Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
45/1 Compendio di Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XX, pag. 288 € 20,00</span> 47/4 Compendio di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIX, pag. 368 € 22,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 X, pag. 272 € 18,00</span> 46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VI, pag. 304 € 19,00</span> 328/13 89 Funzionari Amministrativi ASPAL - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1104 € 38,00</span> 54A/13 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 192 € 15,00</span>
EBIC
EBN
EBR
Eccesso di potere
Eccezione di invalidità
ECE
ECHO
ECIP
ECLAS
Eco-auditing
Eco-Management Audit Scheme
ECOFIN
Ecolabel
Economic Commission for Europe
Ecos-Ouverture
ECU
ECU verde
EDD
EDU
EFEX
Effetto diretto
Effetto orizzontale della direttiva
Effetto utile
Effetto verticale della direttiva
EFTA
Eguali opportunità
EIC
EICC
ELDR
Elezione del Parlamento europeo
Elezione diretta del Parlamento europeo
EMAS
EMEA
Energia, ambiente e sviluppo sostenibile
Engrenage
EONIA
Equal
Equilibrio istituzionale
Erasmus
ESA
Estonia
Estradizione
Etap
ETUC
Eudor
EUR
Eur-lex
EUR-OP
EURATOM
Eureka
Eures
Euribor
Euro
Euro Info Centres
Euro Info Correspondence Centres
Euro Overnight Index Average
Eurobarometro
Eurobbligazioni
Eurochambres
Eurocheque
Euroclear
Eurocontrol
Eurocoop
Eurocorpo
Eurocrati
Eurofor
Eurojust
Eurolabel
Euromarfor
Europa 2000
Europa a geometria variabile
Europa à la carte
Europa a più velocità
Europa dei liberali, democratici e rifomatori
Europa delle Democrazie e delle Diversità
Europa delle patrie
Europa verde
Europartenariato
Europass
European Action Scheme for the Mobility of University Students
European Agency for the Evaluation of Medicinal Products
European BIC Network
European Business Information Centre
European Business Register
European Commission Library Automated System
European Community Humanitarian Office
European Community Investment Partners
European Currency Unit
European Financial Experts
European Free Trade Association
European Interbank Offered Rate
European Liberal Democrat and Reform Party
European Research Cooperation Agency
European Space Agency
Europol
Europol Drug Unit
Euros
Euroscudi
Eurosportelli
Eurosportelli per i consumatori
EUROSTAT
Eurotower
Eurydice




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
Atti atipici

Definizione che ricomprende tutti quegli atti comunitari non esplicitamente menzionati all’articolo 249, sia tra quelli vincolanti (regolamenti, direttive, decisioni) che tra quelli non vincolanti (raccomandazioni e pareri).
Rientrano in questa categoria:
i regolamenti interni che ciascuna istituzione emana per disciplinare la propria organizzazione e il proprio funzionamento (espressamente previsti per il Consiglio, la Commissione e il Parlamento europeo). Essi contengono norme aventi efficacia solo nell’ambito dell’istituzione che li emana, sebbene alcuni possono condizionare i rapporti con gli altri organi: si pensi alle norme interne del Parlamento che nella prassi si sono imposte alle altre istituzioni. Gli atti emanati in violazione delle norme dei regolamenti interni degli organi che li hanno adottati non possono essere annullati così come, ad esempio, le norme dei regolamenti interni non possono essere invocate dagli individui dinanzi ai giudici nazionali.
le decisioni, diverse da quelle previste dall’art. 249, con le quali il Consiglio autorizza la Commissione a negoziare accordi commerciali (v.) con i paesi terzi;
le decisioni e le risoluzioni adottate dal Consiglio europeo (v.) considerate come accordi internazionali in forma semplificata, approvate dagli Stati membri, con le quali sono apportate alcune modifiche istituzionali ai trattati;
i Programmi generali per la soppressione delle restrizioni relative alla libertà di stabilimento (v. Diritto di stabilimento) o di libera prestazione dei servizi (v.) che il Consiglio ha adottato alla fine della prima tappa del periodo transitorio (v.). Con essi il Consiglio ha determinato le linee generali alle quali avrebbe uniformato la sua attività futura in queste materie;
gli accordi interistituzionali (v. Dichiarazione comune e accordo interistituzionale), firmati dai Presidenti del Parlamento, del Consiglio e della Commissione con i quali queste istituzioni stabiliscono delle regole volte a migliorare i loro rapporti ed evitare possibili conflitti;
le dichiarazioni comuni, anch’esse non vincolanti, attraverso le quali le istituzioni si impegnano a rispettare determinati principi;
le risoluzioni (v.) e le conclusioni del Consiglio, con le quali quest’ultimo esprime il proprio punto di vista su determinate questioni oggetto di intervento comunitario;
le comunicazioni che la Commissione emana per precisare i propri orientamenti in merito ad una questione (cd. decisorie), per raccogliere le evoluzioni della giurisprudenza relative ad un determinato settore (cd. interpretative), per indicare le linee guida di future proposte normative (cd. informative);
le posizioni comuni (v.) del Consiglio che sono atti preparatori nell’ambito della procedura di cooperazione (v.);
i codici di condotta (v.), elaborati dalle varie istituzioni comunitarie, che contengono disposizioni non vincolanti relative a regole o pratiche uniformi;
gli orientamenti generali e i modus vivendi, che indicano le linee guida delle istituzioni su determinati argomenti ai quali gli Stati membri devono conformarsi nelle rispettive politiche nazionali, come ad esempio gli orientamenti in materia di occupazione (v.).