Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
52 Servizi di Cancelleria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 IV, pag. 480 € 32,00</span> 504/4 Codice Civile e di Procedura Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXIII, pag. 1664 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> C2 Codice di Procedura Civile - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXV, pag. 2336 € 65,00</span> E2/A Codice di Procedura Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXII Settembre, pag. 1216 € 22,00</span> 508/1 Codice di Procedura Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XL Settembre, pag. 1152 € 15,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 560 € 35,00</span>
Maastricht
Macchiatico
Mafia
Magazzini generali
Maggioranza
Maggiore età
Maggioritario
Magistrato delle acque
Magistratura
Mala fede
Mala fides superveniens non nocet
Malitia supplet aetatem
Maltrattamenti
Mancia
Mandato
Manifestazione del pensiero
Manipolazione genetica
Manomorta
Mansioni
Mantenimento
Manutenzione
Marchio
Mare territoriale
Marketing
Massa ereditaria
Massima giurisprudenziale
Massimario
Massoneria
Mater semper certa est, pater numquam
Maternità
Matrimonio
Maxi-processo
Mediazione
Medico
Membri del Parlamento
Memorie
Mercato del lavoro
Merchandising
Mercuriale
Merito della causa
Messa in mobilità
Metodo democratico
Mezzadria
Mezzi di prova
Mezzi di ricerca delle prove
Millantato credito
Minaccia
Minicooperative
Minimi tabellari
Minimo salariale
Ministero
Ministro
Minoranze etniche e linguistiche
Minore età
Minori
Misuratori fiscali
Misure
Mobbing
Mobilità
Modelli
Modello
Modi di acquisto della proprietà
Modus (o onere)
Molestia
Molestie sessuali sul luogo di lavoro
Monarchia
Monitorio
Monopolio
Monte Titoli
Mora
More uxorio
Morte
Mortis causa
Motivo
Movimenti di liberazione nazionale
Mozione
Multa
Multa penitenziale
Multinazionale
Multiproprietà
Municipi
Mutatio libelli
Mutua assicuratrice
Mutuo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Riconvenzionale [domanda] (d. proc. civ.)
Si ha quando il convenuto non si limita a difendersi, chiedendo il rigetto della domanda proposta contro di lui, ma esercita, a sua volta, un'azione (art. 36 c.p.c.).
La (—) è una domanda autonoma: potrebbe anche proporsi in separato processo, ma è consentito inserirla nel processo in corso per il principio dell'economia dei giudizi e al fine di evitare giudicati contraddittori. Il convenuto in riconvenzione assume, a sua volta, veste di attore.
La (—) deve essere proposta a pena di decadenza nella comparsa di risposta.
L'art. 36 c.p.c. esclude la proponibilità incondizionata della (—) ammettendola nei soli casi in cui essa:
— dipenda dal titolo dedotto in giudizio dall'attore. In tale ipotesi, la causa petendi della domanda principale e quella della (—) sono identiche (es.: il compratore cita il venditore per ottenere la consegna della cosa, ed il venditore domanda il pagamento del prezzo in via riconvenzionale);
— dipenda dal titolo che già appartiene alla causa principale come mezzo di eccezione.
In tal caso, le causae petendi delle due domande sono diverse, e la (—) si ricollega alla domanda di rigetto della domanda attrice (es.: l'eccezione di compensazione sollevata dal convenuto, con domanda di condanna dell'attore, in via riconvenzionale, al pagamento della differenza).
Nelle ipotesi anzidette, il giudice competente per la causa principale, conosce della (—), purché non ecceda la sua competenza per materia o valore, altrimenti rimette l'intera causa al giudice superiore (art. 34 c.p.c.), oppure provvede sulla domanda principale, rimettendo al giudice competente la cognizione della (—) (art. 35 c.p.c.). La (—) è inoltre proponibile al giudice della causa principale anche se appartiene, per territorio, secondo le regole ordinarie, a un giudice diverso.
Si ritiene, infine, che quando la (—) non eccede la competenza del giudice adito, essa sia ammissibile anche quando dipenda da un titolo diverso, se sussiste tra le opposte pretese un collegamento obiettivo che implichi l'opportunità della trattazione simultanea.