Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VII, pag. 320 € 19,00</span> 516 Codice del Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 992 € 34,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 207/1 Elementi di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 208 € 12,00</span> 54A/13 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 192 € 16,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XI, pag. 272 € 18,00</span> 47 Manuale di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXVI, pag. 512 € 30,00</span>
UAMI
UCLAF
UE
UEB
UEM
UEN
UEO
UEP
Ufficio comunitario dei disegni e modelli
Ufficio comunitario delle varietà vegetali
Ufficio dei marchi
Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee
Ufficio di ispezione veterinaria e fitosanitaria
Ufficio di Presidenza del Parlamento europeo
Ufficio Europeo dei Brevetti
Ufficio Europeo delle Unioni di Consumatori
Ufficio Europeo di Polizia
Ufficio Europeo per la Lotta Antifrode
Ufficio per i progetti della società dell’informazione
Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno
Ufficio statistico delle Comunità europee
Ufficio umanitario della Comunità europea
UME
Unanimità
Ungheria
UNICE
Uniforme interpretazione del diritto comunitario
Union of Industrial and Employers’ Confederation of Europe
Unione dell’Europa Occidentale
Unione doganale
Unione economica
Unione Economica Belgio-Lussemburgo
Unione Economica e Monetaria
Unione Europea
Unione Europea dei Pagamenti
Unione Monetaria Europea
Unione per l’Europa delle Nazioni
Unione politica europea
Unione tariffaria
Unità di conto europea
Unità di Coordinamento della Lotta Alle Frodi
Unità Droga Europol
Università
Urban
Uruguay Round
Uso sicuro di Internet




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
UEO [Unione dell’Europa Occidentale] art. 17 Trattato sull’Unione europea
[4, rue de la Régence, B-1000, Bruxelles; tel.: (2) 5004455; fax: (2) 5113519 - internet: www.weu.int]

L’Unione dell’Europa Occidentale è un’organizzazione internazionale (v.) volta al coordinamento della politica difensiva degli Stati membri, promuovendone l’integrazione in campo militare e la collaborazione in quello economico e sociale.
L’UEO fu istituita a Parigi nel 1954 (v. Trattato di Bruxelles) come struttura militare di raccordo tra Belgio, Olanda, Lussemburgo, Gran Bretagna, Francia, Italia e Repubblica federale tedesca; il suo scopo principale era non solo contrastare un’eventuale rinascita militare tedesca, ma anche difendersi da un possibile attacco da parte dei paesi del blocco sovietico.
In realtà il compito di difendere i paesi dell’Europa occidentale era affidato alla NATO (v.), ma in ambito europeo era avvertita la necessità di creare una struttura militare difensiva autonoma. Un primo tentativo di realizzare tale obiettivo fu la firma del trattato istitutivo della Comunità europea di difesa (v. CED), che fallì per la mancata ratifica francese.
Con il Trattato di Maastricht, prima, e con quello di Amsterdam, poi, è stata rilanciata l’idea di una cooperazione europea per la realizzazione di una identità europea in materia di sicurezza e di difesa (v.), quale pilastro europeo dell’Alleanza Atlantica, da attuarsi progressivamente attraverso l’UEO: in sostanza quest’ultima avrebbe posto in essere azioni volte alla realizzazione di decisioni prese dall’Unione in conformità delle posizioni adottate in seno all’Alleanza. In quest’ottica l’UEO dovrebbe integrarsi completamente nella struttura istituzionale dell’Unione e diventarne a breve il braccio operativo per tutte le questioni attinenti alla politica di difesa comune (v.)
Attualmente gli Stati membri dell’UEO sono dieci; ai membri originari si sono aggiunti il Portogallo e la Spagna nel 1990 e la Grecia nel 1995. I membri a pieno titolo hanno diritto di voto e diritto all’assistenza militare automatica in caso di aggressione; essi, inoltre, a turno semestrale, presiedono l’organizzazione.
All’UEO partecipano, insieme ai membri a pieno titolo, sei membri associati (Turchia, Norvegia, Islanda, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia) e cinque osservatori (Irlanda, Danimarca, Austria, Svezia e Finlandia). La Repubblica Ceca, l’Ungheria e la Polonia avevano aderito all’UEO nel 1994 in qualità di partner associati, per poi diventare membri associati il 23 marzo 1999, a seguito del loro ingresso nella NATO.
I membri associati partecipano ai lavori del Consiglio dell’UEO, dei gruppi di lavoro e della cellula di pianificazione dell’UEO (v.), ma senza diritto di voto; essi inoltre non hanno diritto all’assistenza militare.
Le modalità di partecipazione dei paesi che hanno lo status di osservatori sono state delineate dalla decisione del Consiglio del 10 maggio 1999, n. 1999/321/PESC. Gli osservatori partecipano a pieno titolo alle discussioni del Consiglio dell’UEO e dei suoi gruppi e comitati; essi inoltre sono equiparati ai membri a pieno titolo quando hanno notificato al Consiglio permanente dell’UEO l’intenzione di contribuire ad un’operazione militare, sopportando in tal modo i costi comuni e i costi supplementari dell’operazione debitamente ripartiti.
Durante la riunione dei ministri degli esteri dell’UEO tenutasi a Kirchberg (Lussemburgo) nel maggio 1994, è stato creato lo status di partner associati per quei paesi dell’Europa centrale e orientale (v. PECO) che hanno firmato un accordo europeo (v.) con l’Unione europea.
Attualmente sono partner associati: Bulgaria, Estonia, Lituania, Lettonia, Romania, Slovacchia e Slovenia; essi possono partecipare solo alle riunioni del Consiglio alle quali partecipano tutti i 28 Stati che hanno rapporti con l’UEO disciplinati da uno statuto.
Gli organi principali dell’UEO sono il Consiglio, responsabile della politica dell’organizzazione e formato dai ministri degli affari esteri e della difesa dei paesi oppure dai loro ambasciatori; il Segretario, organo amministrativo permanente con sede a Bruxelles; l’Assemblea, formata dai delegati dai Parlamenti nazionali. È da sottolineare che in vista di una futura integrazione tra l’UEO e l’Unione europea, la carica di Segratario generale dell’organizzazione è stata attribuita nel 1999 a Javier Solana, che già ricopre la carica di Alto rappresentante per la PESC (v.).