Prontuario dei Verbali d'Udienza Civile 54/16 - Edizioni Simone

Prontuario dei Verbali d'Udienza Civile

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/v54_16.jpg

Autori

  • Anno Edizione: 2019
  • Edizione: IX
  • Formato: 17 x 12
  • Pagine: 352
  • Codice: 54/16
  • Isbn: 9788891419415
  • Prezzo: € 20,00€
  • Prezzo Scontato: € 17
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
     
     

      • Il Prontuario ha l’ambizione di alleviare la fatica quotidiana del praticante, vittima predestinata dello stalking dell’avvocato-tiranno.

        È un piccolo salvagente per evitare l’annegamento nelle caotiche udienze civili, dove è tutto un brilluccichio di tacchi 12, morbide permanenti e improbabili nodi alle cravatte.

        Il Prontuario è pensato per il praticante ma si rivolge anche all’avvocato (che, già lo vedo) lo sfoglierà di nascosto, perché “un prontuario non mi serve, e poi questo Massimiliano Di Pirro chi c…. è?”).

        In questa nuova edizione sono state aggiunte parti nuove, relative al procedimento cautelare, al giudizio d’appello nelle cause di lavoro, ad alcuni procedimenti speciali e ai riti semplificati ex D.Lgs. 150/2011.

        È stata, inoltre, modificata massicciamente la parte sul procedimento di primo grado, che occupa gran parte del prontuario, con la modifica di formule preesistenti e l’inserimento di formule nuove (ad es., la revoca e la rinuncia alla procura e la decisione della causa a seguito di trattazione scritta o mista), l’aggiornamento giurisprudenziale e una diversa disposizione dei paragrafi.

        Infine, la parte sul processo esecutivo è stata interamente riscritta. Questa nuova veste (formale e contenutistica) del prontuario è stata pensata per renderlo uno strumento ancora più utile per l’attività quotidiana di praticanti e avvocati. E, magari, per distinguerlo dal suo gemello omozigote, più bruttino, nato dopo e — caso unico — da genitori diversi.

        Perché nel magico mondo dell’editoria tutto è possibile.

      • Parte prima

        La trattazione della causa

        L’udienza di prima comparizione e trattazione (Art. 183 c.p.c.)

        1. Mancata comparizione di entrambe le parti

        2. Mancata comparizione dell’attore costituito

        3. Contumacia dell’attore

        4. Contumacia del convenuto regolarmente citato

        5. Costituzione tardiva dell’attore

        6. Impedimenti alla trattazione della causa

        7. Assenza di impedimenti alla trattazione della causa

        8. Istanza per la cancellazione di frasi sconvenienti od offensive

        9. Rinvio ad altra udienza per C.T.U

        10. Ammissione dei mezzi di prova

        11. Chiamata in causa del terzo da parte dell’attore

        12. Conciliazione su richiesta delle parti

        13. Conciliazione proposta dal giudice (Art. 185bis c.p.c.)

        14. Richiesta di condanna per l’inosservanza degli obblighi diversi dal pagamento di somme di denaro (cd. misure di coercizione indiretta)

        15. Istanza di differimento dei termini fissati nel calendario del processo

        16. Istanza di rimessione in termini

        Le ordinanze anticipatorie di condanna (Artt. 186bis, ter e quater c.p.c.)

        1. Istanza di pagamento di somme non contestate (Art. 186bis c.p.c.)

        2. Istanza di ingiunzione di pagamento o di consegna (Art. 186ter c.p.c.)

        3. Istanza di pagamento di somme di denaro, di consegna di beni mobili o di rilascio di immobili successiva alla chiusura dell’istruzione della causa (Art. 186quater c.p.c.)

        Il litisconsorzio necessario e l’integrazione del contraddittorio (Art. 102 c.p.c.)

        1. Eccezione di litisconsorzio necessario

        Estromissione dal giudizio del garantito e dell’obbligato (Artt. 108 e 109 c.p.c.)

        1. Estromissione del garantito

        2. Estromissione dell’obbligato

        La sospensione del processo (Artt. 295, 296 c.p.c.)

        1. Istanza di sospensione necessaria (Art. 295 c.p.c.)

        2. Istanza di sospensione concordata (Art. 296 c.p.c.)

        Revoca e rinuncia alla procura in udienza (Art. 85 c.p.c.)

        1. Revoca della procura

        2. Rinuncia alla procura

        3. Costituzione del nuovo difensore nel corso del giudizio

        Parte Seconda

        L’istruzione probatoria

        Istanza per la nomina di un interprete, di un traduttore o di un interprete per sordo o muto (Artt. 122, 123 e 124 c.p.c.)

        1. Istanza di nomina

        2. Verbale di giuramento dell’interprete o del traduttore (Artt. 122 e 123 c.p.c.)

        Il consulente tecnico (Artt. 191, 193, 196, 201 c.p.c.)

        1. Istanza di nomina del CTU

        2. Giuramento del CTU

        3. Rinnovazione della consulenza tecnica d’ufficio

        4. Sostituzione del CTU

        L’esibizione delle prove e la richiesta di informazioni alla p.a. (Artt. 210-213 c.p.c.)

        1. Ordine di esibizione alla parte o al terzo

        2. Richiesta di informazioni alla pubblica amministrazione

        Il disconoscimento di scrittura privata (Artt. 214 ss. c.p.c.)

        1. Disconoscimento di scrittura privata sottoscritta

        2. Disconoscimento di scrittura privata non sottoscritta

        3. Disconoscimento tardivo

        4. Disconoscimento inammissibile

        5. Istanza incidentale di verificazione

        La querela di falso (Artt. 221 ss., 313 c.p.c.; 65 Disp. att. c.p.c.)

        1. Istanza di querela di falso

        L’interrogatorio formale e l’interrogatorio libero (Artt. 117, 230 e ss. c.p.c.)

        1. Interrogatorio formale

        2. Interrogatorio libero (non formale) delle parti

        Il giuramento decisorio (Artt. 233, 234, 238, 239 c.p.c.)

        1. Deferimento in assenza di contestazioni della controparte

        2. Deferimento del giuramento decisorio in presenza di contestazioni della controparte

        3. Riferimento del giuramento decisorio al soggetto che lo ha richiesto

        4. Prestazione del giuramento

        5. Mancata prestazione del giuramento

        Il giuramento suppletorio (Artt. 240, 242, 243 c.p.c.)

        1. Deferimento del giuramento

        2. Prestazione del giuramento

        Il giuramento estimatorio (Artt. 241, 265 c.p.c., 2736 c.c.)

        1. Deferimento del giuramento

        2. Prestazione del giuramento

        3. Mancata prestazione del giuramento

        La prova testimoniale (Artt. 207, 251 ss. c.p.c.)

        1. Comparizione del testimone

        2. Richesta di chiarimenti

        3. Mancata comparizione del testimone

        4. Confronto dei testimoni

        5. Assunzione di prova delegata

        6. Testimonianza scritta

        Parte Terza

        La fase di decisione della causa

        La precisazione delle conclusioni (Artt. 189-190 c.p.c.)

        1. Comparizione di entrambe le parti con nuova domanda (e richiesta ex Art. 96 c.p.c.)

        2. Comparizione di una sola parte

        3. Istanza per il giudizio di equità (Art. 114 c.p.c.)

        4. Richiesta di distrazione delle spese

        5. La decisione della causa

        Parte Quarta

        Il procedimento davanti al giudice di pace

        Forma della domanda

        1. Domanda proposta verbalmente (Art. 316, co. 2, c.p.c.)

        Udienza di comparizione delle parti e tentativo di conciliazione (Art. 320 c.p.c.)

        1. Verbale di prima udienza

        2. Tentativo di conciliazione con esito positivo

        3. Tentativo di conciliazione con esito negativo

        4. Dichiarazione di contumacia

        5. Irregolarità della notifica della citazione

        6. Eccezione di nullità della citazione

        Attività istruttoria (Art. 184 e ss. c.p.c.)

        1. Assunzione di prova testimoniale

        2. Formulazione delle istanze istruttorie

        3. Nomina del consulente tecnico d’ufficio

        4. Assunzione dell’incarico da parte del consulente tecnico d’ufficio

        5. Nullità della consulenza tecnica d’ufficio

        Parte Quinta

        Procedimento sommario di cognizione

        Il procedimento in generale

        1. Diserzione bilaterale dell’udienza

        2. Difetto di giurisdizione o di competenza

        3. Inammissibilità del ricorso e liquidazione delle spese

        4. Richiesta di conversione del rito da sommario a ordinario

        5. Pluralità dei mezzi istruttori da assumere e inapplicabilità del rito sommario

        6. Assenza di istanze istruttorie e rimessione della causa in decisione

        7. Ammissione delle prove e rinvio ad altra udienza

        8. Nomina del consulente tecnico d’ufficio

        Parte Sesta

        Il processo del lavoro

        Verifica della regolarità del contraddittorio (Art. 420 c.p.c.)

        1. Diserzione bilaterale dell’udienza

        2. Nullità dell’atto introduttivo

        3. Contumacia del convenuto irregolarmente citato

        4. Irregolarità dell’atto di costituzione in giudizio o dei documenti

        5. Interrogatorio libero delle parti e tentativo di conciliazione

        La prova testimoniale (Artt. 244 ss. e 421, c. 1, c.p.c.)

        1. Ammissione della prova

        2. Inammissibilità della prova

        3. Assunzione della prova

        La consulenza tecnica (Art. 424 c.p.c.)

        1. Nomina del consulente tecnico d’ufficio (C.T.U.)

        2. Nomina del C.T.U. per malattia professionale

        3. Comparizione e giuramento del consulente tecnico d’ufficio

        Richiesta di informazioni (Artt. 213, 421 e 425 c.p.c.)

        1. Richiesta di informazioni alla P.A.

        2. Richiesta di informazioni alle associazioni sindacali

        Accesso sul luogo di lavoro (Artt. 258 ss. e 421, c. 3 c.p.c.)

        Ordinanze per il pagamento di somme (Art. 423 c.p.c.)

        1. Ordinanza di pagamento di somme non contestate (Art. 423, c. 1, c.p.c.)

        2. Ordinanza di pagamento di somme ritenute provate (Art. 423, c. 2, c.p.c.)

        Le prove documentali (Art. 416, c. 3 c.p.c.)

        Giudizio d’appello

        1. Conferimento dell’incarico e giuramento del C.T.U. (Art. 441 c.p.c.)

        2. Udienza di discussione (Art. 437 c.p.c.)

        Parte Settima

        Il procedimento cautelare

        Verbale di udienza nel procedimento cautelare (Art. 669sexies c.p.c.)

        1. Decisione dell’istanza cautelare a seguito del contraddittorio (Art. 669sexies, co. 1)

        2. Decreto inaudita altera parte e contraddittorio differito (Art. 669sexies, co. 2)

        Istanza di revoca o di modifica del provvedimento cautelare proposta nel corso della causa di merito (Art. 669decies c.p.c.)

        Udienza camerale a seguito del reclamo (Art. 669terdecies c.p.c.)

        Parte Ottava

        Separazione e divorzio

        Separazione personale dei coniugi (Artt. 706-711 c.p.c.)

        1. Verbale di separazione consensuale e decreto di omologazione

        2. Udienza davanti al giudice istruttore

        3. Udienza di separazione giudiziale (convenuto comparso) (Art. 708 c.p.c.)

        4. Verbale di separazione giudiziale (convenuto non comparso) (Art. 708 c.p.c.)

        5. Verbale di separazione giudiziale trasformata in consensuale

        6. Verbale di divorzio congiunto (Art. 8, L. 74/1987)

        7. Verbale di divorzio contenzioso (convenuto comparso) (Artt. 1-2 L. 898/1970)

        8. Verbale di divorzio contenzioso (convenuto non comparso) (Artt. 1-2, L. 898/1970)

        9. Divorzio giudiziale trasformato in divorzio a domanda congiunta

        10. Dichiarazione sostitutiva di notorietà

        Parte Nona

        Il processo di esecuzione

        Espropriazione forzata in generale

        1. Richiesta del creditore pignorante di estensione del pignoramento sui beni oggetto della dichiarazione del debitore (Art. 499, co. 4 c.p.c.)

        2. Udienza di riconoscimento dei crediti dei creditori intervenuti senza titolo esecutivo (Art.499, co. 6 c.p.c.)

        Espropriazione mobiliare

        1. Autorizzazione alla vendita nell’espropriazione mobiliare presso il debitore (Art. 530 c.p.c.)

        2. Pignoramento presso terzi (Art. 548 c.p.c.)

        Espropriazione immobiliare

        1. Verbale di udienza per l’autorizzazione alla vendita (Art. 569 c.p.c.)

        Le opposizioni

        1. Udienza davanti al g.e. a seguito dell’opposizione all’esecuzione (Art. 616 c.p.c.) e agli atti esecutivi (Art. 618 c.p.c.)

        2. Udienza successiva all’opposizione a precetto (Art. 615 c.p.c.)

        Sospensione del processo

        1. Udienza di sospensione del procedimento esecutivo (Art. 624bis c.p.c.)

        Parte Decima

        Procedimenti speciali

        Il procedimento locatizio

        1. Sfratto per morosità. Mancata comparizione di entrambe le parti o dell’intimante

        2. Comparizione dell’intimante

        3. Opposizione dell’intimato

        4. Udienza successiva alla concessione del termine di grazia

        5. Convalida di sfratto per finita locazione

        6. Verbale di rilascio dell’immobile

        Il giudizio davanti al tribunale delle imprese

        1. Rinnovazione della notifica della citazione

        2. Dichiarazione di inammissibilità del ricorso proposto ai sensi dell’art. 702bis c.p.c

        3. Nomina del liquidatore della società

        4. Ordinanza di ingiunzione di pagamento emessa in udienza (Art. 186ter c.p.c.)

        5. Rigetto del ricorso

        Altri procedimenti speciali

        1. Udienza per la fissazione del termine per l’accettazione dell’eredità (Art. 749 c.p.c.)

        2. Udienza per la nomina di un curatore per la liquidazione dell’eredità (Artt. 779 c.p.c. e 509 c.c.)

        3. Udienza di discussione del progetto di divisione (Art. 789 c.p.c.)

        4. Verbale di conciliazione nel giudizio di affrancazione del fondo enfiteutico (Art. 971 c.c.)

        Parte Undicesima

        I riti semplificati

        I riti semplificati

        1. Opposizione ad ordinanza-ingiunzione (Art. 6, D.Lgs. 150/2011)

        2. Opposizione al verbale di accertamento di violazione del codice della strada (Art. 7, D.Lgs 150/2011)

        3. Espulsione dei cittadini di Stati extraeuropei (Art. 18, D.Lgs. 150/2011)

        4. Controversie in materia di discriminazione (Art. 28, D.Lgs. 150/2011)

        5. Rettificazione di sesso (Art. 31, D.Lgs. 150/2011)

        6. Diniego del permesso di soggiorno temporaneo per esigenze di carattere umanitario (Art. 19ter, D.Lgs. 150/2011)