Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di ContabilitÓ e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 Ç 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 Ç 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 Ç 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 Ç 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 Ç 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 Ç 10,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 Ç 8,00</span> 21/1 Prepararsi per l'esame di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 208 Ç 10,00</span>
Ebro
Edýcta ad populum
Edicta ad prŠfectos prŠtorio
Edicta DiocletiÓni de ChristiÓnis
Edicta IustiniÓni
Edicta prýncipum
Edictum
Edictum CarboniÓnum
Edictum Claudii de falsÓriis
Edictum Claudii de Latýnis
Edictum de altŔrutro
Edictum de coniungŔndis cum emancipÓto lýberis Ŕius
Edýctum de incŔndio ruina naufragio rate nave expugnata
Edictum de publicanis
Edictum de turba
Edictum DiocletiÓni de prŔtiis rŔrum venÓlium
Edictum Luculli
Edýctum peregrýnum
Edictum perpŔtuum
Edictum prýncipis
Edictum provinciÓle
Edictum prŠt˛rium
Edictum repentýnum
Edictum Theodorýci
Edýctum Šdýlium cur¨lium
Edýtio acti˛nis
Editto di Tiberio Coruncanio
Efficacia del negozio
Eff¨sum vel deiŔctum
Egitto
Ei inc¨mbit probatio qui dicit: non qui negat
ElagÓbalo
ElŔctio amici
Elementi accidentali della formula
Elio Peto
EmancipÓtio
Emancipatio AnastasiÓna
Emancipatio per rescrýptum prýncipis
EmancipÓtio per tÓbulas
EmendÓtio libŔlli
Emilia (via)
Emiliano
Emphyteusis
╚mptio non t˛llit locÓtum
Emptio rŔi speratŠ
Emptio spŔi
Emptio-vendýtio
Emptor
╚mptor bon˛rum
╚mptor famýliŠ
Enchirýdion
EndoplorÓtio
EphŔmeris
EpibolÚ
Epiro
EpiscopÓlis audiŔntia
Epistolario
EpýstulŠ
Epýtome Gai
Epýtome IuliÓni
Epýtome i¨ris
Equi
╚quites
Eraclea (Battaglia di)
Ereptio del relictum
╚rga ˛mnes
Ermogeniano
ErrÓntis nulla vol¨ntas est
╚rror
╚rror comm¨nis ius fÓcit
╚rror in c˛rpore
╚rror in demonstrati˛ne
╚rror in neg˛tio
╚rror in n˛mine
╚rror in persona
╚rror in qualitÓte
╚rror in substÓntia
Errore ostativo
Errore sui motivi
Err˛res in iudicÓndo; err˛res in procedŔndo
Erroris probÓtio
Erus
Esecuzione
Esistenza
Esogamia
Espropriazione per pubblica utilitÓ
Esquilino
EssentiÓlia neg˛tii
Etruria
Etruschi
Eudossio
Eugenio
Eurico
Evasione
EvŔntus dÓmni
Evýctio
EvocÓtio
Ex abr¨pto
Ex facto ˛ritur ius
Ex i¨re Quirýtium
Ex lŔge
Ex m˛re
Ex n˛vo
Ex nunc
Ex recŔpto
Ex tunc
ExcŔptio
Exceptio d˛li
Exceptio in rem scrýpta
ExcŔptio inadimplŔti contrÓctus
Exceptio iurisiurÓndi
Exceptio iusti domýnii
Exceptio lŔgis LŠt˛riŠ
Exceptio lýtis divýduŠ
Exceptio mŔtus
Exceptio non numerÓtŠ pec¨niŠ
Exceptio non rýte adimplŔti contrÓctus
ExcŔptio pÓcti
Exceptio pl¨rium concumbŔntium
Exceptio prŠiudiciÓlis
ExcŔptio rŔi iudicÓtŠ (vel in iudicium ded¨ctŠ)
Exceptio rŔi vŔnditŠ et trÓditŠ
ExcŔptio senatuscons¨lti MacedoniÓni
Excepti˛nes dilat˛riŠ
Exceptiones perempt˛riŠ
Exceptiones perpŔtuŠ
ExcusÓtio tut˛ris
ExŔrcitor nÓvis
Exercitus centuriÓtus
ExheredÓtio
Exýlium
ExpensilÓtio
ExpilÓta herŔditas
ExpilÓtio
Exposýtio
Expromýssio
Exsec¨tor
Ezio (Flavio)



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
ExcŔptio [Eccezione]

Istituto di derivazione generalmente pretoria. Di essa si servirono infatti i pretori per soddisfare le esigenze equitative, che talvolta sorgevano nella pratica giudiziaria, in contrapposizione alle ristrette previsioni del i¨s civile. In alcuni casi la (Ś) poteva trovare fondamento in una legge.
Lĺ(Ś) era una clausola posta nella formula [vedi] tra lĺintentio [vedi] e la condemnÓtio [vedi] e serviva a condizionare la condanna del convenuto alla verifica del fondamento di una circostanza dedotta dal convenuto stesso e tale da rendere inefficace la pretesa attorea. La circostanza, se accertata, portava al rigetto della domanda attorea.
Essa costituiva pertanto un mezzo di difesa del convenuto, il quale poteva non solo negare i fatti esposti dallĺattore, ma anche contrapporre, a tali fatti, altri fatti o situazioni di diritto che, se veri od esistenti, potevano escludere la sua condanna.
Poteva darsi, per˛, che allĺeccezione sollevata dal convenuto lĺattore avesse da opporre altri fatti o altre questioni di diritto che paralizzassero lĺeccezione stessa; egli allora chiedeva che nella formula, dopo lĺ(Ś), fosse inserita una replicÓtio che si poneva come condizione negativa dellĺ(Ś).
E se, ancora, il convenuto opponeva alla replicatio altre situazioni di fatto o questioni di diritto che valessero a paralizzarla, egli chiedeva che dopo la replicatio fosse inserita una duplicÓtio [vedi], che si poneva come condizione negativa della replicatio: la serie delle controeccezioni era, in teoria, illimitata.
Le eccezioni si distinguevano in:
Ś perempt˛riŠ (o perpetuŠ), basate su una circostanza che poteva sempre essere opposta allĺazione, in qualunque tempo questa fosse proposta; cosý, ad esempio, colui, il quale era stato convenuto in giudizio per sentirsi condannare al pagamento di una somma di danaro poteva sempre opporre allĺattore il pÓctum de non petŔndo [vedi] tra loro stipulato e col quale lĺattore si era impegnato a non chiedere mai il pagamento del suo credito. PeremptoriŠ erano anche lĺ(Ś) metus [vedi] e lĺ(Ś) doli [vedi];
Ś dilat˛riŠ, se, invece, potevano essere opposte solo in un determinato periodo di tempo o contro un determinato soggetto. Cosý, ad esempio, nel caso sopra riportato se col pactum de non petendo [vedi] il creditore si era impegnato a non chiedere il pagamento solo per la durata di sei mesi, la relativa eccezione poteva essere opposta esclusivamente in questi sei mesi e non oltre.