Diritto dell'Immigrazione L34 - Edizioni Simone

Diritto dell'Immigrazione

abstract

Edizioni Simone

http://img.edizionisimone.it/catalogo/vl34.jpg

Manuale in materia di ingresso e condizione degli stranieri in Italia • Online - Formulario - Normativa - Giurisprudenza - Con accesso all'innovativa piattaforma XLIGO per un volume sempre aggiornato

Autori

  • Anno Edizione: 2019
  • Edizione: VII
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine: 560
  • Codice: L34
  • Isbn: 9788891420312
  • Prezzo: € 48,00€
  • Prezzo Scontato: € 40.8
  •  

    • Acquista
    • cartaceo
     
     

      • Il tema dell’immigrazione è caratterizzato da una normativa particolarmente articolata, in quanto tocca ambiti trasversali di diritto amministrativo, civile, penale e del lavoro.
        Tale complessa disciplina non si compone peraltro di sole norme nazionali poiché non solo il diritto dell’Unione europea (sia dei trattati sia derivato) disciplina continuamente la materia, ma anche il diritto internazionale pone in questo ambito numerose limitazioni all’autonomia degli Stati.
        Diverse ed eterogenee sono le fonti normative: regolamenti e direttive dell’Unione Europea, leggi e circolari.
        Molti, inoltre, sono i soggetti e le istituzioni coinvolti – a vario titolo – nell’ordinamento italiano nell’applicazione del dettato normativo: il Ministero dell’Interno con le Prefetture e le Questure, le Regioni, gli Enti locali, le Poste, le Scuole e i Tribunali.
        La materia, peraltro, è in continuo mutamento: da qui, dunque, nasce l’esigenza di disporre di uno strumento in grado di fornire una visione completa con una caratterizzazione prevalentemente operativa, che possa rendere di agevole lettura e di pratica applicazione le disposizioni che disciplinano l’immigrazione.
        Il testo, aggiornato al decreto Salvini (D.L. 113/2018 conv. in L. 132/2018), segue uno sperimentato e preciso ordine logico di trattazione: ingresso in Italia, permanenza ed uscita. Si è dedicato, inoltre, per l’attualità dell’argomento, uno specifico capitolo alla protezione internazionale.
        Ulteriori materiali relativi alla normativa e alla giurisprudenza sono accessibili on line con il Qr Code inserito nel volume.

        Con E-Book online
        Associato al volume anche l’accesso all’innovativa piattaforma informatica XLIGO: il libro si trasforma in un E-Book ipertestuale con link interattivi alla normativa e alla giurisprudenza sempre aggiornati.

      • Capitolo 1 - Lo straniero nel diritto internazionale e comunitario

        1.1 La nozione di straniero

        1.2 Lo straniero nel diritto sovra-nazionale

        1.2.1 Il Codice internazionale dei diritti umani

        1.2.2 Strumenti internazionali di tutela dello straniero

        1.2.3 Normativa «regionale» europea

        1.2.4 Strumenti derivanti dall’appartenenza all’Unione europea

        1.3 I cittadini dell’Unione europea

        1.3.1 Cittadini neocomunitari provenienti da Romania e Bulgaria

        1.3.2 Cittadini neocomunitari provenienti dalla Croazia

        1.4 I cittadini extracomunitari

        1.5 Le situazioni di protezione internazionale

        Capitolo 2 - Le fonti della normativa sull’immigrazione

        2.1 La normativa antica e pre-unitaria (cenni)

        2.2 La prima normativa conseguente all’unificazione d’Italia

        2.3 La normativa all’epoca del fascismo

        2.4 La normativa repubblicana

        2.4.1 La Legge Turco-Napolitano (l. 40/1998)

        2.4.2 Il Testo Unico sull’immigrazione: d.lgs. 25-7-1998, n. 286

        2.4.3 La legge Bossi-Fini

        2.4.4 Le sentenze della Corte Costituzionale

        2.4.5 Il d.l. 241/2004, convertito in l. 271/2004

        2.4.6 Le modifiche a piccoli passi: il d.lgs. 8 gennaio 2007, n. 3 e 5 e il d.lgs. 6 febbraio 2007, n. 30

        2.4.7 Il Governo Berlusconi: il cd. pacchetto sicurezza

        2.4.8 L’europeizzazione della normativa

        2.4.9 La normativa dell’emergenza

        2.4.10 Il Governo Conte

        Capitolo 3 - Principi di base della normativa in vigore: definizioni

        3.1 Profili costituzionali

        3.2 Profili amministrativi

        3.2.1 Definizioni

        3.2.2 L’obbligo di esibizione dei titoli di soggiorno

        3.2.3 Lo scambio di informazioni tra stranieri e pubblica amministrazione: l’uso dell’autocertificazione

        3.2.4 Lo scambio di informazioni tra stranieri e pubblica amministrazione: la dovuta conoscenza degli atti comunicati

        3.2.5 L’applicabilità della legge 241/1990

        3.2.6 La normativa sulla privacy

        3.2.7 La semplificazione amministrativa

        3.2.8 Le sanzioni amministrative

        3.3 Profili penalistici

        3.3.1 Reati attinenti all’entrata in Italia

        3.3.2 Reati attinenti alla presenza dello straniero

        3.3.3 Reati legati all’espulsione: la permanenza clandestina continuata

        3.3.4 Reati attinenti alla sfera del lavoro

        3.3.5 Reati attinenti alle discriminazioni

        3.4 Profili civilistici

        3.5 Profili giuslavoristici

        Capitolo 4 - Entrata in Italia

        4.1 Fonti normative

        4.2 Aspetti preliminari

        4.3 Presentarsi alla frontiera

        4.4 Il possesso del documento di viaggio (passaporto)

        4.5 Il visto

        4.5.1 I visti di breve durata: il codice comunitario dei visti

        4.5.2 I visti di lunga durata: i visti nazionali

        4.6 I mezzi di sussistenza

        4.7 Le cause ostative all’ingresso

        4.8 Motivi per entrare in Italia

        4.9 Visti d’ingresso all’interno delle «quote»

        4.9.1 La procedura informatizzata

        4.9.2 Lavoro subordinato: la richiesta nominativa

        4.9.3 Lavoro stagionale: la richiesta nominativa

        4.9.4 Lavoro subordinato e stagionale: la richiesta numerica

        4.9.5 Lavoro autonomo e libere professioni

        4.9.6 Entrata di lavoratori con diritto di prelazione

        4.9.7 Entrata in Italia di sportivi

        4.9.8 Entrata in Italia per motivi di volontariato (V.S.U. o V.N.)

        4.10 Visti d’ingresso «fuori quota»

        4.10.1 L’Ingresso per lavoro in casi particolari

        4.10.2 La carta blu UE

        4.10.3 Visto per motivi di studio (V.S.U. o V.N.)

        4.10.4 Entrata al di fuori delle quote per motivi diversi dal lavoro

        4.11 Visto d’ingresso per motivi familiari

        4.11.1 Ipotesi e requisiti

        4.11.2 La procedura

        4.11.3 Rilascio

        4.11.4 Il familiare al seguito

        4.11.5 Il diniego

        4.11.6 I diritti del ricongiunto

        4.11.7 Tutela dei minori e dei rifugiati politici

        4.12 Entrata nel territorio di cittadini unionali

        Capitolo 5 - La permanenza in Italia: i titoli di soggiorno

        5.1 La permanenza in Italia

        5.2 Titoli di soggiorno a rilascio obbligatorio

        5.3 La dichiarazione di presenza

        5.4 Il permesso di soggiorno

        5.4.1 Rilascio del permesso di soggiorno: i requisiti per la permanenza in Italia

        5.4.2 La durata del permesso di soggiorno

        5.4.3 L’accordo di integrazione

        5.4.4 Il motivo del permesso

        5.4.5 Il rinnovo del permesso

        5.4.6 Rifiuto e revoca del permesso di soggiorno

        5.4.7 La conversione del permesso di soggiorno

        5.4.8 Il permesso di soggiorno elettronico (la smart-card)

        5.4.9 La Carta blu UE

        5.5 Soggiornanti di lungo periodo: il permesso UE (ex carta di soggiorno)

        5.5.1 La direttiva 2003/109/CE del Consiglio del 25 novembre 2003

        5.5.2 Il d.lgs. 3/2007

        5.5.3 L’istanza per la richiesta del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo

        5.5.4 Il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo provenienti da altri Stati Europei

        5.5.5 Il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo in possesso di Carta blu UE

        5.5.6 Il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo titolari di protezione internazionale

        5.6 La ricevuta: la pienezza della posizione giuridica

        5.7 Il diritto al soggiorno dei cittadini comunitari e dei loro familiari

        5.8 L’ottenimento della cittadinanza italiana

        Capitolo 6 - Uscita dall’Italia

        6.1 Uscita temporanea e definitiva

        6.2 Il respingimento

        6.3 Le espulsioni

        6.3.1 Casi di divieto di espulsione

        6.4 L’ espulsione amministrativa

        6.4.1 Caratteristiche del provvedimento

        6.4.2 Modalità di esecuzione dell’espulsione

        6.4.3 Espulsione verso uno Stato Europeo

        6.5 Le espulsioni disposte dall’autorità giudiziaria

        6.5.1 Espulsione a titolo di misura di sicurezza

        6.5.2 Espulsione a titolo di sanzione sostitutiva della detenzione

        6.5.3 Espulsione a titolo di sanzione alternativa alla detenzione

        6.6 I Centri dell’immigrazione. I Centri di permanenza per i rimpatri

        6.7 I ricorsi: la tutela giurisdizionale

        6.8 La situazione di chi è in possesso di un permesso UE di lunga durata

        6.9 La situazione dei cittadini comunitari

        Capitolo 7 - La protezione internazionale

        7.1 Ottenimento dello status di rifugiato

        7.2 La protezione sussidiaria

        7.3 I soggetti competenti

        7.4 L’iter procedurale

        7.5 Le modalità di permanenza in Italia

        7.6 La decisione

        7.7 Il ricorso

        7.8 Le garanzie per i richiedenti asilo

        7.9 Obblighi dei richiedenti

        7.10 Lo status di rifugiato politico

        7.11 L’espulsione di chi è protetto nel territorio italiano

        Capitolo 8 - La specificità dei lavoratori addetti all’assistenza familiare: le cosiddette «badanti»

        8.1 I lavoratori addetti all’assistenza familiare

        8.1.1 La regolarizzazione 2009

        8.2 La normativa di riferimento

        8.3 Gli adempimenti per l’assunzione

        8.4 Il versamento dei contributi

        8.5 Cessazione del rapporto di lavoro

        8.6 Caratteristiche contrattuali

        Capitolo 9 - Il ruolo e le funzioni degli enti competenti

        9.1 La Prefettura - UTG

        9.2 La Questura

        9.3 Lo Sportello Unico per l’immigrazione

        9.4 Le Regioni

        9.5 Gli Enti locali

        9.6 La Direzione provinciale del lavoro

        9.7 Gli Enti di istruzione

        9.8 Le Aziende ospedaliere

        9.9 Il CNEL

        9.10 Il Centro per l’impiego

        9.11 L’I.N.P.S

        9.12 Sezioni specializzate in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione europea presso i tribunali ordinari del luogo nel quale hanno sede le Corti d’appello

        9.13 Direzione centrale della Polizia di prevenzione del Ministero dell’Interno

        9.14 Il Comitato per il coordinamento e il monitoraggio

        9.15 La Commissione per le politiche di integrazione

        9.16 La Consulta per i problemi degli stranieri immigrati e delle loro famiglie

        9.17 La Direzione generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione

        9.18 Organismo centrale di raccordo per la protezione dei minori comunitari non accompagnati

        9.19 I Consigli territoriali per l’immigrazione

        9.20 Le Consulte regionali

        9.21 I Mediatori culturali

        9.22 La Commissione interministeriale per l’attuazione dell’art. 18

        9.23 Il Registro delle Associazioni e degli enti che svolgono attività a favore degli immigrati

        9.24 Gli uffici postali

        9.25 Il Servizio Centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo, rifugiati e minori stranieri non accompagnati

        9.26 Frontex

        9.27 Il comitato di cui al decreto interministeriale del 21 luglio 2017

        Capitolo 10 - Diritti e doveri dello straniero

        10.1 Definizione di diritti fondamentali nella Costituzione

        10.2 Diritti di prima generazione

        10.2.1 Diritti della personalità

        10.2.2 La libertà personale

        10.2.3 La libertà di domicilio

        10.2.4 La libertà e segretezza della corrispondenza

        10.2.5 La libertà di circolazione, soggiorno ed espatrio

        10.2.6 La libertà di riunione

        10.2.7 La libertà di associazione

        10.2.8 La libertà di religione

        10.2.9 La libertà di pensiero

        10.2.10 La libertà di informazione

        10.2.11 La libertà di difendersi

        10.2.12 I Diritti politici

        10.2.13 Il dovere di concorrere alle spese pubbliche e di osservare la Costituzione

        10.3 Diritti di seconda generazione

        10.3.1 Diritto alla tutela della salute

        10.3.2 Diritto all’istruzione

        10.3.3 Diritti previdenziali

        10.3.4 Accesso all’alloggio e all’assistenza sociale

        10.3.5 Diritto all’integrazione

        10.4 Diritti di terza generazione

        10.4.1 Diritto al reinserimento nel Paese di origine

        10.4.2 La tutela dei minori

        10.4.3 Diritto all’assistenza umanitaria

        10.4.4 La tutela contro le discriminazioni

        10.5 I diritti del cittadino soggiornante di lungo periodo

        10.6 I diritti del richiedente protezione internazionale

        10.7 Diritti particolari dei cittadini europei

      • Emanuela Zanrosso



        Segretario generale, già funzionario del Comune di Vicenza responsabile Area immigrazione presso il settore servizi sociali. Specializzata in Istituzioni e tecniche di tutela e di difesa dei diritti umani presso il Centro interdipartimentale sui diritti umani dell’Università di Padova, ha collaborato con l’Istituto delle Nazioni Unite per l’insegnamento e la ricerca (Unitar Poci). Ha lavorato per diversi enti pubblici locali svolgendo attività di consulenza legale, assistenza amministrativa e segretariato sociale per cittadini stranieri e italiani. Svolge attività di docenza sul diritto dell’immigrazione.



        Ha pubblicato, inoltre, con questa stessa Casa editrice: Diritti e Doveri degli stranieri (Napoli, 2009), Testo unico sull’immigrazione spiegato articolo per articolo (Napoli, 2013).