Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C1 Codice Civile Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXI, pag. 3520 € 72,00</span> E3/A Codice Penale Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXI, pag. 1312 € 20,00</span> 14 Manuale di Diritto Tributario<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXIII, pag. 688 € 40,00</span> C2 Codice di Procedura Civile - Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIV, pag. 2336 € 65,00</span> 321 Concorso 1514 Ispettori e Funzionari RIPAM Lavoro Ministero del Lavoro, INAIL e Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) - TOMO I Quiz di LOGICA RIPAM commentati per la prova preselettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 640 € 28,00</span> 508/1 Codice di Procedura Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXXVIII, pag. 1120 € 15,00</span>
O.C.S.E.
O.I.L.
O.I.N.G.
O.L.P.
O.M.S.
O.N.L.U.S.
O.N.U.
O.P.A.
O.P.E.C.
O.P.S.
O.P.V.
Obbedienza
Obbligatorietà
Obbligazione
Obbligazioni
Obblighi del datore di lavoro
Obbligo
Obiezione di coscienza
Obiter dicta
Oblazione
Occultamento di cadavere
Occupatio bellica
Occupazione
Occupazione [promozione della]
Offendicula
Offensività
Offerta
Oggetto
Oligopolio
Olografo
Oltraggio
Omicidio
Omissione
Omologazione della separazione consensuale tra coniugi
Onerato
Onere
Oneri accessori
Onerosità
Onorario
Onore
Onorificenze
Opera
Opera dell’ingegno
Operaio
Opere di ingegno del lavoratore
Opere pubbliche
Opinio juris ac necessitatis
Opponibilità
Opposizione
Opzione
Oralità
Orario di lavoro
Ordinamento
Ordinanza
Ordinaria amministrazione
Ordine
Ordini
Organi
Organismo di rappresentanza unitaria
Organizzazione internazionale
Organizzazioni
Organo
Osservatori internazionali
Ostaggio
Osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche
Ostruzionismo
Ottemperanza
Outsourcing


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Oltraggio
() a un magistrato in udienza (d. pen.)
Risponde di tale reato chiunque offende l'onore o il prestigio di un magistrato in udienza.
Il reato appartiene alla categoria dei delitti contro la P.A.
Scopo della norma è tutelare l'onore e il prestigio di un magistrato in udienza, considerando la particolare importanza della funzione da lui esercitata.
Col termine magistrato si intende ogni pubblico ufficiale che esercita, singolarmente o collegialmente, una funzione giudiziaria, sia essa giurisdizionale in senso proprio che requirente, ordinaria o speciale, in corpi omogenei o misti.
Udienza è quella fase del processo, normalmente pubblica, che si svolge nel contraddittorio delle parti, anche virtuale (es. procedimento in contumacia, udienza e istruttoria).
Il dolo consiste nella coscienza e volontà dell'offesa, accompagnata dalla consapevolezza della qualifica del soggetto offeso.
Pena: Reclusione fino a tre anni.
() a un pubblico ufficiale (d. pen.)
Tale reato consisteva nell'offesa all'onore o al prestigio di un pubblico ufficiale, in presenza di lui e a causa o nell'esercizio delle sue funzioni, anche mediante comunicazione telegrafica o telefonica, o con scritto o disegno, diretto al pubblico ufficiale, e a causa delle sue funzioni.
Scopo della norma era tutelare la dignità e il prestigio del pubblico ufficiale, dignità e prestigio appartenenti non solo al singolo soggetto investito della funzione pubblica, ma alla medesima P.A. che il funzionario rappresenta.
Mentre soggetto attivo può essere chiunque, soggetto passivo può essere solo un pubblico ufficiale.
L'art. 18 della L. 25-6-1999, n. 205 (c.d. legge sulla depenalizzazione) ha disposto l'abrogazione di tale fattispecie.
Accogliendo reiterate censure della Corte costituzionale, il legislatore ha, in tal modo, eliminato dal sistema penale una norma che determinava un'ingiustificabile disparità di trattamento fra l'offesa rivolta al privato cittadino e quella ad un pubblico ufficiale, peraltro ancora penalmente rilevante, ma solo a titolo di ingiuria aggravata ex art. 61, n. 10.