Intermediario e Perito Assicurativo - Casa Editrice - Edizioni Simone

Intermediario e Perito Assicurativo

L'attività di perito assicurativo

Il perito assicurativo è il professionista che accerta e stima i danni alle cose derivanti dalla circolazione, dal furto e dall’incendio dei veicoli a motore e dei natanti. Il perito assicurativo lavora prevalentemente nel campo delle polizze assicurative per auto, stimando i danni derivanti da incidente stradale.

continua leggere

Come si diventa periti assicurativi

L’attività professionale di perito assicurativo può essere esercitata dagli  iscritto nel ruolo di cui all’art. 157 del codice delle assicurazioni. L’ISVAP cura l’istituzione e il funzionamento del ruolo e determina, con regolamento, gli obblighi di comunicazione, la procedura d’iscrizione e di cancellazione e le forme di pubblicità più idonee ad assicurare l’accesso al pubblico ruolo.

Nel ruolo sono iscritti i periti assicurativi che esercitano l’attività in proprio e che sono in possesso dei requisiti di cui all’art. 158 del codice delle assicurazioni.

 

Per ottenere l’iscrizione nel ruolo, è indispensabile aver conseguito un diploma di scuola media secondaria superiore o di laurea triennale e aver svolto un tirocinio di durata biennale presso un perito abilitato.

Inoltre ai fini dell’iscrizione, il perito deve possedere adeguate cognizioni e capacità professionali, che sono accertate dall’ISVAP tramite una prova di idoneità, consistente in un esame su materie tecniche, giuridiche ed economiche rilevanti nell’esercizio dell’attività. L’ISVAP determina, con regolamento, i titoli di ammissione e le modalità di svolgimento della prova valutativa, provvedendo alla relativa organizzazione e gestione.

continua leggere

La prova di idoneità

La prova di idoneità è indetta dall’ISVAP almeno una volta all’anno con provvedimento pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, nel Bollettino e nel sito internet dell’Autorità.

Nel provvedimento che indice la sessione d’esame  l’ISVAP stabilisce la sede, le modalità di svolgimento e fornisce ogni altra informazione relativa alla prova.

La prova di idoneità consiste in un esame scritto ed in uno orale.

L’esame scritto è articolato in quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:

a) elementi di diritto e tecnica delle assicurazioni, elementi di diritto della circolazione

stradale e della navigazione;

b) elementi di fisica; elementi di topografia e di fotografia; estimo; meccanica; veicoli a

motore e natanti.

L’esame orale verte sulle medesime materie dell’esame scritto.

continua leggere

volumi consigliati