Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
54A/13 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 192 € 16,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XI, pag. 272 € 18,00</span> 47 Manuale di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXVI, pag. 512 € 30,00</span> 45/1 Compendio di Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XX, pag. 288 € 20,00</span> 47/4 Compendio di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIX, pag. 368 € 22,00</span> 46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VI, pag. 304 € 19,00</span> 328/13 89 Funzionari Amministrativi ASPAL - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1104 € 38,00</span>
SAE
SAMA
San Josè
San Marino
Sanità pubblica
Santer Jacques
Sanzioni comunitarie
SAPARD
SAVE
SCADplus
Scambi intercomunitari
Schengen
Schuman [Piano]
Schuman Robert
Schuman [Dichiarazione]
Scienze e tecnologie marine
SCR
SEBC
SEC
Seconda fase
Secondo pilastro
Sector by sector approach
Sedi delle istituzioni
Sedia vuota
SEE
Segretariato generale
Segretariato generale del Consiglio
Segretariato generale della Commissione
Segretario generale del Consiglio
SEM 2000
Semplificazione e codificazione dei trattati
Semplificazione legislativa
Sentenza
Serpente monetario
Serpente monetario fuori del tunnel
Serpente monetario nel tunnel
Servizi finanziari
Servizio comune di gestione dell’aiuto comunitario ai paesi terzi
Servizio di impiego europeo
Servizio di interesse economico generale
Servizio pubblico
Servizio universale
Servizio volontario europeo per i giovani
Sesame
Set-aside
SFI
SFOP
Sherlock
Sicurezza sociale
SID
Simboli europei
Simmenthal
Simpler Legislation for the Internal Market
Sinistra Unitaria Europea
SIRENE
SIS
Sistema agrimonetario
Sistema delle Preferenze Generalizzate
Sistema d’Informazione Doganale
Sistema d’Informazione Schengen
Sistema Europeo dei Conti Economici Integrati
Sistema Europeo delle Banche Centrali
Sistema Monetario Europeo
SLIM
Slovacchia
Slovenia
SME
SME-2
SNO
SO
Società
Società Anonima Europea
Società dell’informazione
Società dell’informazione di facile uso
Società Finanziaria Internazionale
Socrates
Sorveglianza multilaterale
Sostegno dei mercati
Sound and Efficient Management
Sovranazionalità
Sovranità
Sovvenzione
Sovvenzione globale
SpA europea
Spaak
Spaak Paul Henry
Spagna
Spazio Economico Europeo
Spazio giudiziario europeo
Spazio sociale europeo
Special Accession Programme for Agricolture and Rural Development
Specific Action for Vigorous Energy Efficiency
Spese Non Obbligatorie
Spese Obbligatorie
SPG
Spierenburg
Spillover
Spinelli
Spinelli Altiero
Sport
Sportello MET per l’avviamento
Stabex
Stabilimento
Stabilizzatore di bilancio
Stand by credit
Stand still
Standardizzazione
Standing facilities
Stati Africani e Malgascio Associati
Stati baltici
Stati membri
Stati terzi
Stati Uniti
Stati Uniti d’Europa
Stato maggiore
Status di osservatore presso l’UEO
Stoccarda
Stoccolma [Accordi di]
Stoccolma [Conferenza sul disarmo]
STOP
Strategia di preadesione
Strategia di preadesione rafforzata
Strategie comuni
Stresa
Strumenti finanziari
Strumenti giuridici comunitari
Strumento Finanziario di Orientamento alla Pesca
SUE
Suffragio universale
Summit
Supplementary Information Requested at National Entries
Sussidiarietà
Sutherland
Svalutazione
Svezia
Sviluppo rurale
Sviluppo sostenibile
Svizzera
Synergy
SYSDEM
Sysmin
Système Europèen de Documentation sur l’Emploi




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
SME [Sistema Monetario Europeo]

Sistema istituito nel 1979 nell’ambito della Comunità europea al fine di stabilire tra le economie dei paesi membri non solo delle relazioni di cambio stabili, ma anche una disciplina comune nel campo della politica economica e monetaria.
Lo SME si poneva come obiettivo la creazione d’una zona di stabilità monetaria in Europa grazie all’attuazione di determinate politiche in materia di cambi, crediti e trasferimenti di risorse, per evitare che il disordine monetario ostacolasse il processo di integrazione a livello comunitario.
L’elemento cardine del sistema era rappresentato dall’ECU (v.), il cui valore era dato dalla media ponderata delle diverse monete nazionali: tutte le altre monete potevano variare rispetto all’ECU in una banda di oscillazione, inizialmente pari a ± 2,25%.
Una volta ottenute le parità centrali (v.) rispetto all’ECU era possibile desumere agevolmente anche la parità tra le diverse monete nazionali. Nel caso di eccessiva rivalutazione o svalutazione di una moneta rispetto alle altre, il governo nazionale doveva adottare le necessarie politiche monetarie (v.) che ponessero fine allo squilibrio momentaneo; se queste politiche si dovessero rivelare inefficaci, si doveva procedere ad un riallinamento tra le varie monete, procedura che era demandata ad organi politici comunitari.
Il meccanismo dello SME, pur tra fasi alterne, ha retto per diversi anni. Inizialmente esso prevedeva che alcune monete più deboli potessero oscillare rispetto all’ECU in una banda più larga (± 6%), facoltà di cui si sono avvalsi in passato l’Italia, la Gran Bretagna, la Spagna ed il Portogallo.
Tra il 1992 ed il 1993, tuttavia, anche lo SME è entrato in una fase di profonda crisi e, seppure ancora formalmente operante, risultava notevolmente ridimensionato rispetto agli originari obiettivi.
Nel settembre 1992, infatti, sono uscite dal sistema la lira (poi rientrata nel 1996) e la sterlina, in seguito a pesanti speculazioni che vanificavano ogni sforzo delle banche centrali (v. BCN) di tenere la parità rispetto all’ECU. Nell’agosto 1993 nuove ondate speculative (sul franco francese e sulla peseta spagnola) hanno portato all’accordo di Bruxelles con cui è stato deciso di ampliare la banda di oscillazione delle monete ancora rimaste nello SME, portandola al ± 15%: con questo compromesso si è lasciato in vita il sistema, svuotandolo però di ogni reale efficacia, non essendo più in grado di assicurare una reale convergenza monetaria tra i paesi della Comunità.
Il sistema monetario ha, quindi, continuato ad operare normalmente anche dopo la crisi del 1992, accogliendo anche altre monete inizialmente non partecipanti (scellino austriaco, marco finlandese e dracma greca). Anzi occorre sottolineare che, nonostante l’ampia banda di oscillazione concessa agli Stati membri, gli effettivi scostamenti sono stati minimi (merito anche della più incisiva convergenza economica attuata per il passaggio alla moneta unica).
L’esperienza dello SME è comunque terminata con l’adozione della moneta unica (v. Euro) a partire dal 1° gennaio 1999; da quella data non solo l’ECU è stato sostituito dall’euro, ma non ha più ragione d’essere un meccanismo di stabilizzazione dei cambi.
Il problema della stabilità monetaria si è posto, invece, per le monete degli Stati che non partecipano alla moneta unica (v. Paesi out), che comunque devono garantire una stabilità nel tempo e rispettare il vincolo della permanenza nello SME per almeno due anni per poter partecipare in futuro all’euro. Per questi motivi nel corso del 1996 sono state presentate alcune proposte per l’istituzione di un meccanismo di cambio tra l’euro e le monete degli Stati non partecipanti: lo SME-2 (v.).