Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
200/3 Elementi di Microeconomia<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2007 , pag. 192 € 8,00</span> 200/9 Elementi di Economia e Politica Agraria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2008 , pag. 160 € 8,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> PK14/4 Il Codice per l'esame di Stato di Economia Aziendale...in tasca<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 688 + 96 € 12,50</span> 347 44 Funzionari promozione culturale Ministero Affari Esteri (Ripam - MAECI) - Manuale delle materie specialistiche<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1120 € 45,00</span>
Valore
Valore aggiunto
Valore atteso
Valore attuale
Valore attuale netto
Valore centrale
Valore intrinseco
Valore lavoro
Valore vero
Valori anomali
Valori influenti
Valori mobiliari
Valuta
Valuta debole
Valuta estera
Valuta forte
Valuta libera
Valutazione dell'impatto ambientale
VAN
Vanoni, piano
Vantaggio assoluto
Vantaggio comparato
Vantaggio competitivo
Variabile
Variabile casuale
Variabile casuale continua
Variabile casuale di Gumbell
Variabile casuale discreta
Variabile casuale doppia
Variabile casuale esponenziale negativa
Variabile casuale F di Fisher
Variabile casuale Gamma
Variabile casuale indipendente
Variabile casuale ipergeometrica
Variabile casuale marginale
Variabile casuale mista
Variabile casuale multipla
Variabile casuale normale
Variabile casuale normale doppia
Variabile casuale normale multipla
Variabile casuale normale standardizzata
Variabile casuale Poisson
Variabile casuale semplice
Variabile casuale T di Student
Variabile casuale uniforme
Variabile dicotomica
Variabile dipendente
Variabile dummy
Variabile economica
Variabile endogena
Variabile esogena
Variabile esplicativa (indipendente)
Variabilità
Varianza
Varianze e covarianze, matrice delle
Variazione compensativa
Variazione equivalente
Variazioni stagionali
Veblen, Thorsten
Velocità di circolazione dei depositi bancari
Velocità di circolazione della moneta
Vendita
Venerdì nero
Venture capital
Verifica empirica
Verosimiglianza, funzione di
VIA
Via Venti Settembre
Vickrey, William S.
Vincoli di bilancio
Vincolo di bilancio
Vincolo di portafoglio
Viner, Jacob
Virginia school
Vischiosità
Visto congruità-prezzo
Volatilità




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Impresa

Organizzazione di risorse umane e materiali per la produzione o lo scambio di beni e servizi. Si suole distinguere tra impresa pubblica (v.) e impresa privata a seconda del tipo di struttura e di gestione ma soprattutto a seconda del fine che esse si propongono. Le prime infatti gestiscono, generalmente, la produzione di beni e servizi considerati di pubblica utilità (v. Public utilities); le seconde svolgono, invece, attività produttive allo scopo di conseguire un profitto.
La teoria tradizionale dell'impresa è fondata sull'ipotesi neoclassica della massimizzazione dei profitti (v.) subordinatamente ai vincoli rappresentati dalle condizioni di domanda e di costo vigenti sul mercato.
L'elevato grado di astrazione dell'indirizzo tradizionale e la mancata considerazione di molte caratteristiche della grande impresa moderna (la dissociazione fra proprietà e gestione, il grado di imperfezione del mercato e la conseguente incertezza ambientale in cui agisce l'impresa) hanno determinato il sorgere, a partire dai primi anni Cinquanta, di numerose posizioni critiche e di nuove elaborazioni teoriche volte al superamento e al miglioramento del modello tradizionale. Peraltro è stata sottolineata l'indeterminatezza della teoria tradizionale dell'impresa in condizioni di oligopolio (v.), nelle quali è difficile fare previsioni sul comportamento delle imprese.
La maggior parte delle teorie moderne hanno posto in discussione l'assunzione della massimizzazione del profitto quale obiettivo unico del comportamento aziendale, e ciò sulla base della considerazione della scissione esistente all'interno dell'impresa capitalistica tra gestione e proprietà, tra azionisti e gruppo dirigenziale. In quest'ottica importanti sono i contributi di W.J. Baumol, O.E. Williamson, R.L. Marris (v. Teoria dell'impresa di Baumol; Teoria dell'impresa di Williamson; Teoria dell'impresa di Marris).
Tali teorie, però, pur muovendo da un'analisi più prossima alla realtà della grande impresa, non si discostano, nella loro impostazione generale, dalla teoria tradizionale, sia perché accentrate sugli obiettivi d'impresa, senza un'adeguata considerazione dei problemi organizzativi, sia perché in linea con l'ipotesi del comportamento massimizzante.
Viceversa, alcuni economisti (H. Simon, e poi R. M. Cyert e S. G. March) hanno sostenuto che il fine delle imprese, le quali si trovano ad operare in condizioni di incertezza (v.), è quello di ottenere profitti soddisfacenti e non massimi, e di soddisfare determinati livelli di profitto, che peraltro vanno periodicamente rivisti (v. Teoria comportamentale dell'impresa).
Infine, J. K. Galbraith (v.) ritiene che l'impresa moderna, dominata dalla tecnostruttura (v.), ha come obiettivo principale quello della sopravvivenza, che trova la sua prima condizione di verifica nell'autonomia decisionale del gruppo dirigente. Di conseguenza l'impresa cerca di realizzare un livello stabile di profitto, evitando così rischi eccessivi, e di destinare risorse sufficienti all'autofinanziamento in funzione della menzionata autonomia.