Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
8 Manuale di Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXX, pag. 880 € 35,00</span> IP8 Ipercompendio Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 320 € 16,00</span> E2 Codice di Procedura Civile spiegato Articolo per Articolo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIII, pag. 1600 € 43,00</span> 504/4 Codice Civile e di Procedura Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXII, pag. 1632 € 25,00</span> 8/1 Compendio di Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXV, pag. 576 € 24,00</span> 508 Codice di Procedura Civile e leggi complementari<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLI, pag. 1472 € 22,00</span> 8/3 Schemi & Schede di Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVI, pag. 400 € 19,00</span> 511/1 Quattro Codici Editio Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 1824 € 26,00</span>
Lacuna dell’ordinamento
Lago
Laicità dello Stato
Lastrico solare
Latitanza
Lavoratore
Lavoratrici
Lavori
Lavoro
Lavoro [processo del]
Leale collaborazione
Lealtà processuale
Lease-back
Leasing
Lega araba
Legalità
Legato
Legge
Leggi Bassanini
Leggi fascistissime
Leggina
Legislatore
Legislatura
Legislazione d’emergenza
Legitimatio ad causam
Legitimatio ad processum
Legittima
Legittimario
Legittimazione
Legittimazione del figlio naturale
Legittimità
Legittimo sospetto
Legnatico
Lenocinio
Leonino
Lesione
Lettera
Letteralità dei titoli di credito
Leva
Leveraged buy-out
Lex posterior dèrogat priori
Liberalità
Liberalizzazione dell’attività privata
Liberazione
Libertà
Libretto
Libri
Libro
Licenza
Licenziamento
Licitazione privata
Limiti e limitazioni del diritto di proprietà
Lingua
Liquidatori
Liquidazione
Liste di collocamento
Liste di mobilità
Liste elettorali
Listino di borsa
Lite temeraria
Litisconsorzio
Litispendenza
Locatio operàrum e locatio operis
Locazione
Lock out
Lodo
Luci e vedute
Lucro cessante
Luogo
Luogotenenza
Lupara bianca
Lutto vedovile


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Petitum [oggetto della domanda] (d. proc. civ.)
È l'oggetto della domanda giudiziale, ossia ciò che si domanda al giudice. Costituisce (con le parti e la causa petendi) uno degli elementi di identificazione delle azioni.
Bisogna, peraltro, distinguere il (—) immediato da quello mediato.
Si parla di (—) immediato per individuare il provvedimento che con la domanda si chiede al giudice (es.: la condanna, il sequestro etc.).
Si parla di (—) mediato, invece, in riferimento all'oggetto al cui soddisfacimento è diretta la domanda ossia al bene della vita che si chiede nei confronti della controparte (una cosa, una prestazione etc.).
La legge (artt. 163 e 414 c.p.c.) dispone che l'atto introduttivo del giudizio (l'atto di citazione nel processo di cognizione ordinario e il ricorso nei giudizi soggetti al rito del lavoro) deve contenere l'indicazione della cosa oggetto della domanda (ossia il (—) mediato) e delle conclusioni di essa, vale a dire il provvedimento domandato (il (—) immediato).
Inoltre, dal momento che la domanda viene individuata innanzitutto attraverso il (—) mediato, il quale non può essere domandato separatamente dal (—) immediato, ciò comporta, ai sensi dell'art. 164 c.p.c., la nullità della citazione [Citazione] dalla quale non sia desumibile, neanche dal contesto dell'atto, il (—) mediato ed immediato e la causa petendi.
L'indicazione del (—), oltre che degli altri elementi dell'azione, segna i confini del potere decisorio del giudice, poiché questi non può pronunciare oltre i limiti della domanda (c.d. principio della corrispondenza tra chiesto e pronunciato) [Principi (fondamentali)] (art. 112 c.p.c.).