Concorso per Insegnanti di Sostegno - Manuale + Software TF16/1 - Edizioni Simone

Concorso per Insegnanti di Sostegno - Manuale + Software

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/vtf16_1.jpg

Manuale per la preparazione alle prove di ammissione ai corsi di specializzazione + software per la simulazione della prova preliminare a quiz

  • Anno Edizione: 2013
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 512
  • Codice: TF16/1
  • Isbn: 9788824439985
  • Prezzo: € 32,00
  • Disponibile anche in formato ebook

  • Isbn PDF: 978 88 244 2032 7
  • Prezzo PDF: € 22,49
  •  

     
     
    • Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.

      • Questo volume si rivolge agli insegnanti che intendono conseguire la specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità.
        Le attività di sostegno didattico, previste dalla legge 5 febbraio 1992, n. 104, sono svolte da docenti muniti della relativa specializzazione, che si consegue attraverso la frequenza di specifici corsi attivati nelle università.
        I corsi sono a numero programmato. La programmazione viene definita dal Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ai sensi dell’art. 5 del decreto 10 settembre 2010, n. 249, sulla base della programmazione regionale degli organici del personale docente della scuola e del fabbisogno specifico di insegnanti specializzati per il sostegno didattico agli alunni disabili.
        Per l’accesso ai corsi di specializzazione gli atenei emanano il relativo bando che indica il numero dei posti disponibili per ciascun percorso, i programmi su cui vertono le prove di accesso e le modalità di svolgimento delle selezioni.
        I corsi sono riservati a docenti in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per il grado di scuola per il quale intendono conseguire la specializzazione per le attività di sostegno.
        La prova di accesso, che si articola in un test preliminare, una o più prove scritte o pratiche e una prova orale, è volta a verificare le seguenti competenze:
        — competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola;
        — competenze su empatia e intelligenza emotiva;
        — competenze su creatività e pensiero divergente;
        — competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche.
        Il test preliminare consta di sessanta quesiti, formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato deve individuare quella esatta. Almeno venti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 punti. Il test ha la durata di due ore.
        Per agevolare ai candidati la preparazione alle prove la struttura del testo segue la ripartizione degli argomenti d’esame:
        Prima parte: Competenze organizzative e giuridiche della scuola.
        Seconda parte: Lo sviluppo psico-sociale dell'età evolutiva.
        Terza parte: Pedagogia speciale.
        Quarta parte: Psicopatologia dell'età evolutiva.
        Completa l’opera un’appendice normativa con i principali documenti ministeriali sulla specializzazione dei decreti di sostegno e il testo della Legge 5-2-1992, n. 4.
      • Parte Prima
        La scuola dell’autonomia e l’offerta formativa
        Capitolo 1: Il diritto allo studio
        1. La Costituzione come riferimento fondamentale dei valori dell’istruzione
        2. La competenza a dettare norme in materia di istruzione
        3. L’amministrazione del sistema dell’istruzione
        4. Le competenze amministrative a livello territoriale
        5. L’obbligo di istruzione e la formazione professionale
        Capitolo 2: L’autonomia scolastica
        1. Premessa
        2. Quadro storico-normativo
        3. Il decentramento amministrativo e le competenze degli enti locali
        4. La progettazione dei percorsi formativi
        5. L’autonomia didattica
        6. L’autonomia organizzativa
        7. L’autonomia di ricerca, di sperimentazione e sviluppo
        8. L’autonomia finanziaria
        9. I punti nodali dell’offerta formativa
        10. Le forme di collaborazione tra istituti
        Capitolo 3: La gestione dell’offerta formativa: programmazione, progettazione e pianificazione
        1. La scuola dell’autonomia
        2. Il Piano dell’offerta formativa (POF)
        3. Elaborazione e struttura del POF
        4. Il curricolo obbligatorio
        5. Il curricolo della scuola e l’ampliamento dell’offerta formativa
        6. Il nuovo modello di insegnamento/apprendimento
        7. La funzione docente
        8. La didattica per percorsi autoconsistenti
        9. Evoluzione storica dei concetti di programmazione, progettazione e pianificazione
        10. Il Programma Annuale
        11. La Carta dei servizi, il progetto educativo d’istituto e il regolamento d’istituto
        12. Dalla programmazione collegiale alla programmazione individuale
        13. La valutazione della qualità
        Capitolo 4: Organi collegiali della scuola
        1. La comunità scolastica
        2. La riforma degli organi collegiali
        territoriali: il D.Lgs. 233/1999
        3. Gli organi collegiali nel Testo Unico della scuola
        4. Organi collegiali a livello di circolo e di istituto
        5. Pubblicità degli atti degli organi collegiali
        6. Elezione dei componenti degli organi collegiali
        7. Costituzione degli organi e validità delle deliberazioni
        8. Decadenza dei componenti
        9. Il diritto di assemblea
        Capitolo 5: La cultura del rapporto scuola-territorio
        1. Definizione di territorio
        2. Regionalismo
        3. Il principio di sussidiarietà
        4. Glocalismo e analisi del territorio
        5. Disegnare la mappa dell’identità socio-culturale di un territorio
        Capitolo 6: La valutazione
        1. La cultura della valutazione
        2. Performance
        3. L’aspetto sociale della valutazione
        4. Valutazione di sistema e valutazione delle scuole
        5. Sintesi del quadro di riferimento teorico della valutazione del sistema scolastico e delle scuole
        6. Il progetto VSQ: la sperimentazione di un prototipo
        7. VALES: una risposta attesa
        Capitolo 7: La dimensione europea dell’educazione
        1. Scuola ed Europa
        2. Il cammino dell’Unione europea
        3. La strategia di Lisbona
        4. Il miglioramento dei sistemi di istruzione
        5. I programmi europei: Youth on the move e LLP
        6. Altri programmi
        Parte Seconda
        Lo sviluppo psico-sociale nell’età evolutiva
        Capitolo 1: Fondamenti di psicologia dello sviluppo e dell’educazione
        1. La psicologia dello sviluppo
        2. Lo sviluppo cognitivo
        3. Ereditarietà e ambiente
        4. Il contributo delle neuroscienze alla psicologia e alla pedagogia
        5. Le teorie della personalità
        6. Lo sviluppo del bambino e dell’adolescente secondo alcune delle principali scuole
        7. Lo sviluppo psicologico in età scolare
        8. Piaget e gli stadi di sviluppo
        9. Istruzione e cultura dell’educazione per Bruner
        10. Processo di crescita e apprendimento
        11. Le principali teorie dell’apprendimento
        12. I diversi tipi di apprendimento
        13. Pedagogia della preadolescenza e dell’adolescenza
        14. Modalità di apprendimento
        15. Mappe mentali e mappe concettuali
        16. Apprendimento «personalizzato» e apprendimento «individualizzato»
        Capitolo 2: L’educazione vista come comunicazione intersoggettiva
        1. Educazione e società
        2. Il contesto ambientale
        3. Le professioni educative
        4. La professionalità docente
        5. La comunicazione intersoggettiva (docente-allievo)
        Capitolo 3: Linguaggio, pensiero, intelligenza e creatività
        1. Lo sviluppo del linguaggio
        2. La relazione fra pensiero e linguaggio
        3. L’intelligenza
        4. La teoria delle intelligenze multiple e l’educazione
        5. Lo sviluppo affettivo
        6. La creatività
        7. Il «pensiero laterale» e il «pensiero verticale»
        8. Il «pensiero convergente» e il «pensiero divergente»
        Capitolo 4: Il contesto familiare come primo e fondamentale ambiente di vita, di educazione e di apprendimento
        1. I legami familiari
        2. gli studi sull’attaccamento nella prima infanzia
        3. L’importanza della famiglia per la formazione della personalità
        4. Le relazioni familiari e lo sviluppo del linguaggio
        5. La socialità
        6. I modelli educativi familiari
        7. I rapporti tra genitori e insegnanti
        Capitolo 5: Costruzione dell’identità sociale e cultura delle pari opportunità in
        ambito formativo
        1. I fattori che determinano la personalità
        2. Il bambino e l’immagine di sé
        3. L’apprendimento nella fase del pensiero concreto
        4. Valorizzazione delle diversità e convivenza democratica
        Capitolo 6: Condizionamenti socio-culturali e familiari sullo sviluppo della personalità e sul rendimento scolastico
        1. La conquista dell’identità e i processi di adattamento
        2. Una didattica «su misura»
        3. I fattori che condizionano lo sviluppo della personalità
        4. I fattori sociali del «condizionamento-decondizionamento»
        5. L’azione preventiva della scuola
        Capitolo 7: Le ambiziose sfide della società interculturale
        1. L’inserimento di alunni stranieri in classe
        2. Il dialogo interculturale
        3. L’intercultura nella scuola di base
        Parte Terza
        Dall’integrazione all’inclusione
        Capitolo 1: L’integrazione scolastica in Italia
        1. Il contesto normativo di riferimento
        Capitolo 2: Il modello italiano di integrazione
        1. dalla medicalizzazione all’integrazione
        2. Modalità organizzative
        3. Metodologie di intervento
        4. L’accoglienza del «diversamente abile»
        Capitolo 3: Lo scenario internazionale: l’Europa e la disabilità
        1. La Strategia di Lisbona: i nuovi traguardi della conoscenza e della competitività
        2. La Strategia europea sulla disabilità
        Capitolo 4: Dall’ICIDH al modello ICF
        1. Cenni introduttivi
        2. Menomazione e disabilità. Distinzioni concettuali
        3. Il concetto generale di «handicap»
        4. Il modello ICF
        Capitolo 5: I Disturbi Specifici di Apprendimento
        1. Caratteristiche del DSA
        2. Il diritto allo studio degli alunni con DSA
        Capitolo 6: I Bisogni Educativi Speciali e la scuola dell’inclusione
        1. La «pedagogia speciale»
        2. Abilità, capacità, lavoro: questioni e differenze
        3. I Bisogni Educativi Speciali
        Capitolo 7: Insegnamento specializzato e didattica di qualità
        1. Diritto all’istruzione e all’integrazione scolastica
        2. Ruolo e compiti del docente di sostegno
        3. L’iter di specializzazione
        4. Competenze dell’insegnante di sostegno
        5. La didattica inclusiva
        Parte Quarta
        Le fasi procedurali dell’integrazione scolastica
        Capitolo 1: L’integrazione degli alunni con difficoltà di apprendimento
        1. L’integrazione scolastica nella Costituzione italiana
        2. Il diritto allo studio
        3. Integrazione e capacità inclusiva della scuola
        4. Le tappe dell’integrazione scolastica
        Capitolo 2: Il Piano Educativo Individualizzato
        1. La progettazione del PEI
        2. Osservazione sistematica e aree di osservazione
        3. Definizione degli obiettivi
        4. Metodi e strumenti
        Capitolo 3: Didattica individualizzata e personalizzata per alunni con DSA
        1. Le fasi della progettazione didattica
        Capitolo 4: Le nuove tecnologie per la didattica
        1. Insegnare ai nativi digitali
        2. La didattica multimediale e l’apprendimento con le LIM
        Capitolo 5: Come elaborare la programmazione per un alunno con deficit uditivo
        1. Valutazione e determinazione degli obiettivi didattici
        2. Definizione dell’azione didattica
        3. La valutazione
        4. La documentazione che il Consiglio di classe deve preparare per la Commissione d’esame
        5. Le prove equipollenti
        6. Programmazione educativa individualizzata per un alunno con deficit uditivo frequentante la scuola superiore (studio di un caso)
        Capitolo 6: Format operativi
        1. Schema del Piano Didattico Personalizzato (PDP) per alunni con DSA
        2. Piano Didattico Personalizzato
        3. Piano Didattico Personalizzato per la scuola primaria
        4. Profilo Dinamico Funzionale
        Parte Quinta
        Psicopatologia dell’età evolutiva
        Capitolo 1: La costruzione del sé nell’infanzia: modelli teorici
        1. Fattori genetici e ambientali
        2. Le teorie psicoanalitiche dello sviluppo
        3. I modelli dell’attaccamento
        4. Il modello cognitivo-emotivo-comportamentale
        Capitolo 2: L’organizzazione normale e patologica nell’infanzia e nell’adolescenza
        1. Che cos’è la normalità?
        2. Disturbi su base lesionale
        3. Disturbi funzionali
        4. I grandi raggruppamenti nosografici
        Capitolo 3: Il ritardo mentale
        1. Le cause del ritardo mentale
        2. Aspetti clinici del ritardo
        3. Diagnosi dei deficit mentali
        4. Diagnosi differenziale
        Capitolo 4: I disturbi della personalità
        1. Definizione e criteri diagnostici
        2. Il disturbo schizoide
        3. Il disturbo borderline
        4. Il disturbo narcisistico di personalità
        5. Il disturbo evitante di personalità
        6. Il disturbo dipendente di personalità
        Capitolo 5: Autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo
        1. Psicosi infantili e disturbi dello sviluppo
        2. Gli studi sui disturbi generalizzati dello sviluppo
        3. Autismo infantile: forme di Kanner e di Asperger
        4. Il disturbo di Rett
        5. La psicosi simbiotica di Mahler
        Capitolo 6: I disturbi nello sviluppo della coordinazione
        1. Disturbo di sviluppo della coordinazione
        2. Il disturbo da «tic»
        3. Il disturbo di Tourette
        Capitolo 7: Il disturbo da deficit dell’attenzione
        1. Che cos’è l’attenzione
        2. Caratteristiche del deficit dell’attenzione
        3. Iperattività e impulsività
        4. Cause e correlati biochimici
        5. Epidemiologia e diagnosi differenziale
        Capitolo 8: I disturbi d’ansia
        1. Il soggetto iperansioso
        2. L’ansia da separazione
        3. Il disturbo d’attacco di panico
        4. Il disturbo di evitamento nell’infanzia e nell’adolescenza
        Capitolo 9: I disturbi del comportamento sociale
        1. Il disturbo da deficit del controllo degli impulsi
        2. Il disturbo della condotta
        3. Il disturbo di tipo oppositivo-provocatorio
        Capitolo 10: La personalità ossessiva in età evolutiva
        1. Il disturbo ossessivo
        2. L’origine dell’ossessività
        3. La personalità ossessiva
        Capitolo 11: Le paure e le fobie in età evolutiva
        1. Le fobie
        2. Classificazione delle fobie
        3. Le fobie secondo il modello cognitivo-emotivo-comportamentale
        4. Aspetti clinici delle paure e delle fobie in età evolutiva
        5. Quando intervenire
        Capitolo 12: La depressione infantile
        1. Il disturbo depressivo nell’infanzia
        2. Terapia della depressione in età evolutiva
        Capitolo 13: I disturbi del comportamento sessuale
        1. L’identità sessuale
        2. Anomalie dei cromosomi sessuali
        3. Anomalie del sesso gonadico
        4. Le deviazioni sessuali psicogene
        Capitolo 14: Disturbi del comportamento alimentare: anoressia e bulimia
        1. L’anoressia mentale durante l’infanzia
        2. La bulimia nervosa
        3. L’organizzazione della personalità nei soggetti con disturbo della condotta alimentare
        4. Terapia dei disturbi della condotta alimentare
        Capitolo 15: I disturbi dell’apprendimento
        1. Il disturbo di sviluppo della lettura (Dislessia)
        2. Il disturbo di sviluppo dell’espressione scritta
        3. Il disturbo di sviluppo dell’articolazione verbale (Disfasia)
        4. La balbuzie
        5. Il disturbo di sviluppo del calcolo (Discalculia)