagamento
      5.1 Premessa
      5.2 Il pagamento
      5.2.1 Le somme da versare
      5.2.2 Il versamento delle somme tramite i bollettini (RAV) entro 60 giorni
      5.2.3 Il versamento delle somme dovute tramite il mod. F35 dopo i 60 giorni
      5.2.4 I pagamenti parziali
      5.2.5 Il pagamento dall’estero
      5.2.6 La compensazione volontaria dei crediti di imposta
      5.3 La richiesta di dilazione
      5.3.1 L’istanza di rateazione
      5.3.2 Gli effetti della presentazione dell’istanza
      5.3.3 La decadenza dall’agevolazione
      5.3.4 Il provvedimento di accoglimento
      5.3.5 Il provvedimento di rigetto
      5.3.6 L’impugnazione del diniego
      5.4 Le possibili richieste di dilazioni e la valutazione dei diversi indici
      5.4.1 La richiesta di dilazione per importi fino a 5.000 euro
      5.4.2 Gli indici per le persone fisiche e ditte individuali in contabilità semplificata
      5.4.3 Gli indici per le società
      5.4.3.1 L’indice di liquidità
      5.4.3.2 L’indice Alfa
      5.4.4 La richiesta della proroga di dilazione
      5.4.4.1 Il peggioramento della situazione delle persone fisiche o titolari di ditte individuali in regimi fiscali semplificati
      5.4.4.2 Il peggioramento della situazione delle società e delle ditte in regime di contabilità ordinaria
      5.5 La richiesta di annullamento del debito (cd. autotutela)
      5.5.1 Quando è possibile proporre l’istanza di autotutela
      5.5.2 I soggetti che possono proporre l’autotutela
      5.5.3 Il rimborso delle somme riscosse in caso di accoglimento dell’istanza
      5.5.4 L’impugnabilità del diniego di autotutela
      5.5.5 La possibile riemissione della cartella di pagamento a seguito di annullamento giudiziale
      5.6 Il ricorso avverso la cartella di pagamento
      5.6.1 Le somme da versare in pendenza di giudizio
      5.7 La richiesta di sospensione della riscossione
      5.7.1 La sospensione amministrativa
      5.7.2 La sospensiva giudiziale
      5.7.3 La sospensione da parte di Equitalia
      5.7.4 Sospensione della riscossione per situazioni eccezionali
      5.7.5 Il diniego di sospensione
      6. Le possibili scelte del contribuente a seguito della notifica dell’avviso di accertamento esecutivo
      6.1 Premessa
      6.2 Il contenuto dell’atto di accertamento esecutivo
      6.3 Le possibili scelte del contribuente
      6.3.1 L’accertamento con adesione
      6.3.2 L’acquiescenza
      6.3.3 Il pagamento entro i 30 giorni successivi al termine per il ricorso
      6.3.4 Il pagamento oltre i 30 giorni successivi al termine per il ricorso e la possibile richiesta di dilazione
      6.3.4.1 Le condizioni per la concessione della rateazione oltre i 5.000 euro
      6.3.4.2 La decadenza dalla rateazione
      6.3.4.3 Il ricorso avverso il rifiuto della rateazione da parte di Equitalia
      6.4 Le altre possibili opzioni
      6.4.1 Il ricorso
      6.4.2 La sospensiva giudiziale
      6.4.3 La sospensione amministrativa
      6.4.4 La sospensiva urgente per evitare le eventuali azioni cautelari
      6.4.5 L’autotutela
      7. I possibili effetti in caso di mancato pagamento
      7.1 Premessa
      7.2 L’iscrizione di ipoteca
      7.2.1 L’iscrizione di ipoteca a seguito della cartella di pagamento
      7.2.2 L’iscrizione di ipoteca a seguito dell’avviso di accertamento esecutivo
      7.2.3 La possibile nullità dell’iscrizione di ipoteca
      7.2.3.1 L’omesso invio della comunicazione preventiva
      7.2.3.2 Il difetto di motivazione
      7.2.3.3 L’indicazione del responsabile del procedimento
      7.2.3.4 L’omessa o irrituale notifica della cartella di pagamento o dell’accertamento esecutivo
      7.2.3.5 L’iscrizione di ipoteca per debiti di importo inferiore a 20.000 euro
      7.2.3.6 Sproporzione della misura adottata rispetto al credito
      7.2.4 L’estinzione dell’ipoteca
      7.3 L’iscrizione del fermo amministrativo
      7.3.1 L’iscrizione del fermo amministrativo a seguito della cartella di pagamento
      7.3.2 L’iscrizione del fermo amministrativo a seguito dell’avviso di accertamento esecutivo
      7.3.3 La possibile nullità dell’iscrizione del fermo
      7.3.3.1 La possibile nullità per difetto di motivazione
      7.3.3.2 La mancata indicazione del responsabile del procedimento
      7.3.3.3 Sproporzione rispetto al credito
      7.3.3.4 Altre cause di nullità
      7.3.4 La sospensione dell’efficacia del fermo amministrativo
      7.3.5 La cancellazione del fermo
      7.4 Il blocco dei pagamenti
      7.4.1 I pagamenti inclusi nel blocco
      7.4.2 I pagamenti esclusi dal blocco
      7.4.3 La sospensione del blocco dei pagamenti
      7.5 L’esecuzione forzata
      7.5.1 Il pignoramento
      7.5.2 L’espropriazione immobiliare
      7.5.3 L’opposizione alla procedura esecutiva
      7.5.4 La richiesta del risarcimento del danno
      7.5.5 La sospensione e l’estinzione dell’esecuzione
      8. Il sequestro preventivo e la confisca per equivalente
      8.1 Premessa
      8.2 Le principali pronunce di legittimità in merito al sequestro preventivo e alla confisca per equivalente
      8.2.1 Il sequestro per equivalente sui beni della società legalmente rappresentata dal reo
      8.3 La difesa dell’indagato
      8.3.1 Insussistenza del fumus commissi delicti
      8.3.2 Insussistenza del periculum in mora
      Glossario
      Formulario
      Modulistica