Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Rachimburgi
Rachis
Ragion di Stato
Raniero (Arsendi) da Forlì
Rappresaglia
Raschimburgs
Re fannulloni
Realismo giuridico
Recesvindo
Recezione
Rectores
Reformatores
Regalie
Regalismo
Reginone
Regni romano-barbarici
Regno d’Italia
Regno italico
Renovatio imperii
Reports
Repubblica
Repubblica cisalpina
Repubblica cispadana
Repubblica di Salò
Repubblica partenopea
Repubblica romana
Repubblica sociale italiana
Rerum novarum
Rescripta
Resistenza
Respublica Christiana
Restaurazione
Retrofeudo
Révigny (Jacques de)
Rezia
Ricognizione feudale
Riforma della Chiesa
Riforma gregoriana
Riforma protestante
Riforme murattiane
Rinascimento giuridico
Ripuari
Ritus magnae Curiae vicariae
Ritus magnae regiae Curiae et totius regni Siciliae Curiarum
Ritus regiae Camerae summariae
Rivoluzione francese
Rogadia
Rogerio
Rolandino de’ Passaggieri
Romano-germanico
Romolo Augustolo
Roncaglia
Rota romana
Rotari
Rousseau Jean-Jacques
Royal assent
Ruggiero II
Rule of law



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Università di Ancona

Le origini dell’(—) sono legate a papa Pio IV, che nel 1562 diede l’autorizzazione ad istituire uno studium generale [vedi Studium] di diritto canonico e civile e di teologia, con la possibilità inoltre di poter istituire altre facoltà. Il nuovo studio, in cui i dottori e gli studenti godevano degli stessi benefici vigenti nei più antichi e conosciuti studi generali quali Bologna o Padova, conobbe un periodo di declino nella seconda metà del secolo XVII, a causa della maggiore attrazione esercitata da Bologna e da Roma. Tale declino culminò nel 1739 con una prima chiusura. Nel 1746, sotto pressione del comune, venne approvata da papa Benedetto XVI una delibera volta alla riattivazione della cattedra di diritto canonico e civile. L’ateneo sarà nuovamente chiuso a seguito dei rivolgimenti politici degli anni 1796-1799. Le aspirazioni dell’(—) a costituire un grande polo universitario riapparvero alla vigilia della prima guerra mondiale. Esse tuttavia emersero in maniera incerta, anche se caratterizzate da progetti di grande interesse, come la creazione di una confederazione universitaria regionale con rettorato ad Ancona. Dopo alterne vicende legate in parte anche alla seconda guerra mondiale, nel 1959 si giunse ad un’intesa per la realizzazione di un consorzio tra comune, camera di commercio e provincia, il cui scopo era il potenziamento degli studi universitari nelle Marche, ed in particolare per costituire ad Ancona una facoltà di economia e commercio. Dieci anni più tardi lo stesso consorzio approvò gli atti relativi alla realizzazione di una libera università degli studi ad Ancona. Tra la fine degli anni ottanta e l’inizio degli anni novanta, l’(—) ha conosciuto uno sviluppo sia dal punto di vista dell’offerta didattica, sia nell’instaurazione di proficui rapporti con la realtà territoriale.