Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> PK14/4 Il Codice per l'esame di Stato di Economia Aziendale...in tasca<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 688 + 96 € 12,50</span> 347 44 Funzionari promozione culturale Ministero Affari Esteri (Ripam - MAECI) - Manuale delle materie specialistiche<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1120 € 45,00</span>
X-efficiency
Xeno dollari
Xeno valute
Xenobanche




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Incidenza dell'imposta in concorrenza perfetta

In questo tipo di mercato così come in monopolio, oligopolio e in concorrenza imperfetta l'incidenza dell'imposta (v.) dipende in larga misura dalla forma della curva di domanda e di offerta. Ipotizzando che nel mercato in esame la produzione avvenga a costi costanti, cioè che il costo unitario non vari al variare della quantità totale prodotta, l'introduzione, ad esempio, di un'imposta specifica (v.) produce uno spostamento verso l'alto del punto dell'equilibrio iniziale. A quest'ultimo corrisponderà un aumento del prezzo pari all'intero ammontare dell'imposta, e una diminuzione della quantità domandata che dipende dall'elasticità della curva di domanda. Ciò significa che in concorrenza perfetta, con costi costanti, l'imposta si trasferisce (v. Traslazione dell'imposta) interamente sul consumatore.
Se i costi unitari di produzione sono crescenti (come avviene normalmente), il prezzo di mercato aumenta in misura minore dell'imposta, e quindi essa si trasferisce parzialmente. Ciò perché il nuovo prezzo di mercato (comprensivo dell'imposta) provocherà una diminuzione della domanda e quindi della produzione; ma se la produzione diminuisce, anche i costi unitari si ridurranno, appunto perché i costi totali di produzione sono crescenti, e quindi ci sarà una parziale compensazione dell'onere dell'imposta.
Infine, se i costi unitari di produzione sono decrescenti, il prezzo di mercato aumenta più dell'imposta, e quindi essa si trasferisce totalmente (anzi, l'imprenditore gode di una rendita fiscale, in quanto il prezzo aumenta in misura maggiore rispetto all'imposta). Ciò perché la diminuzione della quantità prodotta determina maggiori costi unitari, e il nuovo prezzo è superiore al prezzo precedente aumentato dell'imposta.
In linea generale si può dire che in libera concorrenza l'imposta generale incide sui produttori mentre quella speciale può essere parzialmente o totalmente trasferita sui consumatori.
Incide, infatti, sulla traslazione la maggiore o minore facilità con cui i capitali possono essere trasferiti dal settore produttivo colpito dall'imposta a quelli non colpiti. Nella moderna realtà industriale, caratterizzata da grandi imprese con ingenti investimenti produttivi, non è semplice trasferire capitali da un settore all'altro, e quindi il processo di traslazione è tutt'altro che facile. Tuttavia, si può dire che in regime di libera concorrenza la traslazione dell'imposta è tanto più facile, quanto maggiore è la mobilità dei capitali.


Incidenza dell'imposta in concorrenza perfetta


Nelle figure sottostanti si analizza la traslazione dell'imposta nei casi di costi crescenti (fig. a), costi costanti (fig. b) e costi decrescenti (fig. c).
Come si è detto, l'introduzione dell'imposta sposta verso l'alto la linea dei costi marginali, che passano da Cm a Cm'.
Se i costi sono crescenti (caso normale) la quantità scende da OQ a OR e il prezzo sale da OP a OS. L'imposta in parte si trasferisce sui consumatori (nella misura del segmento GH), e in parte resta a carico dell'impresa (nella misura del segmento HF).
Se i costi sono costanti, il prezzo aumenta da OP a OS, nella stessa misura dell'imposta: si ha quindi traslazione totale.
Se i costi sono descrescenti il prezzo aumenta da OP a OS, in misura maggiore dell'ammontare dell'imposta.