Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
SD10 La misura del danno alla persona<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 352 € 35,00</span> 515 Nuovo Codice Penitenziario<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 III, pag. 992 + 272 € 24,00</span> 324/1 Concorso INPS 165 Profili Informatici - 3700 Quiz commentati per la preparazione alla prova preselettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 864 € 32,00</span> C4 Codice di Procedura Penale - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2020 XXVII, pag. 2272 € 65,00</span> E5 Costituzione Esplicata<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XIX, pag. 416 € 17,00</span>
R.S.A.
R.S.U.
Raccolta del risparmio
Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica Italiana
Raccomandazioni
Radiazione dall’albo
Radiotelevisione
Raggruppamento temporaneo d’imprese
Ragguaglio delle pene
Ragione sociale
Ragionevole durata del processo
Ragionevolezza delle leggi
Raid
Rapimento
Rapina
Rapporto
Rappresaglia
Rappresentante
Rappresentanza
Rappresentazione
Ratifica
Ratio legis
Ravvedimento
Reati
Reati-contratto e reati in contratto
Reato
Recesso
Recidiva
Reciprocità
Reclamo
Reclusione
Reclutamento
Reddito
Redditometro
Redibitoria
Reductio ad aequitatem
Referendum
Referto
Reformatio in peius
Regime patrimoniale della famiglia
Regione
Registro
Regolamenti
Regolamento
Regresso
Reintegrazione
Relata di notifica
Relatività del contratto
Religione
Remissione
Rendiconto
Rendita
Reo
Reperto
Repubblica
Requisitoria
Requisizione
Res
Rescissione
Residenza
Resistenza
Responsabile
Responsabilità
Restitutio in integrum
Restituzione
Reticenza
Retratto successorio
Retribuzione
Retroattività
Retrocessione
Rettifica
Reversibilità
Revisione
Revisori contabili
Revoca
Revocatoria
Revocazione
Riabilitazione
Rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio
Riassunzione
Ricavi
Ricettazione
Ricevuta fiscale
Richiesta
Riciclaggio
Ricognizione
Riconoscimento
Riconvenzionale
Ricorrente
Ricorso
Ricusazione
Riduzione
Riesame
Riformatorio giudiziario
Riforme istituzionali
Rifugiato
Rimessione
Rimozione
Rimpasto governativo
Rinnovazione
Rinuncia
Rinvio
Ripartizione dell’attivo
Riparto di giurisdizione
Riporto
Risarcimento del danno
Rischio
Riserva
Riservatezza
Risoluzione del contratto
Risparmio
Rissa
Ritardo
Ritenzione
Rito
Ritorsione
Ritrattazione
Riunione
Rivendicazione
Rogatoria
Rogito
Rovina di edifici
Royalty
Ruolo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Offerta
() al pubblico (d. civ.)
È un particolare tipo di proposta consistente in un'offerta diretta al pubblico, cioè in incertam personam, e fatta col sistema dei pubblici proclami, affinché sia eventualmente accettata da chi vi è interessato.
Da un punto di vista pratico l'espressione per pubblici proclami va intesa come comprensiva di ogni forma che renda l'offerta facilmente conoscibile al pubblico (es.: la pubblicità sui giornali, l'affissione di manifesti murali etc.).
Trattandosi di una proposta, l'offerta al pubblico deve presentarne tutti i requisiti: deve perciò essere completa di tutti gli elementi essenziali del contratto, e manifestata con l'intenzione di impegnarsi.
L'(—) costituisce proposta revocabile: non è necessario che la revoca giunga a conoscenza di tutti coloro che hanno preso cognizione della proposta, ma è sufficiente che sia fatta nella stessa forma della proposta (art. 1336 c.c.).
() di lavoro (d. lav.)
[Mercato del lavoro].
() di materiale pornografico (d. pen.)
[Pornografia minorile].
() economicamente più vantaggiosa (d. amm.)
Nella procedura di aggiudicazione di un appalto di lavori pubblici è il criterio in base al quale le offerte presentate dalle singole imprese vengono giudicate considerando una pluralità di elementi, quali il valore estetico del progetto, il tempo di esecuzione etc.
La valutazione delle offerte è affidata ad apposita commissione giudicatrice.
Rispetto al criterio del prezzo più basso, questo sistema permette di non sopravvalutare l'aspetto economico dell'offerta; al tempo stesso, però, esso prevede una maggiore discrezionalità nella scelta del vincitore.
() fuori sede (d. finanz.)
Quando l'offerta di strumenti finanziari o di servizi d'investimento avviene lontano dalla sede dell'emittente o di chi propone l'investimento (ad esempio presso il domicilio del risparmiatore-investitore) il legislatore ha inteso fornire particolari garanzie, specie per il piccolo risparmiatore notoriamente poco informato sulle possibilità di investire in modo proficuo i propri capitali.
La disciplina contenuta prima nel decreto Eurosim e successivamente nel T.U. finanziario (D.Lgs. 58/98) mira, infatti, a tutelare il comune investitore tant'è che non ne è ricompresa nel campo di applicazione l'(—) effettuata nei confronti degli investitori professionali. L'(—) può essere effettuata solo dagli intermediari abilitati al collocamento di strumenti finanziari (SIM, imprese di investimento), nonché da società di gestione del risparmio e da SICAV limitatamente alle quote di partecipazione e alle azioni dagli stessi rispettivamente emesse. Comune a tutti i soggetti abilitati all'(—) è l'obbligo di servirsi, per tale attività, di promotori finanziari.
Una particolare forma di (—) è quella effettuata a distanza in cui rientrano tutte le proposte di investimento realizzate con metodi (es.: per via telematica) che non necessitano della compresenza fisica del proponente e del cliente.
() pubblica di acquisto (d. finanz.)
[O.P.A.].
() pubblica di sottoscrizione (d. finanz.)
[O.P.S.].
() reale (d. civ.)
Costituisce, in casi determinati dalla legge, il presupposto necessario perché possa dichiararsi la mora del creditore; si ha (—) quando la res debita è effettivamente esibita e messa a disposizione del creditore da parte del pubblico ufficiale. L'(—) è necessaria quando l'obbligazione ha per oggetto denaro, titoli di credito e cose mobili da consegnare al domicilio del creditore.