Manuale di Diritto Tributario 14 - Edizioni Simone

Manuale di Diritto Tributario

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v14.jpg

Autori

  • Anno Edizione: 2019
  • Edizione: XXXIII
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 688
  • Codice: 14
  • Isbn: 9788891421944
  • Prezzo: € 40,00
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
     
     

      • Nei primi mesi del 2018 l’Italia sembrava allontanarsi dalla crisi e navigare verso una lenta ma costante ripresa: l’ISTAT certificava la crescita nel 2017 del prodotto interno lordo dell’1,5%, risultato lusinghiero, specie se paragonato al modesto dato dell’anno precedente.

        Anche il rapporto debito/PIL era sceso dal 132% del 2016 al 131,5% nel 2017.

        A distanza di pochi mesi, nel corso del 2019, la situazione sembra aggravarsi e il rischio di una nuova stagnazione se non di una vera e propria recessione preoccupa governo e mercati.

        La stessa Commissione europea, segnalando che il divario fra Italia e altri Paesi dell’Unione europea si è allargato, ha tagliato le stime di crescita per il 2019 dall’1,2% allo 0,1% o 0,2%: l’Italia, dunque, in questo anno crescerà l’1% in meno rispetto agli altri Stati della Comunità e le riforme messe in campo dal governo Conte non sarebbero in grado di invertire questa tendenza.

        Banca d’Italia ed analisti internazionali confermano la modestissima crescita; peraltro, la produzione industriale degli ultimi trimestri del 2018 è risultata in netto calo e si teme che analogo risultato possa essere confermato nel primo semestre del 2019.

        A fronte di tali difficoltà, l’esecutivo ha provato a porre in essere una serie di iniziative nell’intento di dare una forte scossa all’economia ed avviare la ripresa: grosse risorse sono state investite per il sostegno delle famiglie e dei meno abbienti e per agevolare le imprese.

        Sono stati introdotti strumenti ed istituti innovativi: il reddito di cittadinanza, il pensionamento anticipato in base alla c.d. “quota cento”, la riorganizzazione dei meccanismi di reclutamento nel settore privato e in quello pubblico.

        Mentre occorreranno mesi per verificare l’efficacia delle soluzioni individuate, l’esecutivo sta già apportando modifiche e correttivi agli istituti appena varati; intanto l’Unione europea non risparmia le critiche per le scelte operate in Italia che ormai è da molti considerata il fanalino di coda dell’economia europea.

        Ovviamente, anche la leva fiscale è stata fortemente utilizzata: in primo luogo si è fatto ricorso ad una serie di sanatorie, finalizzate da un lato ad assicurare ingenti entrate, dall’altro a stabilire un nuovo e più sereno rapporto tra fisco e contribuenti, basato sulla fiducia reciproca e sulla volontà di venire incontro ai cittadini che non adempiono per evidenti difficoltà economiche.

        Sono state quindi varate importanti disposizioni in tema di semplificazione fiscale: introduzione della flat tax nel cosiddetto regime forfettario, varo a regime del processo tributario telematico, fatturazione elettronica generalizzata, dichiarazione IVA precompilata, registratore fiscale telematico.

        Interventi significativi hanno poi riguardato i tributi maggiori (IRPEF, IRES e IVA) mentre sono stati rivisitati istituti disciplinati da norme procedurali in materia di accertamento, contenzioso, sanzioni e riscossione.

        Peraltro, si vuole dare nuovo impulso alla lotta all’evasione sia implementando i controlli verso grandi contribuenti e soggetti a rischio, sia utilizzando la massa di informazioni reperibili attraverso i molteplici strumenti telematici e le banche dati esistenti.

        Tra le disposizioni più significative varate in quest’ultimo anno, ci piace ricordare:

        — il D.L. n. 87 del 12 luglio 2018, convertito dalla L. 98/2018 (c.d. Decreto dignità);

        — il D.L. n. 119 del 23 ottobre 2018, convertito dalla L. 136/2018 (Decreto fiscale);

        — il D.Lgs. n. 142 del 29 ottobre 2018 (Decreto elusione fiscale);

        — il D.L. n. 135 del 14 dicembre 2018, convertito dalla L. 12/2019 (Decreto semplificazioni);

        — la L. n. 145 del 30 dicembre 2018 (Legge di Bilancio per il 2019);

        — il D.L. n. 34 del 30 aprile 2019, convertito dalla L. 58/2019 (Decreto crescita).

        Nuovamente, dunque, il sistema fiscale italiano è stato rimodulato grazie alle molteplici disposizioni introdotte e ciò ha creato difficoltà e disagi a professionisti, addetti ai lavori e cittadini comuni, alle prese con nuovi adempimenti, diverse scadenze, testi normativi sempre più complessi e a volte criptici, istruzioni e circolari lunghe e complesse.

        Nasce da queste problematiche la scelta editoriale di dare alle stampe questa XXXIII edizione del Manuale di Diritto Tributario, che va ad affiancarsi al Compendio e ai Codici Tributari pubblicati nel corso di quest’anno.

        Il Volume prende in esame ed illustra l’attuale sistema fiscale italiano, tenendo ben presenti sia i nuovi orientamenti di prassi sia gli indirizzi giurisprudenziali emersi: un lavoro articolato e complesso, frutto di studio, analisi, aggiornamento, selezione e organizzazione del materiale:

        In questa edizione sono state rivisitate entrambe le Parti in cui si articola il Manuale, mantenendo, tuttavia, inalterata la struttura dell’opera che da anni ottiene consensi presso i nostri qualificati lettori e costituisce per gli operatori un supporto tecnico indispensabile.

        Dedichiamo le ultime righe di questa premessa – confermando una piacevole consuetudine

        – al ringraziamento, affettuoso e sentito, dello staff redazionale della casa editrice che da anni segue, con dedizione e impegno, la realizzazione dei testi in campo fiscale: un lavoro di squadra in cui professionalità ed amicizia costituiscono la linfa vitale.

      • Per l'indice di questo volume sfoglia le pagine saggio.

      • GIANNI DE LUCA



        Per circa trent’anni è stato dirigente dell’Amministrazione finanziaria, nella quale ha ricoperto molteplici incarichi di prestigio: dal 2010 al 2015 è stato a capo delle Direzioni Regionali dell’Agenzia delle Entrate in Molise, Sardegna e, da ultimo, in Puglia. Docente e formatore per la medesima Agenzia e per altri Enti pubblici. Relatore in numerosi convegni su tematiche fiscali, vanta un gran numero di pubblicazioni specialistiche e diverse raccolte normative edite da questa Casa Editrice.


      • Aggiornato alla: L. 28 giugno 2019, n. 58 di conv. del D.L. 34/2019 (Decreto crescita 2019)