Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
503 Codice Penale e di Procedura Penale e Leggi Complementari<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 2336 € 38,00</span> 7/1 Compendio di Diritto Processuale Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXI, pag. 608 € 24,00</span> OP4 Codice di Procedura Penale Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 2016 € 79,00</span> E4/A Codice di Procedura Penale Esplicato e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XX, pag. 960 € 20,00</span> 503/3 Codice Penale e di Procedura Penale e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXIII, pag. 1760 € 24,00</span> 54A/7 I Quaderni del Praticante Avvocato - Diritto Processuale Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XI, pag. 448 € 17,00</span> E4 Codice di Procedura Penale Esplicato <br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIII, pag. 1488 € 42,00</span> IP7  Ipercompendio Diritto Processuale Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 384 € 16,00</span>
Quadri
Qualifica
Qualificazione giuridica
Qualità
Qualità internazionali
Qualità soggettive
Quanti minoris
Quantità
Quantum
Quasi possesso
Quasi reato
Quasi usufrutto
Querela
Questionario fiscale
Questione
Questore
Questori
Quiescenza
Quietanza
Quod nullum est, nullum producit effectum
Quorum
Quota
Quotazione di borsa


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Querela (d. proc. pen.)
Condizione di procedibilità che consente l'instaurarsi del processo penale: essa si ha quando la punizione del colpevole è lasciata alla volontà della persona offesa.
Sono punibili a (—) i reati per i quali non debba procedersi d'ufficio o dietro richiesta o istanza di procedimento; la legge indica esplicitamente per quali reati si procede a (—).
La volontà punitiva del privato, una volta esercitato il diritto di (—), deve permanere durante tutto il corso del procedimento, sia all'inizio dell'azione penale, sia durante l'iter processuale.
La rinuncia e la remissione della (—) sono, infatti, atti attraverso cui il soggetto, titolare del diritto alla (—), manifesta in via preventiva (rinuncia) o in via successiva (remissione) la volontà di dismetterlo.
Il diritto di querela si esercita attraverso una dichiarazione fatta personalmente o per mezzo di un procuratore speciale, nel termine di tre mesi dal giorno della notizia del fatto che costituisce reato. Per i reati di violenza sessuale previsti dagli artt. 609bis, 609ter e 609quater c.p. la (—) può proporsi nel termine di 6 mesi ed è irrevocabile.
Il diritto di (—) si estingue con la morte della persona offesa. Nel caso di reato commesso in danno di più persone, la querela può essere presentata anche da una sola di esse. La (—) si estende di diritto a tutti coloro che hanno commesso il reato.
() di falso (d. proc. civ.)
È l'istanza diretta ad ottenere l'accertamento della falsità di un atto pubblico o di una scrittura privata riconosciuta, autenticata o giudizialmente verificata.
Essa può essere proposta da colui contro il quale si vuol far valere la scrittura, in qualsiasi atto e grado del giudizio, finché la verità del documento non sia stata accertata con sentenza passata in giudicato.
Nel caso in cui si sia già svolto un giudizio di verificazione passato in giudicato la (—) non è proponibile, qualora si voglia sostenere la stessa falsità che è stata già esclusa nel giudizio di verificazione. Ma questa preclusione viene meno se:
— l'oggetto della (—) è diverso (es.: nel giudizio di verificazione si era sostenuta la falsità della sola sottoscrizione, mentre con la (—) si assume falso il testo della scrittura);
— la (—) si riferisce a fatti successivi al giudicato (es.: una contraffazione che si afferma essere stata compiuta dopo il giudizio di verificazione).
Sulla (—) è competente, per materia, il Tribunale e la decisione sarà pronunciata sempre dal Collegio, anche se la (—) è proposta in via incidentale in giudizi per i quali la competenza a decidere il merito spetta al giudice di pace o al Tribunale in composizione monocratica.
Il Collegio pronuncia sulla (—) con sentenza: se rigetta la (—) ordina la restituzione del documento, l'annotazione della sentenza sul documento e può condannare il querelante ad una pena pecuniaria; se accoglie la (—), dà le disposizioni di cui all'art. 537 c.p.p.