Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C2 Codice di Procedura Civile - Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIV, pag. 2336 € 65,00</span> 508/1 Codice di Procedura Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXXVIII, pag. 1120 € 15,00</span> E2/A Codice di Procedura Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XX, pag. 1216 € 22,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 576 € 35,00</span> IP8 Ipercompendio Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 320 € 16,00</span> 63/1 Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 960 € 40,00</span> OP2 Codice di Procedura Civile Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 2656 € 84,00</span> 54A/8 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XI, pag. 384 € 17,00</span>
R.S.A.
R.S.U.
Raccolta del risparmio
Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica Italiana
Raccomandazioni
Radiazione dall’albo
Radiotelevisione
Raggruppamento temporaneo d’imprese
Ragguaglio delle pene
Ragione sociale
Ragionevole durata del processo
Ragionevolezza delle leggi
Raid
Rapimento
Rapina
Rapporto
Rappresaglia
Rappresentante
Rappresentanza
Rappresentazione
Ratifica
Ratio legis
Ravvedimento
Reati
Reati-contratto e reati in contratto
Reato
Recesso
Recidiva
Reciprocità
Reclamo
Reclusione
Reclutamento
Reddito
Redditometro
Redibitoria
Reductio ad aequitatem
Referendum
Referto
Reformatio in peius
Regime patrimoniale della famiglia
Regione
Registro
Regolamenti
Regolamento
Regresso
Reintegrazione
Relata di notifica
Relatività del contratto
Religione
Remissione
Rendiconto
Rendita
Reo
Reperto
Repubblica
Requisitoria
Requisizione
Res
Rescissione
Residenza
Resistenza
Responsabile
Responsabilità
Restitutio in integrum
Restituzione
Reticenza
Retratto successorio
Retribuzione
Retroattività
Retrocessione
Rettifica
Reversibilità
Revisione
Revisori contabili
Revoca
Revocatoria
Revocazione
Riabilitazione
Rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio
Riassunzione
Ricavi
Ricettazione
Ricevuta fiscale
Richiesta
Riciclaggio
Ricognizione
Riconoscimento
Riconvenzionale
Ricorrente
Ricorso
Ricusazione
Riduzione
Riesame
Riformatorio giudiziario
Riforme istituzionali
Rifugiato
Rimessione
Rimozione
Rimpasto governativo
Rinnovazione
Rinuncia
Rinvio
Ripartizione dell’attivo
Riparto di giurisdizione
Riporto
Risarcimento del danno
Rischio
Riserva
Riservatezza
Risoluzione del contratto
Risparmio
Rissa
Ritardo
Ritenzione
Rito
Ritorsione
Ritrattazione
Riunione
Rivendicazione
Rogatoria
Rogito
Rovina di edifici
Royalty
Ruolo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Petitum [oggetto della domanda] (d. proc. civ.)
È l'oggetto della domanda giudiziale, ossia ciò che si domanda al giudice. Costituisce (con le parti e la causa petendi) uno degli elementi di identificazione delle azioni.
Bisogna, peraltro, distinguere il (—) immediato da quello mediato.
Si parla di (—) immediato per individuare il provvedimento che con la domanda si chiede al giudice (es.: la condanna, il sequestro etc.).
Si parla di (—) mediato, invece, in riferimento all'oggetto al cui soddisfacimento è diretta la domanda ossia al bene della vita che si chiede nei confronti della controparte (una cosa, una prestazione etc.).
La legge (artt. 163 e 414 c.p.c.) dispone che l'atto introduttivo del giudizio (l'atto di citazione nel processo di cognizione ordinario e il ricorso nei giudizi soggetti al rito del lavoro) deve contenere l'indicazione della cosa oggetto della domanda (ossia il (—) mediato) e delle conclusioni di essa, vale a dire il provvedimento domandato (il (—) immediato).
Inoltre, dal momento che la domanda viene individuata innanzitutto attraverso il (—) mediato, il quale non può essere domandato separatamente dal (—) immediato, ciò comporta, ai sensi dell'art. 164 c.p.c., la nullità della citazione [Citazione] dalla quale non sia desumibile, neanche dal contesto dell'atto, il (—) mediato ed immediato e la causa petendi.
L'indicazione del (—), oltre che degli altri elementi dell'azione, segna i confini del potere decisorio del giudice, poiché questi non può pronunciare oltre i limiti della domanda (c.d. principio della corrispondenza tra chiesto e pronunciato) [Principi (fondamentali)] (art. 112 c.p.c.).