Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
E3/A Codice Penale Esplicato e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXI, pag. 1312 € 20,00</span> 14 Manuale di Diritto Tributario<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXIII, pag. 688 € 40,00</span> C2 Codice di Procedura Civile - Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIV, pag. 2336 € 65,00</span> 321 Concorso 1514 Ispettori e Funzionari RIPAM Lavoro Ministero del Lavoro, INAIL e Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) - TOMO I Quiz di LOGICA RIPAM commentati per la prova preselettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 640 € 28,00</span> 508/1 Codice di Procedura Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXXVIII, pag. 1120 € 15,00</span> E4/A Codice di Procedura Penale Esplicato e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXI, pag. 1024 € 20,00</span>
O.C.S.E.
O.I.L.
O.I.N.G.
O.L.P.
O.M.S.
O.N.L.U.S.
O.N.U.
O.P.A.
O.P.E.C.
O.P.S.
O.P.V.
Obbedienza
Obbligatorietà
Obbligazione
Obbligazioni
Obblighi del datore di lavoro
Obbligo
Obiezione di coscienza
Obiter dicta
Oblazione
Occultamento di cadavere
Occupatio bellica
Occupazione
Occupazione [promozione della]
Offendicula
Offensività
Offerta
Oggetto
Oligopolio
Olografo
Oltraggio
Omicidio
Omissione
Omologazione della separazione consensuale tra coniugi
Onerato
Onere
Oneri accessori
Onerosità
Onorario
Onore
Onorificenze
Opera
Opera dell’ingegno
Operaio
Opere di ingegno del lavoratore
Opere pubbliche
Opinio juris ac necessitatis
Opponibilità
Opposizione
Opzione
Oralità
Orario di lavoro
Ordinamento
Ordinanza
Ordinaria amministrazione
Ordine
Ordini
Organi
Organismo di rappresentanza unitaria
Organizzazione internazionale
Organizzazioni
Organo
Osservatori internazionali
Ostaggio
Osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche
Ostruzionismo
Ottemperanza
Outsourcing


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Occupazione
() appropriativa (d. amm.)
[Accessione (invertita)].
() come modo di acquisto della proprietà (d. civ.)
È un modo di acquisto a titolo originario della proprietà, che consegue alla presa di possesso delle cose mobili che non sono mai state (res nullius) di proprietà di alcuno (gli immobili vacanti, invece, sono di proprietà dello Stato: art. 827 c.c.) e le cose abbandonate (res derelictae).
L'art. 923 c.c. enumerava tra le res nullius anche gli animali che formano oggetto di caccia o di pesca, ma la L. 157/1992 ha disposto che la fauna selvatica costituisce patrimonio indisponibile dello Stato ed è tutelata nell'interesse della comunità nazionale e internazionale; pertanto, l'(—) di animali oggetto di caccia costituisce occupazione di res alicuius, non più di res nullius, integrando un illecito, ove difetti la relativa autorizzazione (licenza), nonché le altre condizioni previste dalla legge sulla caccia.
Per aversi (—) sono necessari:
— l'impossessamento del bene;
— l'intenzione di farlo proprio (animus occupandi).
() d'azienda (d. pen.)
È una forma di lotta sindacale costituita dall'entrata e dalla permanenza nell'azienda di tutta o parte della forza lavoro ivi occupata, con astensione dall'attività lavorativa.
È discussa la liceità di tale comportamento, atteso che l'art. 508 c.p. configura come ipotesi delittuosa l'invasione od occupazione di un'altrui azienda agricola o industriale, effettuata col solo scopo di impedire o turbare il normale svolgimento del lavoro.
Può escludersi, tuttavia, l'applicabilità della norma (dichiarata costituzionalmente legittima dalla Corte Costituzionale, con sentenza n. 220 del 17-7-1975), in quanto l'elemento intenzionale della (—) è generalmente diverso e ulteriore rispetto a quello di impedire o turbare il normale svolgimento (ottenere un miglioramento retributivo, far revocare un provvedimento discriminatorio, impedire lo smobilizzo totale o parziale dell'azienda, far ritirare un licenziamento collettivo).
Secondo dottrina minoritaria potrebbe applicarsi l'art. 633 co. 1 c.p. che punisce l'invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli o di trarne altrimenti profitto.
Inoltre, la permanenza nell'azienda con astensione dall'attività lavorativa può essere ricondotta nell'ambito dell'esercizio del diritto di sciopero e, in ogni caso, essa rimane per lo più un'attività civilmente illecita, senza divenire anche una fattispecie penalmente sanzionata.
() d'urgenza (d. amm.)
Si ha quando per motivi di pubblica utilità occorre disporre della proprietà privata, al fine di eseguire opere necessarie per la collettività. In tal caso, la P.A. occupa il fondo immediatamente, corrispondendo un congruo indennizzo.
Il D.P.R. 8-6-2001, n. 327, T.U. dell'espropriazione per pubblica utilità ha inizialmente fatto scomparire l'istituto dell'(—) sostituendola con un più snello procedimento di espropriazione d'urgenza. Tale forma di occupazione viene, invece, riproposta con il D.Lgs. 302/2002, per cui il T.U. disciplina all'art. 22bis nuovamente detto istituto.
L'art. 43 del T.U., invece, disciplina gli effetti dell'utilizzazione, da parte della P.A., di un immobile occupato sine titulo e precisamente modificato in assenza del valido ed efficace provvedimento di esproprio o dichiarativo della pubblica utilità. La mancanza del provvedimento di esproprio o del suo presupposto costituito dalla dichiarazione di pubblica utilità rende, infatti, illegittimo il comportamento della P.A.; di conseguenza, il sacrificio della proprietà costituisce un illecito civile e quindi fa sorgere il diritto al risarcimento del danno.
L'amministrazione che compie l'utilizzazione senza titolo ha, tuttavia, il potere discrezionale di disporre un atto di acquisizione (che viene trascritto nei registri immobiliari) al proprio patrimonio indisponibile, fermo restando il diritto del proprietario al risarcimento del danno, che è dovuto nella misura corrispondente al valore del bene e se l'occupazione riguarda un terreno edificabile si tiene conto di quanto previsto dall'art. 37 (co. 3-7) e in particolare delle possibilità legali ed effettive di edificazione (art. 43, co. 6).
() di porzione di fondo attiguo (d. civ.; d. amm.)
[Accessione (invertita)].