Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
336 Concorso 2329 Funzionari Ministero della Giustizia - QUIZ RIPAM per la prova preselettiva comune a tutti i profili<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 784 € 34,00</span> 327/4 Istruttore e Istruttore Direttivo Area Tecnica Enti Locali Categorie C e D - Manuale Completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XV, pag. 1320 € 48,00</span>
P.I.P.
P.M.
P.M.I.
P.Q.M.
Pacchetto
Pacta sunt servanda
Pactum de non petendo
Pactum de retrovendendo
Pactum fiduciae
Paesaggio
Paga base
Pagamento
Pagherò cambiario
PagoBancomat
Par condicio
Parafiscalità
Parastato
Parasubordinazione
Parcella
Parchi
Parentela
Parere
Pari causa turpitudinis
Pari opportunità tra uomo e donna
Parità retributiva
Parlamento
Parricidio
Part time
Parte
Partecipazione
Parti comuni di un edificio
Particella catastale
Partita I.V.A.
Partiti politici
Passaggio
Passaporto diplomatico
Passivo
Paternità
Patologia del negozio giuridico
Patria
Patrimonialità
Patrimonio
Patrocinio
Patronage
Patronato
Patteggiamento
Patti lateranensi
Patto
Pauliana
Peace keeping
Peculato
Pedofilia
Pegno
Pena
Pendenza
Pensiero
Pensione
Pentimento operoso
Percosse
Perdono giudiziale
Perenzione
Perequazione tributaria
Pericolo
Pericolosità sociale
Periodo di comporto
Periodo d’imposta
Perizia
Permanente
Permesso
Permuta
Perpetuatio
Perquisizione
Persona
Personalità
Pertinenza
Petitorie e possessorie
Petitum
Petizione
Pianificazione
Piano
Piattaforma continentale
Piazzista
Picchettaggio
Piccola società cooperativa
Piede libero
Pigione
Pignorabilità dei beni
Pignoramento
Plagio
Plenipotenziari
Pluralismo
Plurioffensivo (reato)
Plusvalenza
Polizia
Polizza
Popolo
Pornografia minorile
Portierato
Possesso
Possessorie
Possideo quia possideo
Postilla
Potere
Potestà
Poveri
Prassi
Praticantato
Preavviso
Precario
Precettazione
Precetto
Precisazione delle conclusioni
Preclusione
Prefetto
Prelazione
Prelegato
Preleggi
Preliminare
Premeditazione
Premio
Premorienza
Prepensionamento
Prescrizione
Presidente
Presidenzialismo
Prestatore di lavoro
Prestazione
Presunzione
Presupposizione
Preterintenzione
Preterizione
Previdenza
Prezzo
Prigionieri di guerra
Primarie
Principi
Prior in tempore potior in iure
Privacy
Privativa
Privatizzazione
Privilegio
Probatio diabolica
Probation processuale
Probiviri
Procacciatore d’affari
Procedimenti
Procedimento
Procedura
Procedure concorsuali
Processo
Proclami pubblici
Procura
Procura della Repubblica
Procuratore
Prodigalità
Prodotti finanziari
Produttore
Professionalità nel reato
Professione intellettuale
Profitto
Profughi
Progetto individuale di inserimento
Progressione criminosa
Progressività del sistema tributario
Progressivo
Promessa
Promotore finanziario
Promulgazione delle leggi
Proporzionale
Proposta contrattuale
Proposta di legge
Proprietà
Proprio
Prorogatio
Proscioglimento
Prostituzione
Protesto
Protutore
Prova
Provincia
Provocazione
Provvedimenti
Provvigione
Provvisionale
Provvisoria esecuzione
Pubblica amministrazione
Pubblicazione
Pubblicità
Pubblico
Puntuazione
Purgazione
Putativo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Promessa
() al pubblico (d. civ.)
È una promessa unilaterale a destinatario indeterminato (in incertam personam), che ha per contenuto l'assunzione di un'obbligazione nei confronti di chi si trovi in una determinata situazione (es. regalo 1000 bottiglie di vino al giocatore che segna il primo gol in campionato) o compia una data azione (es. ritrovi un bassotto smarrito). Diviene vincolante per il promittente appena è portata a conoscenza del pubblico.
La (—) è revocabile purché (art. 1990 c.c.):
— la revoca avvenga per giusta causa e sia resa pubblica nella forma stessa della (—);
— non si sia già verificata la situazione o non sia stata già compiuta l'azione prevista nella promessa.
Se alla (—) non sia apposto un termine, o questo non risulta dalla natura o dallo scopo della medesima, l'obbligatorietà cessa se, entro l'anno dalla (—), non sia stato comunicato al promittente l'avveramento della situazione o il compimento dell'azione prevista (art. 1989 c.c.).
() del fatto del terzo (d. civ.)
Consiste nell'assunzione dell'impegno di adoperarsi affinché un terzo assuma verso il promissario un'obbligazione o esegua in suo favore una determinata prestazione (art. 1381 c.c.). Per aversi (—) è necessario che il terzo non sia tenuto verso il promissario da precedenti vincoli. Discusso è se la fattispecie configuri un contratto o una promessa di pagamento.
Colui che ha assunto l'obbligo è tenuto ad indennizzare la controparte qualora il terzo rifiuti di obbligarsi o non compia il fatto promesso. Si dice perciò che l'obbligazione assunta dal promittente è un'obbligazione di risultato, nel senso che, mancando il risultato promesso, il debitore è considerato inadempiente pur se abbia tenuto un comportamento diligente.
() di matrimonio (d. civ.)
[Sponsali].
() di pagamento (d. civ.)
Dichiarazione unilaterale di volontà attraverso la quale il promittente assume verso il promissario l'obbligo di eseguire un determinato pagamento (art. 1988 c.c.). Effetto della (—) è quello di dispensare il promissario dall'onere di provare l'esistenza del sottostante rapporto causale, realizzando un'inversione dell'onere della prova nei confronti di chi ha emesso la dichiarazione (cd. astrazione processuale). In altri termini, il promittente che voglia liberarsi dall'obbligo di pagamento ha, per effetto della promessa, l'onere di provare la inesistenza del rapporto dal quale l'obbligo stesso deriva.
() unilaterale (d. civ.)
Dichiarazione unilaterale di volontà con la quale un soggetto assume, nei confronti di una o più persone determinate o in incertam personam, l'obbligo di eseguire una certa prestazione. La (—) è da sola sufficiente a produrre l'effetto obbligatorio e non necessita, perciò, di accettazione da parte del promissario.
Le (—) producono effetti obbligatori nei soli casi previsti dalla legge, costituendo cioè un numerus clausus (art. 1987 c.c.).
I caratteri della (—) sono:
— l'unilateralità, nel senso che si perfeziona per effetto della sola dichiarazione del promittente, prescindendo dall'accettazione del destinatario;
— l'irrevocabilità;
— l'inapplicabilità della distinzione onerosità-gratuità: ciò perché la prestazione per sua natura non acquista mai il carattere di corrispettivo.
Tra le figure di (—) previste dalla legge si possono ricordare: la promessa di pagamento; la ricognizione (o riconoscimento) del debito; la promessa al pubblico; i titoli di credito; la concessione d'ipoteca.