Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
200 Elementi di Economia Politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 XI, pag. 256 € 10,00</span> PK14/1 Istituti Tecnici - Terzo anno Economia aziendale 1<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 II, pag. 192 € 8,00</span> PK14/2 Istituti Tecnici - Quarto anno Economia aziendale 2<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 192 € 8,00</span> PK18 Istituti Tecnici - Economia politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 192 € 8,00</span> IC2 TFA A45 (ex A017) Scienze Economico Aziendali - Teoria e Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 , pag. 752 € 30,00</span> IC1 TFA A46 (ex A019) Scienze Giuridiche ed Economiche - Teoria e Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 , pag. 816 € 32,00</span> 44/10 Manuale di Economia Politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 V, pag. 464 € 23,00</span>
Early warning system
ECA
Eccedenza
Eccesso di domanda
Eccesso di offerta
Eckstein, Otto
Eco-auditing
Ecofin
Econometria
Economia aperta
Economia chiusa
Economia collettivista
Economia contadina
Economia corporativa
Economia del benessere
Economia dell'offerta aggregata
Economia delle donazioni
Economia di baratto
Economia di comando
Economia di guerra
Economia di mercato
Economia di Robinson Crusoe
Economia illegale
Economia informale
Economia mista
Economia monetaria
Economia non osservata
Economia normativa
Economia politica
Economia positiva
Economia pubblica
Economia socialista
Economia sommersa
Economia volgare
Economic Community of West African States
Economic Cooperation Administration
Economie di scala
Economie esterne
ECOWAS
ECU
Edgeworth, Francis Ysidro
Edgeworth-Marshall
Effetti economici delle imposte
Effetto
Effetto a cascata
Effetto aggancio
Effetto alone
Effetto Averch-Johnson
Effetto d'imitazione
Effetto d'immobilizzo
Effetto di annuncio
Effetto dimostrazione
Effetto Duesenberry
Effetto J
Effetto Keynes
Effetto King
Effetto paratasse
Effetto Pigou
Effetto reddito
Effetto ricchezza
Effetto Roosa
Effetto sostituzione di Hicks
Effetto sostituzione di Slutsky
Effetto Tanzi-Olivera
Efficacia
Efficienza
Efficienza allocativa
Efficienza marginale del capitale
Efficienza produttiva
Efficienza statistica
Efficienza X
EFTA
Einaudi, Luigi
Elaborazione dei dati
Elasticità
Elasticità dell'offerta
Elasticità della domanda
Elasticità incrociata
Elasticità inversa, regola della
Eliminazione senza costo
Elisione dell'imposta
Elusione fiscale
EMA
Embargo
Emissione del debito pubblico
Emissione di moneta
Emissione, istituto di
Enclave
Enclosure
Engel, Christian Lorenz
Engel, legge di
Ente creditizio
Ente di gestione
Ente di settore
Ente no-profit
Ente pubblico
Ente pubblico economico
Ente pubblico locale
Entire agreement
Entrata
Entrate extratributarie
Entrate pubbliche
Entrate tributarie
Entrepôt
Entropia di Shannon
Eonia
Equazione dello scambio
Equazione di Cambridge
Equazione di Hall
Equazione di Slutsky
Equazioni simultanee
Equilibrio cooperativo
Equilibrio del consumatore
Equilibrio del mercato
Equilibrio della bilancia dei pagamenti
Equilibrio di impresa
Equilibrio di Nash
Equilibrio di portafoglio
Equilibrio di sottoccupazione
Equilibrio economico
Equilibrio economico dinamico
Equilibrio economico generale
Equilibrio economico parziale
Equilibrio economico statico
Equilibrio non cooperativo
Equilibrio walrasiano
Equiprobabilità
Equità orizzontale
Equità verticale
Equivalenza ricardiana
Erario
Erosione della base imponibile
ERP
Error profile
Errore
Errore campionario
Errore del I tipo
Errore del II tipo
Errore di rilevazione
Errore extracampionario
Errore quadratico medio
Errori ed omissioni
Esenzione fiscale
Esercito industriale di riserva
Esponenziale
Esportazioni
Esportazioni di capitale
Esternalità
Estrapolazione
Estrazione
Estrazione con ripetizione
Estrazione di titoli
Estrazione senza ripetizione
Età dell'oro
Eteroschedasticità
Euratom o CEEA
Euribor
Euro
Euro-11
Euro-12
EURO-MOT
Eurobbligazioni
Eurocheque
Euroclear
Eurodivise
Eurodollari
Euroequities
Euromercato
European currency unit
European free trade association
European Recovery Program
Euroscudi
Eurosim
Eurosistema
Eurostat
Evasione fiscale
Eventi incompatibili
Eventi indipendenti
Eventi necessari
Evento
Evento certo
Evento composto
Evento elementare
Evento impossibile
Ex ante
Ex opzione
Ex post
Ex-Im Bank
Exclave
Expenditure switching policies
Export-led recovery
Extraprofitto




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Equilibrio economico generale

Postulata da Walras (v.), è la condizione riscontrabile quando in un sistema economico i prezzi assicurano l'eguaglianza fra domanda ed offerta in tutti i mercati.
Tale situazione di equilibrio è caratterizzata dal fatto che sia i consumatori che i produttori non hanno alcun interesse a modificare la propria posizione sui diversi mercati.
A tale conclusione Walras perviene grazie alla costruzione di un complesso modello matematico, le cui diverse equazioni riflettono gli assunti fondamentali dell'economia marginalista sul comportamento degli operatori. L'economista, infatti, poneva come condizioni del suo modello che ogni soggetto cerchi di massimizzare la propria utilità, che ogni impresa cerchi di massimizzare il proprio profitto e che in ogni mercato la domanda e l'offerta di un bene siano uguali. Data la disponibilità di risorse produttive ed i gusti dei consumatori (ed ammesso che il mercato operi in regime di concorrenza perfetta, per cui la domanda e l'offerta sono funzioni dei prezzi), Walras dimostra che tale modello ammette un'unica soluzione. Tale soluzione, che è appunto quella di un equilibrio economico generale, assicura che ogni operatore economico raggiunga il suo ottimo in modo da non danneggiare le altrui funzioni di utilità. Perché questa soluzione sia effettiva, però, occorre che gli scambi avvengano solo ai prezzi di equilibrio. Per aggirare tale difficoltà, perciò, Walras ricorse all'espediente di immaginare che le contrattazioni avvenissero alla presenza di un banditore il quale, per aggiustamenti successivi (v. Tâtonnement), permetteva di raggiungere i prezzi di equilibrio.
Una diversa visione di equilibrio economico generale è quella che, partendo dalle critiche di Keynes (v.) alla teoria neoclassica (v. Neoclassici), ed in particolare dalla sua dimostrazione che in un sistema economico anche se esso non è di piena occupazione (v. Equilibrio di sottoccupazione) vi è sempre una situazione di equilibrio, arriva ad affermare l'importanza della dinamica dei prezzi per il raggiungimento di una situazione di equilibrio. Tale aspetto era stato parzialmente trascurato dal modello walrasiano (o comunque risolto soltanto attraverso il concetto di tâtonnement); gli autori successivi, in particolare i postkeynesiani (v.), hanno invece elaborato modelli di equilibrio in cui è ammesso che i prezzi ai quali si attuano gli scambi sul mercato non sono necessariamente prezzi di equilibrio. Tali prezzi possono formarsi a causa della scarsa flessibilità che si riscontra in alcuni mercati o a causa di barriere monopolistiche o oligopolistiche.
Una riproposizione del modello di equilibrio economico generale di Walras è stata condotta da Arrow e Debreu i quali, pur se su basi matematiche molto più raffinate rispetto a quelle adottate dall'economista francese, giungono alla formulazione di una situazione di equilibrio sostanzialmente molto vicina a quella precedente.
Nel modello di Arrow-Debreu uno dei nuclei fondamentali è costituito dalla definizione di merci: queste sono infatti distinte non soltanto secondo le loro caratteristiche fisiche, ma anche in relazione ad altri elementi, quali la data o il luogo in cui esse sono disponibili o lo stato di natura in cui esse sono ottenute. Ciascuna di queste caratteristiche concorre a definire una diversa specie di merce per cui ogni loro variazione darà luogo ad una diversa merce. Tuttavia, poiché la merce così definita ammette delle variazioni fisiche, temporali e spaziali, ne consegue che esisterà sempre un mercato perfettamente organizzato in cui esse potranno essere scambiate. In particolare si distingueranno mercati (e prezzi) a pronti (v.), in cui le merci sono immediatamente disponibili, mercati (e prezzi) a termine (v.), in cui esiste uno scarto temporale nella consegna della merce e mercati (e prezzi) condizionati in cui il verificarsi delle transazioni è subordinato al verificarsi di dati eventi.
Partendo da queste definizioni di merce (e prezzi), dalla distinzione tra produttori e consumatori, dall'esistenza di un dato sistema di prezzi e dalla distinzione tra mercati a pronti, a termine e condizionati è possibile ricavare il concetto di equilibrio avanzato dal modello di Arrow-Debreu.
Dati i prezzi esistenti sui diversi mercati ed individuato un piano di massimizzazione del profitto per il produttore e di utilità per il consumatore vi sarà sempre un sistema di prezzi che, compatibilmente con le scelte massimizzanti degli operatori, permette di eguagliare la quantità di merci esistente e prodotta con la rispettiva domanda.