Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Abbandono
Abbandono
Aberrazione
Abilità
Abituazione
Abitudine
Abnegazione
Abrahm, Karl
Abreazione
Abulia
Accelerazione ideica
Accesso
Accomodamento
Accomodazione
Acculturazione
Acetilcolina
Acquisito
Acting-out
Adattamento
Adattamento
Addestramento
ADHD
Adler, Alfred
Adolescenza
Adrenalina
Adultismo
Adultità
Adulto
Adultomorfismo
Afanisi
Afasia
Affettività
Affettivo
Affetto
Affezione
Affidamento
Affiliazione
Afflizione
Afonia
Afrodisiaco
Agente
Aggiustamento
Aggressione
Aggressività
Agire
Agitazione
Agnosia
Agorafobia
Agrafia
Agrammatismo
Alcolismo
Alessia
Alexitimia
Alfabetizzazione
Alienazione parentale
Alloerotismo
Alloplastico
Allport, Gordon W.
Allucinazione
Allucinogeni
Allucinosi
Alternanza psicosomatica
Alzheimer
Ambieguale
Ambiguità
Ambivalenza
Ambiversione
Ambizione
Amicizia
Amigdala
Amimia
Ammiccamento
Amnesia
Anaclitica
Anaclitica
Anale
Anale
Analisi
Analisi del discorso
Analizzante
Analizzato
Anamnesi
Anancasmo
Androginia
Andropausa
Anedonia
Anencefalia
Anestesia
Anginofobia
Angoscia
Anima
Animazione
Animismo
Animus
Annullamento
Anomia
Anoressia
Anorgasmia
Anormalità
Ansia
Ansia
Ansia di separazione
Ansiolitici
Antagonista
Anticipazione
Antidepressivi
Antipsichiatria
Antipsicotici
Antisociale
Apatia
Appagamento
Apparato psichico
Appercezione
Appiattimento affettivo
Apprendimento
Apprendimento
Apprensione
Approccio
Approvazione
Aprassia
Archetipo
Artificialismo
Arto fantasma
Ascesi
Asimbolia
Aspettativa
Aspirazione
Assenza
Assertività
Assessment/Valutazione
Assimilazione
Assistente sociale
Associazione
Associazionismo
Assone
Astenia
Astinenza
Astinenza
Astrazione
Astuzia
Atarassia
Atassia
Atavismo
Atrofia cerebrale
Attaccamento
Attaccamento
Atteggiamento
Attendibilità
Attenzione
Attitudine
Attività/Passività
Atto educativo
Attrazione/Repulsione
Aura
Autismo
Autismo infantile
Autoaccusa
Autoaffermazione
Autoanalisi
Autocontrollo
Autocoscienza
Autocritica
Autoeducazione
Autoerotismo
Autolesionismo
Automatismo
Automatizzazione
Autonomia funzionale
Autonomia/Eteronomia
Autopunizione
Autorealizzazione
Autorecettori
Autoscopia
Autostima
Autosuggestione
Autosvalutazione
Autovalutazione
Auxologia
Avarizia
Avversivo
Azione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Antidepressivi [farmaci]
Il controllo dei sintomi depressivi può essere ottenuto, nella pratica clinica, con l'utilizzo di svariate classi di farmaci, sfruttando diversi meccanismi d'azione, tutti volti a ottimizzare una funzione neurotrasmettitoriale (noradrenergica, serotoninergica, dopaminergica) che si ritiene compromessa nella depressione dell'umore. L'effetto antidepressivo, differenziato fra le varie famiglie di a., può realizzarsi attraverso: il blocco del recettore presinaptico, con conseguente aumento del rilascio del neurotrasmettitore; l'inibizione della ricaptazione sinaptica (reuptake) del neurotrasmettitore, che ne consente una maggiore presenza a livello della fessura sinaptica; l'inibizione di enzimi catabolizzanti gli stessi neurotrasmettitori, quali ad esempio le monoaminossidasi (MAO); la regolazione funzionale di recettori post-sinaptici (down regulation) che ne ottimizza il funzionamento alterato in corso di disturbo depressivo. Le famiglie di farmaci a. sono: a) triciclici (TCA), così detti in quanto accomunati da una formula di struttura di tipo triciclico, che sono gli a. di prima generazione, scarsamente selettivi (agiscono prevalentemente su noradrenalina, serotonina e molti sistemi recettoriali) e quindi da considerarsi ad ampio spettro, sia per efficacia sia per col lateralità; b) eterociclici (o atipici), che sono farmaci a struttura non triciclica (biciclici, tetraciclici, lineari etc.), rappresentati da alcuni a. di seconda generazione (mianserina, trazodone, nefazodone etc.), talora più selettivi dei TCA, ma che presentano ancora alcuni effetti prevalentemente mediati dal legame con recettori istaminici e a-adrenergici; c) inibitori delle monoaminossidasi (IMAO), che si dividono in: farmaci di prima generazione, non selettivi (cioè agenti sia sulle MAO-A sia sulle MAO-B) e non reversibili (cioè attivi sino alla resintesi di nuovo enzima) e farmaci di seconda generazione, selettivi, con azione sulle sole MAO-A (RIMA, come la moclobemide o sulle MAO-B, come la selegilina) e reversibili, cioè la cui azione rimane legata alla sola emivita del farmaco; d) inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI), che sono farmaci che agiscono selettivamente sulla ricaptazione della serotonina e non presentano significativa azione recettoriale noradrenergica e muscarinica. Tali farmaci presentano un ampio spettro di azione, essendo utili nel trattamento di depressione, disturbi d'ansia (in particolare nel disturbo ossessivo-compulsivo, nel disturbo da attacchi di panico, nel disturbo d'ansia generalizzato), nei disturbi del comportamento etc.; e) inibitori del reuptake sia della noradrenalina sia della serotonina (SNRI), che sono farmaci (ad es., venlafaxina) agenti esclusivamente su tali meccanismi di ricaptazione senza interazioni con altri sistemi recettoriali; f) inibitori selettivi del reuptake della noradrenalina (NARI) (ad es., reboxetina), che sono farmaci che agiscono selettivamente sulla ricaptazione della noradrenalina e non presentano azione clinicamente significativa né sul reuptake di altri neurotrasmettitori né sui recettori noradrenergici, istaminergici e muscarinici; g) antidepressivi noradrenergici e selettivi serotoninergici (NaSSA), come la mirtazapina, che presentano un meccanismo di azione complesso, agendo sui recettori presinaptici sia della sinapsi noradrenergica (con aumento del rilascio dello stesso neurotrasmettitore), sia della sinapsi serotoninergica. A questo livello, tuttavia, l'incremento del rilascio della serotonina viene a coinvolgere prevalentemente i recettori 5-HT1a, in quanto i recettori 5-HT2 e 5-HT3 vengono selettivamente bloccati dalla mirtazapina.