Codice del Lavoro (Editio minor) 509/1 - Edizioni Simone

Codice del Lavoro (Editio minor)

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v509_1.jpg

A cura di Luciano Ciafardini - Federico del Giudice - Fausto Izzo

  • Anno Edizione: 2019
  • Edizione: XXV
  • Formato: 10,5 x 15
  • Pagine: 1888
  • Codice: 509/1
  • Isbn: 9788891419309
  • Prezzo: € 24,00
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
     
     

      • La nuova edizione del Codice del Lavoro minor vede la luce immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di bilancio per il 2019 (L. 30 dicembre 2018, n. 145).

        Si tratta del principale strumento legislativo destinato ad alimentare, annualmente, le risorse necessarie per il funzionamento dello Stato, sebbene esso costituisca spesso il veicolo per l’introduzione di modifiche, anche rilevanti, alla disciplina normativa di diversificati settori dell’ordinamento giuridico, ivi incluso quello del diritto del lavoro.

        La particolarità della legge n. 145 del 2018 è costituita dalla sostanziale assenza di reale ed effettivo confronto parlamentare sui relativi contenuti.

        Anche quest’anno, infatti, il Governo ha utilizzato la tecnica del maxiemendamento interamente sostitutivo dell’originario disegno di legge, ma, questa volta, non tanto per consentire una rapida approvazione delle centinaia di emendamenti usualmente proposti in sede di esame da parte delle

        Commissioni parlamentari competenti, ma per sostituire all’articolato da queste ultime esaminato un testo del tutto diverso, frutto della serrata interlocuzione con le autorità europee e, sostanzialmente, imposto alla valutazione parlamentare con un contingentamento dei tempi tale da indurre alcuni gruppi parlamentari a sollevare conflitto di attribuzione innanzi alla Corte costituzionale.

        A prescindere da tali modalità di approvazione, la legge di bilancio per il 2019 prevede, in materia lavoristica, la riduzione temporanea delle tariffe dei premi INAI L, una massiccia ondata di nuove assunzioni di personale alle dipendenze della pubblica amministrazione, il riconoscimento del cd. «reddito di cittadinanza» non solo come prestazione assistenziale, ma anche come strumento di politica attiva del lavoro (la cui concreta operatività è rimessa però all’emanazione di un decreto collegato), la proroga del trattamento di mobilità in deroga, un contributo di solidarietà temporaneo, per 5 anni, e progressivo per scaglioni di reddito, sulle cd. «pensioni d’oro» e l’introduzione della cd. «quota 100» per l’accesso alle prestazioni pensionistiche.

        Ulteriore provvedimento rilevante adottato nel corso del 2018 è certamente il cd. «decreto dignità» (D.L. 12 luglio 2018, n. 87, convertito in L. 9 agosto 2018, n. 96), con il quale, senza incidere effettivamente sull’impianto del contratto a tutele crescenti, da un lato sono stati introdotti strumenti simili ai vecchi voucher, anche in settori ad alto rischio di abuso (come l’agricoltura), dall’altro sono stati previsti limiti ulteriori al contratto a termine.

        Di tutte queste innovazioni, e di altre minori pure considerate (si pensi al D.Lgs. 2 ottobre 2018, n. 124, in materia di lavoro penitenziario, al cd. «decreto sicurezza» 4 ottobre 2018, n. 113, convertito in L. 1° dicembre 2018, n. 132 e al cd. «decreto fiscale» 23 ottobre 2018, n. 119, convertito in L. 17 dicembre 2018, n. 136), il codice offre puntuale segnalazione, con la consueta tecnica della collocazione sistematica, coniugata con la presentazione cronologica delle riforme.

        Il codice si rivolge non solo agli operatori professionali (magistrati, avvocati, consulenti del lavoro, pubblici funzionari, dirigenti aziendali e sindacali), ma anche agli studenti universitari, che possono contare su un validissimo ausilio formativo, idoneo a limitare l’incertezza cagionata dalle continue modifiche della materia specialistica in esame.

        Anche per la intelligente e pronta (e pertanto insostituibile) collaborazione della Redazione, fonte di preziosi suggerimenti per gli autori, il lavoro, ricco di note e richiami intertestuali, si completa con un utilissimo corredo di indici sistematico, analitico e cronologico.

      • PIANO DELL’OPERA

        Parte Prima

        Norme fondamentali

        Sezione I - Ordinamento interno

        Sezione II - Ordinamento internazionale

        Parte Seconda

        Intervento pubblico sul mercato del lavoro

        Sezione I - Collocamento e politiche attive del lavoro

        Sezione II - Collocamento lavoratori extracomunitari

        Sezione III - Assunzioni obbligatorie ed integrazione lavorativa dei disabili

        Sezione IV - Intermediazione nelle prestazioni di lavoro

        Sezione V - Somministrazione di lavoro, appalto, distacco

        Sezione VI - Formazione professionale

        Sezione VII - Occupazione Giovanile

        Sezione VIII - Lavoro irregolare e poteri di vigilanza

        Sezione IX - Cassa Integrazione Guadagni

        Sezione X - Mobilità della manodopera e incentivi all’assunzione

        Sezione XI - Altri ammortizzatori sociali e forme di integrazione del reddito

        Sezione XII - L avori socialmente utili

        Parte Terza

        Il rapporto di lavoro subordinato

        Sezione I - Capacità lavorativa

        Sezione II - Costituzione e durata del rapporto di lavoro. Contratto a tempo determinato. Patto di prova

        Sezione III - Datore e prestatore di lavoro: poteri ed obblighi

        Sezione IV - Prestazione di lavoro e mansioni

        Sezione V - Retribuzione

        Sezione VI - Orario di lavoro e tipologie contrattuali connesse

        Capo I - Orario di lavoro

        Capo II - Part-time

        Capo III - Lavoro intermittente

        Capo IV - Lavoro ripartito

        Sezione VII - Riposi, festività e ferie

        Sezione VIII - Sospensione del rapporto di lavoro

        Capo I - Per malattia

        Capo II - Per matrimonio, gravidanza e congedo

        Capo III - Per elezioni

        Capo IV - Per richiamo alle armi

        Sezione IX - Cessazione del rapporto di lavoro

        Capo I - Licenziamenti individuali

        Capo II - Licenziamenti collettivi

        Capo III - Dimissioni

        Capo IV - Trattamento di fine rapporto

        Parte Quarta

        I rapporti di lavoro speciali

        Sezione I - Norma generale

        Sezione II - Apprendistato

        Sezione III - Contratto di formazione e lavoro

        Sezione IV - Parasubordinazione

        Sezione V - Lavoro occasionale e accessorio

        Sezione VI - Telelavoro

        Sezione VII - Lavoro agile

        Sezione VIII - Lavoro autonomo

        Parte Quinta

        Tutela del lavoro delle donne e conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

        Parte Sesta

        Lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione

        Parte Settima

        La tutela del lavoro

        Sezione I - Norme di tutela dei crediti da lavoro

        Sezione II - Trasferimento d’azienda

        Sezione III - Tutela contro le discriminazioni

        Sezione IV - Norme processuali

        Sezione V - Norme di prevenzione e tutela della salute

        Sezione VI - Norme di tutela della privacy del lavoratore

        Parte Ottava

        Norme sindacali

        Sezione I - Organizzazione sindacale

        Sezione II - Contratti collettivi

        Sezione III - Contratti di solidarietà e reinserimento

        Sezione IV - Sciopero e serrata

      • Aggiornato al
        D.L. 28 gennaio 2019, n. 4 (Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni)