Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Sacra rota
Sacro romano impero
Sagibarones
Salii
Salmanno
Salvio Giuliano
Santo Uffizio
Sàssoni
Savigny Friedrich Carl von
Savoia
Scabini
Scandinavi
Schiatta
Scriniarius
Sculdascio
Scuola di Bologna
Scuola di Pavia
Scuola storica
Segretari di Stato
Sententiae receptae (o Sententiarum ad filium libri quinque)
Shadow cabinet
Signorie
Simonia
Sinibaldo de’ Fieschi
Siniscalco
Sinistra hegeliana
Sippe
Sistema curtense
Solicitor
Sostituzione fedecommissaria
Sovranità
Sovranità popolare
Speculum iuris
Sperrklausel
Spinoza Baruch
Sponsio
Star chamber
Stare decisis
Stati generali
Stato assoluto
Stato della Chiesa
Stato democratico
Stato di diritto
Stato di polizia
Stato federale
Stato liberale
Stato per ceti
Stato pontificio (o Stato della Chiesa)
Statutari
Statute Law
Statuti comunali
Statuto albertino
Stipulàtio
Stiria
Storia del diritto europeo
Storia del diritto italiano
Stratega
Studium
Summa
Summa Codicis Azzonis
Summa Perusina
Summa Trecensis
Sundrio
Svevi
Svevia



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Stato pontificio (o Stato della Chiesa)

Insieme dei territori sottoposti direttamente all’autorità papale, la cui esistenza fu legittimata per lungo tempo dalla Donazione di Costantino [vedi]. Esso trova un’origine storica nella Donazione di Sutri [vedi] fatta da Liutprando [vedi] nel 728, e soprattutto nella Donazione di Pipino [vedi] (754) con la quale il re dei Franchi donava a papa Stefano II i territori strappati ai longobardi: l’Esarcato [vedi], la Pentapoli [vedi] e parte dell’Umbria.
Nei secoli successivi a tali territori ne furono aggiunti altri. Nel 774 Carlo Magno [vedi] cedette allo (—) le città di Spoleto, Benevento, Parma, Reggio Emilia, Mantova, Venezia e la Corsica. Altre concessioni furono fatte da Ludovico il Pio [vedi], da Ottone I di Sassonia il Grande [vedi] e da Enrico II (1014-1024).
Con la riforma gregoriana [vedi] il papato si liberò dalla tutela esercitata dagli imperatori. Innocenzo III [vedi] (1198-1216) suddivise lo (—) in quattro province. Durante la cattività avignonese (1308-1377) i poteri locali assunsero una certa autonomia. Lo (—) conobbe una serie di contestazioni (come quella di Cola da Rienzo tra il 1347 e il 1354). Il controllo dello (—) fu ripreso dal cardinale Albornoz, il quale concesse le Constitutiones [vedi Costituzioni egidiane] (1357) che costituiranno la legislazione dello (—) fino al 1816.
Martino V nel 1418 restaurò l’autorità papale. Durante il secolo XVI lo (—) prese parte alle varie guerre che sconvolsero la penisola italiana.
Con l’egemonia spagnola in Italia e la Riforma [vedi Riforma protestante], lo (—) si trovò marginalizzato, salvo riprendere un certo ruolo a partire dalla Controriforma [vedi]. Sisto V (1585-1590) promosse delle riforme centralistiche nell’amministrazione dello (—), che tuttavia non ne impedirono la decadenza economica e sociale.
Lo (—) fu sconvolto dagli eventi rivoluzionari [vedi Rivoluzione francese] e da Napoleone [vedi Bonaparte Napoleone]. Nel 1797 dovette cedere alla Francia Bologna e la Romagna, nel 1798 fu proclamata la Repubblica romana [vedi], nel 1809 lo (—) fu annesso all’impero francese. Pio VI e Pio VII furono deportati in Francia.
Il Congresso di Vienna [vedi] (1815) restaurò il potere temporale del papa. La politica reazionaria dello (—) fu momentaneamente interrotta da Pio IX (1848), il quale concesse lo Statuto, anche se fu costretto alla fuga dopo la proclamazione della nuova Repubblica Romana. Il ritorno del papa (1850) portò a una nuova politica antiliberale, che gli alienò le simpatie dei patrioti italiani.
Nel 1859 lo (—) fu privato dell’Emilia e della Romagna, a favore del Regno di Sardegna, quindi delle Marche e dell’Umbria. Ridotto nel 1861 alla dimensione dell’attuale regione laziale, con la breccia di Porta Pia (20 settembre 1870) da parte delle truppe italiane, lo (—) terminò la sua storia.
[vedi anche Questione romana; Guarentigie (legge delle); Lateranensi (Patti)].