Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
513/2 Nuovo Codice della Strada e Regolamento (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XX, pag. 928 € 16,00</span> E14/A TULPS Esplicato -Regolamento - Leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VIII, pag. 832 € 24,00</span> C9 Nuovo Codice della Strada e Regolamento - Annotato con la Giurisprudenza<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XV, pag. 1024 € 42,00</span> 342/1 115 Assistenti Area Tecnica servizio NUE 112 Regione Lazio - Quiz commentati per la prova preselettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 432 € 24,00</span> E12 Testo Unico sull'Immigrazione spiegato Articolo per Articolo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 V, pag. 256 € 20,00</span> IP5 Ipercompendio Diritto Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 320 € 16,00</span> 526/3 Le Competenze Informatiche del Docente<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 336 € 22,00</span> 526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> 54A/2 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 288 € 17,00</span> OP2 Codice di Procedura Civile Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 2656 € 84,00</span> 330 Il Vigile Urbano - Agenti e Ufficiali della Polizia Locale: Municipale e Provinciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXVII, pag. 1160 € 40,00</span>
R.S.A.
R.S.U.
Raccolta del risparmio
Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica Italiana
Raccomandazioni
Radiazione dall’albo
Radiotelevisione
Raggruppamento temporaneo d’imprese
Ragguaglio delle pene
Ragione sociale
Ragionevole durata del processo
Ragionevolezza delle leggi
Raid
Rapimento
Rapina
Rapporto
Rappresaglia
Rappresentante
Rappresentanza
Rappresentazione
Ratifica
Ratio legis
Ravvedimento
Reati
Reati-contratto e reati in contratto
Reato
Recesso
Recidiva
Reciprocità
Reclamo
Reclusione
Reclutamento
Reddito
Redditometro
Redibitoria
Reductio ad aequitatem
Referendum
Referto
Reformatio in peius
Regime patrimoniale della famiglia
Regione
Registro
Regolamenti
Regolamento
Regresso
Reintegrazione
Relata di notifica
Relatività del contratto
Religione
Remissione
Rendiconto
Rendita
Reo
Reperto
Repubblica
Requisitoria
Requisizione
Res
Rescissione
Residenza
Resistenza
Responsabile
Responsabilità
Restitutio in integrum
Restituzione
Reticenza
Retratto successorio
Retribuzione
Retroattività
Retrocessione
Rettifica
Reversibilità
Revisione
Revisori contabili
Revoca
Revocatoria
Revocazione
Riabilitazione
Rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio
Riassunzione
Ricavi
Ricettazione
Ricevuta fiscale
Richiesta
Riciclaggio
Ricognizione
Riconoscimento
Riconvenzionale
Ricorrente
Ricorso
Ricusazione
Riduzione
Riesame
Riformatorio giudiziario
Riforme istituzionali
Rifugiato
Rimessione
Rimozione
Rimpasto governativo
Rinnovazione
Rinuncia
Rinvio
Ripartizione dell’attivo
Riparto di giurisdizione
Riporto
Risarcimento del danno
Rischio
Riserva
Riservatezza
Risoluzione del contratto
Risparmio
Rissa
Ritardo
Ritenzione
Rito
Ritorsione
Ritrattazione
Riunione
Rivendicazione
Rogatoria
Rogito
Rovina di edifici
Royalty
Ruolo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Regolamento
() di confini [azione di] (d. civ.)
Azione petitoria, di carattere reale, mediante la quale ciascuno dei proprietari di due o più fondi confinanti chiede che sia stabilito giudizialmente il confine tra gli stessi, quando tale confine sia incerto (art. 950 c.c.).
Legittimati, attivamente e passivamente, sono i due proprietari confinanti.
L'azione ha carattere duplice, perché le parti hanno un'analoga reciproca posizione di pretesa e difesa, con la conseguenza che l'onere della prova è diviso ugualmente fra le due parti; in mancanza di prova, il giudice provvede attenendosi al confine tracciato dalle mappe catastali.
Tale azione può esercitarsi nel caso di totale incertezza dei confini (cd. actio finium regundorum simplex) ovvero nel caso in cui sia controversa la proprietà di una zona di terreno determinata (cd. actio finium regundorum qualificata).
() di competenza (d. proc. civ.)
Eccezion fatta per l'ipotesi in cui sia esperito d'ufficio, il (—) è il mezzo di impugnazione proponibile avverso la pronuncia sulla competenza della parte che afferma di essere stata lesa dalla stessa.
Competente a decidere sull'istanza è la Corte di Cassazione.
La riassunzione della causa innanzi il giudice dichiarato competente deve avvenire nel termine perentorio [Termine] all'uopo assegnato nella sentenza che statuisce sulla competenza o, in mancanza, in quello di sei mesi dalla comunicazione della stessa (art. 50 c.p.c.).
Il (—), che non è proponibile contro le pronunce del giudice di pace relative alla competenza, può essere di due tipi:
— necessario, il quale ricorre quando la sentenza abbia pronunciato soltanto sulla competenza, senza decidere il merito della causa (art. 42 c.p.c.).
 Il regolamento è, in tal caso, necessario, in quanto costituisce l'unico mezzo predisposto dalla legge per consentire un riesame della pronuncia, mediante l'impugnazione della sentenza.
 In base alla riforma apportata dalla L. 353/90, tale (—) potrà esser proposto anche avverso i provvedimenti che dichiarano la sospensione del processo ex art. 295 c.p.c. [Sospensione (del processo)];
— facoltativo, che ricorre invece quando la sentenza abbia pronunciato sulla competenza (affermandola) insieme col merito. Si parla di (—) facoltativo in quanto la parte può impugnare la statuizione sulla competenza col mezzo in esame oppure con i mezzi d'impugnazione ordinari. I due rimedi sono comunque alternativi, non cumulativi.
Il (—) d'ufficio si ha invece quando, essendosi dichiarato incompetente il primo giudice, il giudice davanti al quale la causa sia stata riassunta, ex art. 50 c.p.c., si ritenga anch'esso incompetente (c.d. conflitto di competenza).
Il (—) d'ufficio è però possibile, secondo il disposto dell'art. 45 c.p.c., solo in relazione alla competenza per materia o per territorio di cui all'art. 28 c.p.c. (c.d. competenza inderogabile).
() di condominio (d. civ.)
Regolamento recante la disciplina relativa all'uso delle cose comuni e alla ripartizione delle spese, secondo i diritti e gli obblighi spettanti a ciascun condomino [Condominio], nonché le norme per la tutela del decoro dell'edificio e quelle relative all'amministrazione.
Se i condomini sono più di dieci, il (—) è obbligatorio, mentre è facoltativo nell'ipotesi inversa.
() di giurisdizione (d. proc. civ.)
È uno strumento volto a consentire alla parte di chiedere un accertamento della giurisdizione del giudice adito, ricorrendo alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione prima ancora che la causa sia stata decisa nel merito in primo grado. Dopo tale momento il (—) non è più ammissibile e l'eventuale difetto di giurisdizione potrà esser fatto valere con gli ordinari mezzi d'impugnazione (appello, ricorso in cassazione).
Il (—) ha in sostanza la funzione di risolvere preventivamente tutte le questioni di giurisdizione, rappresentate dai conflitti di giurisdizione fra un giudice ordinario e un giudice speciale, o tra gli stessi giudici speciali; i conflitti di attribuzione che sorgono fra autorità giudiziaria ordinaria e Pubblica Amministrazione, allorché sia controverso se su una specifica materia sussista il potere del giudice ordinario di giudicare o si tratti, invece, di materia rimessa esclusivamente ad una valutazione insindacabile della P.A.
In seguito al ricorso, il giudice dinanzi a cui pende la causa doveva sospendere il processo [Sospensione (del processo)], che doveva poi essere riassunto [Riassunzione] nel termine perentorio di 6 mesi dalla comunicazione della sentenza che dichiarava la giurisdizione.
La necessaria sospensione del processo, a seguito della proposizione del (—), ha nella pratica favorito un uso distorto di tale istituto, rivolto a fini meramente dilatori. Per tale ragione, la L. 353/90 ha opportunamente eliminato l'automaticità dell'effetto sospensivo, attribuendo al giudice il potere di escludere la sospensione quando l'istanza di (—) appaia manifestamente inammissibile o la contestazione della giurisdizione manifestamente infondata (art. 367 c.p.c.).
Il (—) non è un mezzo di impugnazione, in quanto è un rimedio preventivo con il quale non viene impugnata alcuna sentenza. In ciò il (—) si differenzia dal regolamento di competenza.