Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VII, pag. 320 € 19,00</span> 516 Codice del Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 992 € 34,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 207/1 Elementi di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 208 € 12,00</span> 54A/13 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 192 € 16,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XI, pag. 272 € 18,00</span> 47 Manuale di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXVI, pag. 512 € 30,00</span>
EBIC
EBN
EBR
Eccesso di potere
Eccezione di invalidità
ECE
ECHO
ECIP
ECLAS
Eco-auditing
Eco-Management Audit Scheme
ECOFIN
Ecolabel
Economic Commission for Europe
Ecos-Ouverture
ECU
ECU verde
EDD
EDU
EFEX
Effetto diretto
Effetto orizzontale della direttiva
Effetto utile
Effetto verticale della direttiva
EFTA
Eguali opportunità
EIC
EICC
ELDR
Elezione del Parlamento europeo
Elezione diretta del Parlamento europeo
EMAS
EMEA
Energia, ambiente e sviluppo sostenibile
Engrenage
EONIA
Equal
Equilibrio istituzionale
Erasmus
ESA
Estonia
Estradizione
Etap
ETUC
Eudor
EUR
Eur-lex
EUR-OP
EURATOM
Eureka
Eures
Euribor
Euro
Euro Info Centres
Euro Info Correspondence Centres
Euro Overnight Index Average
Eurobarometro
Eurobbligazioni
Eurochambres
Eurocheque
Euroclear
Eurocontrol
Eurocoop
Eurocorpo
Eurocrati
Eurofor
Eurojust
Eurolabel
Euromarfor
Europa 2000
Europa a geometria variabile
Europa à la carte
Europa a più velocità
Europa dei liberali, democratici e rifomatori
Europa delle Democrazie e delle Diversità
Europa delle patrie
Europa verde
Europartenariato
Europass
European Action Scheme for the Mobility of University Students
European Agency for the Evaluation of Medicinal Products
European BIC Network
European Business Information Centre
European Business Register
European Commission Library Automated System
European Community Humanitarian Office
European Community Investment Partners
European Currency Unit
European Financial Experts
European Free Trade Association
European Interbank Offered Rate
European Liberal Democrat and Reform Party
European Research Cooperation Agency
European Space Agency
Europol
Europol Drug Unit
Euros
Euroscudi
Eurosportelli
Eurosportelli per i consumatori
EUROSTAT
Eurotower
Eurydice




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
Sistema agrimonetario Regolamento CE 15 dicembre 1998, n. 2799

Il settore agricolo è caratterizzato da interventi comunitari volti al sostegno dei prezzi agricoli.
In origine i prezzi non erano espressi in termini di valuta nazionale, ma in termini di unità di conto comunitarie con un contenuto aureo pari a quello del dollaro statunitense. Principio di base della politica agricola comune (v. PAC) era quello che i tassi di cambio (v.) delle singole valute comunitarie sarebbero rimasti immutati sia nei confronti del dollaro sia tra di essi.
A seguito dell’abbandono, da parte americana, della convertibilità del dollaro in oro, che segnò però la fine del regime dei cambi fissi (v.) si passò nel 1970, all’istituzione degli importi compensativi monetari (v. ICM).
Nel 1984, a seguito delle svalutazioni di franco e lira e della stabilità di marco e fiorino che avevano portato ad un’eccessiva differenziazione dei prezzi agricoli, si decise di riformare il funzionamento degli ICM. Il nuovo sistema, noto come “metodo dell’ECU verde (v.)” o dello “switch over” prevedeva che i prezzi agricoli fossero fissati in “ECU verdi”.
Il regolamento del Consiglio n. 2799 del 15 dicembre 1998 ha previsto l’abolizione, a partire dal 1° gennaio 1999, del sistema agrimonetario basato sul metodo ECU verde; questa disposizione si è resa necessaria dal momento che, con l’introduzione dell’euro (v.) e quindi con la fissazione dei tassi di cambio irreversibili, sono venute meno le fluttuazioni monetarie che giustificavano il continuo adeguamento dei prezzi agricoli.
In particolare il “tasso verde” di conversione è stato abolito e sostituito dal tasso di cambio ufficiale: per gli Stati membri appartenenti all’area dell’euro (v.) i prezzi agricoli e gli aiuti sono riscossi e concessi in euro; per tutti gli altri Stati sono utilizzati i tassi di cambio ufficiali. Per questi ultimi Stati però non viene soppresso il “fatto generatore”, ossia l’evento che comporta la necessità di un aiuto comunitario: se è intervenuto anteriormente al 1° gennaio 1999, viene utilizzato il tasso verde di conversione in valuta nazionale; se è intervenuto dopo l’entrata in vigore dell’euro, allora viene utilizzato il tasso di conversione rilevato il giorno in cui è avvenuto il fatto generatore (e non quello in cui viene elargita la sovvenzione).
Le disposizioni comunitarie, inoltre, disciplinano le modalità e l’ampiezza delle compensazioni (v.) per la riduzione degli aiuti diretti, indiretti e dei prezzi a seguito della scomparsa del tasso verde. Le compensazioni, il cui livello è decrescente dal 1999 al 2001, sono calcolate con un metodo omogeneo per tutti gli Stati, siano essi appartenenti o meno all’area dell’euro; in particolare:
— gli aiuti diretti vengono finanziati, per tutto il 1999, interamente dall’Unione europea e solo successivamente il FEOGA (v.) versa il 50% dell’importo;
— per i prezzi d’intervento (v.) e gli aiuti indiretti, la quota della compensazioni a carico dello Stato membro è facoltativa e il FEOGA versa un importo di pari entità a quello versato dagli Stati.