Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> PK14/4 Il Codice per l'esame di Stato di Economia Aziendale...in tasca<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 688 + 96 € 12,50</span> 347 44 Funzionari promozione culturale Ministero Affari Esteri (Ripam - MAECI) - Manuale delle materie specialistiche<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1120 € 45,00</span>
Zaibatsu
Zaikai
Zaitech
Zecca
Zero coupon bonds
Zero growth
Zero population growth
Zoccolo duro
Zollverein
Zona di eccedenza
Zona di libero scambio
Zona franca
Zona franca industriale
Zone depresse
Zone salariali
ZPG




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Emissione del debito pubblico

Procedura con la quale lo Stato offre sul mercato titoli del debito pubblico (v.), a breve, medio e lungo termine.
I titoli del debito pubblico possono essere collocati sul mercato secondo diverse modalità di emissione. In relazione a tale aspetto possiamo distinguere:
emissione diretta: che può avvenire per pubblica sottoscrizione o mediante offerta dei titoli dello Stato in borsa;
emissione indiretta: quando lo Stato si avvale delle banche che garantiscono l'emissione ad un dato prezzo, prendendo a loro carico il rischio del collocamento del prestito sul mercato;
emissione mista: quando lo Stato offre direttamente ai sottoscrittori il prestito tramite le banche, le quali si impegnano poi a sottoscrivere in proprio i titoli che non abbiano trovato collocazione presso il pubblico.
Per quanto riguarda le tecniche di emissione queste si distinguono in varie categorie. Può accadere infatti che:
— lo Stato stabilisce la quantità offerta, lasciando al mercato la fissazione del prestito.
Appartiene a tale gruppo il collocamento dei titoli mediante asta, che può svolgersi secondo varie modalità:
a) asta competitiva (v.);
b) asta marginale (v.).
— lo Stato fissa il prezzo di offerta, lasciando al mercato la libertà di determinare la quantità collocata. Con tale sistema, definito a rubinetto, l'autorità monetaria è disposta a vendere l'intera quantità di titoli chiesta dal mercato ad un dato prezzo. Esso consente allo Stato di mantenere il controllo sui tassi d'interesse;
— lo Stato controlla quantità e prezzo. Con tale sistema di vendita, definito a trattativa privata, l'autorità monetaria tratta con singoli importanti operatori (di solito investitori istituzionali).
Va ricordato infine che i titoli del debito pubblico possono essere emessi:
— alla pari, col valore nominale del titolo;
— sotto la pari, cioè lo Stato incassa per ogni titolo, ad esempio, 80 lire, e si obbliga a rimborsare (ove intenda liberarsi del pagamento della rendita, ad esempio, di lire 4 per titolo) il valore nominale 100. In tale ultimo caso lo Stato corrisponde una rendita effettiva del 5% senza contare il premio di rimborso.
In ogni caso la scelta fra le due diverse tecniche risponderà sempre a due diverse esigenze:
— assicurare l'efficienza del mercato finanziario, e dunque che i rendimenti delle emissioni siano allineati a quelli di mercato;
— assicurare il pieno collocamento dei titoli emessi con il minimo onere per il Tesoro.
In Italia l'emissione del debito pubblico si avvale di due mercati:
— sul mercato primario dei titoli di Stato (v. MTS), le emissioni avvengono, sulla base di un calendario reso noto dal Ministero del Tesoro, mediante asta competitiva per i BOT (v.) e mediante asta marginale per le altre tipologie di titoli;
— sul mercato secondario (v. MOT) vengono invece contrattati i titoli già emessi; nonostante il nome, è questo il mercato più importante poiché i prezzi che lì si formano guidano i comportamenti degli operatori del mercato primario.