Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
327 L'impiegato Comunale - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XX, pag. 1000 € 42,00</span> 504 Codice Civile e leggi complementari<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLVI, pag. 1984 € 20,00</span> 511/1 Quattro Codici Editio Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 1824 € 26,00</span> 504/1 Codice Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XL, pag. 1760 € 16,00</span> E1/A Codice Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XX, pag. 1472 € 22,00</span> 314/1 Concorso 120 Commissari Polizia di Stato - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 960 € 48,00</span>
I.C.I.
I.N.A.I.L.
I.N.P.D.A.I.
I.N.P.D.A.P.
I.N.P.S.
I.P.A.B.
I.R.A.P.
I.R.E.
I.R.E.S.
I.R.PE.F.
I.S.O.
I.V.A.
Identificazione
Identikit
Identità personale
Igiene e sicurezza del lavoro
Ignorantia legis non excusat
Illecito
Illegalità del negozio
Illegittimità
Illiceità del negozio
Imitazione servile
Immagine
Immemorabile
Immigrazione
Immissioni
Immobili
Immunità
Impiegato
Impiego
Impignorabilità
Imponibile
Impossibilità della prestazione
Imposta
Imprenditore
Impresa
Imprescrittibilità
Improcedibilità
Impronte digitali
Impugnazione
Imputabilità
Imputato
Imputazione
In claris non fit interpretatio
Inabilitazione
Inadempimento
Inadimplenti non est adimplendum
Inalienabilità
Inammissibilità
Inappellabilità
Inaudita altera parte
Incanto
Incapacità
Incauto acquisto
Incentivo fiscale
Incesto
Inchiesta parlamentare
Incidente probatorio
Incompetenza
Incorporazione
Incostituzionalità della legge
Indagato
Indagini
Indebito
Indegnità a succedere
Indennità
Indicato al bisogno
Indicazione di pagamento
Indici di borsa
Indignus potest capere, sed non potest retinere
Indirizzo
Indizio
Indulto
Inefficacia del negozio giuridico
Ineleggibilità
Inesistenza
Infermità di mente
Informazione
Infortunio sul lavoro
Ingiunzione
Ingiuria
Inibitoria
Iniziativa economica privata
Iniziativa legislativa
Inopponibilità
Inquinamento delle prove
Insegna
Insegnamento
Inserzione di clausole
Insider trading
Insindacabilità
Insolvenza
Institore
Institutio ex re certa
Insufficienza di prove
Insula in flumine nata
Integrazione
Inter vivos
Intercettazione di conversazioni o comunicazioni
Interclusione del fondo
Interdittive (misure)
Interdizione
Interesse
Interessi
Interim
Interinale
Intermediazione
Interna corporis
Interpellanza parlamentare
Interpol
Interposizione di persona
Interpretazione
Interprete
Interrogatorio
Interrogazione parlamentare
Interruzione del processo
Intervento
Interversione del possesso
Intesa di programma
Intifada
Intimazione
Intra vires (hereditatis)
Intuitu personae
Invalidi
Invalidità
Inventario
Invenzione
Invenzione industriale
Inversione dell’onere della prova
Invito
Ipoteca
Irregolarità
IS.V.A.P.
Iscrizione a ruolo
Iscrizione ipotecaria
Isola
Ispettorato del lavoro
Ispettore di polizia
Ispezione
Istanza
ISTAT
Istituto di patronato e assistenza sociale
Istituto nazionale della previdenza sociale
Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica
Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo
Istituzione di erede
Istruzione
Iter legislativo
Iura novit curia
Ius superveniens
Iussu judicis
Iuxta alligata et probata (judex judicare debet)


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Potestà (d. civ.)
È una situazione soggettiva attiva che attribuisce al soggetto che ne è titolare i poteri per realizzare interessi che non fanno capo direttamente a lui.
La natura di tale posizione soggettiva comporta che chi ne è investito è vincolato alla tutela degli interessi per cui la (—) è attribuita: si parla perciò di potestà-dovere, o munus.
() dei genitori
La (—) dei genitori consiste nel potere-dovere di proteggere, educare, istruire i figli minorenni non emancipati e di curarne gli interessi patrimoniali.
Essa è esercitata dai genitori di comune accordo e, in caso di contrasto su questioni di particolare importanza, ciascuno dei genitori può ricorrere al giudice, il quale suggerisce la soluzione più utile nell'interesse dei figli e dell'unità della famiglia, e, se il contrasto permane, attribuisce il potere di decisione al genitore che ritiene più idoneo a curare l'interesse dei figli.
Il contenuto della (—) è di due specie:
— di natura personale: esso comprende il dovere di custodire, allevare, educare ed avviare ad una professione il minore;
— di natura patrimoniale, ed in questo ambito si ricomprendono:
— la rappresentanza legale del minore;
— l'amministrazione dei suoi beni: mentre gli atti di ordinaria amministrazione, salvo i contratti con i quali si concedono o si acquistano diritti personali di godimento, possono essere compiuti disgiuntamente da entrambi i genitori, quelli di amministrazione straordinaria devono essere compiuti congiuntamente e con l'autorizzazione del giudice tutelare (art. 320 c.c.).
 Occorrono, invece, l'autorizzazione del tribunale ed il parere del giudice tutelare per la continuazione dell'impresa commerciale da parte del minore;
— l'usufrutto legale dei beni del minore (esclusi quelli di cui all'art. 324 c.c.).
() impositiva (d. trib.)
È il potere attribuito allo Stato, e da questi delegabile ad altri enti come le Regioni, le Province e i Comuni, di imporre tributi nonché di attivare tutte le procedure (accertamento, riscossione ecc.) per una loro corretta e legale applicazione.
() legislativa (d. cost.)
Espressione con cui si indica la facoltà attribuita a determinati enti di provvedere all'emanazione di atti normativi primari cui si da il nome di leggi.
La caratteristica più importante dell'ordinamento italiano è l'aver attribuito anche alle Regioni una (—) che, rompendo il monopolio legislativo degli organi statali (Parlamento e Governo), conferma la dignità e l'importanza ad esse conferita: non semplici enti di decentramento amministrativo, ma persone giuridiche pubbliche destinate ad arricchire lo stesso ordinamento giuridico.
La modifica costituzionale operata dalla L. Cost. 3/2001 ha introdotto un nuovo criterio di riparto delle competenze legislative fra Stato e Regioni, più coerente con un modello di Stato federale o comunque ad accentuato decentramento di funzioni. Allo Stato non spetta più una generale potestà normativa, bensì un potere legislativo esercitabile in alcune materie tassativamente determinate. In tutti gli altri casi si apre lo spazio d'intervento del legislatore regionale, in concorrenza con il legislatore nazionale o in via esclusiva.
L'art. 117 Cost., infatti, opera una distinzione tra:
— () esclusiva dello Stato. Si tratta dei 17 settori indicati nel co. 2 e nei quali gli atti normativi devono essere approvati esclusivamente dallo Stato;
— () concorrente. Si tratta dei settori individuati nel co. 3 e nei quali si assiste ad una suddivisione dei compiti tra lo Stato e le Regioni: al primo spetta il compito di determinare i principi fondamentali (attraverso le leggi cornice o quadro), mentre alla Regioni spetta il compito di emanare la legislazione specifica di settore;
— () residuale, o piena, delle Regioni. I settori che rientrano in tale ambito non sono definiti nel testo costituzionale, ma vanno ricavati per esclusione; il co. 4, infatti, dispone che spetta alle Regioni la (—) in riferimento ad ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato.