Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Sacra rota
Sacro romano impero
Sagibarones
Salii
Salmanno
Salvio Giuliano
Santo Uffizio
Sàssoni
Savigny Friedrich Carl von
Savoia
Scabini
Scandinavi
Schiatta
Scriniarius
Sculdascio
Scuola di Bologna
Scuola di Pavia
Scuola storica
Segretari di Stato
Sententiae receptae (o Sententiarum ad filium libri quinque)
Shadow cabinet
Signorie
Simonia
Sinibaldo de’ Fieschi
Siniscalco
Sinistra hegeliana
Sippe
Sistema curtense
Solicitor
Sostituzione fedecommissaria
Sovranità
Sovranità popolare
Speculum iuris
Sperrklausel
Spinoza Baruch
Sponsio
Star chamber
Stare decisis
Stati generali
Stato assoluto
Stato della Chiesa
Stato democratico
Stato di diritto
Stato di polizia
Stato federale
Stato liberale
Stato per ceti
Stato pontificio (o Stato della Chiesa)
Statutari
Statute Law
Statuti comunali
Statuto albertino
Stipulàtio
Stiria
Storia del diritto europeo
Storia del diritto italiano
Stratega
Studium
Summa
Summa Codicis Azzonis
Summa Perusina
Summa Trecensis
Sundrio
Svevi
Svevia



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Summa

Forma letteraria in uso presso i Glossatori [vedi]. Ad imitazione delle summae dei filosofi e dei teologi, le summae giuridiche dei glossatori fornivano una trattazione sintetica e sistematica dei vari istituti.
Solitamente esse presero a base il Codice di Giustiniano ma non disdegnarono le altre parti del Corpus iuris civilis [vedi] o del Corpus iuris canonici [vedi].
Nel genere della (—) si cimentarono i glossatori più famosi.
Tra le summae più importanti vanno ricordate: la Summa Trecensis, pervenutaci in un manoscritto anonimo del secolo XII, scoperto dal Fitting a Troyes ed attribuito per lungo tempo ad Irnerio [vedi] ma opera, più probabilmente, di uno dei quattro dottori [vedi]; una Summa Codicis, scritta da Rogerio [vedi]. Essa fu oggetto di un tentativo di rifacimento, nella seconda metà del secolo XII, da parte del Piacentino [vedi] il quale, poi, si risolse a farne una nuova; la Summa Codicis di Azzone [vedi Azzo Porzio], nata dalla critica di quella del Piacentino e che ben presto oscurò la fama di ogni altra. Essa rimase, sino alle soglie dell’età moderna, il testo in cui gli studiosi del diritto hanno rinvenuto la più esaustiva sintesi del diritto civile. Al Piacentino e ad Azzone si deve, inoltre, anche la redazione di una Summa delle Istituzioni.
Degna di nota è anche la Summa Perusina, così detta dal luogo (Perugia) in cui è conservato il manoscritto che la contiene, ma il cui vero titolo sembra essere quello di Adnotationes Codicum domini Iustiniani. Anche se il manoscritto è indubbiamente del X secolo l’ignoto amanuense trascriveva senz’altro da un esemplare precedente, da collocarsi tra la metà del VII secolo e la fine del X. Probabilmente l’area geografica di origine di tale Summa è da circoscriversi intorno alla città di Roma: ciò si desume dalla circostanza che tra il 999 e il 1014 i giudici del territorio romano applicavano nelle loro decisioni non le costituzioni del Codice di Giustiniano, bensì la Summa Perusina. Quest’ultima si caratterizza per il contenuto molto primitivo e pieno di fraintendimenti. Ciò è dovuto non solo ad ignoranza ma era dettato, probabilmente, dalla necessità di adattare alle esigenze coeve dei precetti divenuti inapplicabili perché relativi ad istituti scomparsi.