Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L3 Società a Partecipazione Pubblica e Servizi Pubblici Locali<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 , pag. 240 € 32,00</span> 526/A2 La prova orale del concorso per Infanzia e Primaria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 336 € 28,00</span> 2/3 Schemi & Schede di Diritto Pubblico e Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VIII, pag. 224 € 13,00</span> 526/14A La Prova Orale per Lingua Inglese - Classi di concorso (A24 - A25)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 336 € 28,00</span> 25/1 Compendio di Diritto Regionale e degli Enti Locali<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XIX, pag. 512 € 27,00</span> 48/1 Compendio di Diritto dell'Ambiente<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 X, pag. 256 € 22,00</span> IP1 Ipercompendio Diritto del Lavoro<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VII, pag. 272 € 16,00</span>
S.I.M.
Salario
Salute
Sanatoria
Sanzione
Schiavitù
Scioglimento
Sciopero
Scissione di società
Scomparsa
Sconto
Scontrino fiscale
Scriminanti
Scrittura privata
Scritture contabili
Seggio elettorale
Segretario
Segreto
Semestre bianco
Semidetenzione
Semilibertà
Semipresidenzialismo
Semplificazione amministrativa
Senato
Senatore
Sentenza
Separazione
Sequela
Sequestro
Serrata
Servitù prediale
Servizi
Servizio
Sesso
Sezioni specializzate
Sfratto
Sfruttamento della prostituzione
Sgravi fiscali
Silenzio
Simulazione
Sinallagma
Sindacato
Sindaco
Sinistro
Sistema tributario
Sistemi
Soccombenza
Società
Socio
Sofferenza
Soggettività
Soggetto
Soggezione
Sollecitazione all’investimento
Sommarie informazioni
Somministrazione
Sondocrazia
Sopraelevazione di edificio
Sopravvenienza
Sospensione
Sostituto d’imposta
Sostituto procuratore
Sostituzione
Sottoscrizione
Sottosuolo e spazio aereo
Sottrazione
Sovranità
Spazio Economico Europeo
Specialità
Specificazione
Spedizione
Spese di giustizia
Sponsali
Sponsorizzazione
Stampa
Stato
Stato
Status
Statuto
Strage
Straniero
Strumenti
Studi di settore
Studio
Stupefacenti
Subcontratto
Subfornitura
Sublegato
Subordinazione
Successione
Suffragio universale
Suitas
Supercondominio
Superficie
Supplenza
Supremazia
Surrogatoria
Surrogazione
Sussidiarietà
Sussidio
Svalutazione monetaria


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Sentenza
() amministrativa (d. amm.)
Le (—) del giudice amministrativo possono articolarsi in:
 interlocutorie, quando non pongono fine alla causa ma si limitano a provvedere su una questione processuale o pregiudiziale [Questione (pregiudiziale)] consentendo l'esame ulteriore della controversia; oppure regolano lo svolgimento del processo o adottano provvedimenti istruttori [Prova];
— definitive, quando pongono fine al processo risolvendo tutti i punti controversi o quelli la cui soluzione preclude il passaggio ad altri;
— di rito, quando con esse il giudice risolve aspetti attinenti alla validità, ricevibilità, procedibilità del ricorso o questioni comunque attinenti ai presupposti processuali del giudizio;
— di merito, quando rispondono alle richieste formulate nella domanda giudiziale, accogliendole o rigettandole. Se accoglie il ricorso per motivi d'incompetenza, annulla l'atto [Annullamento] e rimette l'affare all'autorità competente. Se accoglie per altri motivi il ricorso, annulla in tutto o in parte l'atto e, quando il giudice è investito di giurisdizione di merito [TAR], può anche riformare l'atto o sostituirlo.
Si ricordi inoltre che l'art. 9 della L. 205/2000 ha introdotto l'istituto delle cd. decisioni semplificate.
Le (—) del TAR fanno stato soltanto tra le parti, per cui i loro effetti non si estendono al di là del ricorrente e degli eventuali intervenienti.
I tipici mezzi di impugnativa avverso le (—) dei TAR sono: la revocazione; l'appello e l'opposizione di terzo.
() civile (d. proc. civ.)
Diversi sono i tipi di (—) che possono aversi nel processo civile.
Anzitutto la (—) può essere di mero accertamento, di condanna o costitutiva, a seconda che si limiti ad accertare l'esistenza di una data situazione giuridica, che condanni una parte ad un determinato comportamento, o che dia luogo ad una modificazione della situazione giuridica preesistente.
Sotto altro profilo, si distingue la (—) definitiva da quella non definitiva.
È definitiva la (—) che definisce, chiude il giudizio: il che può accadere sia allorché il giudice decida interamente la causa nel merito, sia allorché riscontri il difetto di presupposti processuali o di condizioni dell'azione o risolva una questione pregiudiziale, ovvero preliminare in senso impeditivo dell'ulteriore prosecuzione del processo.
È non definitiva la (—) che non definisce il giudizio, poiché con essa il giudice decide il merito solo parzialmente o risolve una questione pregiudiziale o preliminare in un senso che consenta la prosecuzione del processo.
La distinzione fra questi due tipi di (—) rileva soprattutto per ciò che concerne la disciplina della loro impugnabilità [Appello; Riserva (di impugnazione)].
A seconda infine che il giudice ritenga o meno fondata l'esigenza di tutela prospettata dall'attore con la domanda giudiziale, si distingue la (—) d'accoglimento da quella di rigetto.
() della Corte Costituzionale (d. cost.)
Nell'ambito delle decisioni di merito della Corte Costituzionale, cioè di quelle che non toccano profili processuali, ma comportano un esame del contenuto della questione di legittimità costituzionale, occorre distinguere le (—) di accoglimento, con cui si dichiara l'incostituzionalità della norma, da quelle di rigetto, con cui la questione di costituzionalità è dichiarata infondata.
La tipologia delle (—) non si limita a quelle di accoglimento e di rigetto. La Corte, infatti, nel corso della sua attività, ha approntato una serie ulteriore di strumenti decisori che, pur muovendosi nell'ambito concettuale dell'accoglimento o del rigetto si qualificano per un quid pluris. Si tratta, in particolare, delle (—):
— interpretative. Quando viene sollevata una questione d'incostituzionalità, le parti o il giudice a quo hanno dovuto previamente interpretare il testo e ricavare la norma della cui costituzionalità si dubita. La Corte Costituzionale, però, può reinterpretare il testo normativo concludendo per la sua costituzionalità: in tal caso si avrà una (—) interpretativa di rigetto;
— additive. Sono quelle in cui la Corte dichiara l'illegittimità di un testo nella parte in cui omette di prevedere qualcosa che dovrebbe prevedere;
— sostitutive. Sono quelle in cui la Corte dichiara l'incostituzionalità della norma nella parte in cui prevede certe conseguenze piuttosto che altre;
— monito. In questo caso la Corte cerca di scuotere il legislatore ordinario dalla sua inerzia, invitando alla riforma di un complesso normativo e ammonendolo sulla inevitabilità di pronunciare sentenza d'incostituzionalità in caso di inottemperanza;
— di incostituzionalità sopravvenuta, con le quali si dichiara incostituzionale una norma dal momento in cui essa, originariamente legittima, è divenuta tale a seguito del mutamento del contesto normativo, sociale, del costume etc. in cui essa veniva applicata;
— delega, con cui la Corte fissa anche i principi ai quali il legislatore dovrà attenersi e stabilisce i tempi entro i quali la nuova disciplina dovrà essere approvata dal Parlamento.
() penale (d. proc. pen.)
La (—) penale può avere un contenuto meramente processuale, se incide solo sul rapporto processuale (es.: sentenza di incompetenza, di improcedibilità etc.), ovvero un contenuto di merito, se si pronuncia sulla fondatezza o meno della pretesa punitiva (es.: sentenza di assoluzione o di condanna).
Pertanto, si hanno sentenze meramente processuali e sentenze sostanziali (o di merito).