Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> PK14/4 Il Codice per l'esame di Stato di Economia Aziendale...in tasca<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 688 + 96 € 12,50</span> 347 44 Funzionari promozione culturale Ministero Affari Esteri (Ripam - MAECI) - Manuale delle materie specialistiche<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1120 € 45,00</span> 332 35 Funzionari Contabili Amministrazione Penitenziaria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1104 € 42,00</span>
Early warning system
ECA
Eccedenza
Eccesso di domanda
Eccesso di offerta
Eckstein, Otto
Eco-auditing
Ecofin
Econometria
Economia aperta
Economia chiusa
Economia collettivista
Economia contadina
Economia corporativa
Economia del benessere
Economia dell'offerta aggregata
Economia delle donazioni
Economia di baratto
Economia di comando
Economia di guerra
Economia di mercato
Economia di Robinson Crusoe
Economia illegale
Economia informale
Economia mista
Economia monetaria
Economia non osservata
Economia normativa
Economia politica
Economia positiva
Economia pubblica
Economia socialista
Economia sommersa
Economia volgare
Economic Community of West African States
Economic Cooperation Administration
Economie di scala
Economie esterne
ECOWAS
ECU
Edgeworth, Francis Ysidro
Edgeworth-Marshall
Effetti economici delle imposte
Effetto
Effetto a cascata
Effetto aggancio
Effetto alone
Effetto Averch-Johnson
Effetto d'imitazione
Effetto d'immobilizzo
Effetto di annuncio
Effetto dimostrazione
Effetto Duesenberry
Effetto J
Effetto Keynes
Effetto King
Effetto paratasse
Effetto Pigou
Effetto reddito
Effetto ricchezza
Effetto Roosa
Effetto sostituzione di Hicks
Effetto sostituzione di Slutsky
Effetto Tanzi-Olivera
Efficacia
Efficienza
Efficienza allocativa
Efficienza marginale del capitale
Efficienza produttiva
Efficienza statistica
Efficienza X
EFTA
Einaudi, Luigi
Elaborazione dei dati
Elasticità
Elasticità dell'offerta
Elasticità della domanda
Elasticità incrociata
Elasticità inversa, regola della
Eliminazione senza costo
Elisione dell'imposta
Elusione fiscale
EMA
Embargo
Emissione del debito pubblico
Emissione di moneta
Emissione, istituto di
Enclave
Enclosure
Engel, Christian Lorenz
Engel, legge di
Ente creditizio
Ente di gestione
Ente di settore
Ente no-profit
Ente pubblico
Ente pubblico economico
Ente pubblico locale
Entire agreement
Entrata
Entrate extratributarie
Entrate pubbliche
Entrate tributarie
Entrepôt
Entropia di Shannon
Eonia
Equazione dello scambio
Equazione di Cambridge
Equazione di Hall
Equazione di Slutsky
Equazioni simultanee
Equilibrio cooperativo
Equilibrio del consumatore
Equilibrio del mercato
Equilibrio della bilancia dei pagamenti
Equilibrio di impresa
Equilibrio di Nash
Equilibrio di portafoglio
Equilibrio di sottoccupazione
Equilibrio economico
Equilibrio economico dinamico
Equilibrio economico generale
Equilibrio economico parziale
Equilibrio economico statico
Equilibrio non cooperativo
Equilibrio walrasiano
Equiprobabilità
Equità orizzontale
Equità verticale
Equivalenza ricardiana
Erario
Erosione della base imponibile
ERP
Error profile
Errore
Errore campionario
Errore del I tipo
Errore del II tipo
Errore di rilevazione
Errore extracampionario
Errore quadratico medio
Errori ed omissioni
Esenzione fiscale
Esercito industriale di riserva
Esponenziale
Esportazioni
Esportazioni di capitale
Esternalità
Estrapolazione
Estrazione
Estrazione con ripetizione
Estrazione di titoli
Estrazione senza ripetizione
Età dell'oro
Eteroschedasticità
Euratom o CEEA
Euribor
Euro
Euro-11
Euro-12
EURO-MOT
Eurobbligazioni
Eurocheque
Euroclear
Eurodivise
Eurodollari
Euroequities
Euromercato
European currency unit
European free trade association
European Recovery Program
Euroscudi
Eurosim
Eurosistema
Eurostat
Evasione fiscale
Eventi incompatibili
Eventi indipendenti
Eventi necessari
Evento
Evento certo
Evento composto
Evento elementare
Evento impossibile
Ex ante
Ex opzione
Ex post
Ex-Im Bank
Exclave
Expenditure switching policies
Export-led recovery
Extraprofitto




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Imposta sui consumi

Imposta indiretta
(v.) che grava sui beni nel momento in cui essi vengono consumati.
Le ragioni che spingono ad optare per un sistema tributario che poggi in gran parte su imposte di questo tipo sono diverse:
la semplicità amministrativa, sia l'accertamento che la riscossione sono più agevoli e meno costosi, rispetto alle imposte sul reddito (v.) e a quelle sul patrimonio (v. Imposta sul patrimonio);
— la capacità di generare illusione fiscale (v.), infatti il frazionamento dell'onere dell'imposta fra più individui e la sua inclusione nei prezzi di vendita rende più sopportabile il prelievo.
D'altro canto però, accanto ai vantaggi del ricorso ad un'imposta di questo tipo, vi sono anche degli svantaggi. Questi ultimi si sostanziano principalmente nella regressività (v. Imposta regressiva) dell'imposta rispetto al reddito; infatti, dato che il consumo totale dipende dalla sua propensione marginale e dato che quest'ultima decresce al crescere del reddito, un'imposta sul consumo grava soprattutto su coloro che producono un reddito basso.
Questa conclusione non vale però per i beni voluttuari: in questo caso, infatti, sia l'individuo ricco sia quello povero che non sanno rinunciare al consumo di tali beni subiranno lo stesso onere d'imposta anche se percepiscono dei redditi diversi.
Le imposte sui consumi possono essere distinte in generali o speciali.
Quelle generali colpiscono i beni e servizi prodotti, in una o più fasi del processo produttivo, nel momento della vendita.
Per la determinazione della base imponibile (v.), su cui applicare l'imposta, generalmente si fa riferimento alle entrate lorde delle imprese. Infatti, secondo la maggior parte dei teorici di economia e finanza pubblica, questo tipo di imposta, costituendo un costo di produzione per le imprese, viene trasferita ai consumatori attraverso un aumento del prezzo dei beni ad essa assoggettati. Ciò si tradurrebbe, in definitiva, in un'imposta sul reddito dei contribuenti applicata attraverso la riduzione del suo potere di acquisto, a sua volta determinata dall'aumento dei prezzi.
Una tesi completamente opposta a quella appena citata sostiene la non trasferibilità dell'imposta in avanti. L'ipotesi di base è che le risorse impiegate nell'attività produttiva siano fisse. Così l'introduzione di un'imposta generale sui consumi determina solo una riduzione dei ricavi delle imprese, le quali a loro volta riducono la produzione e l'uso dei fattori produttivi. D'altro canto se esse considerano fissa l'offerta di fattori produttivi, significa, ad esempio, che i lavoratori piuttosto che perdere il loro impiego accetterebbero una riduzione della retribuzione. L'imposta sarebbe dunque trasferita all'indietro sui fattori produttivi senza generare un aumento dei prezzi.
L'imposta generale sui consumi può assumere tre forme diverse:
imposta plurifase (v.) sul valore pieno (v. IGE);
— imposta plurifase sul valore aggiunto (v. IVA);
imposta monofase (v.).
Il ricorso a tali imposte si fonda sulle stesse motivazioni viste per l'imposta sui consumi anche se quelle generali pongono dei problemi diversi in sede di applicazione. Tali problemi riguardano ad esempio quelle merci che sono oggetto di scambio più di una volta oppure gli svantaggi o i vantaggi associati alle varie forme assunte dall'imposta per le imprese che commerciano con l'estero.
Le imposte speciali sui consumi, invece, vengono applicate a determinate categorie di beni (tabacco, alcool) e, a seconda che la base imponibile sia il loro prezzo o la quantità, vengono distinte in:
imposta ad valorem (v.);
imposte specifiche (v.).
L'uso di questa tipologia di imposte risponde a finalità diverse:
— la volontà da parte dei governi di limitare l'uso di prodotti nocivi e la produzione di diseconomie esterne (v. Esternalità);
— l'applicazione del principio del beneficio (v.), secondo il quale ogni contribuente deve sopportare l'onere relativo alla fornitura di certi beni;
— la semplicità amministrativa;
— l'assicurazione di un corposo gettito applicando tali imposte a beni di largo consumo.
Per ciò che concerne l'incidenza delle imposte (v.) speciali sul consumo, essa assume caratteri diversi a seconda della forma di mercato analizzata e dalla differente elasticità della curva di offerta (v. Elasticità dell'offerta) e di domanda (v. Elasticità della domanda).
In linea generale, l'introduzione di un'imposta genera un suo trasferimento interamente sui consumatori se la curva di domanda è completamente rigida. L'aumento del prezzo, dunque, non induce un mutamento nella quantità domandata. Situazione diametralmente opposta si ha in caso di domanda perfettamente elastica.
Dal lato dell'offerta, invece, se questa è rigida l'introduzione dell'imposta non genera variazioni nella quantità prodotta e venduta dalle imprese che sopporteranno interamente l'onere del prelievo. Nel caso in cui l'offerta è elastica l'imposta verrà interamente trasferita sui consumatori.