Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W40 Psicologia generale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II Edizione, pag. 128 € 9,00</span> W41 Psicologia dello Sviluppo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II Edizione, pag. 128 € 9,00</span>
Abbandono
Abbandono
Aberrazione
Abilità
Abituazione
Abitudine
Abnegazione
Abrahm, Karl
Abreazione
Abulia
Accelerazione ideica
Accesso
Accomodamento
Accomodazione
Acculturazione
Acetilcolina
Acquisito
Acting-out
Adattamento
Adattamento
Addestramento
ADHD
Adler, Alfred
Adolescenza
Adrenalina
Adultismo
Adultità
Adulto
Adultomorfismo
Afanisi
Afasia
Affettività
Affettivo
Affetto
Affezione
Affidamento
Affiliazione
Afflizione
Afonia
Afrodisiaco
Agente
Aggiustamento
Aggressione
Aggressività
Agire
Agitazione
Agnosia
Agorafobia
Agrafia
Agrammatismo
Alcolismo
Alessia
Alexitimia
Alfabetizzazione
Alienazione parentale
Alloerotismo
Alloplastico
Allport, Gordon W.
Allucinazione
Allucinogeni
Allucinosi
Alternanza psicosomatica
Alzheimer
Ambieguale
Ambiguità
Ambivalenza
Ambiversione
Ambizione
Amicizia
Amigdala
Amimia
Ammiccamento
Amnesia
Anaclitica
Anaclitica
Anale
Anale
Analisi
Analisi del discorso
Analizzante
Analizzato
Anamnesi
Anancasmo
Androginia
Andropausa
Anedonia
Anencefalia
Anestesia
Anginofobia
Angoscia
Anima
Animazione
Animismo
Animus
Annullamento
Anomia
Anoressia
Anorgasmia
Anormalità
Ansia
Ansia
Ansia di separazione
Ansiolitici
Antagonista
Anticipazione
Antidepressivi
Antipsichiatria
Antipsicotici
Antisociale
Apatia
Appagamento
Apparato psichico
Appercezione
Appiattimento affettivo
Apprendimento
Apprendimento
Apprensione
Approccio
Approvazione
Aprassia
Archetipo
Artificialismo
Arto fantasma
Ascesi
Asimbolia
Aspettativa
Aspirazione
Assenza
Assertività
Assessment/Valutazione
Assimilazione
Assistente sociale
Associazione
Associazionismo
Assone
Astenia
Astinenza
Astinenza
Astrazione
Astuzia
Atarassia
Atassia
Atavismo
Atrofia cerebrale
Attaccamento
Attaccamento
Atteggiamento
Attendibilità
Attenzione
Attitudine
Attività/Passività
Atto educativo
Attrazione/Repulsione
Aura
Autismo
Autismo infantile
Autoaccusa
Autoaffermazione
Autoanalisi
Autocontrollo
Autocoscienza
Autocritica
Autoeducazione
Autoerotismo
Autolesionismo
Automatismo
Automatizzazione
Autonomia funzionale
Autonomia/Eteronomia
Autopunizione
Autorealizzazione
Autorecettori
Autoscopia
Autostima
Autosuggestione
Autosvalutazione
Autovalutazione
Auxologia
Avarizia
Avversivo
Azione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Apparato psichico
Modello teorico attraverso il quale Freud descrive la struttura e l'organizzazione interna della psiche. Le formulazioni che localizzano l'attività mentale in qualche parte dell'apparato psicofisico sono chiamate topiche. La scoperta freudiana dell'inconscio nasce avendo come substrato le teorie anatomico-fisiologiche delle localizzazioni cerebrali della seconda metà del XIX secolo (Wernicke). Freud, tuttavia, non si limita a distinguere specifiche localizzazioni psichiche, ma studia le funzioni dei diversi apparati. Nella prima topica, Freud evidenzia tre sistemi: inconscio, preconscio e conscio, caratterizzati da specifiche funzioni, processi energetici e contenuti rappresentativi. Tra questi sistemi vi sono meccanismi di censura che inibiscono e controllano il passaggio dall'uno all'altro. Il passaggio dell'energia da un sistema all'altro può avvenire in senso progressivo (dall'inconscio al conscio), oppure in senso regressivo (una tipica regressione topica è rappresentata dal sogno). I postulati psicodinamici sottesi al punto di vista topico sono 1) che le azioni, i pensieri, i sentimenti non sono sempre determinati da atti volontari o da meccanismi di pensiero cosciente e 2) che il nostro funzionamento psichico è, in maggiore o minor misura, sovradeterminato da situazioni estranee allo stato cosciente. A partire dal 1920, Freud elaborò un'ulteriore concezione dell'apparato psichico. La scoperta del ruolo svolto dalle varie identificazioni nella costituzione della persona e delle formazioni che la costituiscono (le immagini di sé, l'ideale di sé, le istanze critiche) ha condotto a questa seconda sistematizzazione, nella quale Freud ipotizza la psiche umana come caratterizzata da tre istanze: 1) l'Es, la più antica di queste province o istanze della psiche, che può essere sinteticamente caratterizzata come il polo pulsionale della personalità. È la struttura funzionale che contiene le fantasie inconsce, in particolare i desideri e le pulsioni rimosse. Contiene anche le cariche energetiche non investite, configurandosi come istanza ad alto potenziale energetico; 2) l'Io, istanza che si differenzia dall'Es a contatto con la realtà esterna e si sviluppa attraverso successive identificazioni, ponendosi come il rappresentante degli interessi della persona nel suo insieme, essendo investito di libido narcisistica. È la struttura funzionale deputata a recepire gli stimoli provenienti dall'esterno e quelli intrapsichici, a elaborarli e a rispondere con atti motori (parola compresa); 3) il Super-Io, istanza che si differenzia lungo lo sviluppo individuale da una parte dell'Io, assumendo le funzioni di guida morale e di regolatore etico. Deriva dall'introiezione delle immagini e dei dettami parentali e, successivamente, dall'introiezione degli elementi normativi dell'ambiente e sociali (non necessariamente positivi eticamente o funzionanti). Nella seconda topica, Freud stabilisce relazioni tra le tre istanze, ma analizza anche formazioni più specifiche in seno alle istanze stesse (ad es., l'Io ideale e l'Ideale dell'Io). È, in particolar modo, importante lo studio delle varie fasi di maturazione della struttura psichica, quindi delle istanze, dell'affettività, dei rapporti d'oggetto (intrapsichici e interpersonali), secondo leggi di natura gerarchica: tale studio caratterizza il punto di vista genetico, assunto in relazione allo sviluppo della seconda topica. Gli psicoanalisti si differenziano circa l'importanza dell'Io, alcuni ritenendolo la via verso una considerazione della psicoanalisi come scienza obiettiva (ad es., la psicologia dell'Io); altri sottolineando, piuttosto, la centralità dell'Es nella concezione freudiana del soggetto, che verrebbe sacrificata ad un ipotetico rigore scientifico (ad es., l'orientamento psicoanalitico di Lacan e Klein).