Il Nuovo Ordinamento degli Enti Locali 171 - Edizioni Simone

Il Nuovo Ordinamento degli Enti Locali

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v171.jpg

Commento organico al D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e alle successive modifiche e integrazioni

A cura di Anna Cacace - Rosanna Sangiuliano

  • Anno Edizione: 2011
  • Edizione: XV Ed.
  • Formato: 15 x 21
  • Pagine: 400
  • Codice: 171
  • Isbn: 9788824458856
  • Prezzo: € 25,00€
  • Prezzo Scontato: € 21.25
  •  

    • non disponibile qui
     
     

      • Nel panorama delle leggi che disciplinano l’ordinamento degli enti locali emerge il Testo unico degli enti locali (D.Lgs. 267/2000) che ha «codificato» il cammino di affermazione delle autonomie locali e che rappresenta l’«architrave» su cui poggia attualmente la copiosa produzione normativa riguardante tali enti.

        L’applicazione delle disposizioni di cui al D.Lgs. 267/2000, a seguito della riscrittura del titolo V della Costituzione, ha richiesto una costante opera di collegamento e di interpretazione fra le varie norme susseguitesi nel tempo.

        Ci si riferisce soprattutto al federalismo fiscale (L. 42/2009) ed al difficile e travagliato percorso legislativo attuativo ivi contenuto che, ha visto la sua concretizzazione nel D.Lgs. 85/2010 (federalismo demaniale), nel D.Lgs. 156/2010 (ordinamento di Roma capitale), nel D.Lgs. 216/2010 (determinazione dei costi e dei fabbisogni standard di Comuni, Città metropolitane e Province), nel D.Lgs. 23/2011 (fede­ralismo fiscale municipale) e da ultimo nel D.Lgs. 68/2011 (fiscalità regionale e provinciale).

        Ed ancora si è assistito ad una costante «erosione» dell’impianto normativo del Testo unico attuata attraverso modifiche dirette ed indirette da parte del legislatore al fine di realizzare un contenimento della spesa delle amministrazioni pubbliche locali (legge di stabilità per l’anno 2011, manovra correttiva dei conti pubblici per l’anno 2010, finanziaria 2010 etc.) ed un’ottimizzazione dei costi nella gestione del personale (riforma Brunetta).

        A ciò si sono aggiunti gli interventi legislativi resisi necessari per venire incontro alle nuove esigenze delle comunità locali come quelli che hanno inciso sensibilmente sull’art. 54 del T.U. relativo alla funzione del Sindaco in veste di Ufficiale di Governo.
        Questa quindicesima edizione del volume illustra le disposizioni del D.Lgs. 267/2000 alla luce di tale complesso e frammentario panorama normativo ponendone in evidenza gli aspetti applicativi di maggior rilievo e soffermandosi anche sugli orientamenti giuri­sprudenziali (sent. Corte cost. n. 115/2011 sulla parziale illegittimità dell’art. 54 del T.U.) che, in molti casi, ne sono derivati.

      • Introduzione

        1. Il quadro normativo prima della riforma costituzionale

        2. La riforma del Titolo V della Costituzione

        3. L’Attuazione della riforma costituzionale

        4. Il Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali: natura, caratteri e struttura

        PARTE PRIMA

        ORDINAMENTO ISTITUZIONALE

        Capitolo Primo: Disposizioni generali (artt. 1-12)

        1. Oggetto e ambito di applicazione del Testo Unico

        2. Autonomia dei Comuni e delle Province

        3. Funzioni: titolarità e principi generali

        4. Il sistema regionale delle autonomie locali

        5. Gli statuti comunali e provinciali

        6. Il contenuto degli statuti

        7. Il procedimento di approvazione dello Statuto

        8. L’autonomia regolamentare

        9. La partecipazione popolare

        10. Le azioni popolari locali

        11. Il diritto di accesso e di informazione (art. 10 T.U.)

        12. Il diritto d’accesso nella legge sul procedimento amministrativo

        13. Il diritto di accesso dei consiglieri comunali e provinciali

        14. La figura del difensore civico

        15. I sistemi informativi e statistici

        Capitolo Secondo: I soggetti: Comune e Provincia (artt. 13-21)

        1. Natura e caratteri del Comune

        2. Gli elementi costitutivi del Comune: generalità

        3. La popolazione comunale

        4. Il territorio Comunale

        5. Il patrimonio

        6. Circoscrizioni di decentramento comunale

        7. Altre forme di decentramento comunale

        8. Le funzioni comunali: artt. 13 e 14

        9. La Provincia: caratteri ed elementi costitutivi

        10. Le funzioni provinciali

        11. I compiti di programmazione delle Province

        12. Le circoscrizioni provinciali e l’istituzione di nuove Province

        13. La soppressione dei Circondari provinciali

        Capitolo Terzo: Gli altri soggetti (artt. 22-35)

        1. Le Città metropolitane

        2. Le Comunità montane

        3. Le Comunità isolane o di arcipelago

        4. Le forme associative: generalità

        5. I consorzi

        6. Le altre forme associative

        Capitolo Quarto: Gli organi di governo del Comune e della Provincia (artt. 36-76)

        Sezione Prima

        Composizione e funzioni

        1. La disciplina in generale

        2. Il Consiglio comunale e provinciale

        3. I consiglieri

        4. La Giunta comunale e provinciale

        5. Il Sindaco e il Presidente della Provincia: ruolo e vicende della carica

        6. Le competenze degli organi di vertice dell’amministrazione comunale e provinciale

        7. Le attribuzioni del Sindaco quale ufficiale di Governo

        8. Gli ulteriori poteri del Sindaco in materia di sicurezza urbana

        9. Il vicesindaco e il vicepresidente della provincia

        Sezione Seconda

        Incandidabilità, ineleggibilità, incompatibilità

        degli amministratori locali

        1. Introduzione

        2. Elettorato passivo

        3. Requisiti della candidatura

        4. Cause ostative alla candidatura

        5. Sospensione e decadenza di diritto

        6. Ineleggibilità

        7. Incompatibilità

        8. Perdita delle condizioni di eleggibilità e incompatibilità

        9. Contestazione delle cause di ineleggibilità ed incompatibilità

        10. L’azione popolare elettorale

        Sezione Terza

        Il sistema elettorale

        1. Introduzione

        2. Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale nei Comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti

        3. Elezione del Sindaco nei Comuni con popolazione superiore a

        15.000 abitanti

        4. Elezione del Consiglio comunale nei Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti

        5. Elezione del Presidente della Provincia

        6. Elezione del Consiglio Provinciale

        7. L’anagrafe degli amministratori locali e regionali

        Capitolo Quinto: Status degli amministratori locali (artt. 77-87)

        1. Definizione di amministratore locale

        2. Doveri e condizione giuridica

        3. Permessi e licenze

        4. Indennità e gettoni di presenza

        5. Rimborso spese di viaggio

        6. Oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi

        Capitolo Sesto: Organizzazione e personale (artt. 88-111)

        Sezione Prima

        Il rapporto di lavoro alle dipendenze dell’ente locale

        1. Le fonti che disciplinano il rapporto di lavoro dei dipendenti degli

        enti locali

        2. L’ordinamento generale degli uffici e dei servizi

        3. Gli uffici di staff

        4. Gli strumenti di controllo e contenimento della spesa sul personale

        5. Le forme flessibili di impiego

        6. La responsabilità patrimoniale

        7. La responsabilità disciplinare

        Sezione Seconda

        Segretari comunali e provinciali

        1. Excursus storico e inquadramento giuridico

        2. Funzioni

        3. Il reclutamento e la formazione dei segretari

        4. Nomina e revoca

        5. La disciplina del rapporto di lavoro

        6. Il segretario privo di incarico, non confermato o revocato

        7. Il Vicesegretario comunale e provinciale

        8. L’agenzia autonoma per la gestione dell’albo dei segretari comunali e provinciali

        Sezione Terza

        La dirigenza locale

        1. La distinzione tra poteri di indirizzo e poteri di gestione

        2. Le attribuzioni dei dirigenti locali: art. 107 T.U

        3. Le novità in tema di dirigenza: la riforma Brunetta

        4. Il conferimento di funzioni dirigenziali

        5. La dirigenza nei piccoli Comuni

        6. Incarichi a contratto e collaborazioni esterne

        7. Il direttore generale

        Capitolo Settimo: Servizi e interventi pubblici locali (artt. 112-123)

        1. Nozione di servizio pubblico locale

        2. I servizi pubblici locali nell’evoluzione normativa

        3. L’oggetto dei servizi pubblici locali (art. 112)

        4. I servizi pubblici locali di rilevanza economica (art. 113)

        5. I servizi pubblici locali privi di rilevanza economica (art. 113bis)

        6. La gestione in economia

        7. L’azienda speciale (ex municipalizzata)

        8. L’istituzione

        9. Trasformazione delle aziende speciali in società di capitali

        10. S.P.A. con partecipazione pubblica minoritaria

        11. Società di trasformazione urbana

        12. Tariffe dei servizi e contratti di sponsorizzazione

        13. Regime del trasferimento di beni

        14. Lavori socialmente utili

        Capitolo Ottavo: I controlli (artt. 124-148)

        Sezione Prima

        Il controllo sugli atti

        1. L’attività di controllo

        2. L’evoluzione normativa dei controlli sugli atti

        3. La disciplina dei controlli nel T.U.

        4. La pubblicazione delle deliberazioni (art. 124 T.U.)

        5. Il potere sostitutivo del Governo

        6. L’annullamento straordinario degli atti degli enti locali

        7. I pareri obbligatori

        8. L’organo di controllo regionale (CO.RE.CO.)

        Sezione Seconda

        Il controllo sugli organi

        1. Generalità

        2. Lo scioglimento dei consigli comunali e provinciali

        3. La procedura di scioglimento

        4. La sospensione dei Consigli comunali e provinciali

        5. Rimozione e sospensione degli amministratori locali

        6. Enti locali condizionati da fenomeni di infiltrazioni mafiose

        Sezione Terza

        I controlli interni e i controlli esterni sulla gestione

        1. Il D.Lgs. 286/1999

        2. I controlli interni nel Testo Unico Enti Locali: art. 147

        3. I controlli esterni sulla gestione: la Corte dei conti

        PARTE SECONDA

        ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE

        Capitolo Primo: Disposizioni generali (artt. 149-161)

        1. L’autonomia finanziaria degli enti locali: l’art. 119 Cost. e il federalismo fiscale

        2. I principi dell’ordinamento finanziario nel Testo Unico enti locali

        3. I principi dell’ordinamento contabile

        4. Il regolamento di contabilità

        5. Il servizio economico-finanziario

        6. L’Osservatorio sulla finanza e la contabilità degli enti locali

        7. La commissione per la finanza e gli organici degli enti locali

        Capitolo Secondo: Programmazione e bilanci: gli strumenti della pianificazione strategica e della programmazione operativa (artt. 162-177)

        1. Introduzione

        2. Pianificazione

        3. Programmazione

        4. Efficacia ed efficienza. Gli indicatori

        5. Il «programma di mandato»

        6. Il sistema dei documenti di bilancio

        7. Il bilancio di previsione annuale

        8. La relazione previsionale e programmatica

        9. Il bilancio pluriennale di previsione

        10. Gli altri allegati al bilancio

        11. Il programma triennale dei lavori pubblici

        12. Il piano esecutivo di gestione (P.E.G.)

        13. Le variazioni al bilancio ed al P.E.G. ed i prelevamenti dal fondo di riserva

        Capitolo Terzo: La gestione del bilancio (artt. 178-198)

        1. Premessa

        2. Fasi di gestione dell’entrata

        3. Fasi di gestione della spesa

        4. Residui attivi e passivi

        5. Il risultato contabile di amministrazione

        6. Il monitoraggio della gestione finanziaria

        7. La salvaguardia degli equilibri di bilancio

        8. Controllo di gestione

        Capitolo Quarto: Gli investimenti (artt. 199-207)

        1. Il concetto di spesa di investimento all’interno delle disposizioni sull’ordinamento finanziario e contabile

        2. Le fonti di finanziamento delle spese di investimento

        Capitolo Quinto: La tesoreria (artt. 208-226)

        1. Il servizio di tesoreria

        2. Riscossione delle entrate e pagamento delle spese

        3. Verifiche ordinarie e straordinarie di cassa

        4. Il conto del tesoriere

        Capitolo Sesto: Rilevazione e dimostrazione dei risultati di gestione (artt. 227-233)

        1. Il rendiconto della gestione

        2. Il conto del bilancio

        3. Il conto economico

        4. Il conto del patrimonio

        5. Il prospetto di conciliazione

        6. La contabilità economica nella realtà operativa degli enti locali

        Capitolo Settimo: La revisione economico-finanziaria (artt. 234-241)

        1. La funzione di revisione nell’ente locale

        2. L’organo di revisione: composizione e durata

        3. I pareri

        4. Le relazioni e i referti

        5. Le verifiche

        6. La responsabilità dell’Organo di revisione

        Capitolo Ottavo: Enti locali deficitari o dissestati (artt. 242-269)

        1. La deficitarietà strutturale

        2. Il dissesto finanziario

        3. La dichiarazione del dissesto

        4. La gestione finanziaria durante la procedura di risanamento ed i

        compiti degli organi istituzionali dell’ente

        5. L’organo straordinario di liquidazione

        6. Il bilancio stabilmente riequilibrato ed il periodo di risanamento

        PARTE TERZA

        ASSOCIAZIONE DEGLI ENTI LOCALI E DISPOSIZIONI TRANSITORIE ED ABROGAZIONI

        Capitolo Primo: Le associazioni degli enti locali (artt. 270-272)

        1. Le associazioni degli enti locali

        2. Contributi associativi

        3. Sedi associative

        4. Attività delle associazioni

        Capitolo Secondo: Norme finali (artt. 273-275)

        1. Norme transitorie

        2. Norme abrogate
        3. Norma finale