Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
327 L'impiegato Comunale - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XX, pag. 1000 € 42,00</span> 502 Codice Penale e leggi complementari<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLVI, pag. 1152 € 19,00</span> 502/1 Codice Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLI, pag. 992 € 14,00</span> 511/1 Quattro Codici Editio Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 1824 € 26,00</span> E3/A Codice Penale Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXII, pag. 1280 € 20,00</span> 314/1 Concorso 120 Commissari Polizia di Stato - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 960 € 48,00</span> 54/21 Manuali XXS di Diritto Civile e Diritto Penale (Formato Novembre 2019 IX, pag. 672 + 672 € 22,00" />
W.I.P.O.
W.T.O.
Warrant
Welfare state
Witness


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Putativo [reato] (d. pen.)
A norma dell'art. 49 c.p. non è punibile chi commette un fatto non costituente reato, nella supposizione erronea che esso costituisca reato. Il fatto erroneamente supposto come reato si definisce reato (—).
La convinzione che un fatto (lecito) costituisca reato può dipendere da un errore di diritto o da un errore di fatto.
Il reato (—) per errore di diritto è quello di chi crede erroneamente che il fatto da lui commesso è punito da una norma penale.
Si ha invece reato (—) per errore di fatto in una delle seguenti ipotesi:
— il soggetto crede di commettere un reato, mentre in realtà manca uno degli elementi essenziali richiesti per la sua sussistenza (è il caso di chi asporta una cosa propria credendola altrui);
— il soggetto crede di commettere un reato, mentre agisce in presenza di una causa di giustificazione (è il caso di chi crede di rubare mentre in realtà sussiste il consenso dell'avente diritto);
— il soggetto crede erroneamente di avere uno dei requisiti richiesti per commettere un reato proprio (è il caso di chi, ritenendosi imprenditore, crede di commettere bancarotta).
Il co. 3 dell'art. 49 c.p., tuttavia, fa salvo il caso in cui concorrano nel fatto gli elementi costitutivi di un reato diverso; allora il soggetto risponderà di questo diverso reato.