Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
504/4 Codice Civile e di Procedura Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXIII, pag. 1664 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> C100 Codice Civile (C1) + Codice Penale (C3) - Annotati con la Giurisprudenza<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 3520 + 1984 € 126,00</span> C1 Codice Civile Commentato - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXII, pag. 3456 € 72,00</span> 504/1 Codice Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLI Settembre, pag. 1728 € 16,00</span> E1/A Codice Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI Settembre, pag. 1472 € 22,00</span>
O.C.S.E.
O.I.L.
O.I.N.G.
O.L.P.
O.M.S.
O.N.L.U.S.
O.N.U.
O.P.A.
O.P.E.C.
O.P.S.
O.P.V.
Obbedienza
Obbligatorietà
Obbligazione
Obbligazioni
Obblighi del datore di lavoro
Obbligo
Obiezione di coscienza
Obiter dicta
Oblazione
Occultamento di cadavere
Occupatio bellica
Occupazione
Occupazione [promozione della]
Offendicula
Offensività
Offerta
Oggetto
Oligopolio
Olografo
Oltraggio
Omicidio
Omissione
Omologazione della separazione consensuale tra coniugi
Onerato
Onere
Oneri accessori
Onerosità
Onorario
Onore
Onorificenze
Opera
Opera dell’ingegno
Operaio
Opere di ingegno del lavoratore
Opere pubbliche
Opinio juris ac necessitatis
Opponibilità
Opposizione
Opzione
Oralità
Orario di lavoro
Ordinamento
Ordinanza
Ordinaria amministrazione
Ordine
Ordini
Organi
Organismo di rappresentanza unitaria
Organizzazione internazionale
Organizzazioni
Organo
Osservatori internazionali
Ostaggio
Osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche
Ostruzionismo
Ottemperanza
Outsourcing


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Obbligo (d. civ.)
L'(—) è il dovere di tenere un comportamento funzionalmente rivolto alla realizzazione di un interesse particolare facente capo ad un determinato soggetto. Tale dovere è correlato ad un diritto soggettivo altrui, nell'ambito di un rapporto giuridico. Il comportamento in cui si sostanzia può consistere in un dare (es.: pagare una somma di denaro), un fare (es.: eseguire un manufatto), un non fare (es.: astenersi dalla concorrenza) od un praestare (es.: (—) a contrarre).
() a contrarre
Si tratta di un (—) imposto a determinati soggetti di concludere un contratto.
Esso può avere fonte legale o convenzionale.
Un (—) legale a contrarre è imposto ai monopolisti a favore di chiunque richieda le prestazioni che formano oggetto dell'impresa, osservando la parità di trattamento (art. 2597 c.c.).
Un (—) a contrarre di fonte convenzionale consegue alla stipulazione di un contratto preliminare, art. 1351 c.c.
In entrambi i casi, colui che ha diritto alla conclusione del contratto, ove l'altra parte non adempia, può ottenere ex art. 2932 c.c. una sentenza costitutiva che produca gli effetti del contratto non concluso, sempreché ciò sia possibile e non sia escluso dal titolo.
() degli alimenti (d. civ.)
[Alimenti].
() di dimora (d. pen.)
[Divieto e obbligo di dimora].
() di presentazione alla polizia giudiziaria (d. proc. pen.)
È una misura cautelare che consiste nell'obbligo di presentazione periodica a un ufficio di polizia giudiziaria, in modo da controllare la reperibilità dell'imputato, senza comprometterne le esigenze di vita o di lavoro (art. 282 c.p.p.).
La misura non incide sullo stato di libertà, limitandosi a imporre all'imputato un adempimento periodico e lasciandone inalterata la libertà di locomozione e circolazione, sicché il sottoposto non può essere considerato in situazione assimilabile alla custodia cautelare, con cui invece si realizza concretamente una privazione della libertà. Ne deriva la non computabilità in detrazione dalla pena definitiva.
() di sicurezza del lavoratore (d. lav.)
Obbligo di garantire l'integrità fisica e morale del lavoratore, a tutela del diritto alla salute protetto costituzionalmente (art. 32 Cost.), derivante dalla prescrizione dell'art. 41 Cost. per cui l'iniziativa economica non può svolgersi in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
A fondamento dell'(—) vi è anche l'art. 2087 c.c., che impone al datore di lavoro di adottare nell'esercizio dell'impresa le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro.
L'importanza di questa norma, non derogabile, risiede nell'estrema elasticità della previsione che ne fa una norma di chiusura del sistema di sicurezza volta a ricomprendere ipotesi e situazioni non espressamente previste ed avente la funzione di adeguamento permanente dell'ordinamento alla sottostante realtà socio-economica.
Il datore di lavoro è quindi tenuto ad attuare tutte quelle misure che, anche se non espressamente previste da norme specifiche, sono necessarie a tutelare la salute e l'integrità fisica dei lavoratori [Igiene e sicurezza del lavoro].
Il datore di lavoro è però responsabile solo nel caso di violazioni di obblighi comportamentali specificamente individuati dal legislatore, poiché, sebbene l'art. 2087 c.c. costituisca una norma ad ampio raggio, non è fonte di responsabilità oggettiva per il datore di lavoro.
L'(—) è stato integrato dallo Statuto dei lavoratori (L. 300/70) e dall'art. 19 D.Lgs. 626/94, che ha attribuito agli stessi prestatori il diritto di controllare l'applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca di misure idonee a tutelare la salute e l'integrità fisica [Rappresentante (per la sicurezza)].
La L. 833/78 istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale ha affidato compiti di prevenzione, igiene e controllo sullo stato di salute dei lavoratori innanzitutto alle A.S.L., con facoltà di costituire presìdi all'interno delle unità produttive.