Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L41 Prescrizione dei Reati e Durata dei Processi Dopo la legge Spazzacorrotti (L. 3/2019)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 II, pag. 256 € 35,00</span> OP3 Codice Penale Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XV, pag. 2400 € 87,00</span> L10 La Cartella di Pagamento<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VI, pag. 416 € 46,00</span> 323/3 Concorsi Infermieri 3200 Quiz <br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VII, pag. 688 € 32,00</span> C4 Codice di Procedura Penale Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXVI, pag. 2240 € 65,00</span> 205maior Il lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VII, pag. 256 € 16,00</span> 48/1 Compendio di Diritto dell'Ambiente<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XI, pag. 256 € 22,00</span> 13 Manuale di Contabilità di Stato e degli Enti Pubblici<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXV, pag. 464 € 27,00</span> 506/3 Codice del Processo Amministrativo (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIII, pag. 832 € 20,00</span>
P.I.P.
P.M.
P.M.I.
P.Q.M.
Pacchetto
Pacta sunt servanda
Pactum de non petendo
Pactum de retrovendendo
Pactum fiduciae
Paesaggio
Paga base
Pagamento
Pagherò cambiario
PagoBancomat
Par condicio
Parafiscalità
Parastato
Parasubordinazione
Parcella
Parchi
Parentela
Parere
Pari causa turpitudinis
Pari opportunità tra uomo e donna
Parità retributiva
Parlamento
Parricidio
Part time
Parte
Partecipazione
Parti comuni di un edificio
Particella catastale
Partita I.V.A.
Partiti politici
Passaggio
Passaporto diplomatico
Passivo
Paternità
Patologia del negozio giuridico
Patria
Patrimonialità
Patrimonio
Patrocinio
Patronage
Patronato
Patteggiamento
Patti lateranensi
Patto
Pauliana
Peace keeping
Peculato
Pedofilia
Pegno
Pena
Pendenza
Pensiero
Pensione
Pentimento operoso
Percosse
Perdono giudiziale
Perenzione
Perequazione tributaria
Pericolo
Pericolosità sociale
Periodo di comporto
Periodo d’imposta
Perizia
Permanente
Permesso
Permuta
Perpetuatio
Perquisizione
Persona
Personalità
Pertinenza
Petitorie e possessorie
Petitum
Petizione
Pianificazione
Piano
Piattaforma continentale
Piazzista
Picchettaggio
Piccola società cooperativa
Piede libero
Pigione
Pignorabilità dei beni
Pignoramento
Plagio
Plenipotenziari
Pluralismo
Plurioffensivo (reato)
Plusvalenza
Polizia
Polizza
Popolo
Pornografia minorile
Portierato
Possesso
Possessorie
Possideo quia possideo
Postilla
Potere
Potestà
Poveri
Prassi
Praticantato
Preavviso
Precario
Precettazione
Precetto
Precisazione delle conclusioni
Preclusione
Prefetto
Prelazione
Prelegato
Preleggi
Preliminare
Premeditazione
Premio
Premorienza
Prepensionamento
Prescrizione
Presidente
Presidenzialismo
Prestatore di lavoro
Prestazione
Presunzione
Presupposizione
Preterintenzione
Preterizione
Previdenza
Prezzo
Prigionieri di guerra
Primarie
Principi
Prior in tempore potior in iure
Privacy
Privativa
Privatizzazione
Privilegio
Probatio diabolica
Probation processuale
Probiviri
Procacciatore d’affari
Procedimenti
Procedimento
Procedura
Procedure concorsuali
Processo
Proclami pubblici
Procura
Procura della Repubblica
Procuratore
Prodigalità
Prodotti finanziari
Produttore
Professionalità nel reato
Professione intellettuale
Profitto
Profughi
Progetto individuale di inserimento
Progressione criminosa
Progressività del sistema tributario
Progressivo
Promessa
Promotore finanziario
Promulgazione delle leggi
Proporzionale
Proposta contrattuale
Proposta di legge
Proprietà
Proprio
Prorogatio
Proscioglimento
Prostituzione
Protesto
Protutore
Prova
Provincia
Provocazione
Provvedimenti
Provvigione
Provvisionale
Provvisoria esecuzione
Pubblica amministrazione
Pubblicazione
Pubblicità
Pubblico
Puntuazione
Purgazione
Putativo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Prescrizione
() del diritto (d. civ.)
Costituisce una causa di estinzione dei diritti quando il titolare non li eserciti entro l'arco di tempo previsto dalla legge (cd. (—) estintiva). In altri casi il trascorrere del tempo non fa estinguere il diritto, ma fa presumere il pagamento (cd. (—) presuntiva).
Il fondamento dell'istituto è ravvisato in un'esigenza di certezza dei rapporti giuridici.
La durata della (—) è stabilita inderogabilmente dalla legge.
La (—) comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere (art. 2935 c.c.). La (—) non decorre e se ha cominciato a decorrere resta sospesa quando l'inerzia del soggetto è giustificata da una causa espressamente determinata dalla legge, che è di ostacolo all'esercizio del diritto. I casi di sospensione sono tassativi e riguardano particolari rapporti esistenti tra le parti (ad es. resta sospesa la (—) tra il tutore e il minore o l'interdetto) oppure una condizione personale del titolare del diritto (ad es. resta sospesa la prescrizione nei confronti dei militari in servizio in tempo di guerra).
Si ha invece interruzione della (—) quando viene meno l'inerzia del soggetto, il quale compie un atto di esercizio del diritto (ad es. messa in mora del debitore), oppure quando colui contro il quale il diritto può essere fatto valere lo riconosce (artt. 2943-2944 c.c.).
() della pena (d. pen.)
Estingue la punibilità in concreto; può verificarsi solo dopo una sentenza o decreto irrevocabile di condanna non eseguiti. Ha per oggetto solo le pene principali; è sempre esclusa per l'ergastolo.
La pena della reclusione si estingue con un decorso pari al doppio della pena inflitta e in ogni caso non superiore a 30 anni e non inferiore a 10 anni. La pena della multa si estingue dopo il decorso di 10 anni; la pena dell'arresto o ammenda dopo 5 anni.
La (—) della pena decorre dal giorno del giudicato di condanna.
Sono esclusi dal beneficio i recidivi aggravati e reiterati, i delinquenti abituali, professionali, per tendenza.
() del reato (d. pen.)
Costituisce una rinuncia dello Stato a far valere la propria pretesa punitiva, in considerazione del tempo trascorso.
La (—) può estinguere il reato o soltanto la pena.
La (—) del reato presuppone che non sia intervenuto nessun giudicato; essa estingue la punibilità in astratto: ha, dunque, portata sostanziale in quanto elimina la punibilità in sé e per sé.
Con il nuovo sistema (L. 251/2005) ciascuna fattispecie di reato ha un proprio termine-base di (), coincidente con la pena edittale massima stabilita dalla legge, pur se, si è determinato un minimo temporale, pari a sei anni in caso di delitto e quattro anni in caso di contravvenzione, anche se trattasi di reati punibili con la sola pena pecuniaria.
La disciplina di calcolo della (—) è mutata anche per il reato circostanziato.
Il settimo comma dell'art. 157 prevede che la (—) è sempre espressamente rinunciabile dall'imputato.
L'ultimo comma dell'art. 157, infine, dispone che la (—) non estingue i reati per i quali la legge prevede la pena dell'ergastolo, anche come effetto dell'applicazione di circostanze aggravanti.
Ai sensi dell'art. 158 c.p., il termine della prescrizione decorre, per il reato consumato, dal giorno della consumazione; per il reato tentato, dal giorno in cui è cessata l'attività del colpevole; per il reato permanente, dal giorno in cui è cessata la permanenza. Inoltre, quando la legge fa dipendere la punibilità del reato dal verificarsi di una condizione, il termine della prescrizione decorre dal giorno in cui la condizione si è verificata. Nondimeno, nei reati punibili a querela, istanza o richiesta il termine della prescrizione decorre dal giorno del commesso reato.
L'art. 160 c.p. elenca taluni atti del procedimento penale idonei a produrre l'interruzione della (—) (es. sentenza di condanna, decreto di condanna, richiesta di rinvio a giudizio, decreto di citazione a giudizio). Per i reati di competenza del giudice di pace, a tali atti si aggiungono la citazione a giudizio disposta dal P.M. ed il decreto di convocazione delle parti emesso dal giudice di pace. La (—) interrotta comincia nuovamente a decorrere (dall'inizio) a partire dal giorno della interruzione. In presenza di più atti interruttivi, la (—) decorre dall'ultimo di essi.