Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L19 Tutela del possesso e rito cautelare uniforme<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2011 , pag. 320 € 36,00</span> 54/4 Costruire un Atto Giudiziario Civile e Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IX, pag. 384 € 30,00</span> C100 Kit Codice Civile (C1) + Codice Penale (C3) - Annotati con la Giurisprudenza<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 3520 + 1984 € 140,00</span> 504/1 Codice Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXXIX, pag. 1760 € 16,00</span> C1 Codice Civile Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXI, pag. 3520 € 72,00</span> E1/A Codice Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XIX, pag. 1472 € 22,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 576 € 35,00</span>
P.I.P.
P.M.
P.M.I.
P.Q.M.
Pacchetto
Pacta sunt servanda
Pactum de non petendo
Pactum de retrovendendo
Pactum fiduciae
Paesaggio
Paga base
Pagamento
Pagherò cambiario
PagoBancomat
Par condicio
Parafiscalità
Parastato
Parasubordinazione
Parcella
Parchi
Parentela
Parere
Pari causa turpitudinis
Pari opportunità tra uomo e donna
Parità retributiva
Parlamento
Parricidio
Part time
Parte
Partecipazione
Parti comuni di un edificio
Particella catastale
Partita I.V.A.
Partiti politici
Passaggio
Passaporto diplomatico
Passivo
Paternità
Patologia del negozio giuridico
Patria
Patrimonialità
Patrimonio
Patrocinio
Patronage
Patronato
Patteggiamento
Patti lateranensi
Patto
Pauliana
Peace keeping
Peculato
Pedofilia
Pegno
Pena
Pendenza
Pensiero
Pensione
Pentimento operoso
Percosse
Perdono giudiziale
Perenzione
Perequazione tributaria
Pericolo
Pericolosità sociale
Periodo di comporto
Periodo d’imposta
Perizia
Permanente
Permesso
Permuta
Perpetuatio
Perquisizione
Persona
Personalità
Pertinenza
Petitorie e possessorie
Petitum
Petizione
Pianificazione
Piano
Piattaforma continentale
Piazzista
Picchettaggio
Piccola società cooperativa
Piede libero
Pigione
Pignorabilità dei beni
Pignoramento
Plagio
Plenipotenziari
Pluralismo
Plurioffensivo (reato)
Plusvalenza
Polizia
Polizza
Popolo
Pornografia minorile
Portierato
Possesso
Possessorie
Possideo quia possideo
Postilla
Potere
Potestà
Poveri
Prassi
Praticantato
Preavviso
Precario
Precettazione
Precetto
Precisazione delle conclusioni
Preclusione
Prefetto
Prelazione
Prelegato
Preleggi
Preliminare
Premeditazione
Premio
Premorienza
Prepensionamento
Prescrizione
Presidente
Presidenzialismo
Prestatore di lavoro
Prestazione
Presunzione
Presupposizione
Preterintenzione
Preterizione
Previdenza
Prezzo
Prigionieri di guerra
Primarie
Principi
Prior in tempore potior in iure
Privacy
Privativa
Privatizzazione
Privilegio
Probatio diabolica
Probation processuale
Probiviri
Procacciatore d’affari
Procedimenti
Procedimento
Procedura
Procedure concorsuali
Processo
Proclami pubblici
Procura
Procura della Repubblica
Procuratore
Prodigalità
Prodotti finanziari
Produttore
Professionalità nel reato
Professione intellettuale
Profitto
Profughi
Progetto individuale di inserimento
Progressione criminosa
Progressività del sistema tributario
Progressivo
Promessa
Promotore finanziario
Promulgazione delle leggi
Proporzionale
Proposta contrattuale
Proposta di legge
Proprietà
Proprio
Prorogatio
Proscioglimento
Prostituzione
Protesto
Protutore
Prova
Provincia
Provocazione
Provvedimenti
Provvigione
Provvisionale
Provvisoria esecuzione
Pubblica amministrazione
Pubblicazione
Pubblicità
Pubblico
Puntuazione
Purgazione
Putativo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Possesso (d. civ.)
A norma dell'art. 1140 c.c., il (—) è il potere sulla cosa che si manifesta in un'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale.
Da ciò si deduce che il (—) si concreta in una relazione di fatto intercorrente tra un soggetto e un bene, a prescindere dalla sussistenza nel soggetto stesso della titolarità del diritto di proprietà o di altro diritto reale.
Gli elementi del (—) sono:
— il corpus possessionis, che si identifica con la relazione materiale che il soggetto instaura con il bene, esercitando un'attività corrispondente a quella del proprietario o del titolare di un diritto reale (elemento oggettivo);
— l'animus possidendi, che si identifica nell'intendimento del possessore di esercitare sul bene i poteri del proprietario o del titolare di altro diritto reale (elemento soggettivo).
Se il soggetto ha solo il corpus e non l'animus è mero detentore [Detenzione].
L'acquisto del (—) si realizza con l'apprensione fisica della cosa, accompagnata dall'animus possidendi.
L'apprensione, però, non fa acquistare il (—) se si verifica solo per tolleranza altrui (art. 1144 c.c.).
Il (—) si può acquistare anche a titolo derivativo con:
— la consegna o traditio della cosa, che può essere effettiva se si trasferisce materialmente la stessa, o simbolica se, ad esempio, si trasferiscono i documenti riguardanti la cosa, le chiavi dell'immobile etc.;
— la successione nel (—): questa si realizza a favore degli eredi del possessore al momento della morte di quest'ultimo.
 Il (—) continua nell'erede con gli stessi caratteri che aveva in capo al defunto (buona o mala fede, vizi, etc.);
— l'accessione del (—): si realizza a favore del successore a titolo particolare, il quale può unire al proprio possesso quello del suo autore per goderne gli effetti.
Il (—) si perde quando viene meno uno dei suoi elementi: corpus o animus.
() ad usucapionem (d. civ.)
[Usucapione].
() di beni ereditari (d. civ.)
Il (—) unitamente al decorso del termine per il compimento dell'inventario, ovvero per la dichiarazione di accettazione con beneficio d'inventario [Accettazione (dell'eredità con beneficio di inventario)], determina l'acquisizione, da parte del chiamato all'eredità [Vocazione], della qualifica di erede puro e semplice.
Il (—) costituisce una delle ipotesi in cui l'acquisto dell'eredità avviene a prescindere dall'accettazione, espressa o tacita, in virtù della situazione giuridica obiettivamente creatasi.
Altre eccezioni al principio generale secondo cui l'eredità si acquista con l'accettazione sono rappresentate dalle ipotesi previste agli artt. 527 e 586 c.c., riguardanti la sottrazione di beni ereditari e l'acquisto di beni da parte dello Stato [Acquisto].
() di buona fede (d. civ.)
Il (—) di buona fede è quello di chi possiede ignorando di ledere l'altrui diritto (purché tale ignoranza non dipenda da colpa grave). La buona fede si presume, ed è sufficiente che sussista al tempo dell'acquisto.
Il possessore di buona fede convenuto in rivendica [Rivendicazione (Azione di)] deve restituire solo i frutti percepiti e percipiendi dal momento della domanda giudiziale.
() di buona fede titolato (d. civ.)
È qualificato dall'esistenza di un titolo astrattamente idoneo al trasferimento del diritto e consente il compiersi dell'usucapione abbreviata [Usucapione].
() di mala fede (d. civ.)
È il (—) di chi possiede con la coscienza di ledere i diritti altrui o senza aver usato la normale diligenza nell'accertamento dell'esistenza di diritti altrui.
Il possessore di mala fede convenuto in rivendica [Rivendicazione (Azione di)] deve restituire tutti i frutti, percepiti e percipiendi dal momento in cui ha cominciato a possedere.
() di segni distintivi contraffatti (d. pen.)
L'art. 497ter c.p. estende l'applicabilità delle pene previste dall'art. 497bis c.p. a chiunque illecitamente detiene segni distintivi, contrassegni o documenti di identificazione in uso ai Corpi di polizia, ovvero oggetti o documenti che ne simulano la funzione, nonché a chiunque illecitamente fabbrica o comunque forma gli oggetti e i documenti indicati nel numero precedente, ovvero illecitamente ne fa uso.
Pena: Reclusione da 1 a 4 anni per le ipotesi di cui al n. 1), aumentata da un terzo alla metà per le fattispecie di cui al n. 2).
() di stato (d. civ.)
È il complesso di fatti e circostanze dal quale si desume l'esistenza di una determinata condizione giuridica. Ad esempio la relazione di filiazione desunta dal nomen (il fatto che il figlio abbia portato sempre il cognome del padre), dal tractatus (l'avere il figlio ricevuto dal padre e dalla sua famiglia il trattamento proprio dei figli legittimi) e dalla forma (l'essere stato il figlio considerato tale nei rapporti sociali) dimostra lo stato di figlio legittimo.
() vale titolo (d.civ.)
Con tale espressione si indica l'ipotesi in cui il (—) di buona fede titolato di un bene mobile fa acquistare il diritto reale su quel bene istantaneamente, anche se lo si è acquistato da chi non è titolare dello stesso (art. 1153 c.c.).